04 Agosto 2020

I " MISTERI " DI CAMARINA " DI FRANCESCO EREDDIA

D’alte virtù e d’olimpiche corone
Il dolce fiore, dono di Psaumide
E dell’instancabile suo carro,
con lieto animo accogli, o figlia dell’Oceano.
Egli la tua città ricca di popolo
Fece più grande,
o ninfa Camarina, quando di sacrifici onore rese
ai sei duplici altari degli Dei
nelle feste grandissime d’Olimpia
e con quadriga e carro ed a cavallo
nei giochi gareggiò dei cinque giorni.

Nell’estate del 456 a.C. il camarinese Psaumide, facoltoso allevatore di cavalli, asini e muli, si reca a Olimpia, in Grecia, e là partecipa ai giochi quadriennali della 82esima olimpiade. Vince strepitosamente nel celéte, la corsa con le bighe trainate dalle mule e, rientrato in patria, viene accolto trionfalmente a Camarina con cortei e banchetti. Il poeta Pindaro (518-438 a.C.), greco di Tebe ma trapiantato ad Atene, compose allora due odi olimpiche o epinici (“canti per la vittoria”), delle quali una, la IV, venne cantata da un coro di ragazze camarinesi durante il corteo trionfale e l’altra, la V, nel corso del grandioso convito cittadino. Nella sua visione profetica e mistica della vita, Pindaro vedeva nelle vittorie dell’uomo il segno tangibile della presenza divina nelle cose umane, e durante il soggiorno siciliano (prima alla corte del tiranno Gerone di Siracusa e poi di Terone d’Agrigento) accentuò gli elementi mistici della sua religiosità e delle sua poesia, entrando in contatto con le comunità orfico-pitagoriche assai fiorenti

Dopo alterne vicende - che avevano visto i camarinesi, inclini quasi per disposizione naturale all’autonomia e alla libertà, in lotta ora con Siracusa ora con Gela – nel 461 a.C. aveva avuto inizio il periodo storico più prospero per Camarina. La sua importanza economica e politica - ben simboleggiata dalla vittoria olimpica di Psaumide del 456 - raggiunse l’apogeo proprio intorno alla metà del V secolo, al punto che, come ha calcolato lo storico tedesco K.J. Beloch , la città raggiunse i 15-20 mila abitanti e, con i sobborghi (principalmente quello di Scoglitti), circa 30 mila. Tanto grande fu in quel periodo il suo peso politico e militare che, quando nell’ambito della guerra del Peloponneso fra Atene e Sparta avvenne la spedizione ateniese in Sicilia (415-13), i Siracusani, alleati di Sparta, e gli Ateniesi si contesero l’intervento e il sostegno di Camarina. Secondo lo storico greco Tucidide, la nostra colonia assunse dapprima un atteggiamento neutrale, ma poi, profilandosi sempre più certa una vittoria dei Siracusani, i camarinesi inviarono a Siracusa un corpo di spedizione costituito da 500 opliti, 300 lanciatori di giavellotti e 300 arcieri.

Il culto più diffuso - che appare, in tutta la Sicilia, esclusivo di Camarina - era quello di Atena , dea protettrice della città con il suo tempio sulla sommità del promontorio. Molto diffuso era anche il culto di Demetra e Core (Cerere e Proserpina per i latini). Il tempio - che sorgeva fuori dalle mura dell’abitato e che in età bizantina venne trasformato in una chiesa dedicata alla Madonna - costituiva un luogo di contatto fra la cultura greca e quella indigena: essendo queste dee due divinità agrarie (“spiriti del grano”, secondo la definizione degli antropologi) associate ai riti della fecondità, esse potevano essere facilmente assimilate ad analoghi riti e divinità delle religioni indigene. Nel mito, tutto siciliano, del “ratto di Proserpina”, infatti, è adombrato tutto il ciclo del grano, dalla semina (simboleggiata da Core-Proserpina, figlia di Demetra-Cerere, costretta a vivere per sei mesi all’anno sotto terra) alla lunga e lenta incubazione (Demetra-Cerere che cerca la figlia per tutta la terra), fino alla germinazione, alla maturazione delle spighe e al raccolto. La madre rappresentava la fertilità della terra e l’abbondanza delle messi, colei che, introducendo gli uomini ai segreti dell’agricoltura, aveva garantito loro l’alimentazione basilare e la vita. I riti in onore di Demetra e Core si svolgevano a Camarina a metà agosto con processioni e fiaccolate notturne, come avveniva a Eleusi, piccolo borgo a circa 20 km da Atene, dove ogni anno si celebravano i cosiddetti “misteri eleusini” con una lunga processione che partiva da Atene e lungo la Via Sacra innalzava inni a Demetra e Dioniso (dio della vite e, più in generale, della morte e resurrezione della vegetazione). Al tramonto, giunti a Eleusi, si svolgeva una veglia notturna tra fiaccole, canti e danze, fino alle prime luci dell’alba.
Successivamente il culto per Demetra fu trasferito alla Vergine con la festa della “Madonna di Cammarana”, celebrata fino ai giorni nostri a Scoglitti il giorno di Ferragosto.

Nel corso del IV secolo, invece, Camarina appare dalle fonti storiche nient’altro che una modesta alleata di Siracusa e del suo tiranno, Dionigi I. In questa fase di innegabile decadenza cominciarono a diffondersi i “misteri orfici”.
La tradizione, infatti, parla di un Orfeo (probabilmente una sorta di nome d’arte), poeta epico di Camarina, al quale viene attribuito un poemetto intitolato Discesa all’Ade. Certo è che, in un momento storico di declino dopo i fasti del glorioso passato, poteva aver facilmente presa sulla popolazione camarinese una dottrina, come quella orfica, che si rifaceva al mitico poeta Orfeo, che grazie alle sue virtù poetiche aveva potuto scendere nell’Ade per cercare di sottrarre alla morte la moglie Euridice. Quella dottrina, organizzatasi in forme associazionistiche cultuali, proponeva all’uomo una via di salvezza che, attraverso la purificazione ottenuta col distacco da tutto ciò che nella vita è materiale (potere, ricchezza, etc.), conduce alla beatitudine celeste e al ricongiungimento dell’anima, purificata dal peso carnale, con la sua origine celeste. Elementi essenziali erano in questa dottrina i simboli dell’acqua e delle sorgenti: l’acqua lustrale era simbolo di purificazione, come lo sarà peraltro anche nei riti cristiani. In una città che fin nel nome si richiamava a una ninfa fluviale o di sorgente (la “ninfa Camarina” invocata da Pindaro nella sua ode), era inevitabile che gli strati sociali più colpiti da quella profonda crisi (politica, economica e spirituale) si rivolgessero a una religione sommersa e “popolare” capace di offrire la speranza di un superamento futuro di quella precaria e lacerante realtà.
Le idee di base della dottrina orfica sono state ricostruite attraverso le laminette d’oro appese al collo dei defunti, che servivano da viatico per assicurare al morto il successo nel viaggio ultramondano e la difesa contro le potenze infernali. Queste laminette con su incise delle formule rituali sono state trovate prevalentemente nell’Italia meridionale, area con la quale Camarina intratteneva fin dal V secolo rapporti commerciali esportandovi soprattutto il suo vino “Mesopotamium”, antenato dell’odierno “Cerasuolo di Vittoria”. In quelle lamine il defunto viene paragonato a un agnello sacrificale (elemento simbolico di derivazione dionisiaca, che qualche secolo dopo ritroveremo nel Cristianesimo), e viene invocata Mnemosyne, la dea della Memoria, perché aiuti l’anima a ricordare, dopo la reincarnazione, le vite precedenti.
Appartiene a questo clima politico e culturale camarinese un’iscrizione funeraria di calcarenite rinvenuta a Passo Marinaro, studiata, datata, decifrata e tradotta da un insigne grecista vittoriese, Virgilio Lavore. L’epigrafe è dedicata a una donna morta in giovane età, Ippò, il cui nome richiama una ninfa fluviale o di sorgente. L’iscrizione suona così nella suggestiva traduzione poetica di Virgilio Lavore: “Ippò, che onorò la Saggezza e venerò la Giustizia, / Ippò, nel fiore degli anni, il respiro lasciò della vita”. “Non è improbabile - afferma Lavore nei suoi studi di ricostruzione - che la mitica Ippò venisse considerata una ninfa fluviale o, meglio, una ninfa di sorgente e, come tale, fosse accolta nella toponomastica camarinese, a dar nome a una delle numerose fonti che convogliano le loro acque nell’alveo del fiume di Camarina. E’ solo un’ipotesi, ma se l’esistenza di tale nome trovasse un concreto e documentato riscontro topografico, non sarebbe allora illegittimo supporre che nell’olimpo camarinese la ninfa Ippò avesse un culto e, per conseguenza, non poche donne, a Camarina, ne portassero il nome. Ciò renderebbe meno sorprendente il fatto che, in una zona così povera di reperti sepolcrali, ce ne sia pervenuto proprio uno in cui il nome della defunta richiama inevitabilmente il nome del fiume Ippari.”.
A queste acute e profonde osservazioni di Lavore, e alle altre relative alle virtù orfiche della “Saggezza” e della “Giustizia” e agli ambienti orfici camarinesi, ci permettiamo di aggiungere che nelle laminette d’oro, di cui prima si è detto, frequenti sono i simboli dell’acqua e delle sorgenti. In una di esse, ad es., rinvenuta in Calabria e attribuita al IV sec. a.C., c’è la seguente iscrizione: “E troverai a sinistra delle Case di Ade una fonte / e ad essa vicino un bianco cipresso; / a questa sorgente guardati dall’accostarti. / Ne troverai un’altra, di Mnemosyne del lago / fredda acqua scorrente…”. L’acqua lustrale, simbolo di purificazione, era un elemento essenziale nei riti orfici, come lo sarà peraltro in quelli cristiani. Si tratta di indizi - frammentari, labili ma assai suggestivi - di una religiosità “popolare” sommersa che, in un momento di profonda crisi collettiva (politica, economica e spirituale) dell’intera comunità camarinese, offriva alla gente la speranza di un aldilà di oblio e di pace.


FRANCESCO EREDDIA



Notizie Flash

PALERMO - I COORDINATORI DI DB CONTRO L'IMBARBARIMENTO DELLA POLITICA

RAGUSA - 5 INCARICHI DI RESPONSABILE DI STRUTTURA SEMPLICE E DIPARTIMENTALE ALL'ASP

RAGUSA - RIDURRE AL MINIMO LA INVALIDITÀ POST ICTUS

RAGUSA - PROTOCOLLO TRA CONSULTA FEMM. E CASA DELLE DONNE

MODICA - INTERROGAZIONE DI IVANA CASTELLO SULLA LIQUIDITA'

COMISO - I CONSIGLIERI DI DB PLAUDONO ALLA GUNTA SCHEMBARI

03-08-2020 17:46 - Attualità
[]
Donazioni di sangue: ottimo a Luglio, l’impegno è continuare con il trend!
Il numero delle unità di sangue che le Avis della Provincia di Ragusa, grazie ai donatori, hanno raccolto a Luglio 2020, sono 3.661, (un +382 rispetto al 2019). Trattasi di un risultato che giudichiamo di grandissima valenza, per molti versi inaspettato, viste le notevoli difficoltà del momento particolarmente complesso a causa del Covid-19.
“Il merito di questa performance” – dichiara il Presidente Avis Provinciale, Dr...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
01-08-2020 18:10 - Politica
[]
il coorzdinatore Cugnata
“Lo avevamo detto a chiare lettere: prima del nome per noi di Forza Italia viene il progetto. E così è stato. Adesso che stiamo entrando nel vivo delle campagne elettorali, e i candidati stanno mostrando ai vittoriesi come intendano guidare la città, è arrivato il momento di sciogliere le nostre riserve. Forza Italia sarà in campo per sostenere il candidato della coalizione di centrodestra Salvo Sallemi nella sua corsa verso le urne”. A parlare è il commissario provinciale di Forza Italia a R...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
01-08-2020 12:45 - Politica
[]
il presidente della Comm. Gigi Bellassai
Riaprire le scuole è una priorità da raggiungere in un clima di concordia e collaborazione. Riunita la quinta commissione consiliare per fare il punto sulla situazione in sede locale.

Riaprire le scuole è una priorità da raggiungere in un clima di concordia e collaborazione istituzionale e politico, è questo il principio fondamentale emerso nella riunione della V Commissione Consiliare, Pubblica Istruzione, Cultura, Lavoro, Solidarietà e sicurezza sociale, Sport, Turismo, Problematiche giovani...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
01-08-2020 12:29 - Economia
[]
Il presidente provinciale Confcommercio Ragusa Gianluca Manenti
Le vendite al dettaglio nel mese di giugno 2020
hanno fatto registrare, anche in provincia di Ragusa,
un aumento del 12,1% rispetto a maggio
Manenti (Confcommercio): “Ma siamo lontani dai livelli pre Covid”

A giugno le vendite al dettaglio, al netto della stagionalità, registrano, anche in provincia di Ragusa, un aumento del 12,1% rispetto a maggio, trainate dalla ripresa dei beni non alimentari dopo il crollo nel periodo dell’emergenza Covid-19. Lo rileva il presidente provinciale Confcommercio...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
30-07-2020 18:03 - Cultura & Arte
[]
A Ragusa nasce la Short Film Distribuzione

È la prima casa di distribuzione cinematografica nata in Sicilia, a Ragusa: si chiama Short Film Distribuzione ed è dedicata in maniera specifica ai cortometraggi. “La distribuzione di film brevi creati da giovani autori indipendenti è sempre più complessa - spiega Antonio Carnemolla, ideatore del progetto - per questo motivo ho deciso di dar vita all’iniziativa, per promuovere, vendere e distribuire le opere di registi nei Festival di Cinema di tutt...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-07-2020 11:45 - Sport
[]
“C saremo anche noi!”: l’Ardens Comiso F.lli Dipasquale è promossa in serie C
Era ormai nell’aria da diverso tempo e adesso è arrivata l’ufficialità: la F.lli Dipasquale Comiso parteciperà al campionato di Serie C la prossima stagione.
Il reintegro, deciso dalla Federazione Pallavolo Sicilia dopo la consulta dei presidenti dei comitati territoriali e del consiglio regionale, era atteso dalla dirigenza e dalle giovani atlete biancorosse che hanno disputato un campionato di serie D splendido nel...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-07-2020 11:31 - Sport
[]
I giovani ciclisti dell'Asd Multicar Amarù festeggiano i risultati di Vittoria
OTTIMI RISULTATI DOMENICA SCORSA A VITTORIA PER I GIOVANISSIMI E GLI ESORDIENTI DELL’ASD MULTICAR AMARU’

I piccoli atleti dell’Asd Multicar Amarù continuano a macinare chilometri e a conquistare risultati di prestigio. E’ accaduto anche domenica scorsa a Vittoria, nella crono su strada seconda edizione Trofeo open door, con i Giovanissimi e gli Esordienti che hanno dato prova, ancora una volta, della loro capacità e della determinazione finalizzata a tagliare il traguardo davanti agli altri. Q...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-07-2020 19:26 - Attualità
[]
La migliore arancina di Sicilia? Né a Palermo né a Catania, bensì a Comiso. La “Cantunera” di Sandro Pace, infatti, è campione regionale nella guida Street Food 2021 del Gambero Rosso. Il prestigioso riconoscimento è arrivato nei giorni scorsi.
“Mi congratulo con Sandro Pace e lo staff di Cantunera per il nuovo importante riconoscimento, probabilmente il maggiore, che sia stato conseguito in otto anni di attività – ha commentato l’assessore allo Sviluppo economico Giuseppe Alfano -. Comiso, c...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-07-2020 17:26 - Politica
[]
IL COMUNE DI RAGUSA SPENDE 930 EURO PER ACQUISTARE UN NOTEBOOK ULTRALEGGERO ALLO SCOPO DI SODDISFARE UNA RICHIESTA DELL’ASSESSORE BARONE, IL PD CITTADINO E IL CAPOGRUPPO CHIAVOLA: “MA NON POTEVA COMPRARSELO DA SOLO? MA DOVE E’ FINITA LA BUONA POLITICA?”

“Ci sono momenti (dovrebbe accadere sempre ma in alcuni frangenti più che in altri) in cui la politica dovrebbe interrogarsi su tutto quello che fa, su tutti i passi che compie e in cui i cittadini sono legittimati a chiedere conto e ragione d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-07-2020 11:01 - Attualità
[]
La consegna degli ombrelloni alla presenza dell'assessore Viola
Palazzo San Domenico – Modica, lì 26 luglio 2020

Nell’ambito del progetto “Mare senza frontiere 2”
Il Rotaract club dona ombrelloni all’ente da destinare alle piattaforme diversamente abili

La donazione di tre ombrelloni al Comune da parte del Rotaract club di Modica è avvenuta stamani nella spiaggia di Marina di Modica. La neo presidente, Delia Vindigni, ha consegnato all’assessore ai Servizi Sociali del Comune, Rosario Viola, gli ombrelloni da utilizzare presso le piattaforme riservate ai dis...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-07-2020 11:34 - Attualità
[]
Primo direttivo del Lions di Comiso-Terra iblea per l’anno 20/21 con la presenza di tutti i componenti e la partecipazione del Presidente dell’ VIII circoscrizione Giuseppe Russotto.
Con il motto quest’anno “Facciamo germogliare nuove energie al servizio della comunità” si è avviato un inizio dell’anno sociale all’insegna della solidarietà con la consegna del riconoscimento ai protagonisti dell’iniziativa “Il dono dell’ospitalità” Marco Distefano, Salvo Purromuto, Vincenzo e Nunzio Schembari ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-07-2020 11:47 - Attualità
[]
Anche Comiso ha ricevuto il riconoscimento regionale per quanto concerne la percentuale di raccolta differenziata. “ Ci lusinga e ci rende orgogliosi dei nostri concittadini che fanno bene la differenziata, ma non basta. Continuiamo infatti con controlli e sanzioni”. Dichiarazioni dell’assessore Biagio Vittoria e del sindaco, Maria Rita Schembari.

“ Le percentuali di differenziata – spiega l’assessore Biagio Vittoria – sono state buone nel 2019 e sono ottime già dai primi mesi del 2020. Possi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-07-2020 11:23 - Economia
[]
POSTE ITALIANE: LE PENSIONI DI AGOSTO
IN PAGAMENTO DA LUNEDÌ 27 LUGLIO

Ritiro possibile da oltre 7.000 Postamat per chi ha scelto l’accredito.
Per coloro che invece devono necessariamente recarsi negli Uffici Postali
per il ritiro in contanti sarà effettuata una turnazione in ordine alfabetico.
Gli over 75 possono delegare al ritiro i Carabinieri

Roma, 24 luglio 2020 – Poste Italiane comunica che le pensioni del mese di agosto verranno accreditate a partire da lunedì 27 luglio per i titolari di un...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-07-2020 11:11 - Attualità
[]
POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DI RAGUSA IL TURNO
ALLO SPORTELLO SI PRENOTA TRAMITE WHATSAPP

L’innovativo servizio è già attivo in 14 Uffici Postali del Ragusano

Palermo, 20 luglio 2020 – In 14 Uffici postali di Ragusa e provincia da oggi è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp direttamente dal proprio cellulare.

Il servizio è attivo nei comuni di: Ragusa, Comiso, Ispica, Modica, Pozzallo, Scicli e Vittoria.

I nuovi Gestori delle Attese installati da Poste Italian...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
[]
01-08-2020 17:05 - Cultura & Arte
[]
SHUMA di e con Peppe Macauda

Organizzato da CGIL Ragusa, Mediterranea Hope Casa delle Culture di Scicli, Casa delle Donne Scicli, Camera del Lavoro di Scicli, Auser Territoriale di Ragusa e Auser Scicli, con il Patrocinio del Comune di Scicli, tratto dal testo "Shuma tra gli abissi " di Dario Muratore con le illustrazioni di Bruna Fornaro, l’organizzazione Santa Briganti, con il sostegno di CSD - Casa Evangelica Valdese di Vittoria, ha messo in scena lo spettacolo " SHUMA " di e con Peppe Mac...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
30-07-2020 17:54 - Cultura & Arte
[]
CRESCE LA TENSIONE. IL 2 AGOSTO AL CASTELLO DI DONNAFUGATA VA IN SCENA
“INVISIBILI. MEMORIE NOTTURNE DEL VAL DI NOTO”. SPETTRI E FANTASMI DELLA
TERRA IBLEA PRENDERANNO VITA E RACCONTERANNO LE LORO STORIE.

RAGUSA – L’aria è già pregna di mistero e tensione. Il Castello di Donnafugata abbandona il
velo onirico che lo veste abitualmente per indossare abiti più torbidi, macchiati del sangue
che bagna il passato del Val di Noto. Il 2 agosto (con repliche il 24 e il 30 agosto), nel doppio
orario delle 20...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
30-07-2020 17:27 - Cultura & Arte
[]
Diciotto secondi: il nuovo libro di Nausica Zocco.

“La verità è sempre un’altra e sta in mezzo. Ragion per cui non restava che andarsene”: questo l’incipit di Diciotto secondi, l’ultimo libro di Nausica Zocco.

Si tratta di un progetto di scrittura creativa che già dal titolo e dalle prime pagine suscita curiosità perché il concetto del tempo nel romanzo della scrittrice modicana rivela una tenacia e un racconto di vita indelebile, scandendo vicissitudini di un giorno come di un anno o di una vi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-07-2020 18:24 - Cultura & Arte
[]
Venerdì, 31 luglio, a Scicli, si presenta il volume del dr. Carmelo Cataldi: Il cioccolato a Modica tra storia, finzione e mito.

All'interno della manifestazione: Il cioccolato della Sergenzia di Scicli, con il Patrocinio morale del Comune di Scicli.

Con il patrocinio morale del Comune di Scicli, venerdì 31, alle ore 20.15, in largo Gramsci, si terrà la manifestazione culturale dal titolo: Il cioccolato della Sergenzia di Scicli, evento organizzato dal Club per l'Unesco di Scicli, unitamente al...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-07-2020 18:59 - Cultura & Arte
[]

“Jazz sotto le stelle” al PataPata: si inizia giovedì con il Giuseppe Blanco Quartet

Si entra nel vivo dell’estate 2020 del PataPata con tutti i servizi che servono per rendere indimenticabile la propria vacanza a Sampieri: ristorante, lounge bar, pizzeria, servizi in spiaggia, dj-set, concerti live, presentazioni di libri e giovedì 30 luglio si inaugura anche la rassegna “Jazz sotto le stelle” che, tutti i giovedì, fino al 27 agosto, con inizio alle ore 21.30, incanterà il popolo del PataPata...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-07-2020 18:39 - Cultura & Arte
[]
Lo Stabat Mater di Pergolesi inaugura Vespero Musicale:

appuntamento il 3 agosto a Modica

Con lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi si aprirà, lunedì 3 agosto alle ore 21 nell’atrio di Palazzo San Domenico a Modica, la terza edizione di Vespero Musicale, il festival estivo ideato dell’Associazione Mozart Italia, che anche quest’anno rinnoverà la magia di far risuonare tra le vie del Barocco le note della musica barocca. A cominciare proprio da questa celebre composizione sacra per sopr...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-07-2020 18:30 - Cultura & Arte
[]
Trio Lanzini
IL FLAMENCO DELLO SPETTACOLO “RITMO” E LA MUSICA DEL TRIO LANZINI OSPITI DEI PROSSIMI DUE APPUNTAMENTI DI MELODICA, IN PROGRAMMA IL 31 LUGLIO E IL 2 AGOSTO AI GIARDINI IBLEI DI RAGUSA IBLA.

RAGUSA – Continua l’estate iblea in compagnia della musica internazionale di Melodica con la direzione artistica di Diana Nocchiero e il patrocinio dell’Assessorato allo Spettacolo del Comune di Ragusa. Il 31 luglio il viale centrale dei Giardini Iblei di Ragusa Ibla, che ospitano eccezionalmente gli ultim...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-07-2020 11:09 - Attualità
[]
Palazzolo Acreide, sei chef Euro Toques insieme per la seconda edizione di “Settecento Ristorante and Friends”

PALAZZOLO ACREIDE (SR). Sei chef, componenti Euro-Toques Italia, portano in alto le eccellenze siciliane dando vita a una serata in nome dell’amicizia e del buon gusto. È la seconda edizione di “Settecento Ristorante and Friends”, l’evento che si terrà il 28 luglio alle ore 20 nella suggestiva location del Ristorante Settecento in via Orologio n.6, a Palazzolo Acreide.
La kermesse na...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-07-2020 16:58 - Cultura & Arte
[]
L'ATTUALITÀ DEL RIG VEDA, UN CASO ECLATANTE
LUGLIO 21, 2020

di Kenan Digrazia

L’inno 164 contenuto nel primo libro del Ṛg Veda Saṃhitā è stato redatto circa tremila anni fa. Ciò che stupisce profondamente, anche valutando i dubbi che necessariamente sorgono dalla traduzione di un testo così antico, è il fatto che in esso sono contenuti dei temi paragonabili con il pensiero filosofico occidentale, con Kant ad esempio. Un altro aspetto sorprendente è la comprensione e l’esposizione dei fenomeni c...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




20-07-2020 12:14 - Cultura & Arte
[]
La ricetta dell'archetipo di cioccolato “di Modica” di Leonardo Sciascia.

Ossia la ricetta di don Carmelo Ruta, “ra Bonajutu”.

In molti, soprattutto i così detti “parvenues” del cioccolato modicano, hanno voluto, nel propagandare il loro prodotto, che come si andrà a vedere nulla ha a che fare con quello vero e tradizionale, associare il nome del prodotto ad un personaggio siciliano importante della letteratura contemporanea e cioè Leonardo Sciascia.
Sciascia, visitando negli anni 80 del secol...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]

DELLE COSE DI SICILIA

Utenti Online
19

Visitatore Numero
1351490

totale visite
4894906


invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio