29 Settembre 2020
Categorie

GERMANO BELLETTI, CERAMISTA E UOMO DI SCUOLA: DA FAENZA A PERUGIA, PASSANDO PER LA DIREZIONE CREATIVA DELL´ISTITUTO D´ARTE DI COMISO.

Germano Belletti nasce a Faenza nel 1914, figlio di Enrico e di Giuseppina Baldrati. Proprio a Faenza, città sinonimo di “ ceramica”, egli respira fin da bambino la polvere del cotto e il fumo dei fuochi. Si forma presso l´Istituto d´Arte per la Ceramica sotto l´insegnamento di Gaetano Ballardini e Anselmo Bucci, ma nello stesso tempo fa anche esperienza di “bottega” lavorando, nel tempo libero, presso gli studi dei ceramisti Gatti e Melandri, famosi per le tecniche del “lustro”: un titolo di nobiltà che egli onora in maniera palpabile nella dignità rinascimentale delle figure, nella purezza dei profili, nel possesso di un mestiere che non consente improvvisazioni o strappi, in una finezza ed intensità formale che solo chi è nato in Italia, a Faenza, può trascrivere in una ceramica.
Per ben 39 anni, dal 1941 al 1979, Belletti operò nel mondo della scuola,prima come insegnante ( iniziò con l´insegnamento della " Ceramica " presso l´Istituto d´Arte " Bernardino di Betto " di Perugia per poi dirigere numerosi Istituti d´Arte, tra cui quello di Comiso.
Già prima di iniziare l´attività didattica, Belletti si è fatto notare come rappresentativo ceramista di valore, negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale. Infatti nel 1939 partecipa al primo Concorso Nazionale della Ceramica di Faenza con una coppa con Sirena a smalti policromi e nel 1941, nello stesso Concorso, vince il primo premio riservato ai giovani ceramisti (Premio al merito ceramico “Gaetano Ballardini”) con il trittico a bassorilievo “Annunciazione”.
A Perugia Belletti insegna fino al 1956, allorquando, dopo un trasferimento mai realizzato a Grottaglie, con L.M. n. 10935 del 20 ottobre 1956 viene spostato presso l´Istituto d´Arte di Comiso, dove assume servizio come direttore il 5 novembre 1956.
A partire dal primo di ottobre del 1958 Germano Belletti viene trasferito definitivamente a Comiso, con la qualifica di direttore e con l´obbligo dell´insegnamento della Tecnologia: occorrerà arrivare al 28 novembre 1961 per vedere conclusa l´esperienza comisana, allorquando l´artista faentino viene spedito prima ad Oristano, presso l´appena nato istituto d´Arte, quindi a Vasto.
Quelli dal 1956 al 1961 sono per Germano Belletti, quindi, gli " anni di Comiso ". Desideroso di dare all´Istituto nuovo impulso e vitalità, l´artista modernizza la vecchia " scuola comisana di arti e mestieri " con nuovi orientamenti artistici, attira presso l´Istituto nella metà degli anni ´50 giovanissimi e valenti scultori che iniziano, in quegli anni di rinnovamento artistico, a farsi strada : da Roma il veneto Luigi Gheno , dall´Umbria Fornello, da Volterra il toscano Ivo Giubbilei, specializzato nelle grandi sculture in ferro e nella modellazione dell´alabastro.
Nello stesso periodo Belletti stringe amicizia con lo scultore Cappello e con il giovane Biagio Frisa , marito della figlia di Bruno Saetti, direttore dell´Accademia di Belle Arti di Venezia.
" Amico di Gesualdo Bufalino, Belletti si reca spesso - come sottolinea Elio Licata, ex alunno, " figlio spirituale dell´artista faentino " - con lo scrittore comisano( che non ha mai guidato l´auto )a Gela, ad assistere a degli spettacoli classici: è anche grazie a queste rappresentazioni classiche e alle numerose testimonianze artistiche della Magna Grecia che G. Belletti si abbandona sempre più al fascino della mitologia e del mondo greco sia arcaico che classico.
In una Sicilia, in cui ancora risuona la siringa del dio Pan, si respira viva la presenza degli Dei e di quei mitici eroi, che aveva più volte sognato e descritto nelle sue ceramiche popolate di ninfe, centauri, guerrieri, minotauri. Qui il mito greco vive ancora e respira fra gli eucalipti delle sponde del fiume dei cavalli, l´Ippari , cantando con voce di gazza fra i carrubi del pietroso e assolato Cozzo d´Apollo.
La mitologia - continua Licata - fa giocare la fantasia dell´Artista amplificandola ed aiutandola a svilupparsi senza limiti, esprimendosi a 360 gradi, mentre la capacità di modellare forme classiche, coniugata con la fantasia, crea forme bellissime, libere, con stupefacenti risultati artistici”.
Sono anni di intenso lavoro e di partecipazione a concorsi nazionali di tutto rilievo; ma sono anche anni, durante i quali non disdegna di operare per privati o di affrontare nuove esperienze, avvalendosi anche della collaborazione di studenti. A Punta Secca, sulla costa mediterranea, nei pressi dei luoghi del commissario Montalbano, procede alla decorazione di un pilastro presso la villa dell´ing. Euro Musso. Musso, singolare figura di imprenditore e di mecenate comisano, fu per molti anni presidente del CdA dell´Istituto d´Arte: a lui è intitolato un museo di arte contemporanea, l´unico in provincia di Ragusa, sorto proprio all´interno dell´Istituto d´Arte, su iniziativa di alcuni docenti e del dirigente scolastico " pro tempore " Girolamo Piparo. Presso Villa Musso è possibile ammirare, come rileva Elio Licata, " pannelli con motivi antropomorfi e faunistici, con toni prevalentemente caldi e vivi sul rosso e l´arancio."
Accanto alle creazioni in ceramica, che spaziano dal naturalismo mitologico a forme di astrattismo, Belletti" continua nella meticolosa ricerca di preziosità tecniche, affinandole, poiché attraverso la tecnica ogni facoltà creativa ha miglior veicolo di espressione.
Incomincia ad interessarsi alla lavorazione dei metalli ed è nella scuola d´arte di Comiso che, negli anni scolastici 1959-60 e 1960-61, G.B. concepisce il gruppo scultoreo “i Sette contro Tebe” , sette statue in ferro saldato alte 2 metri. Propone ad alcuni dei suoi studenti di collaborare alla realizzazione di queste statue, fuori dall´orario scolastico e con retribuzione : gli studenti ( tra cui Luigi Galofaro, Elio Licata e Giuseppe Bonifacio ) accettano con entusiasmo. Oggi sei di quelle statue sono state poste al centro della rotonda che si trova a Faenza tra via Galvani e via Risorgimento. Germano Belletti, pur essendo direttore, è anche docente di disegno dal vero ed ha molto seguito presso i suoi giovani studenti, che del resto sono per lui motivo di grandi soddisfazioni : alcuni di questi studenti più tardi costituiranno a Comiso il “Collettivo B.A.I.” (Botteghe d´Arte Ippari ), laboratori per giovani artisti." ( Elio Licata)
Dopo il 1961 finiscono gli annni trascorsi da Germano Belletti a Comiso: l´artista tornerà a Perugia, in quella città nella cui via dei Priori aveva aperto il primo studio, partecipando sempre a concorsi e premi, dopo avere svolto anche funzioni ispettive per la Direzione Generale dell´ Istruzione Artistica: proprio a Perugia si spegnerà nel 1992.
Comiso e gli alunni dell´Istituto d´Arte non dimenticano il magistero di Germano Belletti: aleggiano ancora le leggende sulle lezioni " dal vero " impartite ai suoi alunni,oggi affermati artisti , e la necessità di disegnare quanto osservato dalla finestra dell´aula, un fiore, un ramo, un vaso.
Ancora si parla degli anni di Germano Belletti, gli anni della sprovincializzazione dell´Istituto, con l´arrivo di artisti dal continente, di Gheno, di Fornello, di Giubbilei, di Rosario Tesauro, di Wanda Poletti.
Soprattutto ancora si ricordano i versi da Belletti composti nel 1957, versi che, ricordati nella sala dei docenti, permettono allo spirito dell´artista faentino di aggirarsi tra i corridoi e i laboratori dell´Istituto Statale d´Arte " Salvatore Fiume ":
" Molte grandi cose ebbero umili origini.
Il soffio di Dio dall´argilla creò l´uomo.
Era il soffio dell´amore.
Così se tu amerai
l´argilla, il rame, il legno, il ferro
essi ti si riveleranno vivi e meravigliosi ".

Girolamo Piparo
Notizie Flash
SCOGLITTI - PERDITA D'ACQUA IN VIA MIRAMARE
RAGUSA - STATO DI AGITAZIONE DEI LAVORATORI DELLE STRISCE BLU
SCICLI - LAUREE A PALAZZO SPADARO
MARINA DI MODICA - DISSERVIZI IDRICI IL 29 SETTEMBRE
RAGUSA - ASSEGNATI COMPUTER ALLE SCUOLE
VITTORIA - LA CISL SUL MANCATO PAGAMENTO DEGLI STIPENDI AI COMUNALI
VITTORIA - ANCORA CAOS NEL FINE SETTIMANA: DENUNCIA DI MARCO CIANCIO
PALERMO - NO ALLA PANIFICAZIONE LA DOMENICA
VITTORIA - APERTE LE ISCRIZIONI PER " FACCIAMO META "
MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 SETTEMBRE
29-09-2020 10:19 - OBITUARY
[]
Lo ricordiamo sorridente e gioviale, sempre disponibile: un'estate degli anni '70 con il prof. Giovanni Cafiso viaggiammo giornalmente per raggiungere l'Istituto Magistrale di Modica, dove eravamo nella stessa commissione di esami di maturità. Piacevolissimo il viaggio, arricchito dagli aneddoti e dai resoconti di vita del prof. Cafiso; altrettanto piacevole il lavoro di esaminatore, impreziosito dalle profonde conoscenze del prof., che, con la sua scomparsa, lascia un vuoto non indiffere...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:37 - Politica
[]
Pelligra, La Rosa e Frasca
Presentato il patto elettorale sancito dal Movimento politico Sviluppo Ibleo con la Lega
in vista delle amministrative e a sostegno del candidato sindaco di Vittoria Salvo Sallemi

Movimento politico Sviluppo Ibleo e Lega hanno sancito un patto elettorale in vista delle amministrative a sostegno del candidato sindaco Salvo Sallemi. Ieri mattina, l’ufficializzazione dell’accordo, durante un incontro tenutosi alla sala Avis, e la presentazione dei candidati al Consiglio comunale. Ad illustrare i t...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:28 - Politica
[]

Nuova uscita de “La buona Stella”

Nuova uscita del periodico “La Buona Stella”, edito dalla deputata regionale del M5S Stefania Campo, registrato al numero 1/2020 al Tribunale di Ragusa (precedentemente era uscito un numero zero in attesa di registrazione), che racconta l’attività politica dei portavoce pentastellati all’Ars e quella dei vari meetup del territorio ibleo.

Un giornale, unico nel suo genere per la nostra provincia, con cui la parlamentare iblea intende azzerare la consueta “distan...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:09 - Attualità
[]
Gregorio Lenzo presidente Confcommercio Vittoria
Vittoria e i fatti di cronaca accaduti di recente in città
La sezione comunale di Confcommercio avanza una serie di proposte
sollecitando più controlli e una maggiore cura degli spazi urbani

“Alla luce dei recenti fatti di cronaca accaduti in città, riteniamo sia doveroso intervenire sulla questione riguardante la sicurezza e l’ordine pubblico, al fine di tutelare ciascun cittadino nonché gli operatori commerciali che, con le vetrine dei propri negozi e con una intensa e vivace movida animata da...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-09-2020 17:12 - Politica
[]
Territorio: da rivedere del tutto la strategia delle linee blu e del rapporto con ditta appaltante

L’ennesima conflittualità con il datore di lavoro degli ausiliari del traffico che si occupano della gestione delle linee blu nella città di Ragusa impone attente considerazioni sulla questione che, non sempre è stata affrontata con la dovuta attenzione.
A occuparsi della importante questione, sia per gli aspetti che riguardano i lavoratori come per quelli che attengono all’utenza, è il segretario...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 12:44 - Cronaca Locale
[]
Continuano le azioni vandaliche nel territorio comisano: questa volta è stato il turno delle panchine presso la villetta della scuola materna " SS Apostoli ". Fino a quando non saranno rafforzati i sistemi di vigilanza e non sarà intrapresa una seria opera di repressione, i vandali continueranno a imperversare in città.
Ecco il comunicato del PD:

Vandalizzata la panchina rossa realizzata dal Partito Democratico di Comiso in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 11:45 - Attualità
[]

Il giovane comisano Danio Vincenzo Distefano conquista a pieni voti il tanto desiderato accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare
Un ragazzo comisano diventa allievo della prestigiosa Scuola Militare “Francesco Morosini”. È Danio Vincenzo Distefano, classe 2004, che ha affrontato e superato brillantemente tutte le difficili prove di cultura generale, e le prove psicologico/attitudinali, necessarie per l’accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare.
Danio è da un anno che si p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-09-2020 12:01 - Economia
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Pubblicato sul sito istituzionale del comune di Comiso, il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti nella zona PIP ( piano per gli insediamenti produttivi). “Un atto dovuto al comparto produttivo che aspettava dal 2016 e che potrà essere il propulsore dell'economia imprenditoriale locale”. Dichiarazioni dell'assessore allo sviluppo economico, Giuseppe Alfano.

“ E' stato pubblicato il 24 settembre il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti in zona pip – comunica l'assessore Alfano – che at...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:32 - Politica
[]
Sversamento petrolio torrente Moncillè, Campo: “Politica chiarisca vicenda e fughi ogni dubbio sulle responsabilità”

“Ci sono tutta una serie di chiarimenti che si devono avere, con la massima urgenza, riguardo la potenziale contaminazione del sito ‘Area pozzo Ragusa 16’ nei pressi del torrente Moncillè, in cui sarebbero finiti oltre 1500 metri cubi di greggio, frammisto ad acqua al 25-30%. Una vicenda in cui ci sono da chiarire anche e soprattutto le responsabilità politiche, che sono sicuram...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
6

Visitatore Numero
1439274

totale visite
5069766

[]
29-09-2020 12:08 - Angolo dell´Arte
[]
“Racconti intrecciati” di Jonida Xherri

Il mondo, un pianeta dove siamo attualmente ospitati, è perfetto ed è un luogo di incontri, ma la “civilta” ha aggiunto una mappa geografica, fata di confini che valgono solo per i piu deboli. Da sempre, oltre i confini, viaggiano le nostre storie, i nostri racconti, fatte da parole che si traducono in tutte le lingue del mondo e divulgano informazioni da un confine all'altro. E proprio qui che prende forma il progetto dell'artista Xherri, nella trasform...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 11:01 - Angolo dell´Arte
[]


Comiso, conclusa la mostra “Terra”, inno all’ambiente e alla responsabilità civica

Si è conclusa la mostra plurisensoriale “Terra” organizzata dal pittore Giovanni Pace direttore artistico dell’Associazione OmniArtEventi presieduta da Salvo Luzzio con il patrocinio del Comune di Comiso che ha messo a disposizione le sale di Palazzo Labisi.

La mostra è stata un vero e proprio inno alla responsabilità civica, al rispetto per l’ambiente alla cura degli animali.
Un progetto importante voluto da Pac...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:52 - Cultura & Arte
[]
Il libro del magistrato Alberto Centonze apre la XV stagione letteraria del Caffè Quasimodo di Modica

Al via lo scorso sabato presso l’Atrio comunale di Modica la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, che si snoderà in 16 appuntamenti fino a maggio 2021.
Il primo appuntamento, dopo il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, è stato dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, magistrato, dal titolo Il “giallo nordico” e i suoi di...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:48 - Angolo dell´Arte
[]
Promesse Mantenute, Quasimodo bambino
Alessandro Quasimodo e Antonella Cappuccio sono stati i protagonisti dell’incontro tenutosi presso “Il museo casa natale Salvatore Quasimodo” di via Posterla. Per l’occasione la pittrice Antonella Cappuccio ha donato alla Associazione Proserpina il dipinto che ritrae un giovanissimo Salvatore Quasimodo facente parte di una mostra già ospitata presso lo spazio Big del complesso di S. Marta a Milano dal titolo “Promesse mantenute”. L’artista è stata presenta...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:39 - Cultura & Arte
[]
FRANCESCO CAFISO E LA TJO TCHAIKOVSKY JAZZ ORCHESTRA EMOZIONANO RAGUSA IBLA. IERI SERA SPETTATORI EMOZIONATI DA UN CONCERTO STRAORDINARIO DEDICATO AL JAZZ MONDIALE.
RAGUSA – La bellezza di Ibla risplende nelle sonorità jazz. Raffinata serata ieri per il quartiere barocco, trascinato dall’irresistibile musicalità della Tjo Tchaikovsky Jazz Orchestra, con i suoi 18 elementi, e del suo ospite d’eccezione Francesco Cafiso in un concerto eccezionale, promosso dal centro commerciale naturale Antica ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio