29 Ottobre 2020
Categorie

GERMANO BELLETTI, CERAMISTA E UOMO DI SCUOLA: DA FAENZA A PERUGIA, PASSANDO PER LA DIREZIONE CREATIVA DELL´ISTITUTO D´ARTE DI COMISO.

Germano Belletti nasce a Faenza nel 1914, figlio di Enrico e di Giuseppina Baldrati. Proprio a Faenza, città sinonimo di “ ceramica”, egli respira fin da bambino la polvere del cotto e il fumo dei fuochi. Si forma presso l´Istituto d´Arte per la Ceramica sotto l´insegnamento di Gaetano Ballardini e Anselmo Bucci, ma nello stesso tempo fa anche esperienza di “bottega” lavorando, nel tempo libero, presso gli studi dei ceramisti Gatti e Melandri, famosi per le tecniche del “lustro”: un titolo di nobiltà che egli onora in maniera palpabile nella dignità rinascimentale delle figure, nella purezza dei profili, nel possesso di un mestiere che non consente improvvisazioni o strappi, in una finezza ed intensità formale che solo chi è nato in Italia, a Faenza, può trascrivere in una ceramica.
Per ben 39 anni, dal 1941 al 1979, Belletti operò nel mondo della scuola,prima comne insegnanet ( iniziò con l´insegnamento della " Ceramica " presso l´Istituto d´Arte " Bernardino di Betto " di Perugia per poi dirigere numerosi Istituti d´Arte, tra cui quello di Comiso.
Già prima di iniziare l´attività didattica, Belletti si è fatto notare come rappresentativo ceramista di valore, negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale. Infatti nel 1939 partecipa al primo Concorso Nazionale della Ceramica di Faenza con una coppa con Sirena a smalti policromi e nel 1941, nello stesso Concorso, vince il primo premio riservato ai giovani ceramisti (Premio al merito ceramico “Gaetano Ballardini”) con il trittico a bassorilievo “Annunciazione”.
A Perugia Belletti insegna fino al 1956, allorquando, dopo un trasferimento mai realizzato a Grottaglie, con L.M. n. 10935 del 20 ottobre 1956 viene spostato presso l´Istituto d´Arte di Comiso, dove assume servizio come direttore il 5 novembre 1956.
A partire dal primo di ottobre del 1958 Germano Belletti viene trasferito definitivamente a Comiso, con la qualifica di diretore e con l´obbligo dell´insegnamento della Tecnologia: occorrerà arrivare al 28 novembre 1961, allorquando l´artista faentino viene spedito prima ad Oristano, presso l´appena nato istituo d´ASrte, quindi a Vasto.
Dal 1956 al 1961 sono per Germano Belletti, quindi, gli " anni di Comiso ". Desideroso di dare all´Istituto nuovo impulso e vitalità, l´artista modernizza la vecchia " scuola comisana di arti e mestieri " con nuovi orientamenti artistici, attira presso l´Istituto nella metà degli anni ´50 giovanissimi e valenti scultori che iniziano, in quegli anni di rinnovamento artistico, a farsi strada : da Roma il veneto Luigi Gheno , dall´Umbria Fornello, da Volterra il toscano Ivo Giubbilei, specializzato nelle grandi sculture in ferro e nella modellazione dell´alabastro.
Nello stesso periodo Belletti stringe amicizia con lo scultore Cappello e con il giovane Biagio Frisa , marito della figlia di Bruno Saetti, direttore dell´Accademia di Belle Arti di Venezia.
" Amico di Gesualdo Bufalino, Belletti si reca spesso - come sottolinea Elio Licata, ex alunno, " figlio spirituale dell´artista faentino " - con lo scrittore comisano( che non ha mai guidato l´auto )a Gela, ad assistere a degli spettacoli classici: anche grazie a queste rappresentazioni classiche e alle numerose testimonianze artistiche della Magna Grecia che G. Belletti si abbandona sempre più al fascino della mitologia e del mondo greco sia arcaico che classico.
In una Sicilia, in cui ancora risuona la siringa del dio Pan, si respira viva la presenza degli Dei e di quei mitici eroi, che aveva più volte sognato e descritto nelle sue ceramiche popolate di ninfe, centauri, guerrieri, minotauri. Qui il mito greco vive ancora e respira fra gli eucalipti delle sponde del fiume dei cavalli, l´Ippari , cantando con voce di gazza fra i carrubi del pietroso e assolato Cozzo d´Apollo.
La mitologia - continua Licata - fa giocare la fantasia dell´Artista amplificandola ed aiutandola a svilupparsi senza limiti, esprimendosi a 360 gradi, mentre la capacità di modellare forme classiche, coniugata con la fantasia, crea forme bellissime, libere, con stupefacenti risultati artistici”.
Sono anni di intenso lavoro e di partecipazione a concorsi nazionali di tutto rilievo; ma sono anche anni, durante i quali non disdegna di operare per privati o di affrontare nuove esperoienze, avvalendosi anche della collaborazione di studenti. A Punta Secca, sulla costa mediterranea, nei pressi dei luoghi del commissario Montalbano, procede alla decorazione di un pilastro presso la villa dell´ing. Euro Musso. Musso, singolare figura di imprenditore e di mecenate comisano, fu per molti anni presidente del CdA dell´Istituto d´Arte: a lui è intitolato un muiseo di arte contemporanea, l´unico in provincia di Ragusa, sorto proprio all´interno dell´Istituto d´Arte, su iniziativa di alcuni docenti e del dirigente scolastico " pro tempore " Girolamo Piparo. Presso Villa Musso è possibile ammirare, come rileva Elio Licata, " pannelli con motivi antropomorfi e faunistici, con toni prevalentemente caldi e vivi sul rosso e l´arancio."
Accanto alle creazioni in ceramica, che sopaziano dal naturalismo mitologico a forme di astrattismo, Belletti" continua nella meticolosa ricerca di preziosità tecniche, affinandole, poiché attraverso la tecnica ogni facoltà creativa ha miglior veicolo di espressione.
Incomincia ad interessarsi alla lavorazione dei metalli ed è nella scuola d´arte di Comiso che, negli anni scolastici 1959-60 e 1960-61 G.B. concepisce il gruppo scultoreo “i Sette contro Tebe” , sette statue in ferro saldato alte 2 metri. Propone ad alcuni dei suoi studenti di collaborare alla realizzazione di queste statue, fuori dall´orario scolastico e con retribuzione : gli studenti ( tra cui Luigi Galofaro, Elio Licata e Giuseppe Bonifacio ) accettano con entusiasmo. Oggi sei di quelle statue sono state poste al centro della rotonda che si trova a Faenza tra via Galvani e via Risorgimento. Germano Belletti, pur essendo direttore, è anche docente di disegno dal vero ed ha molto seguito presso i suoi giovani studenti, che del resto sono per lui motivo di grandi soddisfazioni : alcuni di questi studenti più tardi costituiranno a Comiso il “Collettivo B.A.I.” (Botteghe d´Arte Ippari ), laboratori per giovani artisti." ( Elio Licata)
Dopo il 1961 finiscono gli annni trascorsi da Germano Belletti a Comiso: l´artista tornerà a Perugia, in quella città nella cui via dei Priori aveva aperto il primo studio, partecipando sempre a concorsi e premi, dopo avere svolto anche funzioni ispettive per la Direzione Generale dell´ Istruzione Artistica: proprio a Perugia si spegnerà nel 1992.
Comiso e gli alunni dell´Istituto d´Arte non dimenticano il magistero di Germano Belletti: aleggiano ancora le leggende sulle lezioni " dal vero " impartite ai suoi alunni,oggi affermati artisti , e la necessità di disegnare quanto osservato dalla finestra dell´aula, un fiore, un ramo, un vaso.
Ancora si parla degli anni di Germano Belletti, gli anni della sprovincializzazione dell´Istituto, con l´arrivo di artisti dal continente, din Gheno, di Fornello, di Giubbilei, di Rosario Tesauro, di Wanda Poletti.
Soprattutto ancora si ricordano i versi da Belletti composti nel 1957 versi che ricordati nella sala dei docenti permettono allo spirito dell´artista faentino di aggirarsi tra i corridoi e i laboratori dell´Istituto Statale d´Arte " Salvatore Fiume ":
" Molte grandi cose ebbero umili origini.
Il soffio di Dio dall´argilla creò l´uomo.
Era il soffio dell´amore.
Così se tu amerai
l´argilla, il rame, il legno, il ferro
essi ti si riveleranno vivi e meravigliosi ".

Girolamo Piparo
Notizie Flash
MODICA - CHIUSURA DELL' I.C. " GIACOMO ALBO "
VITTORIA - DENUNCIATO GIOVANE ARMATO DI COLTELLO
SCICLI, POZZALLO E ISPICA - 3 ARRESTI DEI CC.
POZZALLO - RESPINGIMENTO DI 3 TUNISINI
RAGUSA - FdI A FIANCO DELLE VITTIME DEL COVID
MODICA - DISPOSIZIONI DEL SINDACO CONTRO GLI ASSEMBRAMENTI
29-10-2020 11:44 - Politica
[]
Giancarlo Scrofano FdI Comiso
Il coordinamento cittadino di Fratelli d’Italia Comiso, in riferimento all’ultimo DPCM-col quale un Governo di incapaci e pressapochisti ha disposto misure restrittive ad attività essenziali per l’economia nazionale.
COMUNICA
Che domenica 01 novembre 2020 dalle ore 09:30 alle ore 13:30 sarà presente in Piazza Fonte Diana con un gazebo (nel rispetto delle vigenti normative anti contagio) per raccogliere le adesioni de...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-10-2020 11:10 - Economia
[]
l' assessore Manuela Pepi
Discusse e concordate in quarta commissione consiliare le misure di sostegno alle attività economiche colpite dall’emergenza sanitaria covid-19. “ Sono misure importanti e sono state concordate unanimemente dai consiglieri di maggioranza e di opposizione facenti parte della commissione consiliare con l’obbiettivo di contemperare le esigenze sia del comparto commerciale, sia di quello privatistico delle famiglie e sia associativo, sportivo e culturale. L’auspicio è che vengano approvate all’u...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-10-2020 10:57 - Politica
[]
Turismo, sport, didattica, protezione civile e azioni di salvataggio

Giorgio Assenza: proposta di legge per incentivi economici agli Aeroclub

Pro Turismo ma anche per le attività sociali, a partire dalle azioni della Protezione civile, all'antincendio boschivo e non solo, svolte dagli aeroclub.

Questa l'iniziativa di Giorgio Assenza il quale deposita un ddl che, se approvato in Aula, favorirà lo sviluppo economico, didattico e culturale nel settore dell’aviazione civile non commerciale e della f...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-10-2020 16:25 - Politica
[]
Marina di Ragusa dimenticata dopo l’estate: non si vedono nemmeno vigili urbani

È il Presidente di Territorio Marina di Ragusa, Angelo La Porta a segnalare, su sollecitazione di molti residenti, come l’amministrazione comunale sembra essersi dimenticata della frazione marinara.
In particolare, La Porta evidenzia che non si vedono vigili urbani, non c’è una pattuglia di stanza a Marina, non ci sono controlli neanche per le prescrizioni anticontagio, non c’è servizio di vigilanza all’esterno dell...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-10-2020 16:17 - Attualità
[]

Emergenza Covid, l'aeroporto di Palermo ottiene l'Airport Health Accreditation
Il riconoscimento europeo sulle misure adottate per contenere il contagio

Palermo, 27 ottobre 2020 - L'aeroporto internazione di Palermo Falcone Borsellino ha ricevuto dall'Airport Council International (ACI) World e dall'ACI Europe l'”Airport Health Accreditation”, il riconoscimento a livello europeo come eccellenze nella gestione del contenimento del Covid-19.
Così come per altri aeroporti europei, l'attestato è arr...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-10-2020 16:56 - Politica
[]
Lunedì 26 ottobre 2020

I consiglieri comunali Guglielmo Scimonello e Lorenzo Bonincontro, intervengono con una nota stampa per parlare di attività politica ed esprimere la loro posizione in Consiglio comunale, dopo gli incontri consumati nelle ultime settimane alla presenza del Sindaco, dei consiglieri comunali e dei gruppi che compongono la maggioranza consiliare. L'obiettivo fondamentale è quello di dare più incisività e slancio all'attività della Giunta Giannone, oltre a ritrovare unità di ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-10-2020 11:39 - Attualità
[]
La parete esterna dello stadio in cui sarà realizzato il murales
UN MURALES ALLO STADIO ALDO CAMPO DI RAGUSA PER ONORARE LA MEMORIA DI GIORGIO LICITRA E MARIO TUMINO, IL CONSIGLIERE VITALE: “AUTORIZZATA LA RICHIESTA DEL GRUPPO DI ULTRAS MANICOMIO”

“Sono molto contento di potere annunciare che l'ufficio Sport del Comune ha autorizzato una richiesta del gruppo Manicomio, storico gruppo dei tifosi ultras del Ragusa calcio. Infatti, nel muro accanto alla biglietteria della tribuna A, sarà realizzato un murales con i volti di Giorgio Licitra e di Mario Tumino, g...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-10-2020 11:12 - Attualità
[]
Il sindaco di Comiso Maria Rita Schembari
Fiat lux. Torna l’energia elettrica nelle due contrade ricadenti nel territorio di Comiso, dove, per due volte i residenti sono rimasti senza luce a causa di furti dei cavi di rame. “ Grazie all’intervento di S.E il Prefetto e dei Carabinieri che, di notte, hanno pattugliato il territorio”. Dichiarazioni del Sindaco.

“ Già nella prima decade di ottobre, immediate mi sono arrivate le segnalazioni da parte dei residenti delle contrade Mostrazzi e Monacazza – spiega il sindaco Maria Rita Schembar...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-10-2020 19:17 - Economia
[]
Patrizia Di Dio
LA PRESIDENTE DI PALERMO PATRIZIA DI DIO NOMINATA VICEPRESIDENTE NAZIONALE CONFCOMMERCIO, GLI AUGURI DI BUON LAVORO DA PARTE
DEL PRESIDENTE REGIONALE VICARIO MANENTI A NOME DEL SISTEMA ISOLANO

Il presidente regionale vicario Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, augura buon lavoro, a nome di tutta la Giunta e del sistema regionale dell’associazione di categoria, alla presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia di Dio, per la nomina a vicepresidente nazionale di Confcommercio. “Un incarico...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
5

Visitatore Numero
1497216

totale visite
5165768

[]
27-10-2020 17:14 - Cultura & Arte
[]
“RAGUSA - GENERATION RADIO”
AL VIA IL PROGETTO RADIO DELLA ANG, VINTO DA GENERAZIONE ZERO
È partita ufficialmente l’avventura che vede coinvolte anche Attiva-Mente, Ragusa Prossima Giovani e Rinascita Verde. Una radio dedicata alla formazione e alla partecipazione dei più giovani.

Ragusa, 27 ottobre 2020 – Sono 100 i presidi locali di ANG inRadio, il primo network radiofonico digitale istituzionale realizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani l’ente governativo che gestisce in Italia i progra...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-10-2020 17:31 - Cultura & Arte
[]
Fulvio Stanganelli

Saranno donati alla biblioteca comunale di Comiso intitolata a “Fulvio Stanganelli” alcuni paramenti sacri del canonico Raffaele Flaccavento e la copia autografa di “Vicende storiche di Comiso”, il testo, scritto dallo stesso Flaccavento e firmato con lo pseudonimo di Fulvio Stanganelli, che costituisce il punto di riferimento per chi vuole ricostruire la storia della città. Questa la decisione dei pronipoti del canonico comunicata durante la manifestazione inaugurale, organizzata dalla Pro...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-10-2020 11:17 - Cultura & Arte
[]
Walter Siccardi, Samantha Panza e Fabrizio Di Salvo.
“Aleramici in Sicilia” il docufilm ritorna alle origini con le riprese nella terra natia degli Aleramici: il Monferrato

Siamo giunti alle ultime battute delle riprese del docufilm “Aleramici in Sicilia”. Il progetto, partito tre anni fa per testimoniare questa storia di “immigrazione al contrario”, da nord a sud, che caratterizzò la fine dell’XI secolo italiano, è giunto alle riprese finali.

Dopo aver percorso un viaggio che ha portato il produttore e direttore del...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio