18 Febbraio 2019
Categorie

" I PAPA E I DE NARO PAPA NELL'OTTOCENTO A MODICA " della dott/ssa Clementina Papa

LE FAMIGLIE ARISTOCRATICHE DI MODICA:
ORIGINI, SVILUPPO E POLITICHE MATRIMONIALI
I PAPA E I DE NARO PAPA NELL’OTTOCENTO A MODICA

Sensazione di restituzione della Famiglia da parte della Città per il prevalente “ruolo pubblico” della Famiglia, più interessata all’esterno che alle dinamiche familiari interne ( più ad " extra "che ad "intra ")

E' facile imbattersi nella ricostruzione digitale dell’albero genealogico della Famiglia, fin dall’arrivo a Modica con il Protomedico Santoro nella seconda metà del 1700: alle origini nobiliari della Famiglia fa riferimento lo stemma lapideo conservato all’interno dell’attuale seconda Casa Papa a Modica, oggi “Casa Don Puglisi”. La presenza dei Papa a Modica per circa 250 anni è documentata grazie agli studi di Raffaele Grana Scolari, di Enzo Sipione e della Preside prof.ssa Maria Iemmolo, che qualche anno fa curò una pubblicazione su Carlo Papa.
Le caratteristiche più evidenti, che hanno attraversato le varie generazioni dei Papa, sono state la VENA LETTERARIA, l’ IMPEGNO POLITICO e la LINEA FILANTROPICA ( O RELIGIOSA) : in modo meno evidente ma documentabile, la predisposizione per gli studi di Medicina che risale al capostipite.

Grazie alla memoria collettiva sentita a Modica, che sente come un binomio i Papa e i De Naro Papa, si può ben dire subito che è sempre la stessa famiglia Papa. Nella linea denominata “De Naro Papa”, il “De Naro” fu solo l’aggiunta che ebbe al cognome paterno Giuseppe Papa, fratello del deputato Carlo Papa ( quello della statua): Giuseppe fu adottato dalla famiglia della zia Teresa Papa ,che aveva sposato Pasquale De Naro. (Lo adottò Vincenzo, fratello di Pasquale).
Pertanto la linea De Naro Papa è la discendenza di Giuseppe Papa, uno dei tredici figli di Raffaele Papa e Clementina Emmolo.

Dall’arrivo a Modica ad oggi nove generazione di Papa si sono susseguite; la generazione importante per Modica, nell’Ottocento, è la quarta, costituita dai tredici figli di Raffaele e di Clementina Emmolo di Scicli, figlia di Francesco, barone di San Pancrazio. Nascono tutti nella Prima casa Papa, attigua alla Chiesa del SS.Salvatore.
Il primogenito di questi fu l’”intellettuale” Carlo Papa ( questa la definizione che può definirlo sinteticamente ).
Raffaele, marito di Clementina Emmolo, laureato in Giurisprudenza, fu filantropo, componente il governo provvisorio della rivoluzione del 1848, cassiere comunale e, con Grana Scolari, “poiché la cassa comunale si trovava esausta, egli prontuò delle vistose somme ed ebbe poi a subire varie perdite. Fu anche tesoriere delle Opere Pie. Forte dei beni ereditari rafforzati da quelli della moglie ebbe in breve mezzi sufficienti per ampliare e mantenere l’enorme casa del Salvatore, non sappiamo se comprata o fatta costruire dagli ascendenti. E’ questa la Prima Casa Papa a Modica.
Il primogenito è CARLO, che nasce nel 1825 e muore nel 1880. Come accennato è il principale esponente della famiglia.
Lo ricorda ogni giorno ai modicani la Statua collocata oggi di fronte al Liceo Classico che ha seguito anch’essa i cambiamenti “di posto” dovuti alla storia. Sulla lapide:
A CARLO PAPA
ANIMO DI AUTENTITA TEMPRA E VIRTU’
IL CUI CANTO
FU IDEALE ALTISSIMO DI PATRIA
LA VITA
APOSTOLATO DI DOVERE E DI SACRIFICIO
I SUOI CITTADINI, QUESTO MARMO
A PERENNE MEMORIA
ERESSERO
MODICA, ANNO 1891

La statua fu inizialmente collocata al centro dell’attuale piazza Matteotti, in un tempo in cui c’era ancora la Chiesa di San Giovanni Battista dei Cavalieri di Malta, e serviva a denominare la piazza come “Piazza Carlo Papa”.
Resistette alla trasformazione della Chiesa in Cinema.
Nel Ventennio la Piazza diventò “Piazza Mussolini” e la statua di Carlo Papa venne spostata davanti al Palazzo degli Studi, a ricordo della migliore realizzazione di Papa a favore della città, l’istituzione dell’Istituto Tecnico e del Liceo Classico.
Carlo Papa fu poeta, letterato, avvocato, parlamentare, protagonista del 1860 a Modica, antesignano del cattolicesimo liberale. (Caldeggiò la composizione dei rapporti tra lo Stato e la Chiesa, scrisse “Il Cattolicesimo e l’Italia”). Con una definizione adatta al nostro tempo, Carlo trova nella dimensione intellettuale la cifra della sua espressione; quella fortissima dimensione intellettuale che aveva impensierito lo zio giudice a Palermo, che lo seguiva negli studi, che ancora ragazzo ebbe a definirlo “Buono a saper tutto, deciso a non far niente!” ( L’avv. Emanuele Vernuccio, bisnonno dei fratelli Di Raimondo, nella ristampa del 1882 del “Vespro Siciliano” (uno dei primi scritti di Carlo Papa) scriveva: “dotato d’irrompente vena poetica servivasi della poesia come di mezzo potente per iscreditare i nostri oppressori e infiammare il coraggio degli oppressi”. Infatti le cronache del tempo riferiscono che “ La dama Rossa” , acceso inno antimonarchico da lui composto, divenne il canto dei giovani rivoluzionari.( La legione universitaria comandata da La Farina).
Fece nascere a Modica la prima tipografia; nacque la “Società Tipografica” detta anche Stamperia Gioberti gestita dal messinese Mario La Porta. Fu più volte Sindaco di Modica; il bene comune e l’interesse verso le classi meno abbienti furono il fulcro della sua opera politica e umanitaria. Si deve a lui, quando si ritirò dalla vita politica, la fondazione della Società Operaia di Mutuo Soccorso che porta il suo nome. La vera eredità che lascia alla città la realizza quando come parlamentare riceve l’incarico della Pubblica Istruzione nella Sicilia Sud Orientale: a Modica fonda l’Istituto Tecnico ed il Liceo Classico; Modica diventa il quarto polo per l’istruzione in Sicilia nella seconda metà dell’Ottocento.
Gli ultimi anni della sua vita furono segnati da sentimenti di amarezza e delusione che lo portarono ad aderire alla Massoneria. Ma quando fu in pericolo di vita “chiese i Sacramenti” e scrive Enzo Sipione “il sac. Santi Tagliarini, della compagnia di Gesù da Vallelunga, che in questa città predicava per la Quaresima nella Chiesa Madre di San Giorgio, ne ricevette la confessione e gli amministrò il SS. Viatico che l’infermo ricevette con la più viva compunzione”. C’è anche la triste pagina dell’”Eccidio dei nove” che è stata ricostruita dal giudice Chiaula e pubblicata dal " Dialogo " che lo vede giudice della Commissione Speciale. Fu sepolto ai Cappuccini, dove si trova ancora la sua salma (La Preside Iemmolo riporta tutta la sua non facile ricerca della tomba di Carlo Papa; già Grana Scolari ricordava che “la signora Rachela Gnecco da Genova, venuta in Modica, andava ai Cappuccini per pregare per l’anima sua”.
Carlo Papa sposò Rosa Schifitto di Ragusa, ma non ebbe figli.
La storia delle Famiglie di Modica è anche storia di Case o Palazzi. Carlo nacque nella Casa Papa del Salvatore; poi fece costruire l’attiguo Palazzo oggi sede della Casa Don Puglisi.
Quando per rapporti con i conti Gnecco venne in possesso della 1^ Casa Grimaldi la fece ristrutturare e vi si stabilì. E come ricorda la lapide alla Società Carlo Papa morì nella sua Casa di Via Castello. In campagna, al Pirato, fece costruire la villa, oggi conosciuta come “Villa De Naro Papa”.
La Prima Casa Papa del Salvatore e la seconda che lui fece costruire, passate successivamente in proprietà della nipote Concettina Papa Polara furono donate all’Ente Giuridico “Seminario di Noto”: oggi costituiscono locali parrocchiali della Chiesa del SS.Salvatore e, come detto, la Casa Don Puglisi.
Dopo Carlo nascono molte sorelle: Carmela sposa Benedetto Ascenzo e sarà la suocera di Clemente Grimaldi e Maria Teresa sposerà Giuseppe Giunta. Altre cinque sorelle di Carlo furono monache, di queste tre benedettine, una carmelitana ed un’altra a casa.
Le tre benedettine contribuirono alla edificazione dell’attuale Convento benedettino di Modica (il 3°) e Madre Cecilia (al secolo Giovanna Papa ) nata nel 1839 e morta nel 1917 fu anche Madre Superiora. Tutto questo ce lo ricorda uno storico della Diocesi di Noto, mons. Guastella.
Un altro fratello di Carlo fu Canonico a San Pietro: lui donò alla Chiesa il terreno al quartiere Dente dove fu costruita la nuova Chiesa e l’oratorio di S. Anna. Fu anche comproprietario per metà della Chiesa di San Giuseppe che donò al Parroco di San Giorgio del tempo, sac. Moncada.
I fratelli di Carlo che continuano la Famiglia sono Gioacchino e Nicola che nascono circa venti anni dopo; Gioacchino sposa Concetta Blandini, Nicola Anna Giovanna Polara. (Quindi i legami matrimoniali di questa generazione sono Ascenzo, Giunta, Blandini, Polara)
Gioacchino ebbe undici figli (anzi dodici) ; Nicola ebbe tre figli ( anzi quattro).
Da una relazione di Gioacchino nacque una figlia a cui fu dato nome Antonietta Mercantini, la mamma del sac. Pietro Battaglia con cui si formò ad Ispica l’arcivescovo di Palermo,mons. Corrado Lorefice. Ad Ispica tutti ricordano i tratti signorili e la squisita sensibilità della signora Mercantini-Papa e del figlio sacerdote.

Nicola restò giovane vedovo; da una relazione nacque un figlio Nino; Nicola riconobbe questo figlio e gli diede cognome e patrimonio. Da questa legittimazione deriva l’altra linea dei Papa nella quale splendono le caratteristiche delle prime tre generazioni e che è stato sempre conosciuta come quella dei “ Papa del Generale!” perché Carlo, vissuto nel primo Novecento, fu generale del Genio Militare.
Nella quinta generazione, i legami matrimoniali sono con i Floridia, i La Rocca, i Garofalo, e Carmelo,il professore di diritto che andò via da Modica, Teresa del Fiorentino. E , sempre nella quinta generazione gli esponenti principali sono l’avvocato Raffaele Papa;( eredita molti tratti della personalità del famoso zio Carlo, anch’egli poeta , avvocato e con rilevanti ruoli pubblici (fu il primo presidente dell’Opera Pia Grimaldi ) e Concettina già ricordata (quella che donò le prime Case Papa al seminario di Noto). Donna molto religiosa, soprannominata a casa “il cardinale”, oltre alla donazione delle case fece anche edificare a metà del Novecento la Chiesa di Cozzo Rose totalmente a sue spese. Risale anche al suo patrimonio il terreno dove oggi sorge la Chiesa di Sant’Elena. La sorella Clementina ( la moglie dell’avvocato) fece costruire la Chiesa di San Raffaele Arcangelo in Cipolluzze.
Attorno a queste chiese rurali nel Novecento si è costruito un tessuto sociale nelle campagne di Modica. Per gli altri fratelli dell’avv. Raffaele credo sia sto più difficile l’adattamento al “cambiamento dei tempi” che mi pare molto più realizzato negli altri due rami.

dott/ssa Clementina Papa

nelle foto 1) la prima casa Papa 2 ) il testo della preside Iemmolo 3) interno della casa Papa con stemma 4) stemma di famiglia 5) casa Papa 6) lapide per Concettina Papa 7) piazza Carlo Papa, poi Mussolini e oggi piazza Matteotti 8) villa Pirato o Denaro- Papa 9) casa Don Puglisi o seconda casa Papa 10) chiesa Cozzo Rose

Notizie Flash

RAGUSA - FORMAZIONE DI 7 GRADUATORIE IN AMBITO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO

[ continua ]

MODICA - DROGA NEL B&B

[ continua ]

SCICLI - LE PROPOSTE DELLA " PRO LOCO "

[ continua ]

RAGUSA - LETTERA APERTA DELL'ON. CAMPO AL PREFETTO SULLA SICUREZZA STRADALE

[ continua ]

ISPICA - EVADE DAI DOMICILIARI E VIENE ARRESTATO DAI CC.

[ continua ]

RAGUSA - PER GIORGIO MASSARI LA NOMINA PER I CENTRI STORICI, DA PARTE DEL GRUPPO MISTO, E' UNILATERALE.

[ continua ]

MODICA - ARRESTATO UN PREGIUDICATO PER ESPIAZIONE DI 8 MESI

[ continua ]

MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 14 FEBBRAIO

[ continua ]

RAGUSA - " FRATELLI D'ITALIA " DENUNCIA LE FILE INTERMINABILI PRESSO L'UFFICIO TRIBUTI

[ continua ]

MODICA - RIPARTONO LE RIPRESE TELEVISIVE DELLE SEDUTE CONSILIARI: LO ANNUNCIA MARCELLO MEDICA ( M5S ).

[ continua ]

RAGUSA - NOMINTA LA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE AREA RAGUSA/MODICA

[ continua ]

RAGUSA - EMESSI 7 DASPO DA PARTE DEL QUESTORE PER DEI TIFOSI DEL " RAGUSA"

[ continua ]
[]
Jose_Ignacio_Ceniceros_Gonzalez, presidente SEDEC
Ue, Commissione SEDEC per la prima volta in Italia
Domani e martedì a Palermo la Commissione ricerca e cultura del Comitato europeo delle Regioni
Allo Steri oltre 100 rappresentanti europei tra presidenti di Regione e sindaci
Organizzatore della d...
[ continua ]
[]
Visita degli alunni del Liceo Artistico di Modica dell’Indirizzo Architettura e Ambiente alla mostra “Azioni sulla costa Sud di Palermo” dell’arch. Roberto Collovà, Loggiato di S. Giovanni a Ragusa
Gli alunni del Liceo Artistico, IIS Galileo Camp...
[ continua ]
[]

Differenziata Ragusa, Rivillito (CasSìndaco): “Continuano gli episodi di inciviltà, diamo il buon esempio”

“Nonostante si sia raggiunto il dato del 74% di raccolta differenziata, piazzando Ragusa tra le città più virtuose d’Italia, sono ancora pare...
[ continua ]
[]
Partirà dal primo aprile 2019 il nuovo sistema di raccolta differenziata che, rispetto a quello in vigore, presenterà alcune novità. “ Metteremo in campo tutti gli strumenti necessari per eseguire una corretta differenziazione e un corretto confer...
[ continua ]
[]
L'Assessorato allo sviluppo economico promuove un incontro con le aziende
agricole e zootecniche per parlare del servizio di raccolta differenziata

Fare il punto della situazione sulle procedure che devono essere seguite da parte della aziende agric...
[ continua ]
[]
Lo sfruttamento dei lavoratori nelle campagne del Ragusano
Presentato il report sull’esperienza di “Progetto Presidio”
Il vescovo Cuttitta: "Lo ammetto, ho pianto e non me ne vergogno"

“Quando ho visto le condizioni in cui vivevano uomini, donne e ba...
[ continua ]
[]
DOMENICA AL PALAMINARDI DI RAGUSA IL PRIMO DANCE FESTIVAL IBLEO VALIDO COME TERZA TAPPA DEL RANKING PROMOSSO DA CSEN DANZA SICILIA. CI SARANNO BALLERINI ANCHE DALLA CALABRIA

Sarà di nuovo la città di Ragusa a fare da cornice al ranking regionale Cs...
[ continua ]
[]
Con D.D.G. n. 94 del 8 febbraio 2017, Dipartimento Regionale dell’Energia, nell’ambito del Programma Operativo FESR SICILIA 2014/2020 Azione 4.1.3, è stato ammesso il progetto del comune di Giarratana “Lavori di efficientamento energetico dell’i...
[ continua ]
[]

Palazzo San Domenico – Modica, lì 15 febbraio 2019

Chiusura di tutte le scuole del territorio comunale dal 4 al 5 marzo. Il Sindaco con ordinanza dispone la disinfestazione dei plessi scolastici per fini di salute pubblica

Chiusura delle scuole del...
[ continua ]
[]
Oggi e domani, gli allievi del" Liceo Fermi" di Ragusa sono impegnati in una serie di lezioni che si svolgono nel contesto dell'assemblea studentesca. Sono state organizzate una serie di conferenze e lezioni su temi legati all'attualità e alla vi...
[ continua ]
[]
on. Marialucia Lorefice

SICILIA, LOREFICE (M5S): “IL MIUR STANZIA OLTRE 10 MILIONI E MEZZO PER ADEGUAMENTO ANTINCENDIO SCUOLE”

“Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha dato il via libera al decreto con il quale vengono stanziati oltre 10,5 mi...
[ continua ]
[]
L’adeguamento della rete ospedaliera interessa anche Pte di Chiaramonte

Assenza: “Vigileremo: o revoca provvedimento o soluzione valida e efficiente”

“Sono sempre aperto e pronto ad accogliere istanze e richieste che possano giovare alla rete sanita...
[ continua ]
[]
I CENTRI COMMERCIALI E CROCE ROSSA ITALIANA INSIEME PER UNA GRANDE CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’ NAZIONALE.
ANCHE AL CENTRO COMMERCIALE IBLEO DI RAGUSA

Nelle domeniche del 17 e 24 febbraio in oltre 300 centri commerciali, in tutta Italia, si terrà una r...
[ continua ]
[]
Giuseppe Lo Destro
Giorgio Massari si rassegni: GIORGIO MIRABELLA ha pieno diritto di stare in consiglio comunale

Ci sorprende assai il comunicato del coordinatore di Ragusa Prossima, Giorgio Massari, che non condivide la scelta operata, secondo regolamento, dal capo...
[ continua ]
MENSILE FONDATO A RAGUSA NEL 1966 E RIPRESO A MODICA NEL 1976




[]
I PERSONAGGI PIRANDELLIANI FANNO VISITA AL LORO CREATORE PER RIVENDICARE UNA QUALCHE LIBERTÀ DAL LORO DESTINO LETTERARIO. VENERDÌ 22 FEBBRAIO, ALLE ORE 21.00, AL TEATRO GARIBALDI DI MODICA, LO SPETTACOLO “LUNA PAZZA”, DIRETTO DA GAETANO ARONICA E ...
[ continua ]
[]
Ferlito e Tornambene raccontano la storia di Bandiera
LA RASSEGNA “I COLORI DELLA FANTASIA” PROMOSSA DAL CENTRO TEATRO STUDI DI RAGUSA FA REGISTRARE I PRIMI SUCCESSI CON “LE AVVENTURE DI BANDIERA” RACCONTATE DA SPIGA E SPAGO AI PICCOLI STUDENTI DI ETA’ COMPRESA TRA I CINQUE E GLI UNDICI ANNI

Spiga, Sp...
[ continua ]
[]
Con Paride Benassai nei panni di uno chef
il racconto sul cibo è da leccarsi i baffi
L'attore palermitano porta a Chiaramonte Gulfi il suo “Sale e pepe”
un viaggio comico nelle viscere della sua città per raccontarne
l'identità popolare mediterrane...
[ continua ]
[]

L' Ente Liceo Convitto è lieto di invitarvi al terzo incontro di "Percorsi "che si terrà giorno 22 Febbraio 2019 alle ore 18.00 dal titolo "Cristianesimo e verità.Certezze e inevidenza della fede".a cura del Prof. Michelangelo Lorefice , docent...
[ continua ]
[]
da sx la ds Vittoria Lombardo e l'autrice Maria Badalamenti
”Quando vado a Cinisi io guardo i mafiosi che girano con Lamborghini e Ferrari. Loro abbassano lo sguardo. Io no"...
Così conclude la presentazione del suo libro "Sono nata Badalamenti "Maria Badalamenti nella sala "E . Giudice " a Vittoria, dopo ...
[ continua ]
[]


“ Laboratorio di cinema” è l’ultimo degli eventi organizzati dall’associazione Liber@rte di Comiso che, già dalla sua fondazione, ha incassato grandi consensi e una costante e nutrita partecipazione. L'Associazione Culturale si è sempre prefissata...
[ continua ]
[]
LA PENNA GENIALE E DIVERTENTISSIMA DI GEORGES FEYDEAU SUL PALCO DEL TEATRO “M. PERRACCHIO” DI RAGUSA. SABATO 16 E DOMENICA 17 FEBBRAIO UN’ESILARANTE COMPAGNIA GODOT IN SCENA CON “IL MATRIMONIO DI BARILLON”.

RAGUSA – Ritmo assicurato e tante risate ...
[ continua ]
[]
Modica. Museo Civico Belgiorno si arricchisce di collezioni storiche

Un progetto ambizioso ma anche il più ragionevole obiettivo da raggiungere per valorizzare
a dovere il patrimonio di considerevole valore di cui dispone la città di Modica.
Con ques...
[ continua ]
[]
Al via a Udine la XVI Edizione del Premio Internazionale di Poesia e Prosa ”Giulietta e Romeo Savorgnan ovvero Luigi e Lucina”, elaborati entro il 15 Maggio 2019

Al via a Udine il 14 Febbraio, Festa degli innamorati, la Sedicesima Edizione del Prem...
[ continua ]
[]
Una delle performance di Bruno Stanzione
TUTTO PRONTO PER LO STORYTELLING SU FREDDIE MERCURY IN PROGRAMMA
SABATO 16 FEBBRAIO ALL’EX CINEMA BELLINI DI GIARRATANA. CON STANZIONE UN APPUNTAMENTO DA NON PERDERE PER GLI APPASSIONATI E NON SOLO

Dopo aver trascorso gran parte dell'adolescenza in ...
[ continua ]

p

20-09-2017 11:12 - Attualità
[]
p
[ continua ]

DELLE COSE DI SICILIA

Utenti Online
6

Visitatore Numero
1198477

totale visite
2290190


close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio