26 Novembre 2020
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

IL CORSIVO - " UN CASO POCO TRASPARENTE DI POTERE TEMPORALE DELLA CHIESA NETINA "


Un caso poco trasparente di ´potere temporale´ della Chiesa netina

CHI HA AVUTO, HA AVUTO...
Come nella filastrocca della nota tarantella napoletana, la Curia vescovile di Noto resta sorda ai ripetuti appelli di fedeli modicani che non si rassegnano a vedere dissolta un´eredità a favore dell´Opera pia S. Francesco Saverio, sita a Modica.

La sintesi di due millenni di storia della Chiesa Cattolica si concretizza nell´esercizio di un ´potere spirituale´ - ovvero il governo delle anime - e di un ´potere temporale´ - ovvero il governo delle questioni terrene. I due poteri quasi sempre hanno convissuto. Non è nostro obiettivo in questa sede determinare un bilancio storico di quanto uno sia prevalso sull´altro, problematica peraltro già sufficientemente approfondita dall´ampia bibliografia esistente.
Di sicuro è che la Chiesa, cimentandosi nel ´potere temporale´, ha creato vasti conflitti, pericolosi accentramenti, severi controlli, esercizi di piena potestà secolare. Emanando ´puzza´ a iosa, ma non di quella di pecora a cui allude il buon Papa Francesco, bensì di veri e propri atti di malvagità.
Negli ultimi decenni, il susseguirsi di Papi sempre più sensibili all´esercizio del potere spirituale ha fatto sì che gli obiettivi di potere temporale della Chiesa siano passati in retroguardia. Ma qualche ´coda´ resta tuttora, che sopravvive qua e là; come ne è esemplificativo il caso che andiamo a descrivere tra queste colonne.
All´inizio degli anni ´50 del secolo scorso ebbe vita l´Opera pia S. Francesco Saverio, sita in via Santa Margherita n° 66, a Modica. A seguito del lascito dei propri beni che il devoto signor Giuseppe Cerruto, con pubblico testamento del 27 marzo 1934, intese destinare alla Fondazione attaccata alla Chiesa di San Francesco Saverio, nel territorio della parrocchia di Santa Margherita in Modica. Detta fondazione denominata "Istituto per l´educazione della Gioventù San Francesco Saverio" (eretta in Ente Morale con decreto del Presidente della Regione Siciliana in data 10 maggio 1951) ebbe lo scopo di fondare un Istituto di educazione per bambini poveri e per ogni forma di assistenza in pro della popolazione bisognosa. Provvedendo gratuitamente all´assistenza, alla educazione morale, fisica e religiosa dei bambini poveri di Modica, con preferenza a quelli residenti nei quartieri S. Margherita e Catena. Veniva, inoltre, sottolineato che nell´Istituto è vietata ogni diversità di trattamento fra i bambini accolti gratuitamente e quelli ammessi a pagamento.
Alla data del decesso del signor Cerruto, avvenuta l´8 giugno 1934, si procedette alla registrazione del testamento, che così destinava:
..."Lego alle suddette mie tre sorelle Maria-Antonia, Maria-Rosa ed Antonina Cerruto, con diritto di accrescimento fra loro e fino all´ultima moriente, l´usufrutto di tutti i beni immobili, senza nulla escludere od eccettuare" ... "Dispongo che la nuda proprietà dei miei beni immobili... sia erogata per la Fondazione attaccata alla Chiesa di San Francesco Saverio in Modica, per la qualcosa nomino esecutore testamentario Sua Eccellenza il Vescovo pro-tempore della Diocesi di Noto"...
I beni immobili lasciati in eredità e per i quali è stata distintamente disposta la successiva titolarità sia dell´usufrutto, sia della nuda proprietà, sono i seguenti:
- terreno sito a Modica in c/da Quartarella, esteso Ha 6.23.50
- terreno sito a Modica in c/da San Marco, esteso Ha 0.01.30
- bottega sita a Modica nella via Di Stefano (oggi vico Cerruto) nn° 1 e 2
- casa terrana sita a Modica in via Mazzini.
Defunte le signorine Cerruto, l´esecutore testamentario fu il Vescovo di Noto, mons. Angelo Calabretta, il quale nominò l´on. Fedele Romano quale procuratore vescovile, che - a nome dell´Opera Pia - entrò in possesso dei succitati beni. L´operato dell´on. Romano (alto e qualificato esponente locale della Democrazia Cristiana) fu diligente. Migliorò con adeguata manutenzione lo stato degli immobili, li diede in affitto per ricavare le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dell´Opera. Vennero anche trovati finanziamenti statali e si diede inizio alla fabbricazione dell´immobile.
Sin dall´inizio, la gestione dell´Opera Pia fu affidata, con la stipula di varie convenzioni, alle Suore Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambino Gesù che tuttora vi operano, grazie ad un ´irrituale e incongruo´ contratto di comodato.
Il primo presidente dell´Opera fu l´avv. Piero Biscari. Dopo la morte di Biscari (27 febbraio 1995) fu eletto legale rappresentante dell´Opera in data 27 aprile 1998 il sac. Giuseppe Sortino, in quanto parroco affidatario della Parrocchia di Santa Margherita e con l´esplicito mandato di effettuare un ´accurato accertamento dei beni immobili urbani e rurali, del loro stato di conservazione e delle loro rendite´.
Da codesta data cominciano a verificarsi ´strani movimenti´ che - di fatto - hanno portato alla perdita dei beni immobili che costituivano il patrimonio ereditato dall´Opera Pia.
Si comincia con la vendita dei locali-bottega siti in vico Cerruto nn° 1 e 2, avvenuta presso uno studio notarile di Modica in data 22 marzo 1999. A vendere l´immobile è la Diocesi di Noto, che non risulta come possa aver assunto il ruolo di venditrice visto che la proprietà del bene - come da dettato testamentario - si è da sempre appartenuta all´Opera Pia. In poche parole, la Diocesi, pur non in possesso di alcun titolo di proprietà, ha proceduto alla vendita dell´immobile. Ad ingarbugliare ulteriormente la questione è comparsa una scrittura privata firmata dalle parti contraenti ove si conviene che l´importo versato per l´acquisto è di Lire 10 milioni e non invece di Lire 19 milioni come indicato in seno all´atto di vendita (esattamente il contrario di come in genere si usava dichiarare al fine di pagare minori imposte fiscali).
Ulteriore vendita avviene in data 9 luglio 2009. Questa volta trattasi del terreno di c/da Quartarella esteso Ha 6.23.50, con comodità di due fabbricati rurali (vale a dire dell´immobile di maggior valore, facente parte dell´eredità originaria a favore dell´Opera Pia).
Come si evince dall´atto di compravendita stipulato presso uno studio notarile di Modica, il venditore - che per anni è stato l´affittuario del terreno - ´dichiara che l´immobile in oggetto è di sua proprietà e disponibilità e ne garantisce la libertà da pesi, vincoli, ipoteche e trascrizioni pregiudizievoli´.
All´interno dell´atto si legge, altresì, che l´acquirente - verosimilmente nipote del venditore - ´si dichiara peraltro edotto del fatto che per l´immobile in oggetto non risulta verificata la continuità delle trascrizioni e lo accetta nello stato di fatto e di diritto in cui esso trovasi´.
In parole più comprensibili, vuol dire che il notaio declina ogni propria responsabilità circa l´individuazione della documentazione che attesta la proprietà del terreno... e purtuttavia procede alla stesura dell´atto di vendita.
Il prezzo indicato in seno all´atto è di € 70.000, importo che lascia parecchi dubbi circa la oggettiva ´congruità´. Nell´atto viene, inoltre, precisato che l´acquirente aveva già provveduto a pagare l´intero importo al venditore in data anteriore al 4 luglio 2006, ossia tre anni prima (guarda caso poco prima che è entrata in vigore la normativa che ha imposto la tracciabilità dei pagamenti per questo tipo di operazioni - D.L. 223/2006, convertito in Legge n° 248/2006 e successive modifiche).
Ma ´congruità´ a parte, sorgono le sottoelencate domande, spontanee e nel contempo assillanti:
perché il venditore, come usa fare ogni ´umano´ in uno studio notarile, non ha esibito un proprio titolo di proprietà, limitandosi piuttosto semplicemente a dichiarare che egli è il proprietario?
perché l´acquirente, a contropartita dell´esborso di denaro, rinuncia alla pretesa di un ´atto regolare e sicuro´?
perché il notaio, riconosciuto dallo Stato quale professionista atto a verificare doverosamente la continuità delle trascrizioni, in questo caso vi ha rinunciato consapevolmente?
Ma va aggiunto dell´altro. In data 5 agosto 2009 (a meno di un mese dalla stesura dell´atto di compravendita) il neo-acquirente presenta all´Agenzia del Territorio di Ragusa, che lo approva, un progetto di frazionamento del terreno.
A distanza di due giorni appena dall´avvenuto frazionamento, il neo-acquirente si ripresenta il 7 agosto presso lo stesso studio notarile e con atto di compravendita trasferisce (si deve intendere come ´rivende´ o come ´restituisce´?) al precedente venditore lo stacco di terreno frazionato ed i fabbricati rurali, trattenendo per sé il resto del terreno per un totale di Ha 2.99.28.
La conclusione è lampante: la Fondazione "Istituto per l´educazione della Gioventù San Francesco Saverio" è stata di fatto privata - a sua insaputa - del proprio patrimonio immobiliare, devoluto per testamento dal benefattore signor Giuseppe Cerruto che dall´aldilà ha dovuto subire il dispetto di vedere tradite le sorti della sua volontà di donatore dei propri beni materiali per fini di beneficenza.
Ed un dato è certo: l´esecutore testamentario è "Sua Eccellenza il Vescovo pro-tempore della Diocesi di Noto" come chiaramente indicato dal donatore.
Alcuni fedeli, una parola tira l´altra e le orecchie servono per ascoltare, hanno avuto notizia di tali operazioni di compravendita e da qualche anno si sono cimentati in attente ricerche documentaristiche. Con il risultato che si sono posti domande piuttosto inquietanti, nella convinzione che possono esistere ragionevoli dubbi circa la liceità di tali passaggi di proprietà, non escludendo che in tutta la questione possono ravvisarsi precise responsabilità degli organi diocesani competenti pro-tempore, nella qualità di esecutori testamentari.
E a tali organi diocesani si sono ripetutamente rivolti, a voce e per iscritto, chiedendo del perché da parte loro non è stata intrapresa alcuna azione di vigilanza e di tutela, a salvaguardia degli interessi della Fondazione.
Gli organismi diocesani hanno cortesemente risposto, più volte, promettendo sempre il dovuto impegno per far chiarezza su questa incresciosa questione. Ma mai, sino ad oggi, nel concreto, hanno superato le parole pervenendo ai fatti. Al presente, si è addirittura interrotto ogni dialogo tra codesti fedeli ´rompiscatole´ e la Curia Vescovile di Noto, avendo quest´ultima preferito la via del silenzio definitivo. Ma pur nel silenzio, ha però parlato chiaramente cantando quella famosa filastrocca napoletana:
"Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto...
Chi ha dato, ha dato, ha dato...
Scurdàmmoce ´o passato".
Queste righe sono alla ricerca di qualche magistrato (nella speranza che esista, e non si tratti dell´ipotetico figlio di onesta madre vedova) che prenda a cuore la questione e compia il proprio dovere alla ricerca di una verità che dia piena soddisfazione alla volontà di quell´emerito devoto benefattore che ottanta anni fa seppe mostrarsi più saggio e più onesto di quanto certi ´umani odierni´ sanno mostrare d´essere.


Notizie Flash
MODICA - IL M5S SCRIVE AL SINDACO SUL COVID
VITTORIA - SPACCIAVANO IN ZONA ROSSA
RAGUSA - RIFLESSIONI DELLA LEGA SULL'EMERGENZA SANITARIA
RAGUSA - STUPEFACENTI IN CENTRO STORICO: UN ARRESTO DEI CARABINIERI.
COMISO - ATTIVA DA OGGI L'EQUIPE SOCIO-PSICO-PEDAGOGICA
MODICA - CALENDARIO PAGAMENTO BUONI LIBRO
RAGUSA - DIVIETO DI AVVICINAMENTO PER ALBANESE
09-11-2020 17:09 - Economia
[]
E DOPO GLI ALLARMI LA NAVE È AFFONDATA
Lo sfascio della Direzione Provinciale di Ragusa della Agenzia delle Entrate

Lo avevamo gridato a gran voce sui giornali, alle televisioni, con i sit in di protesta davanti agli uffici della provincia di Ragusa della Agenzia delle Entrate nell’autunno 2019, se non sarebbe arrivato a breve altro personale a rafforzare gli uffici questi sarebbero andati in contro alla paralisi con conseguenze odiose oltre che per i lavoratori anche nei confronti dei cittadin...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
09-11-2020 16:35 - Attualità
[]
RISOLTO IL CASO DEL GIOVANE DISABILE CHE NON POTEVA VIAGGIARE LUNGO LA TRATTA MARINA-RAGUSA PERCHE’ INDISPONIBILE L’AUTOBUS
DOTATO DI PEDANA DI SOLLEVAMENTO. I CONSIGLIERI COMUNALI
DEL PD D’ASTA E CHIAVOLA: “TUTTO BENE QUEL CHE FINISCE BENE”

“Dopo che, nei giorni scorsi, ci eravamo occupati della vicenda del giovane trentenne disabile ragusano, Giovanni Gulino, che aveva denunciato l’impossibilità di coprire con i mezzi pubblici la tratta tra Marina e Ragusa per la mancanza di un pullman di lin...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
08-11-2020 12:36 - Politica
[]
Territorio Ragusa: troppe voci incontrollate sui positivi al Comune di Ragusa, il Sindaco deve fare chiarezza

“Da qualche giorno assistiamo alla girandola di voci incontrollate sugli esiti di tamponi positivi per dipendenti comunali o loro stretti congiunti, le indiscrezioni, vere o presunte, si moltiplicano, comunicati delle opposizioni e articoli di giornale accrescono una certa confusione sulla materia, aggiungendo ansia a quella che già pervade la cittadinanza. È ora di fare chiarezza e sg...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-11-2020 17:48 - Politica
[]


Mucche al cimitero di Ragusa Ibla. Ma chi controlla il camposanto in tempo di covid se perfino gli animali sono liberi di vagare come vogliono? La denuncia del consigliere comunale Giovanni Gurrieri

RAGUSA – Un buon numero di mucche sono facilmente entrate stamani nel cimitero di Ragusa Ibla. Razze diverse ma un unico intento: far delle belle passeggiate all’interno del camposanto. Indisturbate. E’ quanto denuncia il consigliere comunale Giovanni Gurrieri raccogliendo la segnalazione di un cit...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-11-2020 17:38 - Attualità
[]
mons. Cuttitta
Lettera del vescovo a tutti i sacerdoti con l’invito
ad agire con «consapevole prudenza»
Otto sacerdoti positivi al Covid-19 e quattro in isolamento
Quattro chiese chiuse in via prudenziale
per procedere alla sanificazione degli ambienti

Otto sacerdoti sono positivi al Covid-19 e altri quattro, che presentano qualche sintomo, si trovano in isolamento fiduciario in attesa dei risultati dei tamponi. In via precauzionale, per consentire la sanificazione dei locali parrocchiali, quattro chiese sono st...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-11-2020 11:10 - Attualità
[]
Ospedale Comiso

DA DOMANI TEST RAPIDI SU STUDENTI, DOCENTI, PERSONALE DELLE SCUOLE SUPERIORI.

QUATTRO POSTAZIONI: RAGUSA, MODICA, VITTORIA E COMISO

DALLE ORE 9.00 ALLE 13.00

Ragusa, 6 novembre 2020 – A partire da sabato 7 novembre, così come previsto dalla circolare dell’Assessorato Regionale della Salute, l’Asp di Ragusa, con la collaborazione dei Sindaci di Ragusa, Comiso e Modica, la Commissione straordinaria di Vittoria e con i dirigenti scolastici, ha messo in moto la macchina organizzativa per eff...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
06-11-2020 12:42 - Attualità
[]
POSTE ITALIANE: LA RETE LOGISTICA PUNTO POSTE SI AMPLIA GRAZIE ALLA NUOVA SEDE KIPOINT DI VITTORIA

Nuovi servizi dedicati ai liberi professionisti e alle piccole imprese

Palermo, 6 novembre 2020 - Poste Italiane radica sempre di più la propria presenza sul territorio a servizio dei cittadini, espandendo la propria rete Kipoint, i centri multi servizi dedicati soprattutto alle piccole imprese e ai liberi professionisti.
Quella di via A. Manzoni 3/L a Vittoria è una delle 97 sedi del territorio n...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
05-11-2020 17:23 - Economia
[]


Il Ministero dell'Interno- Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali-ha trasferito nelle casse del Comune di Ispica in data 27/10/2020 un contributo pari a 45.000 euro.
Si tratta di risorse riconosciute all'ente ai sensi della legge n.160 del 27.12.2019 (legge di bilancio 2020) per la realizzazione dei lavori di efficientamento energetico di parte dell'impianto di pubblica illuminazione con apparecchiature a led.
L' intervento di sostituzione delle vecchie lampade ha avuto inizio entr...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
05-11-2020 17:01 - Istruzione e Formazione
[]
Al Verga di Comiso premiazione dei vincitori dei giochi matematici della Bocconi 2019/2020. La sobria premiazione è avvenuta nell'auditorium - nel rispetto delle norme di prevenzione sanitaria - alla presenza della Dirigente Scolastica Maria Grazia Cafiso e del presidente e del vice presidente del consiglio dei ragazzi. Ai ragazzi della categoria C2 che frequentano le superiori e che sono in DAD, i premi saranno consegnati direttamente al loro domicilio. Questi i premiati:
Categoria CE
COLUMBO ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
5

Visitatore Numero
1540612

totale visite
5252088

[]
09-11-2020 17:35 - Cultura & Arte
[]
La BlackOut Pop Band su Rai Gulp
LA BLACKOUT POP BAND SARA’ TRA I PROTAGONISTI GIOVEDI’ 12 NOVEMBRE DELLA CAMPAGNA INTERNAZIONALE #SAYHY” IN ONDA SU RAI GULP

La BlackOut Pop Band protagonista giovedì, a livello nazionale, della campagna #SayHi”, una iniziativa delle tv pubbliche europee a cui ha aderito anche la giapponese Nhk. In pratica, il 12 novembre, bambini e ragazzi di tanti Paesi del mondo si uniranno in quella che si preannuncia come la più grande danza simultanea che promuove l’amicizia, l’inclusione e la gentilezza...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
08-11-2020 12:43 - Cultura & Arte
[]
Maurilio Assenza e Beatrice Cerrino

Proseguono gli incontri promossi da Fondazione Val di Noto e Istituto Galilei Campailla Un nuovo modello di Economia illustrato da Beatrice Cerrino
Economia ed ecologia, due temi indispensabili per proteggere la nostra ‘casa’, il nostro pianeta. È stata, Beatrice Cerrino della Scuola di Economia Civile a tenere il terzo incontro del corso di formazione 'Preparare un tempo nuovo' promosso dalla Fondazione di comunità Val di Noto, insieme all’Istituto di istruzione superiore “Galil...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
04-11-2020 17:05 - Cultura & Arte
[]
Individuata l'ubicazione storica del cimitero ebraico a Modica.
Brillante scoperta storica-filologica di Teresa Spadaccino.
Foto di Maurizio Pulvirenti
Da sempre la conoscenza della presenza antica degli ebrei a Modica ha assillato molti storici e
studiosi di Storia patria modicana, quasi una ricerca catartica per quanto avvenne di drammatico
nella città il giorno dell'Assunzione del 1474 e cioè la ben nota strage dei giudei.
Molti studiosi hanno individuato nel quartiere Cartellone il quartiere de...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-10-2020 11:17 - Cultura & Arte
[]
Walter Siccardi, Samantha Panza e Fabrizio Di Salvo.
“Aleramici in Sicilia” il docufilm ritorna alle origini con le riprese nella terra natia degli Aleramici: il Monferrato

Siamo giunti alle ultime battute delle riprese del docufilm “Aleramici in Sicilia”. Il progetto, partito tre anni fa per testimoniare questa storia di “immigrazione al contrario”, da nord a sud, che caratterizzò la fine dell’XI secolo italiano, è giunto alle riprese finali.

Dopo aver percorso un viaggio che ha portato il produttore e direttore del...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio