27 Settembre 2022

" ´GALLISMO ´ E DONGIOVANNISMO NELLA TRADIZIONE LETTERARIA SICILIANA " DI FRANCESCO EREDDIA



DELLE COSE DI SICILIA
Uomini e fatti senza tempo


Passai, e passannu la vitti abballari,
cu ‘na scarpetta di lucenti sita:
cchiù di dui voti la vulìa vasari,
vasari ‘ntra dda vucca sapurita.
Lu me’ cumpagnu mi dissi: ‘un lu fari,
cu’ vasa a donni cc’è pena di vita.
Ju cci rispusi: ‘na morti haju a fari,
pri ‘na vasata cci dugnu la vita.


Questi versi sono del poeta siciliano Antonio Veneziano da Monreale e fanno parte di una raccolta di liriche dedicate alla sua donna, Celia, e pubblicate nel 1581, cioè più di quattrocento anni fa.
Si viveva allora, in Sicilia come nel resto dell’Italia e dell’Europa, in piena atmosfera rinascimentale, e la poesia dominante era la lirica d’amore in lingua toscana modellata su quella del Petrarca e del suo “Canzoniere”. Una lirica sentimentale, fondata sulla contemplazione platonica della donna, per cui l’amore era una sorta di sublimazione intellettuale e spirituale che, attraverso la bellezza terrena incarnata dalla donna, distaccava l’anima umana dalla attrazione delle cose mondane e la trasportava verso l’intuizione dei misteri divini. In questa direzione abbiamo, ad esempio, il celeberrimo dipinto del Botticelli, la “Nascita di Venere”, in cui l’antica e pagana dea dell’amore diventava il simbolo platonico dell’aspirazione dell’anima umana al divino.

Ma Antonio Veneziano era un ‘diverso’ rispetto ai suoi tempi. Le cronache dell’epoca ce lo presentano come un violento, un sensuale, uno scialacquatore, incostante negli affetti familiari e negli amori, assolutamente sprovvisto di rispetto per le istituzioni e per gli uomini che le rappresentavano. Era un irregolare, insomma, un ribelle, un anticonformista, sempre in mezzo a disavventure e vicende giudiziarie, fin da giovanissimo.
Gli uomini come lui, in quel clima siciliano petrarchesco e toscaneggiante, preferivano il dialetto, linguaggio dei sentimenti e delle emozioni, e lo contrapponevano al linguaggio della ragione, il latino e soprattutto il toscano (cioè, l’italiano), che era la lingua del “sistema”, dell’ordine costituito, delle istituzioni (si ricordi che la Sicilia era sotto l’odiata dominazione spagnola, sostenuta dall’aristocrazia isolana, cioè dai baroni).
«Un grandi affettu – scriveva il Veneziano nella presentazione dei suoi versi d’amore per Celia – non si basta megghiu esplicari ch’in linguaggiu maternu. E cussì videmu, quann’unu è troppu ‘n còlura, o superchiu allegru, dà subbitu ne la propria sua lingua, pri struttissimu chi sia di parlari autri linguaggi».
Aggiungiamo, con un po’ d’ironia, che Antonio Veneziano da Monreale “troppu ‘n còlura”, cioè “arrabbiato”, lo era stato quasi sempre nel corso della sua tumultuosa esistenza. Esistenza conclusasi tragicamente nel 1593, quando era saltato in aria il magazzino delle polveri del Castello a mare di Palermo, sede del terribile Sant’Uffizio, cioè dell’Inquisizione. Fra le decine di vittime dell’esplosione ci fu appunto il poeta ribelle Antonio Veneziano. Se consideriamo che chi manifestava una sensualità eccessiva o un atteggiamento trasgressivo contro ogni potere costituito (ivi compreso quello ecclesiastico) era per l’Inquisizione del tempo un eretico nemico di Dio e della Chiesa, possiamo facilmente intuire quale “eretica pravità” aveva fatto piombare il Veneziano nelle tremende carceri sotterranee del Castellamare di Palermo.

Ci preme appunto in questa sede porre l’accento sulla sensualità e carnalità dell’amore quale era inteso dal Veneziano e da tanti altri poeti dialettali del Cinquecento siciliano. Una sensualità e una carnalità che si contrapponevano al conformismo platonico e idealizzante degli altri poeti siciliani seguaci della moda rinascimentale. Una sensualità e una carnalità, peraltro, che avevano antiche radici arabe:
Di ‘na finestra s’affacciàu la luna:
su’ tanti li splenduri ca mi duna.
C’eni lu Gaitu e gran pena mi duna:
voli arrinunziu a la fidi cristiana.
L’immagine della donna-luna, come il riferimento al Caìd (una sorta di funzionario islamico) e all’obbligo di rinnegare la religione cristiana per abbracciare quella musulmana, colloca questi versi nel periodo della dominazione araba in Sicilia e ci riporta a dieci secoli fa.
«Da quanti secoli – scriveva Sciascia – la luna-donna, la luna-donna amata dalla lirica araba, s’affaccia a regalare splendore, ad alimentare pensieri fantasie sogni discorsi?».


***


«Quando in un caffè di Caloria (lasciatemi chiamare così la città siciliana di cui facilmente indovinate il nome), quando in un caffè di Caloria vedete un gruppo che, d’un tratto, rimuove brutalmente il tavolo per essere più stretto intorno al narratore, e colui che sonnecchiava sgrana gli occhi, lampeggiando attraverso le lacrime del sonno non ancora asciugate, e il vecchio signore si passa fortemente la mano sulla bocca contorta, e il ragazzo di liceo tiene, come un confetto, la lingua fra i denti, e tutti sono curvi in avanti con le facce piene di sangue; allora siate certi che si parla della donna».
Il passo appartiene a un romanzo dello scrittore Vitaliano Brancati, “Don Giovanni in Sicilia”. Il romanzo è un quadro vivace e ironico di una grossa città siciliana, Catania, e dei suoi giovani abitanti, ammalati tutti di ‘gallismo’, o dongiovannismo che dir si voglia. Quadro probabilmente di un tempo che fu, giacché le trasformazioni avvenute in Sicilia nella seconda metà del Novecento hanno spazzato via anche questo modo di vivere e di essere.
Quei giovani di Brancati passavano le giornate a fantasticare di avventure d’amore e a tentare approcci, a frequentare città come Roma o celebri luoghi di villeggiatura con l’intenzione sempre frustrata di avere relazioni sentimentali. E’ un quadro divertente, ma in fondo amaro, della provincia siciliana di un tempo, fatta di megalomanie, di velleità, di frustrazioni: ma è anche l’emblema della società fascista del tempo, caratterizzata dalla faciloneria, dal velleitarismo, dai sogni di grandezza imperiale.
«Che differenza c’è – si chiede il Salinari, critico letterario – tra il gallismo puramente verbale dei giovani catanesi e la potenza puramente formale degli “otto milioni di baionette” e dei “colli fatali”?».


***


Scriveva Dominique Fernandez in un suo celebre libro, “Mar Mediterraneo”:
«Ogni volta che avvicino un siciliano, è come se affrontassi una battaglia il cui esito si presenta incerto. Con chi ho a che fare? Quale corda devo toccare? La sottigliezza greca, la brutalità punica, il fatalismo musulmano, l’orgoglio spagnolo, la furberia napoletana?».
Gli replicava Sciascia che paradossalmente è (o piuttosto, era) proprio nella donna, o meglio «nel discorrere sulla donna», cioè nel dongiovannismo «puramente verbale», che questi caratteri diversi e contrastanti dei siciliani si fondono. Il «discorrere sulla donna» rappresenta (o meglio, rappresentava) il punto d’identità, in punto in cui sottigliezza greca, brutalità punica, fatalismo musulmano, orgoglio spagnolo e furberia napoletana si fondono, il punto in cui gioia e malinconia, commedia e tragedia, slancio vitale e contemplazione della morte si fondono.
“Contemplazione della morte”. Come nei versi del Veneziano citati ad apertura di questo nostro discorso – il Veneziano artefice di un sensuale, poetico e patetico “discorrere sulla donna” -, in cui amore e morte convergono e si fondono. Perché, in fondo, il dongiovannismo era la più violenta protesta al culto della morte instaurato nel Cinquecento dalla Santa Inquisizione, soprattutto in Sicilia. Era, il dongiovannismo, un’esplosione di vitalità e di voluttà, più raccontata e pensata che vissuta realmente, da opporre al ricorrente pensiero della morte. Il piacere sottile prodotto dal “discorrere sulla donna” non può essere sostituito nemmeno dalla donna stessa, perché il piacere reale può essere limitato nel tempo, mentre quel discorrerne all’infinito dilata il piacere nel tempo e nello spazio, all’infinito.
A questo proposito, il catanese Francesco Guglielmino, letterato e poeta d’amore, disse una volta al Verga, parlando dei siciliani: «Caro Giovanni, siamo romantici!». E il Verga: «Macché romantici, figlio mio: siamo ingravidabalconi!».



FRANCESCO EREDDIA




Notizie Flash
VITTORIA - TRUCK TOUR – BANCA DEL CUORE 2022 DAL 24 AL 26 SETTEMBRE
COMISO - TRASPORTO EXTRAURBANO GRATUITO PER ANZIANI
RAGUSA - ELEZIONI: IL DIPROSILAC LANCIA UN APPELLO AI CANDIDATI
RAGUSA - IL 22 ASSEMBLEA DEI DELEGATI DELLA CGIL
MARINA DI RAGUSA - LAPORTA ( TERRITORIO) DENUNCIA DISSERVIZI POSTALI
COMISO - INTEGRAZIONE ORARIA AI DIPENDENTI PART-TIME
RAGUSA - LE NUOVE CARICHE ALLA FONDAZIONE ARCHITETTI
27-09-2022 13:27 - Istruzione e Formazione
[]
Al “Fermi” di Vittoria il progetto EntreComp certifica gli imprenditori in pochi step

Il progetto “EntreComp, the European Entrepreneurship Competence Framework” è stato sviluppato dalla Commissione Europea per lo sviluppo delle life skills e delle competenze digitali, permettendo di ottenere un attestato di credito valido per il curriculum dello studente. Abbraccia una descrizione completa di conoscenze, abilità e attitudini indispensabili per essere imprenditori e creare valore finanziario,...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-09-2022 17:11 - Attualità
[]
CONSULENTI DEL LAVORO, BOOM DI ISCRITTI A RAGUSA

Un trend in crescita. Con 23 nuovi iscritti nel triennio 2020-2022. Ragusa si conferma la provincia più virtuosa, in ambito regionale, con i nuovi Consulenti del Lavoro. Dati e numeri che confermano che il Consulente del Lavoro, continua ad essere una professione appetibile in continua crescita. Una professione tutt’altro che in declino nonostante le difficoltà congiunturali e strutturali del sistema economico. Una figura professionale a tutto t...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-09-2022 19:02 - Economia
[]
Nella giornata inaugurale del Salone del Gusto Terra Madre di Torino si sono registrati ampi consensi alle attività promosse dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa, in collaborazione con Slow food Ragusa, il Consorzio dell’olio d'oliva EVO Dop Monti Iblei, il Consorzio del formaggio Ragusano DOP, il Consorzio di tutela Cerasuolo di Vittoria DOCG e Vittoria DOC ed il Comune di Ragusa.

“Abbiamo ricevuto l’apprezzamento di tantissimi visitatori ed esperti del settore - dichiara il Commissario S...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-09-2022 12:15 - Politica
[]
Comizio di chiusura della campagna elettorale, questa sera, per l’onorevole Giorgio Assenza, candidato alle regionali nella lista Fratelli d’Italia. L’appuntamento è in Piazza Fonte Diana alle ore 21. Sul palco, con lui, il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari e il dott. Alberto Belluardo.

“Il mio primo intervento, nel corso della prossima Legislatura- ha detto Assenza- sarà sul tema del contenimento dei costi dell'Energia. Urgono misure urgenti a favore delle famiglie e delle aziende, nece...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-09-2022 12:51 - Sport
[]
Comiso, 22 settembre 2022

Pallavolo, l’Ardens Comiso ha un nuovo presidente. Luca Occhipinti prende il posto di Giovanni Sudano

L’Ardens Comiso ha un nuovo presidente. Luca Occhipinti prende il posto di Giovanni Sudano. Dopo 25 anni alla guida della storica società di pallavolo comisana, il presidente più longevo nella storia dell’Ardens passa la mano.

Lo storico passaggio di consegne è avvenuto a metà settembre 2022, Occhipinti, 35 anni, da 4 anni è entrato a far parte della dirigenza dell’Arde...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-09-2022 17:41 - Istruzione e Formazione
[]
Calorosa Accoglienza ai nuovi studenti al ‘Fermi’ di Vittoria
Una tre giorni non stop per conoscersi e stare insieme

L’inizio di un nuovo ciclo scolastico, in qualunque ordine, per i ragazzi e le ragazze è una nuova partenza ed un momento delicato che, se vissuto in maniera serena, può contribuire al successo scolastico. Per questo l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Enrico Fermi” di Vittoria ha optato per una tre giorni non stop che ha visto protagonisti gli studenti con i loro doce...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 12:16 - Istruzione e Formazione
[]

Una due giorni con i giovani e per i giovani per il candidato all’ARS di Forza Italia Giancarlo Cugnata. Al centro sportivo Lifeten di Pedalino è stata una domenica all’insegna della condivisione, della socializzazione, della passione e dei valori sani dello sport. Dal softair alle arti marziali, dalla danza al calcio femminile, per tutto il giorno tante società e tanti sportivi hanno avuto l’occasione di mettere in mostra il proprio talento. La Festa dello Sport, giunta alla terza edizione, ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 11:41 - Attualità
[]
Un nuovo ecografo alla LILT di Ragusa. “Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno donato il 5x1000”. Lo dichiara la Presidente LILT, Maria Teresa Fattori.

“Con non pochi sforzi, ma certamente con tanta soddisfazione, siamo riusciti ad acquistare un nuovo ecografo per l’ambulatorio LILT di Ragusa. Grazie ad esso, sarà possibile fare ecografie più dettagliate a seno e tiroide. Naturalmente, potremo anche contare sui nostri due radiologi, Anna Scribano e Francesco Spampinato. L'apparecchio sostit...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 10:38 - Attualità
[]
Sigonella: cambio alla direzione all’11° Reparto Manutenzione Velivoli

A margine dell’avvicendamento, tra il Colonnello Salis e il Colonnello Rispoli,

l’inaugurazione dell’area espositiva “Aria”

Il giorno 15 settembre 2022, presieduto dal Brigadier Generale Cristiano Bandini, Comandante la 2ª Divisione del Comando Logistico dell’AM, ha avuto luogo a Sigonella la cerimonia di avvicendamento tra il Col. Riccardo Salis ed il Col. Lorenzo Rispoli nell’incarico di Direttore dell’11° Reparto Manutenz...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
8

Visitatore Numero
2006560

totale visite
7887714

27-09-2022 13:08 - Attualità
[]
L'analisi del voto

Volente o nolente il Presidente della Repubblica Mattarella, per la prima volta nella storia della repubblica e della monarchia dovrà dare mandato a Giorgia Meloni di provare a formare il Governo.

È evidente che la vittoria della Meloni è dovuta da tanti fattori: in primis la coerenza con le proprie idee, prova ne è l'opposizione ferma negli ultimi governi e il non aver fatto inciuci con nessuno.

Matteo Salvini: Salvini come abbiamo potuto constatare dai risultati, ha pagat...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-09-2022 11:29 - Attualità
[]
Brevi riflessioni di fine Estate…
Eh già… Siamo quasi a fine settembre è questo periodo è caratterizzato da spiagge semideserte e
rotonde sul mare con pochissima gente. Avventori di fine estate, turisti con capelli bianchi e
cappellacci come ali di gabbiani. Viaggiatori, escursionisti che l'età ha posto in uno stato di
quiscenza ma che si portono dietro la consapevolezza e l'esperienza di una ... vita.
Si parla, si socializza davanti ad una granita al limone, immersi in una soluzione di continuità...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 16:44 - Attualità
[]
COMISO, L'ISOLA FELICE DEI CANI

L'amore dei comisani per i cani non ha limiti, sono accolti in molte famiglie: coccolati, curati, riempiti dell'affetto e delle attenzioni che meritano. Al guinzaglio dei loro padroni li vediamo per le strade della città scodinzolare sicuri, felici fra una via, una piazza, un prato, s'è presente. Sono l'altra metà del cielo, un dono che apre porte invisibili dove, chi ama gli animali, trova realizzato il concetto dell'amore universale. Amore che si realizza attr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 16:12 - Cultura & Arte
[]
Dante oggi. Il libro di Simone Terreni incanta Ragusa Ibla

Una platea inchiodata alla sedia, nella serata di domenica 18 settembre, per la presentazione del libro di Simone Terreni "A superar lo Inferno", svoltasi a Ragusa Ibla presso la sede dall’associazione culturale San Bartolomeo.

Il libro edito dalla casa editrice TreFoglie (Flaco Edizioni) è un manuale di crescita personale e professionale, scritto in onore del Poeta Dante Alighieri e della Divina Commedia, patrimonio dell’umanità.

L’inte...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-09-2022 11:31 - Cultura & Arte
[]
Enrico Lacognata jazz TRIO il 23 settembre 2022 ore 21:00 CAVA GONFALONE di Ragusa

Enrico Lacognata Piano Roberto Barni Contrabbasso Marcello Arrabito Batteria Enrico Lacognata jazz TRIO
La musica antologizza buona parte della musica jazz attraverso contaminazioni stilistiche diverse che vanno dalla tradizione blues, al be-bop, allo swing, al latin, con una estrazione di assoluta fruibilità e piacevolezza a qualsiasi tipo di ascoltatore. Una performance di Enrico Lacognata Jazz Trio può rifle...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
18-09-2022 17:28 - Eventi
[]
120° anniversario dell'alluvione del 26 settembre 1902 a Modica.

L'associazionismo modicano si mobilita per la ricorrenza con una mostra a tema e convegni.

Il 26 settembre 1902 rappresenta per la città di Modica una data importante che ricorda uno dei più drammatici eventi accaduti nella sua storia. Le piogge che avevano funestato il territorio nei giorni e nelle settimane precedenti invasero, attraverso i tre torrenti principali che poi confluivano in quello maggiore detto appunto “Modicano”, ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
14-09-2022 17:35 - Eventi
[]
CAMPARI MOVIE CONTEST: ANCHE A COMISO GIOVANI TALENTI

I giovani sono una grande risorsa per ogni comune grande e piccolo d’Italia: spesso, purtroppo, li abbiamo visti costretti ad emigrare per potersi affermare professionalmente o solo per riscattarsi socialmente, trovare un lavoro, formarsi una famiglia, poterla mantenere. Molti ragazzi di Comiso infatti, finiti gli studi, li troviamo cittadini del mondo a contribuire, con la professionalità acquisita in Italia, allo sviluppo di Paesi, che no...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
15-09-2022 16:38 - Cultura & Arte
[]
Presentazione del libro di Domenico Pisana “Credo nel Dio di Gesù Cristo”.

Sabato 24 settembre, alle ore 19.30, si terrà presso il Santuario della Madonna delle Grazie di Modica la presentazione del libro del Presidente del Caffè Letterario Quasimodo, Domenico Pisana, uscito nel mese di Maggio, e dal titolo “Credo nel Dio di Gesù Cristo - La risposta della fede cristiana agli interrogativi dell’uomo contemporaneo, Dialogo tra Miscredenzio e Teofilo”, già lanciato lo scorso maggio al Salone Int...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
15-09-2022 16:26 - Cultura & Arte
[]
«Sabato 24 settembre alle ore 20:30, presso l’Auditorium P. Floridia di Modica, verrà proiettata la Prima Visione del docufilm La Dea Risorta.

È Modica la città scelta dall'artista Eolo Paul Bottaro che ospiterà la prima proiezione di un docufilm che narra una storia di attaccamento al territorio e ai propri simboli. Fulcro del docufilm è la storia della scultura Triforme di Polizzi Generosa (PA), identificata da molti con la dea Iside.

La scultura, per volere del Vescovo di Cefalù, fu distrutt...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie