30 Marzo 2023

" DONNA VITTORIA E SCIPIONE CELESTRE CONTRO GLI ILLECITI AMMINISTRATIVI " del prof. Francesco Ereddia

Nelle nostre riflessioni della scorsa settimana, relative al luogo da scegliere per la rifondazione dell´antica Camarina, abbiamo evidenziato dei contrasti nel quinquennio 1600-1605 fra il governatore della contea Paolo La Restia e il Conservatore del Patrimonio comitale Scipione Celestre.
Si ha l´impressione che quelle schermaglie nascondessero conflitti ben più gravi relativi alla gestione politica (Paolo La Restia) ed economica (Scipione Celestre) della contea. Conflitti che avevano avuto inizio nell´anno 1600 con l´improvvisa morte a Valladolid del conte di Modica Ludovico III e il subentro della vedova Vittoria Colonna in qualità di tutrice del legittimo erede, ancora in minore età, Juan Alfonso Enriquez Cabrera. Come è ben noto, dal 1484 (dopo le nozze celebrate a Modica fra Anna Cabrera e Federico Henriquez) i conti di Modica si trasferirono per sempre in Spagna, precisamente a Medina de Rioseco nel distretto di Valladolid.
Probabilmente la presenza di una donna a capo della contea aveva fatto pensare agli amministratori locali ad una gestione diciamo più ´disinvolta´ del territorio comitale da parte loro. Ma non avevano fatto i conti con il conservatore patrimoniale Scipione Celestre, già uomo di cieca fiducia del defunto conte: fiducia altrettanto ciecamente confermatagli dalla vedova contessa Vittoria.

Infatti, il 19 marzo 1605 la contessa Vittoria Colonna - di concerto con don G.Battista Celestre (congiunto di Scipione Celestre), marchese di S. Croce e Presidente del Tribunale palermitano del Real Patrimonio (nonché fondatore del casale di Santa Croce) - emanava da Valladolid alcune "Istruzioni" in lingua castigliana per mettere ordine nell´amministrazione della contea e limitare ed eliminare eventuali abusi d´ufficio da parte dei funzionari della stessa.
Qualche mese dopo, il 18 luglio, in applicazione di queste "Istruzioni", si riuniva a Modica il Consiglio patrimoniale, che le ratificava ufficialmente:
"Congregati in Cause Patrimoniali li Signori Paulo la Ristia, barone di Bocampello et della Nixexa, Gubernatore Generale, Fortunio Arrighetti, Procuratore generale dell´Eccellentia dell´Almirante Conte di Modica Signor Nostro, Don Giuseppe Grimaldo et Andrea Valseca, Mastri Rationali e Contatori, e Scipione Celestre Conservatore del Patrimonio di detto Contato di Modica) (d´ordine delli quali si è registrata la patente precedente dell´Eccellentia della Duchessa Contessa de Modica Signora Nostra, et havendo discurso d´uno in uno tutti l´ordini che in quella si contengono, si fu per loro determinato et concluso di comuni parere per essecutione di detti ordinacioni".
Come si vede, troviamo riuniti in questo Consiglio di amministrazione tutti i personaggi che più contavano nella gestione degli affari economici comitali. Da Paolo La Restia, che aveva sostituito il predecessore nella carica di Governatore della contea, a Fortunio Arrighetti, Procuratore Generale del Patrimonio comitale, dai "contatori" e "maestri razionali" Giuseppe Grimaldi ed Andrea Valseca al Conservatore del Patrimonio Scipione Celestre.


Tre ci sembrano i punti più importanti del documento, che è un vero e proprio verbale di seduta.
Il primo riguarda gli "arbitri" della Contea:

"Che il numero di tutti l´arbitri nel Contato non ecceda per l´avvenire et si reduca d´oggi inanzi a trenta. Cioè, in Modica, Ragusa e Sicle a otto per ogne città e terra, in Chiaramonte a quattro e Monterosso dui, che in tutto sono trenta, perché cossì parsi conveniente per essere le città et terre grande, et per li negocij, prezzi et venditioni di particulari esservenj bisogno di buon numero d´arbitri. Et il Signor Fortunio si piglia carrico d´avvisar e consultare con la Duchessa Signora Nostra che cossì conviene come è detto farse. Et nell´avvenire si determina che li provvisioni d´arbitri li sottoscriva lo Conservatore giuntamente con li Contatori ".
Tali arbitri erano dei tecnici della Corte del Patrimonio comitale, che avevano il delicato compito di misurare le terre concesse in enfiteusi o in gabella, per valutarne il valore sia per la vendita che per il censo e per operare una stima della presumibile rendita, del numero e della produttività degli alberi, e così via. E´ naturale che dalla precisione (e onestà) delle loro misurazioni e stime dipendevano molte importanti entrate del patrimonio. C´erano state ´usurpazioni´ nelle terre concesse in enfiteusi, cioè tanti concessionari avevano incamerato molta più terra di quella realmente concessa, e alcuni ´usurpatori´ eccellenti rispondevano ai nomi di Andrea Valseca, Giuseppe Grimaldi e Paolo La Restia.
Non ci meraviglia, dunque, che Vittoria Colonna, opportunamente consigliata da Fortunio Arrighetti e da Scipione Celestre, avesse voluto ridurre il numero di tali arbitri, sia per tagliare le spese che per poterli meglio controllare. Infatti, nelle sue "Istruzioni" imponeva che "cada tierra non haya mas de quatro o seis arbitros, y que las provisionas de ellos las haya de firmar tambien el Conservador como los contadores". Però, come risulta dal verbale della seduta del Consiglio di Amministrazione, nel numero degli arbitri da nominare si andò al di là dei "quattro o sei per ciascuna città" ordinato dalla Contessa, perché per la vastità delle città e delle terre ("per essere le città et terre grande") si ritenne opportuno averne un numero elevato ("parsi conveniente...esservenj bisogno di buon numero d´arbitri"). Si lasciò a Fortunio Arrighetti il compito di darle le spiegazioni del caso ("Il Signor Fortunio si piglia carrico d´avvisar e consultare con la Duchessa signora Nostra che cossì conviene come è detto farse"). Che le nomine di quelli ("que las provisionas de ellos") venissero fatte e controfirmate dal Conservatore in una con i "contatori" ("las haya de firmar tambien el Conservador como los Condadores"), viene invece accettato dall´intero Consiglio (non sappiamo dopo quali e quante più o meno accese discussioni), il quale "determina che li provvisioni d´arbitri li sottoscriva lo Conservatore giuntamente con li Contatori".
Non c´è alcun dubbio che donna Vittoria aveva la massima fiducia nel Procuratore patrimoniale Fortunio Arrighetti e soprattutto nel Conservatore del Patrimonio Scipione Celestre, e che ben poco si fidava degli arbitri in generale e, soprattutto, del fatto che a nominarli fossero solo i "contatori" Andrea Valseca e Giuseppe Grimaldi. E questa scarsa o nulla fiducia dipendeva certamente dalle preoccupate e giustificate informazioni che le dava il Celestre.
La seconda questione riguardava l´affidabilità del governatore nel trattare i risvolti finanziari del suo ufficio. Non ci è dato sapere se tale flebile fiducia derivasse alla contessa dall´amara esperienza avuta con il predecessore del La Restia - Alessandro Cigala, arrendatario e governatore insieme - o se anche in questo caso non avesse più o meno fondati motivi di perplessità basati sulle informazioni che le provenivano dal Celestre. Che cioè Paolo La Restia era anche lui fra gli "usurpatori eccellenti" di terre comitali.



Tali contrasti appaiono più evidenti nel terzo punto di quel verbale che ci resta da esaminare:
"Che il Conservatore goda tutto quello che gode quello del Regno, et che intervenga nelle cose toccanti all´officio suo".
La lapidaria decisione messa a verbale non dice praticamente nulla. Infatti (traduciamo questo terzo punto in un italiano più chiaro e comprensibile), che "il Conservatore del Patrimonio abbia le prerogative che ha il Conservatore del Tribunale del Real Patrimonio ed entri nel merito delle pratiche che riguardano il suo ufficio" era nient´altro che ripetere in maniera secca e acritica quanto previsto dalle norme vigenti nel Regno e nella contea di Modica in particolare. Se si trattasse dell´applicazione di una precisa "istruzione" data da Vittoria Colonna, suonerebbe perlomeno strana, in quanto in manifesta contraddizione con quella sua volontà di estendere le prerogative del Conservatore che abbiamo visto sopra.
In realtà, la contessa aveva ordinato cosa assai diversa: "El dicho tenga las mismas preheminencias en el mi Contado que tiene el del Reyno [...] y los condadores no puedan haçer nada sin allarse el dicho Conservador presente y que todos los actos que se hiçieren sin su asistencia sean de ninguna fuerça y vigor". Fermo restando per Vittoria Colonna che il detto ("el dicho") Conservatore dovesse godere nella contea di Modica delle stesse prerogative di cui godeva quello del Regno di Sicilia, la contessa precisava in maniera inequivocabile che i "contatori" non potessero prendere alcuna iniziativa ("los condadores no puedan haçer nada") senza avere accanto il detto Conservatore ("sin allarse el dicho Conservador presente"), ed inoltre, cosa assai più vincolante e grave (che suonava come un atto d´accusa contro quegli amministratori), che tutti gli atti amministrativi da loro stipulati in assenza del Conservatore ("que todos los actos que se hiçieren sin sua asistencia") fossero da considerare privi di alcuna efficacia ("sean de ninguna fuerça y vigor").
Questo ci dà la misura di quanto diffidasse la contessa dei suoi "contatori" e "arbitri" e fors´anche dello stesso governatore, e di come per lei punto di riferimento esclusivo e garanzia di una gestione oculata e onesta degli affari della contea fosse solo Scipione Celestre.




FRANCESCO EREDDIA


Notizie Flash
POZZALLO - CONTROLLI DELLE FORZE DELL'ORDINE
RAGUSA -SECONDO POSTO REGIONALE PER EREA ESORDIENTI
VITTORIA - SI E' SPENTO ANTONIO NOTO, SINDACO DAL 1958 AL 1959.
SCICLI - IL 30 MARZO CONFERENZA DEL GEOLOGO RUGGIERI SUI FIUMI IBLEI
RAGUSA - MERCATO DELLE OPERE DEL PROPRIO INGEGNO
RAGUSA - SEQUESTRATI OLTRE 100 KG DI ALIMENTI IN UN RISTORANTE ETNICO
29-03-2023 18:46 - Attualità
[]
Prosegue la scerbatura e la pulizia degli arenili prima di Pasqua

Prosegue l’opera di scerbatura di piazze e strade del territorio di Santa Croce Camerina, che negli ultimi giorni sta interessando, in particolare, le borgate e le zone balneari dove si sta mettendo in atto anche la pulizia degli arenili. “Per Pasqua e nei ponti di primavera – evidenzia il sindaco Peppe Dimartino - tradizionalmente moltissime persone, sia proprietari di case che non, si riversano nel nostro territorio, ritrovand...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-03-2023 18:02 - Economia
[]
Gruppo Peppe Cassì Sindaco. Fondi Pnrr: a che punto siamo?

Ragusa emerge dal contesto nazionale descritto recentemente dalla Corte dei Conti nella relazione semestrale al Parlamento. Secondo quanto riportato dai magistrati contabili, infatti, al Sud il 62% dei Comuni ha giudicato "complessa" la partecipazione ai bandi europei e, secondo quanto ricostruito dalla Svimez, ci vogliono nove mesi in più rispetto alla media nazionale per costruire le infrastrutture sociali.

A Ragusa, invece, superano...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-03-2023 18:20 - Sport
[]
“LA SICILIA, DANZA CSEN”, GRANDE SUCCESSO IERI AL TEATRO TENDA

DI RAGUSA CON OLTRE CINQUECENTO BALLERINI PARTECIPANTI

CASSISI: “TRENTA SCUOLE PRESENTI, MOMENTO DI GRANDE CRESCITA”

Una bellissima manifestazione. Con oltre 130 uscite e la presenza di 500 ballerini provenienti da tutta la Sicilia e, in parte, anche dalla Calabria. “La Sicilia, danza Csen”, giunta alla terza edizione, ha colto nel segno, ieri, al Teatro Tenda di Ragusa, con una presenza di pubblico eccezionale. Un appuntamento, quel...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-03-2023 11:43 - Politica
[]
Il comizio in piazza del Popolo a Vittoria delle opposizioni, il consigliere Pelligra

“Ho messo in evidenza la mala gestio di questa amministrazione sottolineata

nella relazione che è stata predisposta dall’ispettore regionale Francesco Riela”

Anche il consigliere comunale Biagio Pelligra, segretario cittadino di Sviluppo Ibleo, ha partecipato, ieri mattina, in piazza del Popolo, al comizio tenuto dalle opposizioni all’attuale amministrazione per evidenziare tutto ciò che non va. “Ho fatto – chi...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-03-2023 17:26 - Politica
[]
Pedalino, opera raffigurante i santi Alfio, Cirino e Filadelfio: manutenzione urgente.

L’opera lignea raffigurante i santi Alfio, Cirino e Filadelfio, installata all’ingresso di Pedalino e donata al Comune di Comiso nel 2014 dal maestro Alfio Nicolosi, apprezzato scultore, le cui opere sono presenti in diverse sedi istituzionali tra le più importanti non solo del nostro territorio, necessita già da qualche tempo di un intervento di manutenzione urgente perché in fase di preoccupante deterioram...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-03-2023 10:53 - Attualità
[]
L’Accademia delle Prefi Premia la migliore pasticceria di Uova pasquali.

L’Accademia delle Prefi in visita ufficiale a Ragusa, la città dei ponti è uno dei gioielli del barocco siciliano dal fascino particolare che la rende una meta forse meno battuta di altre città come Siracusa, Palermo o Catania, ma che sa offrire emozioni uniche per la particolarissima atmosfera che vi regna. Ragusa è così unica da essere stata spesso definita “l’isola nell’isola”; occorre tuttavia visitarla per comprender...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-03-2023 16:54 - Sport
[]
“Non giocare con la vita” è l’evento sportivo con valenza sociale in programma il 25 pomeriggio a Comiso, inizio alle 15.00, allo stadio “G. Borgese” di Comiso in occasione del 15° Anniversario della sede Aifvs Aps Onlus Comiso. A scendere in campo saranno la nazionale italiana artisti e la nazionale vittime della strada. L’evento-partita di solidarietà in ricordo delle vittime della strada è organizzato dall’Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada che ha in Biagio Lisa il suo ra...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-03-2023 12:25 - Politica
[]
GIÙ LE MANI DAI NOSTRI FIGLI

Malafede, arroganza, disprezzo per i diritti e le regole della democrazia, sono i presupposti con cui il governo di centro destra crede di poter amministrare il nostro paese. E non potrebbe essere altrimenti considerato che gli ispiratori delle loro politiche sono Orbán e Le Pen.

Con un artificio linguistico raggirano la buona fede dei cittadini: continuano a parlare di "utero in affitto" per giustificare norme che in realtà negano ai figli di coppie omogenitorial...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-03-2023 11:44 - Istruzione e Formazione
[]
Il “Fermi” non dimentica e sceglie la musica

come forma d’arte contro tutte le mafie

Al “Fermi” un concerto per parlare di contrasto a tutte le forme di mafia. Anche quest’anno il 21 marzo, Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, al “Fermi” di Vittoria non è passato inosservato. Ogni anno, infatti, l’Istituto organizza iniziative di riflessione, approfondimento e incontro, grazie alla sensibilità della Dirigente scolastica, Prof.ssa Rosaria Costanz...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-03-2023 16:55 - Cultura & Arte
[]
Giornate nazionali “Case della Memoria”

e nuovi orari al Castello di Donnafugata

In occasione delle Giornate nazionali “Case della Memoria”, sabato 1 aprile si terrà uno speciale Open day con ingresso gratuito a Castello, Parco e Mu.De.Co. di Donnafugata con laboratori e visita ai luoghi “restituiti”.

Alle ore 11.00, infatti, dopo anni saranno per la prima volta riaperti al pubblico i cortili, la torre del Belvedere e le tre fontane del Parco appena restaurate grazie alla misura di Agenda Urba...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
29-03-2023 18:28 - Cultura & Arte
[]
A GRANDE RICHIESTA LA COMPAGNIA G.O.D.O.T. TORNA IN SCENA DOMENICA 2 APRILE ALLE 18.30 CON “IL TEATRO COMICO” DI CARLO GOLDONI.

RAGUSA - Maison GoDoT gremita, risate vivaci, applausi scroscianti, repliche partecipate e pubblico entusiasta. Si è concluso nei giorni scorsi un altro ciclo di programmazione de “Il teatro comico” di Carlo Goldoni e la Compagnia G.o.D.o.T. accoglie l'invito del suo pubblico e riporterà nuovamente sul palco lo spettacolo domenica 2 aprile alle ore 18.30, sempre alla ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-03-2023 17:42 - Eventi
[]
SCENICA FESTIVAL: MANCA POCO ALL’INIZIO DELLA XV EDIZIONE. DAL 6 AL 21 MAGGIO VITTORIA (RG) INVASA DALLA BELLEZZA TRA SPETTACOLI INTERNAZIONALI DI CIRCO, TEATRO, MUSICA E DANZA.

VITTORIA (RG) - Manca veramente poco all’inizio della XV edizione di Scenica, il festival siciliano di circo, musica, teatro, danza e performance organizzato dall’associazione culturale Santa Briganti, col patrocinio del Comune di Vittoria e il sostegno del Ministero della Cultura. Tre fine settimana - dal 6 al 21 magg...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-03-2023 11:56 - Cultura & Arte
[]
Amicizia e Filosofia a Ragusa

Nuova Acropoli Ragusa inaugura la stagione primaverile con un incontro culturale con tema l’amicizia, quello specialissimo legame che esiste sin dai tempi più antichi.

Tra spunti filosofici ed esempi tratti dal mondo della mitologia, percorreremo insieme un sentiero che conduce fino ai giorni nostri per portare a casa qualche perla di saggezza da applicare alla vita di tutti i giorni.

Non mancate all’appuntamento: martedì 28 marzo alle 18:30, presso l’auditorium del...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-03-2023 17:27 - Angolo dell´Arte
[]
Sarà inaugurata il prossimo giovedì 30 marzo 2023, a Cosenza, la personale dell'artista comisano Salvatore Anelli, dal titolo " Io sono in mezzo a voi ". L'evento è previsto alle ore 17,30, presso il Museo diocesano di piazza Giano Aulo Parrasio, 16. I testi del catalogo sono di don Salvatore Fuscaldo, Salvatore Anelli e di Ghislain Mayaud.
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-03-2023 11:25 - Cultura & Arte
[]

La scoperta dei più bei riti della Settimana Santa
attraverso il libro La Pasqua in Sicilia

In libreria il libro La Pasqua in Sicilia: l’incontro tra fede e mito, devozioni e spettacolo

L’opera La Pasqua in Sicilia: Un itinerario storico, iconografico e religioso della Settimana Santa nell’isola, edito da Bonfirraro, ci accompagna in un viaggio lungo tutta l’isola siciliana alla scoperta, alla conoscenza e alla valorizzazione del suo patrimonio storico, artistico, culturale e, naturalmente, di...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-03-2023 11:10 - Cultura & Arte
[]
Conferenza sulle caratteristiche generali degli “Ecce Homo”

di Antonello da Messina (tematica della Passione)

Inserito nel programma della Settimana Santa della Chiesa di San Francesco d’Assisi di Ragusa una conferenza sul ciclo degli “Ecce Homo” di Antonello da Messina con Dia-proiezioni commentate dall’Architetto e Storico dell’Arte Salvo Giliberto .

Subito dopo la messa vespertina di Lunedi 3.Aprile alle ore 19,30 si svolgerà un interessante viaggio per la conoscenza dettagliata di uno dei ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-03-2023 12:47 - Eventi
[]
Siamo lieti di invitarVi all'evento che si terrà presso i locali della nostra Chiesa Metodista a Scicli in via Carioti, 2 giorno 1 Aprile 2023 alle ore 18:

Qui trovate tutti i dettagli dell'evento https://fb.me/e/2Se5yT38i
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-03-2023 18:32 - Cultura & Arte
[]
Una “puzzolente carnale eresia” nella Modica clericale del Settecento.

ovvero il maligno dentro il convento di Santa Maria della Raccomandata a Modica.

Mi ero sempre chiesto perché dal 1750 circa e fino al 1873, la Chiesa Madre di San Giorgio a Modica non avesse avuto più dei “Prepositi” in quanto Collegiata, ma solo dei Vice-Rettori facenti funzioni. Eppure avevo spulciato gli archivi parrocchiali e capitolari abbastanza in profondità, senza mai scorgere documenti che avessero mai potuto far p...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
Utenti Online
10

Visitatore Numero
2206721

totale visite
8446443


invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è "Piparo Girolamo", il sito web ecodegliblei.it è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor Piparo Girolamo. Recapiti e dati legali:

Via Generale Cascino, 50 - 97013 Comiso (RG)

Cod. Fiscale: PPRGLM48L19C927D

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a girolamopiparo@gmail.com oppure indirizzare una comunicazione scritta all'indirizzo della sede legale sopra citata.
Informativa privacy aggiornata il 11/01/2023 00:00
torna indietro leggi Privacy Policy
 obbligatorio

cookie