15 Febbraio 2019
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

IL COMMENTO - " SESSO, DROGA E CEMENTO: LA FACCIA OSCURA DEL CACIOCAVALLO " di Giorgio Stracquadanio ( CNA )

Giorgio Stracquadanio
Nella distinta e osservante Ragusa da tempo la parola immigrazione fa rima con prostituzione. Il centro storico superiore del capoluogo è diventato negli ultimi decenni un concentramento di case chiuse così elevato da far impallidire il quartiere a luci rosse di Amsterdam. Cinesi, colombiane, cubane, nigeriane, rumene, pronte a soddisfare le voglie sessuali di tante brave e insospettabili persone. Alcune pare che abbiano pure dei profili su internet dove elencano dettagliatamente le prestazioni esercitate nell’appartamentino in zona centro. Le forze dell’ordine non stanno a guardare. Infatti, non vi è settimana che non veda un'operazione di polizia contro una casa di piacere. Quest’anno, solo nei primi giorni di luglio, la polizia ne ha scovate e chiuse sei, ma a Ragusa la voglia di “pilu” è troppo ardente. Secondo un’inchiesta fatta qualche tempo fa da Repubblica, dal titolo “Ragusa a luci rosse”, un’addetta del sesso “produce” in media duemila euro al giorno che moltiplicate per treccentosessantacinque giorni fa 730 mila euro in un anno. Nel quartiere a luci rosse di Ragusa ci saranno almeno 150 operatrici e quindi in un anno, all’interno di quella zona, si sviluppa un volume pari a 109 milioni di euro. Naturalmente dove c’è sesso, c’è droga,. Infatti nel quartiere a luci rosse lo spaccio è florido. Anche questo è dimostrato dalle diverse operazioni fatte nel tempo dai Carabinieri e dalla Polizia. I “masculiddi” ragusani, cresciuti a pane col “criscente”, ricotta e caciocavallo, per ottenere una migliore prestazione sessuale sniffano cocaina? A Ragusa oramai pippare è una regola. Quasi il 5% della popolazione ragusana di età compresa tra i 18 e i 54 anni fa uso abituale di cocaina. 1700 persone circa spendono giornalmente, in media, circa 50 euro per darsi la giusta carica. L’allarme è stato lanciato dal SERT poche settimane fa. Oramai la cocaina è la droga più richiesta, il suo mercato è in forte ascesa e lo spaccio è concentrato nel centro storico di Ragusa superiore, che è anche il quartiere a luci rosse.

Ma chi gestisce ll business della droga e del sesso? Dove finisce questo enorme mucchio quattrini? Forse la risposta sta nella crescita urbanistica/edilizia del capoluogo ibleo? FORSE!

Il Piano Regolatore Generale di Ragusa venne approvato nel 1974. Gli estensori dello stesso avevano previsto un aumento di popolazione da poco meno di 70 mila a 100 mila abitanti. Guardando i dati recenti pubblicati dall’Istat viene da ridere: al 31 dicembre del 2017 la popolazione di Ragusa non superava le 74 mila unità!
Si può pensare che quella previsione fu un fantasioso ed esagerato auspicio, utile a giustificare le esigenze di certe lobbies speculative e a identificare un’enorme quantità di aree edificabili?
I bene informati dicono che probabilmente non si esagerò solo nelle previsione ma pare che vi furono anche delle lacune nell’adozione dei Piani Particolareggiati del centro storico. Le male lingue dicono che per “dimenticanza” venne impedita ogni possibilità di intervento edilizio in grado di dare all’edificato esistente del centro storico una funzione più adeguata alle nuove necessità abitative. Quindi, da un lato veniva bloccata la possibilità di modificare gli edifici del centro storico, dall’altro veniva facilitata la possibilità di edificare nelle zone d’espansione. Tutto questo diede il la ad una massiccia migrazione degli abitanti residenti nei quartieri storici passati da 25 mila unità nel 1961 a meno di 5 mila nei giorni nostri.
E così di revisione in revisione del PRG, di esagerazione in esagerazione nelle previsioni e di dimenticanza in dimenticanza nei Piani Particolareggiati, il centro storico si è via via svuotato, la popolazione ragusana non è mai cresciuta e il cemento si è mangiato milioni di mq di territorio. Grazie a questa “pianificazione” Ragusa è diventata un’unica grande periferia decadente. Al centro la triste realtà del quartiere a luci rosse, con lo spaccio sempre più crescente; nell'hinterland, cemento a manetta e desolazione crescente.
Sesso, droga e calcestruzzo sono stati e sono un unico grande business gestito da una criminalità economicamente forte e spietata che, forse, grazie a tante compiacenze, ha trovato il modo di riciclare queste masse di denaro nel silenzio più totale? Ma queste eventuali complicità dove si annidano?
L’urbanistica è disciplina seria, ha bisogno di tecnici, di giuristi e di economisti capaci e autorevoli che hanno un costo. Questi senza piccioli non cantano, ma di soldi per farli cantare, come abbiamo visto, ce ne sono tanti.
A pag 38 dell’ultima relazione della Commissione Nazionale Antimafia c’è scritto che molti affiliati alla massoneria sono: “avvocati, commercialisti, medici e ingegneri. Presenti in numero rilevante anche soggetti impiegati nel settore bancario, farmaceutico e sanitario, nonché imprenditori dei più diversi settori, in primis quello edile … Uno spaccato professionale denotante soggetti di un livello di istruzione medio alto e, di tutta evidenza, in grado di stringere relazioni anche nel mondo della criminalità e in quello della società civile”.
Ragusa ha una forte tradizione massonica. Nel capoluogo operano tre logge, due aderenti al Grande Oriente d’Italia (GOI) e una aderente alla Gran Loggia Regolare d’Italia (GLRI). I soliti bene informati parlano anche di logge coperte, frequentate da noti personaggi ragusani che non vogliono rivelare la loro appartenenza alla massoneria: sarà vero?
Una cosa comunque pare certa: a Ragusa la massoneria con i suoi “riti esoterici” occupa da sempre un posto di rilievo nelle istituzioni e nella politica. Lo scrittore Alfio Caruso nel suo libro “I siciliani”, nel capitolo sull’omicidio Spampinato (fra pochi giorni ricorderemo, come sempre in pochissimi, l’anniversario dell’uccisione), ha scritto:
“La Ragusa delle istituzioni, delle solidarietà d’affari e di massoneria, dei rapporti inconfessabili tra sperti e malandrini si adopera per circoscrivere i danni”.

Ecco, i danni! Anche quelli urbanistici e costruttivi che sono avvenuti e avvengono da decenni sotto gli occhi di tutti e nel silenzio più totale? Ma dove c’è silenzio c’è MAFIA!!?

La proverbiale correttezza ragusana è solo una maschera - una delle quattro facce del caciocavallo - avvolgente e spessa, capace di nascondere ogni nefandezza e di resistere ad ogni pressione. E’ una corteccia difficile da scalfire, impossibile da bucare. E’ la faccia “babba” della peggiore omertà.

Giorgio Stracquadanio

Notizie Flash

RAGUSA - FORMAZIONE DI 7 GRADUATORIE IN AMBITO SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO

[ continua ]

RAGUSA - PER GIORGIO MASSARI LA NOMINA PER I CENTRI STORICI, DA PARTE DEL GRUPPO MISTO, E' UNILATERALE.

[ continua ]

MODICA - DROGA NEL B&B

[ continua ]

MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 14 FEBBRAIO

[ continua ]

RAGUSA - LETTERA APERTA DELL'ON. CAMPO AL PREFETTO SULLA SICUREZZA STRADALE

[ continua ]

DONNAFUGATA - ALLA DITTA SA.EM DI COMISO LA MANUTENZIONE DELL'ILLUMINAZIONE DI EMERGENZA DEL CASTELLO.

[ continua ]

RAGUSA - " FRATELLI D'ITALIA " DENUNCIA LE FILE INTERMINABILI PRESSO L'UFFICIO TRIBUTI

[ continua ]

RAGUSA - NOMINTA LA COMMISSIONE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE AREA RAGUSA/MODICA

[ continua ]
[]
Lo sfruttamento dei lavoratori nelle campagne del Ragusano
Presentato il report sull’esperienza di “Progetto Presidio”
Il vescovo Cuttitta: "Lo ammetto, ho pianto e non me ne vergogno"

“Quando ho visto le condizioni in cui vivevano uomini, donne e ba...
[ continua ]
[]
DOMENICA AL PALAMINARDI DI RAGUSA IL PRIMO DANCE FESTIVAL IBLEO VALIDO COME TERZA TAPPA DEL RANKING PROMOSSO DA CSEN DANZA SICILIA. CI SARANNO BALLERINI ANCHE DALLA CALABRIA

Sarà di nuovo la città di Ragusa a fare da cornice al ranking regionale Cs...
[ continua ]
[]
Con D.D.G. n. 94 del 8 febbraio 2017, Dipartimento Regionale dell’Energia, nell’ambito del Programma Operativo FESR SICILIA 2014/2020 Azione 4.1.3, è stato ammesso il progetto del comune di Giarratana “Lavori di efficientamento energetico dell’i...
[ continua ]
[]

Palazzo San Domenico – Modica, lì 15 febbraio 2019

Chiusura di tutte le scuole del territorio comunale dal 4 al 5 marzo. Il Sindaco con ordinanza dispone la disinfestazione dei plessi scolastici per fini di salute pubblica

Chiusura delle scuole del...
[ continua ]
[]
Oggi e domani, gli allievi del" Liceo Fermi" di Ragusa sono impegnati in una serie di lezioni che si svolgono nel contesto dell'assemblea studentesca. Sono state organizzate una serie di conferenze e lezioni su temi legati all'attualità e alla vi...
[ continua ]
[]
on. Marialucia Lorefice

SICILIA, LOREFICE (M5S): “IL MIUR STANZIA OLTRE 10 MILIONI E MEZZO PER ADEGUAMENTO ANTINCENDIO SCUOLE”

“Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha dato il via libera al decreto con il quale vengono stanziati oltre 10,5 mi...
[ continua ]
[]
L’adeguamento della rete ospedaliera interessa anche Pte di Chiaramonte

Assenza: “Vigileremo: o revoca provvedimento o soluzione valida e efficiente”

“Sono sempre aperto e pronto ad accogliere istanze e richieste che possano giovare alla rete sanita...
[ continua ]
[]
I CENTRI COMMERCIALI E CROCE ROSSA ITALIANA INSIEME PER UNA GRANDE CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’ NAZIONALE.
ANCHE AL CENTRO COMMERCIALE IBLEO DI RAGUSA

Nelle domeniche del 17 e 24 febbraio in oltre 300 centri commerciali, in tutta Italia, si terrà una r...
[ continua ]
[]
Giuseppe Lo Destro
Giorgio Massari si rassegni: GIORGIO MIRABELLA ha pieno diritto di stare in consiglio comunale

Ci sorprende assai il comunicato del coordinatore di Ragusa Prossima, Giorgio Massari, che non condivide la scelta operata, secondo regolamento, dal capo...
[ continua ]
[]

Sono cominciati i lavori per la sostituzione ed il rifacimento delle ringhiere di via San Biagio, nel tratto che fiancheggia il parco dell’ Ippari, sul ponte che attraversa il greto del fiume omonimo. “Era un intervento necessario per la sicurezza...
[ continua ]
13-02-2019 08:55 - Istruzione e Formazione
[]
" Ragusa prossima " organizza, da marzo fino a maggio, 10 incontri di formazione politica su varie tematiche: saranno affrontati problemi relativi alla questione meridionale, alle politiche sociali, ai fondi europei e così via dicendo. Il promo i...
[ continua ]
MENSILE FONDATO A RAGUSA NEL 1966 E RIPRESO A MODICA NEL 1976




[]
I PERSONAGGI PIRANDELLIANI FANNO VISITA AL LORO CREATORE PER RIVENDICARE UNA QUALCHE LIBERTÀ DAL LORO DESTINO LETTERARIO. VENERDÌ 22 FEBBRAIO, ALLE ORE 21.00, AL TEATRO GARIBALDI DI MODICA, LO SPETTACOLO “LUNA PAZZA”, DIRETTO DA GAETANO ARONICA E ...
[ continua ]
[]
Ferlito e Tornambene raccontano la storia di Bandiera
LA RASSEGNA “I COLORI DELLA FANTASIA” PROMOSSA DAL CENTRO TEATRO STUDI DI RAGUSA FA REGISTRARE I PRIMI SUCCESSI CON “LE AVVENTURE DI BANDIERA” RACCONTATE DA SPIGA E SPAGO AI PICCOLI STUDENTI DI ETA’ COMPRESA TRA I CINQUE E GLI UNDICI ANNI

Spiga, Sp...
[ continua ]
[]
Con Paride Benassai nei panni di uno chef
il racconto sul cibo è da leccarsi i baffi
L'attore palermitano porta a Chiaramonte Gulfi il suo “Sale e pepe”
un viaggio comico nelle viscere della sua città per raccontarne
l'identità popolare mediterrane...
[ continua ]
[]

L' Ente Liceo Convitto è lieto di invitarvi al terzo incontro di "Percorsi "che si terrà giorno 22 Febbraio 2019 alle ore 18.00 dal titolo "Cristianesimo e verità.Certezze e inevidenza della fede".a cura del Prof. Michelangelo Lorefice , docent...
[ continua ]
[]
da sx la ds Vittoria Lombardo e l'autrice Maria Badalamenti
”Quando vado a Cinisi io guardo i mafiosi che girano con Lamborghini e Ferrari. Loro abbassano lo sguardo. Io no"...
Così conclude la presentazione del suo libro "Sono nata Badalamenti "Maria Badalamenti nella sala "E . Giudice " a Vittoria, dopo ...
[ continua ]
[]


“ Laboratorio di cinema” è l’ultimo degli eventi organizzati dall’associazione Liber@rte di Comiso che, già dalla sua fondazione, ha incassato grandi consensi e una costante e nutrita partecipazione. L'Associazione Culturale si è sempre prefissata...
[ continua ]
[]
LA PENNA GENIALE E DIVERTENTISSIMA DI GEORGES FEYDEAU SUL PALCO DEL TEATRO “M. PERRACCHIO” DI RAGUSA. SABATO 16 E DOMENICA 17 FEBBRAIO UN’ESILARANTE COMPAGNIA GODOT IN SCENA CON “IL MATRIMONIO DI BARILLON”.

RAGUSA – Ritmo assicurato e tante risate ...
[ continua ]
[]
Modica. Museo Civico Belgiorno si arricchisce di collezioni storiche

Un progetto ambizioso ma anche il più ragionevole obiettivo da raggiungere per valorizzare
a dovere il patrimonio di considerevole valore di cui dispone la città di Modica.
Con ques...
[ continua ]
[]
Al via a Udine la XVI Edizione del Premio Internazionale di Poesia e Prosa ”Giulietta e Romeo Savorgnan ovvero Luigi e Lucina”, elaborati entro il 15 Maggio 2019

Al via a Udine il 14 Febbraio, Festa degli innamorati, la Sedicesima Edizione del Prem...
[ continua ]
[]
Una delle performance di Bruno Stanzione
TUTTO PRONTO PER LO STORYTELLING SU FREDDIE MERCURY IN PROGRAMMA
SABATO 16 FEBBRAIO ALL’EX CINEMA BELLINI DI GIARRATANA. CON STANZIONE UN APPUNTAMENTO DA NON PERDERE PER GLI APPASSIONATI E NON SOLO

Dopo aver trascorso gran parte dell'adolescenza in ...
[ continua ]

p

20-09-2017 11:12 - Attualità
[]
p
[ continua ]

DELLE COSE DI SICILIA

Utenti Online
8

Visitatore Numero
1198446

totale visite
2284235


close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio