07 Febbraio 2023

211 PARTIGIANI SICILIANI CADUTI NELLA GUERRA DI LIBERAZIONE

Ecco i partigiani di Sicilia
Una studiosa ha censito i protagonisti isolani della Resistenza. L´elenco dei nomi e il racconto di drammi ed
eroismi online su La Repubblica Palermo.it (25 aprile 2008)
di Carmela Zangara
«Mio padre - ci
dice il figlio
Giuseppe - voleva
rimanere fedele
al giuramento
fatto al re. Il re
era rappresentato
da Badoglio
che aveva emanato
il proclama
di resa.
Perciò "sbandò".
Quale che sia la
motivazione,
2600 sono i
partigiani siciliani
riconosciuti dall´
Istoreto, Istituto di Storia della Resistenza di
Torino, senza contare coloro che prestarono
servizio nelle province di Novara, Vercelli e
Biella, le cui formazioni dipendevano direttamente
dal Comando di Milano e circa 70
caduti nelle altre regioni. Sono stati 211 i
caduti che io ho censito, la lista è pubblicata
sul sito Ismli, rete di Istituti di Storia del
Movimento di Liberazione in Italia "Ferruccio
Parri", da parte dell´Issico, Istituto di storia
contemporanea Università di Catania, di cui è
presidente Rosario Mangiameli.
Duecentoundici uomini che diedero la vita
per questo nostro presente, uomini le cui
storie private non erano ancora in massima
parte storia di tutti. Perché il silenzio caduto
sulla loro morte è lo stesso silenzio che pesa
ancora su questa pagina di storia. Una storia
che si muove tutta sul crinale del passaggio
dallo sbandamento alla libera adesione alla
Resistenza, che va dalle tante storie di imboscamento
alla cattura, dal rastrellamento alla
fucilazione.
Qualcuno riesce a farla franca. «Mi ospitava
una famiglia del luogo - ci racconta il licatese
Amoroso - in cambio aiutavo nel lavoro dei
campi. Un giorno vennero i tedeschi. Io
dormivo nel fienile, sulla paglia. Per fortuna
fui avvisato e mi nascosi dentro una trave di
legno che faceva da pilastro, vuota all´
interno. Ebbene arrivarono e misero sottosopra la cascina. Mi passarono accanto,
avrebbero potuto sentire il mio respiro se
soltanto avessi respirato». Altri subiscono
violenza: «Calogero era stato trucidato -
continua - lo avevano legato e torturato,
cavandogli gli occhi e strappandogli le unghie
da vivo... le sevizie erano state tante che,
mentre lo torturavano, passò da lì un ufficiale
tedesco il quale si impressionò talmente da
dare l´ordine di smettere. Gli spararono per
porre fine alla inumana tortura».
Nel giugno del 1944 a Fondotoce (Verbania)
43 prigionieri, tra cui il siciliano Giovanni La
Ciacera, vennero fatti sfilare per le strade del
centro, con un cartello su cui era scritto:
«Sono questi i Liberatori o banditi?», prima di
essere, a tre a tre, avviati alla fucilazione in un
canale. A Mondovì la vigilia di Natale del 1944
tre siciliani furono fucilati, mentre in una casa
di Prea bruciavano vivi due isolani intrappolati
nelle fiamme appiccate all´abitazione. A
Carignano la morte di due siciliani avviene per
impiccagione. «Sono le 10,30. Viene condotto
il primo, il secondo, poi il terzo. Cammina a
passi svelti ed andatura militare. Declina le
sue generalità: Dezardo Liberale fu Giovanbattista
e fu Ventre Nunzia, tenente colonnello,
nato a Catania il 2 novembre 1893,
residente a Sanfrè presso il notaio Milano, via
Nazionale. Prima di morire grida: "Viva
l´Italia". Ed ecco il quinto. L´andatura ed il
viso tradiscono uno stato di eccitazione
nervosa. Declina le sue generalità: "Mancuso
Piero fu Luigi e di Amelia Ciotti, nato a
Palermo il 14 luglio 1920, chimico, residente a
Milano, via Vincenzo Monti 21". Chiede una
sigaretta e i soldati tedeschi gliene mettono
una in bocca e gliela accendono. Tutti gli altri
che avevano tirato fuori il loro pacchetto per
accontentarlo, lo rimettono in tasca. Al
comandante tedesco chiede di avere un
bitter. Il tedesco risponde: "Mi spiace non
avere bitter per potere accontentare."
Quando è sul patibolo grida: " Viva l´Italia"».
Tra i luoghi di intensa lotta c´è Forno
Canavese: alle 17 i diciotto superstiti al fuoco
furono fatti sfilare davanti alla smarrita
popolazione e portati nelle cantine del
palazzo municipale dove furono picchiati etorturati. L´esecuzione avvenne l´indomani
pomeriggio quando gli operai furono fatti
uscire dalle fabbriche per assistere alla
fucilazione dei prigionieri. Le vittime designate
furono incolonnati lungo il cortile della
casa del fascio con la schiena rivolta al
plotone e colpiti alle spalle. A sera i loro corpi
furono caricati su un carro e portati al
cimitero dove furono seppelliti in una fossa
comune su due strati in senso opposto l´uno
sull´altro. Una lapide e un piccolo monumento
ricorda i nomi delle vittime tra cui
Nicolò Marino palermitano, e Mario Toro di
Palagonia.
E c´è il dolore dei sopravvissuti, un dolore che
ha attraversato il tempo ed è giunto a noi con
queste parole: «Avrei voluto che mio marito
tornasse a casa anche con una gamba o un
braccio, invalido o malato ma tornasse - ci
dice con voce strozzata la moglie di Salvatore
Privitera - Mi ha lasciato un figlio di un anno
meno 8 giorni, un figlio che non ha
conosciuto suo padre. Era sepolto nella nuda
terra con una croce sopra e una medaglia su
cui era scritto il nome: Privitera Salvatore. Lo
abbiamo riportato nella sua terra. Adesso
riposa nel cimitero di Reitano. Lui era piccolo
di statura, un metro e sessanta circa. Ed era la
vita mia. Io ero ancora giovane sposa.
Soltanto due anni meno qualche mese siamo
stati insieme. Il tempo di concepire mio figlio.
Adesso mio figlio ha 64 anni». E in un paese
vicino Genova cadde sul campo Raimondo
Saverino, il partigiano "Severino", un simbolo.
Stasera viene commemorato a Licata suo
paese d´origine.
Un capitolo a parte è quello delle donne nella
Resistenza. Ricordiamo la catanese Graziella
Giuffrida. Trovata in possesso di una pistola,
venne arrestata e condotta alla sede di
Comando di Fegino (Genova) dove fu torturata
e violentata, prima di essere uccisa e
buttata in una delle fosse di via Rocca de´
Corvi. In questa località il 28 aprile del 1945
furono ritrovati i corpi di altre vittime. Alcune
furono deferite al Tribunale Speciale:
Alessandra Marrale, Giuseppina Cosolito di
Caltagirone, Amalia Gregorio nata a Santa
Teresa Riva, Emilia Ermellino di Messina.
Storie ripescate e storie ancora rimaste
intrappolate dentro una fossa comune, in
qualche registro di Stato civile, nei racconti di
sopravvissuti, storie difficili perché la
Resistenza fu una pagina complessa e non
riconducibile ad un unico piano di lettura.
Molte le anime, tante le ombre che ancora
l´avvolgono, moltissime le reticenze che la
inquinano, spesso connotata come storia di
parte. Ma tale non fu, perché fu soprattutto
guerra per qualcosa che si chiama libertà. Furono Cuneo e Torino le province con il
maggior numero di vittime siciliane, cento
partigiani siciliani caduti in ciascuna delle due
province. Cinque i siciliani fucilati alle fosse
Ardeatine. E poi c´erano i partigiani convinti,
quelli che aderirono da subito alla Resistenza,
quelli di spicco. Ricordiamo Pablo, nome in
codice di Crollallanza, Aliotta che diede il
nome a una divisione, Lupo Di Fina anche lui
sacrificato e a lui intitolata la Diffida.
Più di quaranta i partigiani che ebbero riconoscimento
per il loro valore: 10 le medaglie
d´oro al valore militare, 20 le medaglie
d´argento, dieci le medaglie di bronzo, due le
croci di guerra. Rilevante il sacrificio delle
famiglia di Emma Di Dio che immolò due figli
alla Resistenza: Antonio ed Alfredo, entrambi
nati a Palermo il cui padre funzionario della
questura si era trasferito a Cremona dove i
due giovani studiavano. Entrambi decorati
con medaglie d´oro e d´argento e considerati
cremonesi di adozione.
Non serve stigmatizzare la violenza, né
rinfocolare la faziosità, non è questo lo spirito
della ricerca da me condotta. A noi che non
vivemmo quei giorni la memoria serve per
non dimenticare il costo della libertà, il
sacrificio di chi rispose al suo richiamo con la
vita. Da parte nostra con questa ricerca fatta
in modo capillare, attingendo alla banca dati,
spulciando il dato comune per comune, nominativo
per nominativo, consultando tutti i
fogli di riconoscimento, cercando presso gli
Istituti di Storia della Resistenza delle varie
province del Nord, presso le sedi Anpi,
attingendo alle fonti bibliografiche e anagrafiche,
vorremmo far luce su un frammento
di verità dimenticata, riportando a galla
simbolicamente tutti quei caduti ancora non
codificati che morirono due volte, la prima
perché fucilati, trucidati, impiccati o
martoriati; la seconda perché dimenticati.
A questi 211 siciliani e a coloro che caddero
per la libertà va il nostro grazie.
Sant´Antonin (poexia ai partigen) - Edoardo Firpo su:
https://www.youtube.com/watch?v=1wv3lW
N1l3w

Notizie Flash
MODICA . IL 7 FEBBRAIO STAGE PER GUIDE TURISTICHE
RAGUSA - CHIUSA IL 30 GENNAIO LA CACCIA 2022 / 2023
ISPICA - VIRTUS ISPICA SCONFITTA IN CASA DAL CITTA’ DI TAORMINA
RAGUSA - PER FIRRINCIELI (M5S) IN AUMENTO FURTI A MINICAR IN SOSTA DAVANTI AL LICEO " FERMI "
MODICA - PRUDENZA PER GLI AUTOMOBILISTI A CAUSA DEL FREDDO
IBLA - PROROGA PASS Z.T.L.
RAGUSA - BONUS SOCIALE TARI 2023
MODICA - I LAVORATORI DELLA SpM DA 4 MESI SENZA STIPENDIO
06-02-2023 17:45 - Cronaca Locale
[]
Il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Salvatore Piazza, ha voluto complimentarsi con il Corpo della Polizia Provinciale perché, nonostante l'organico esiguo, ha garantito la continua presenza in tutto il territorio provinciale, conseguendo risultati significativi.

Va in archivio una stagione molto travagliata caratterizzata da ricorsi, provvedimenti del Tribunale Amministrativo Regionale, sospensioni e modifiche al calendario venatorio regionale, che hanno reso ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
06-02-2023 14:08 - Attualità
[]
L𝐚 𝐛𝐞𝐧𝐞𝐝𝐢𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐯𝐞𝐬𝐜𝐨𝐯𝐨 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐦𝐚𝐦𝐦𝐞 𝐞 𝐚𝐢 𝐧𝐞𝐨𝐧𝐚𝐭𝐢
Le comunità delle suore e dei frati carmelitani adottano una mamma
che decide di rinunciare all’interruzione della gravidanza

La benedizione del vescovo alle mamme e ai neonati. Nei reparti Ostetricia e Neonatologia degli ospedali Giovanni Paolo II di Ragusa e Guzzardi di Vittoria si è rinnovato l’appuntamento che caratterizza la celebrazione della Giornata per la vita. In entrambi i presidi ospedalieri, i volontari del Centro di Aiuto alla Vita...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
06-02-2023 12:57 - Politica
[]
RACCOLTA DIFFERENZIATA, FINANZIATO A ISPICA UN PROGETTO A VALERE SUI FONDI DEL PNRR PER L’AMMONTARE DI 830MILA EURO. IL CONSIGLIERE MONACA: “ORGOGLIOSO DI AVERLO PREDISPOSTO, CURATO E FATTO APPROVARE IN GIUNTA”

Finanziato a Ispica un progetto a valere sui fondi del Pnrr per l’ammontare di 830.000 euro finalizzato al miglioramento e alla meccanizzazione della raccolta differenziata. A darne comunicazione il consigliere comunale di CambiamoDavveroIspica, Paolo Monaca, che, quand’era assessore al...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
03-02-2023 11:59 - Attualità
[]
Alle Urne in Sicilia per le Elezioni Comunali, si vota il 28 e 29 maggio: ecco dove Alle urne Catania, Ragusa, Siracusa e Trapani

Domenica 28 e lunedì 29 maggio si andrà al voto per le Amministrative in 129 Comuni siciliani. Lo ha deciso la giunta regionale, guidata da Renato Schifani, nel corso della riunione di oggi. Il 28 maggio si voterà dalle 7 alle 23, mentre il giorno successivo dalle 7 alle 15. L’eventuale turno di ballottaggio nei Comuni più grandi si terrà l’11 e il 12 giugno.

Le date...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
03-02-2023 17:39 - Attualità
[]
3 febbraio 2023

“Eat to meet” domani al Pietre nere resort di Modica

E’ l’evento promosso da Cna Sicilia e dal raggruppamento

Giovani imprenditori. Ci sarà il presidente nazionale Gualandi

La Cna territoriale di Ragusa ospita, domani, sabato 4 febbraio, l’evento denominato “Eat to meet”, all’insegna di “Eat, meet, enjoy your business!” promosso dalla Cna Sicilia alla presenza del presidente nazionale dei giovani imprenditori, Simone Gualandi. L’appuntamento, a partire dalle 10, si terrà al Pietre...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
03-02-2023 16:48 - Politica
[]
ASSEMBLEA AD ACATA PER CHIEDERE VERITA' E GIUSTIZIA PER DAOUDA DIANE E DIRITTI PER TUTTE E TUTTI
Domani 4 febbraio, a piú di sette mesi dalla scomparsa di Daouda Diane, si terrà ad Acate (RG) a partire dalle ore 17:00, un’assemblea aperta presso il centro Passpuort per non fare calare il silenzio su una vicenda drammatica e dai contorni inquietanti. Un’iniziatica pubblica per far emergere con forza i bisogni e le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici che vivono le condizioni di sfrutta...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 17:19 - Istruzione e Formazione
[]
Istituzione della sezione del Nautico nella scuola di Vittoria

Si crea una nuova offerta formativa per gli studenti del comprensorio per il prossimo anno scolastico 2023/24. Nascerà infatti, l’istituto di istruzione Nautica. Con decreto assessoriale della Regione Siciliana n. 119/Istr del 01 Febbraio 2023 è stata ufficializzata la nascita dell’Istituto Nautico a Vittoria. Il Sindaco Francesco Aiello e l’assessore alla Pubblica istruzione, Filippo Foresti, hanno dichiarato: “Diventa realtà la ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 15:56 - Istruzione e Formazione
[]
Scuola: Rizza (Flc Cgil Sicilia), altro che gabbie salariali e autonomia, servono i riscaldamenti

Palermo, 02 febbraio 2023 – “Mentre il governo discute di gabbie salariali e di autonomia differenziata, i nostri studenti soffrono il freddo a causa dei continui guasti agli impianti di riscaldamento”. Lo dichiarano i segretari della Flc Cgil Sicilia, Adriano Rizza, e della Flc Cgil Palermo, Fabio Cirino.
“Bisogna prendere atto – argomentano – delle pessime condizioni in cui versano le nostre stru...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 12:37 - Attualità
[]
“Quando la comunicazione non è un optional”

Sono ormai anni che Lo Scontrino sospeso si dedica alla solidarietà portando avanti diversi progetti di sostegno socio-culturale, una solidarietà a 360° che include ogni tipo di richiesta, come da promessa storica fatta nel 2020 quando, come a siglare un patto, l’ideatrice affermò: Saremo presenti nelle vostre esigenze, fino a che l’ultima famiglia non avrà più bisogno di noi.

E quando si tratta di TENDERE LA MANO, noi ci siamo sempre.

Capita, dunque,...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 10:50 - Cronaca Locale
[]
Comiso: tre giovani denunciati dalla Polizia di Stato per ricettazione di un’autovettura. Eseguita anche una misura detentiva per mesi 9 a carico di un soggetto del luogo per reati in materia di stupefacenti

La notte tra sabato e domenica gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Comiso hanno denunciato in stato di libertà tre giovani, di cui uno straniero, per ricettazione.

Nei fatti, il proprietario dell’autovettura, accortosi del furto del proprio veicolo che aveva parcheggiato d...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
06-02-2023 18:02 - Angolo dell´Arte
[]
La vittoriese Milena Nicosia, poliedrica artista, che spazia dalla pittura alla scultura con le sue opere, è stata selezionata tra 10.000 artisti in tutto il mondo e si è classificata tra i primi 10 nel " Singulart awards 2023 ". Milena Nicosia, nota per le numerose mostre e per le varie performances artistiche in Italia e all'estero, ha ottenuto questo prestigioso riconoscimento, che arricchisce il suo curriculum personale e l'intera cultura artistica iblea.
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
06-02-2023 12:44 - Attualità
[]
Marco Guccione ed il suo concerto di beneficenza a supporto delle persone affette da Alzheimer

“Il mio obiettivo è non solo trasmettere emozioni ed allegria attraverso la musica ma anche destinare l’intero ricavato del mio concerto all’Associazione Alzheimer affinché il tutto possa essere d’aiuto a quelle persone affette da questa brutta malattia”. Risponde così Marco Guccione, ragazzo trentunenne comisano, alla domanda su quale sarà il suo prossimo progetto musicale. Laureato in Economia pres...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 11:13 - Cultura & Arte
[]

Termini Imerese, si parla degli insediamenti negli Iblei durante il Medioevo al Corso promosso da BCsicilia

Si terrà sabato 4 febbraio 2023 alle ore 16,30 la nuova lezione del Corso di Archeologia Medievale promosso da BCsicilia, in collaborazione con il Dipartimento Culture e Società dell’Università di Palermo, il Museo Civico, l’Università Popolare Termini Imerese e la Parrocchia San Nicola di Bari. Dopo la presentazione di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia, è prevista la ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-02-2023 12:27 - Attualità
[]
L’importanza del ‘contatto fisico’ per l’essere umano

Ho appena letto che una ragazza 19enne è stata trovata impiccata nei bagni dell'università a Milano. Nella sua borsa è stato trovato in biglietto ove ha scritto: "ho fallito negli studi".
Questo è il frutto delle pressioni sociali che purtroppo ci inculca la società odierna.
Ma in questo mio scritto voglio analizzare questo tragico evento da un altro punti di vista.
Ci troviamo in una società altamente tecnologica, ma altrettanto apatica e pri...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-02-2023 11:26 - Cultura & Arte
[]
Nuovo allestimento per una sala del Museo del Costume

“Asia – Africa. 8 Paesi tra colori, disegni, decori e lucentezze” è il tema del nuovo allestimento di una sala del Mu.De.Co che racconterà la ricchezza della diversità culturale di Afghanistan, Pakistan, Siria, Egitto, Algeria, Gambia, Senegal e Somalia.

“L’abito tradizionale, – afferma il direttore del Mu.De.Co., Nuccio Iacono - oltre ad essere un legame inscindibile con la propria terra di origine, è una vera e propria forma tessile di co...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-02-2023 11:19 - Eventi
[]
Musikanten Ttributo a Franco Battiato con la prima edizione di “E io…avrò cura di te”

Domenica 29 gennaio, presso il teatro del Sacro Cuore di Gesù di Ragusa, è andata in scena la prima fortunata edizione del concerto in favore delle famiglie in difficoltà organizzato dal gruppo musicale ragusano Musikanten Tributo a Franco Battiato, sostenuto dalla Caritas Diocesana e la Curia di Ragusa. Il pubblico strabordante, arrivato in quantità nettamente superiore alla capienza del teatro stesso in ris...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-01-2023 18:37 - Cultura & Arte
[]
La Chiesa della Madonna di Loreto (dello Reto), un “fantasma” nel territorio modicano, già extra-moenia. Ovvero come la perduta memoria cittadina possa creare “mostri” storici e socio-culturali. Da qualche giorno si è aperta “la caccia” alle origini e allo stato attuale della Chiesa di Nostra Signora di Loreto, da sempre indicata orbitante nell'area di quello che comunemente è detto il quartiere “do ritu”, che toponomasticamente potrebbe aver preso proprio origine dall'insediamento del rito m...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:24 - Angolo dell´Arte
[]
MILANO 24 maggio: Un ricordo dello scultore Biagio Frisa.

Erano gli anni '56, '57, '58: frequentavo assiduamente a Comido (RG) la bottega dello scultore Biagio Frisa, che aveva trasformato in una bottega di ceramica non sapevo cosa, nonostante questo rimanevo catturato dai colori e dalle forme che avevo notato in una mostra al circolo " Amici dell'Arte" , dove mio padre era custode.

Frisa era un abilissimo scultore, ma soprattutto un imprenditore eccellente. Lo dico adesso con cognizione di cau...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
Utenti Online
6

Visitatore Numero
2159263

totale visite
8319751


invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è "Piparo Girolamo", il sito web ecodegliblei.it è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor Piparo Girolamo. Recapiti e dati legali:

Via Generale Cascino, 50 - 97013 Comiso (RG)

Cod. Fiscale: PPRGLM48L19C927D

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a girolamopiparo@gmail.com oppure indirizzare una comunicazione scritta all'indirizzo della sede legale sopra citata.
Informativa privacy aggiornata il 11/01/2023 00:00
torna indietro leggi Privacy Policy
 obbligatorio

cookie