15 Maggio 2021

"FUNERALI E POSTI D´ONORE:L´ATTO DI MORTE DI LUDOVICO III ENRIQUEZ CABRERA, CONTE DI MODICA " DI FRANCESCO EREDDIA

Chiesa di Santa Maria del Gesù a Modica


Funerali e posti d’onore


“El dicho Almirante es difunto y passado de este presente vida y murio oy dicho die por la mañana, como es notorio. Y este testigo le a visto muerto naturalmente, y esta es la vertad para el juramento que hiço y lo firmo de su nombre y dixo ser de hedad de veiente y sei años poco mas o menos, Bernave Martinez ante mi Joan de Sanctillana”.

La mattina del 16 agosto 1600 a Valladolid il notaio regio (escrivano de Su Magestad) Juan de Santillana stipulava l’atto di morte di Ludovico III Enriquez Cabrera, conte di Modica, e faceva firmare una dichiarazione giurata a tal Bernave Martynez, che in un altro foglio del documento è definito dal Santillana “criado de mi el dicho escrivano”, cioè suo segretario particolare. Si noti, per inciso, come il termine spagnolo “criado” passò dal significato di “assistente, segretario, funzionario pubblico o privato” nel siciliano “criatu” col significato spregiativo o comunque negativo di “servo”.
Si certificava esplicitamente in quell’atto di morte che il conte era “morto di morte naturale”, e lo si faceva in maniera diretta e cruda: bisogna tener conto, infatti, della giovane età del defunto (aveva appena 36 anni) e, soprattutto, del fatto che a quell’epoca gli intrighi di corte o famigliari troppo frequentemente sfociavano in morti più o meno silenziose procurate dal veleno.



“Si feciro l’exequij dela morte del signor Conte in la chiesa di Sancta Maria di Jesus, et particolarmente intervennero li giurati di Xicle et Ragusa et li procuraturi dell’università d’esse terre. Et circa la precedencia del loco di detti jurati et procuraturi, si observao del stesso modo che si fece nelli exequij del’altro Don Ludovico, conte di detto Stato. E fu che li giurati de Xicle hebbiro il loco nell’andare dal castello di Modica nella detta chiesa di Sancta Maria di Jesus e nel sedere l’ebbiro quelli di Ragusa; et, levati da sedere, altra volta lo presero quelli di Xicle insino al castello”.

Era l’anno 1600, il mese di dicembre, e nella chiesa di Santa Maria del Gesù di Modica si celebravano le esequie di Ludovico III Enriquez Cabrera, consorte di Vittoria Colonna, morto a distanza di appena quattro anni dalla nomina a conte di Modica.
Premettiamo che per celebrare le esequie “del’altro conte Don Ludovico”, cioè del padre Ludovico II, i registri della cancelleria comitale avevano sottolineato la cura e lo sfarzo profusi in quella circostanza da tutte le terre della contea. Erano stati acquistati cento metri di raso nero (“60 cannas de raxa negra”: la canna equivaleva a m. 2,064) per abiti e manti per gli uomini e le donne di corte, una trentina di metri di raso nero di qualità più bassa per gli uomini di servizio davanti al portale e all’interno della chiesa, nonché un quintale e mezzo di cera rossa. Si erano spese somme non indifferenti per tre manti neri per i castellani di Modica, Scicli e Monterosso e per erigere un sontuoso catafalco. Inoltre, erano stati pagati profumatamente i sagrestani che avevano garantito i regolari rintocchi funebri in tutte le chiese della contea “la noche y la dia de las obsequias”, ed erano state fatte venire da Scicli tre “piangenti” (“chuscias”, dal verbo “chuschar”, “tirare i capelli”) che, eredi delle preficae romane, recitavano e cantavano dietro compenso il “repitu”, cioè la nenia funebre, un antichissimo rituale gestuale e verbale, attorno al catafalco.
Ma in quest’altro funerale solenne il problema centrale appariva quello dell’ordine (“la precedencia del loco”) che dovevano rispettare i rappresentanti delle varie università della contea durante il corteo funebre (“nell’andare dal castello di Modica nella detta chiesa di Sancta Maria di Jesus”) e in chiesa durante la funzione (“nel sedere”). In particolare, quel problema formale, formalissimo, della “precedencia” toccava più direttamente le università di Scicli e di Ragusa.

“Poiché litigano le università delle terre di Scicli e di Ragusa circa la precedenza del posto d’ordine, cioè quale di esse debba stare davanti durante le esequie che s’hanno da celebrare per la morte di Don Ludovico Enriquez de Cabrera, di buona memoria, conte di questa Contea, dinanzi alla Gran Corte della medesima contea fu presa una deliberazione del seguente tenore.
“Poiché è vicinissimo il giorno delle esequie e i diritti delle università che sono in contrasto non possono essere dibattuti nei loro giusti termini a causa della brevità del tempo, si osservi quanto segue. Nelle esequie del defunto conte Don Ludovico, Grande Almirante di Castiglia, di felice memoria, senza generare pregiudizio alcuno all’una o all’altra università nei diritti di esse, quali che essi siano, si pongano in primo piano i luoghi della precedenza, i meriti della precedenza stessa, il principio della reintegrazione e quello della nullità di qualsivoglia deliberazione presa o sentenza emanata dalle altre suddette università casualmente competenti.
“E così, affinché venga osservata la sopra inserita deliberazione a tutela delle dette università di Ragusa e di Scicli, è stata redatta la presente nota come sopra, su mandato di Alessandro Cigala, Governatore Generale dello stato e Contea di Modica”.

La seduta solenne della Gran Corte, l’intervento altrettanto solenne e in goffo latino del governatore generale Alessandro Cigala (un mercante e finanziere genovese), la mobilitazione del maestro notaio della contea. Tutto concorre a produrre un’atmosfera un po’ surreale e a tratti, nonostante che la circostanza fosse per la sua stessa natura delle più tristi, umoristica e addirittura comica. E’ il caso, ad esempio, dell’umorismo involontario che scaturisce da quell’espressione infelicemente pedante del primo documento sopra citato: “et nel sedere l’hebbiro quelli di Ragusa”, in cui l’oggetto è naturalmente la “precedencia” o posto d’onore di quanti assistettero, seduti ovviamente, alla funzione religiosa. Che umoristica, per la verità, appare a noi moderni, ché gli uomini di quel tempo, oppressi dalla plumbea cappa inquisitoriale che gravava sul peccato “nefando” (la sodomia), se solo avessero avuto il più piccolo sospetto sulla postera ambiguità di quell’espressione, si sarebbero segnati con raccapriccio e terrore ben guardandosi dall’usarla. A meno che non si tratti, sia detto fra il serio e il faceto, del classico esempio di lapsus freudiano.
Né ci si fermò alle pur eccessive, ampollose e oscure registrazioni di cui sopra, bensì venne stilata altresì con bella e chiara grafia una “Nota dell’officiali et persone che intervenniro nell’exequie della morte dell’Almirante conte di questo Stato di Modica, li quali si feciro in Santa Maria de Jesus in Modica et tutti si congregaro in lo castello della città di Modica con l’ordine infrascritto”.
E seguiva un elenco dettagliato, città per città (“Monterosso, Chiaramonte, Ragusa, Xicle e Modica”): “li due giurati con lo procuratore dell’Almirante innanzi loro, l’altri dui col capitano inmenzo”, e poi, per Modica in particolare, “li dui contatori et Mastri Rationali in menzo del Conservatore et Castellano di Modica chi fu Francesco di Celeste et del advocato fiscale”. Quindi, dietro tutti costoro, “tutti l’altri officiali et persone confusamente”. Questo relativamente al corteo funebre sia all’andata che al ritorno (“Et questo circa l’andare et ritornare”). Quanto poi alla messa funebre (“Nel sedere”), troviamo in alto, evidentemente su un palchetto, “Il Sig. Governatore”. E poi sotto, alla sua destra e sulle sedie, “li giudici della Gran Corte; li due Contatori et Mastri Rationali; il detto conservatore et Castellano di Modica; l’advocato fiscale”. Quindi ancora, alla sinistra del governatore ma seduti “sopra banchetti”, “li giurati di Modica, Ragusa, Xicle, Chiaramonte e Monterosso”. Più in fondo alla chiesa “l’altri officiali et persone confusamente in altri lochi particolari”.
“Il quale obsequio – conclude finalmente questa nota certosina – si fece nel mese di decembre 1600”.
Tutto questo apparato teatrale la dice lunga sul formalismo esasperato di quell’epoca e sulla teatralità ‘barocca’ della Sicilia spagnola. Senza dire che queste esequie di Modica erano puramente formali, in quanto avvenivano a più di quattro mesi da quelle di Valladolid e a qualche migliaio di chilometri di distanza da quella che, in fondo, era la sede effettiva e ufficiale dei conti di Modica.



FRANCESCO EREDDIA

Notizie Flash
RAGUSA - ARRESTATA UNA DONNA PER FURTI NEI SUPERMERCATI DI COMISO E VITTORIA
RAGUSA - COMODATO GRATUITO DEL CITY
RAGUSA - CONSORZIO DI BONIFICA : LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE.
PALERMO - APERTI I TERMINI PER " RESTO AL SUD "
RAGUSA - POTENZIAMENTO VIABILITA' NELLE CAMPAGNE
RAGUSA - RIFLESSIONE DI " RAGUSA PROSIMA " SUI TEMPI DEL COVID
VITTORIA - UN ARRESTO PER RESISTENZA
MARINA DI RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) SUL DEGRADO DEI GABINETTI PUBBLICI
RAGUSA - " TERRITORIO " CON L'ON. DIPASQUALE SULLA MOTORIZZAZIONE
15-05-2021 19:58 - Politica
[]


Anniversario Statuto Siciliano, on. Dipasquale (PD): “Musumeci s’è dimenticato di questo appuntamento. Frutto dell’alleanza con la Lega?”

“Sono circa le 15 del 15 maggio 2021 e mentre ricorre il 75° anniversario dello Statuto Siciliano, mi chiedo e vi chiedo come mai il presidente della Regione non sia ancora intervenuto per celebrare questo traguardo?
Musumeci, che non perde occasione per apparire anche in occasioni meno importanti, deve essersi dimenticato di questa data storica. Oppure dobbi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 19:26 - Economia
[]
Olidata, la storica azienda di Information Tecnology nomina un messinese nel
CDA
È la giornalista Katia La Rosa
Roma, 15 05 2021 La storica azienda Olidata, leader nazionale nel settore dell'Information
Technology, ha rinnovato il proprio CDA nominando sette consiglieri, tra cui la messinese
Katia La Rosa. L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Olidata S.p.A, riunita, oggi, sotto
la Presidenza di Riccardo Tassi, ha eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione, che
resterà in carica per i prossimi ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 11:17 - Attualità
[]
Santa Croce Camerina avrà un ‘punto di vaccinazione'. Il Sindaco: “Ringrazio l'Asp di Ragusa per aver accolto la nostra richiesta.”

A breve anche il comune di Santa Croce sarà dotato di un punto di vaccinazione per tutta la cittadinanza. L'Asp di Ragusa ha accolto la richiesta inoltrata dall'Amministrazione Barone di avere, per tutto il territorio camarinense, un punto vaccinale Covid-19, presso la palestra comunale Santa Rosalia, dove già ha ospitato il personale per gli screening. Gli utenti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 10:57 - Cronaca Locale
[]
Tre colpi in poche ore. All’interno di attività commerciali di Via Dandolo a Marina di Ragusa. Un’escalation di furti, nelle ore notturne, che mette a repentaglio la sicurezza degli operatori commerciali e dei residenti. Il presidente del movimento civico territorio di Marina, Angelo Laporta, ha raccolto il grido di allarme dei commercianti.

“L’ennesima ondata di furti pone in primo piano il tema mai sopito della sicurezza – denuncia Laporta - Non deve essere a carico esclusivo del singolo c...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 18:43 - Economia
[]
NASCE MULTIFIDICOFISAN. MULTIFIDI INCORPORA IL CONSORZIO FIDI SANITARIO SICILIANO, RENDENDO ANCORA PIU’ SOLIDO IL PROPRIO PATRIMONIO.

Multifidi, ha incorporato Co.fi.san, il consorzio fidi sanitario Siciliano. Il processo si è completato venerdì 14 maggio con l’approvazione definitiva durante l’assemblea straordinaria dei soci, tenuta dinanzi al notaio Maria Schembari di Ragusa, del progetto di fusione con la conferma alla guida del C.d.A. uscente di Multifidi, nelle persone di Roberto Biscot...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 14:09 - Attualità
[]
Cerimonia di consegna della struttura che ospiterà i volontari dei Vigili del Fuoco, il Sindaco: “Grazie al Comandante del VV.F. e al personale ‘volontario’ per la sensibilità verso in nostro territorio.”

Si è svolta stamattina nel piazzale del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Santa Croce Camerina, in c.da Pezze, ka cerimonia di consegna delle chiavi della struttura che ospiterà i volontari del 115. Cerimonia cui hanno preso parte il Sindaco Giovanni Barone, l’Ing. Giovanni Distefano in r...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 12:23 - OBITUARY
[]
Carmelo Dipasquale, giovane di 21 anni, si è spento per un improvviso aneurisma, dopo essere trasportato all'Ospedale " San Marco " di Catania. Il giovane era figlio di un ex consigliere comunale, Emanuele Dipasquale.
La famiglia, rispettando la volontà del figlio, ha autorizzato l'espianto degli organi, che sono stati trasferiti in diverse città italiane, per essere donati: il cuore a Udine, i polmoni a Torino, il fegato a Roma, i reni a Padova e il pancreas a Palermo.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 11:52 - Politica
[]
Modica. La Piscina comunale e il mistero della mancata apertura: dietro gli annunci il Nulla”
A porre l'attenzione sulla misteriosa vicenda è Maurizio Villaggio, componente della segreteria
particolare dell'on. Francesca Donato, europarlamentare della Lega. “Nell'aprile del 2017 – scrive
Villaggio - grazie all'intervento dell'allora capogruppo di FI all'Ars, on. Marco Falcone e del
deputato regionale ibleo, on. Giorgio Assenza, la città di Modica usufruì di quasi due milioni di
euro (graduatoria d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-05-2021 12:22 - Attualità
[]
ZONA GIALLA IN SICILIA QUASI CERTAMENTE DA LUNEDI’; 250 MILIONI DI EURO IN CIRCOLO NELL’ECONOMIA ISOLANA ENTRO GIUGNO. I VERTICI REGIONALI DI CONFCOMMERCIO SOSPENDONO LO SCIOPERO DELLA FAME. IL PRESIDENTE MANENTI: “PROTESTA CIVILE E DIGNITOSA, E’ STATA DURA MA PRONTA A RIPRENDERLA SE SARA’ NECESSARIO A SOSTEGNO DELLE NOSTRE IMPRESE”

Palermo – 13 maggio 2021. “Da lunedì quasi certamente la Sicilia sarà in zona gialla. Mentre 250 milioni di euro, approvati dal Cipe, saranno messi in circolo nell...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-05-2021 11:41 - Attualità
[]
Sanità
218 vaccinati in 3 ore a Scicli
Si raccomanda di non arrivare con troppo anticipo, al fine di evitare code

Sono già 218 i vaccinati nelle prime tre ore di apertura dell’Hub Vaccinale di Scicli. Stamani si è regolarmente avviato il nuovo centro che l’Asp di Ragusa in collaborazione con l’amministrazione comunale hanno aperto in tempi record. Non ci sono stati disservizi. L’invito agli utenti è di rispettare gli orari di prenotazione e arri...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
11-05-2021 11:44 - Politica
[]
Nomina dott. Salvatore Stornello Responsabile della
città di Acate del Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità
Forza Italia.
È il dott. Salvatore Stornello, psicologo, il Responsabile del
Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità Forza Italia della città
di Acate.
A darne notizia è la dott.ssa Valentina Spadaro, Coordinatrice del
Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità Forza Italia della
Provincia di Ragusa, di concerto con il coordinatore provinciale di
Forza Italia, Giancarlo Cugnata, sentit...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
10

Visitatore Numero
1619620

totale visite
5792000

[]
13-05-2021 10:54 - Cultura & Arte
[]
“Luci di Venezia”, composizione dell'arpista modicano Fabio Rizza, viene eseguita per l'International Harp Festival di Edinburgo in Scozia.
L'Edinburgh International Harp Festival, uno dei più prestigiosi eventi del mondo legati all'Arpa, si è appena concluso. Quest'anno, all'interno delle varie scalette eseguite in concerto da molteplici arpisti di fama internazionale, è presente anche “Luci di Venezia”, una delle composizioni dell'arpista modicano Fabio Rizza che è stata eseguita dal Maestro...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
11-05-2021 12:44 - Cultura & Arte
[]

“A TUTTO VOLUME” APRE LA STAGIONE DEI FESTIVAL CULTURALI E RICONSEGNA LE PIAZZE AI LIBRI E AI LETTORI DAL 10 AL 13 GIUGNO A RAGUSA.
Tra le novità apertura in riva al mare e iniziative per celebrare Dante

RAGUSA – “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa” aprirà la stagione dei grandi eventi estivi e riconsegnerà le piazze ai libri, ai lettori e agli autori. Lo farà dal 10 al 13 giugno prossimi rilanciando il desiderio di stare insieme, la volontà di condivisione, di scambio, di incontro in que...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
03-05-2021 19:52 - Angolo della Memoria
[]
Non ci sono stati eventi, in Italia e non solo, senza la partecipazione attiva di personaggi legati alla provincia iblea e/o al Sud-Est della nostra isola. Si tratta di una sorta di " appuntamento con la Storia " di cittadini del nostro territorio, che si sono trovati in un determinato posto in un determinato momento, quando le sorti del Paese hanno presso una piega particolarmente importante.
Presenteremo, in questo articolo, la figura di un personaggio di origine netina: nato a Noto il 9 ma...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio