02 Ottobre 2022
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

IL CORSIVO - " UN CASO POCO TRASPARENTE DI POTERE TEMPORALE DELLA CHIESA NETINA "


Un caso poco trasparente di ´potere temporale´ della Chiesa netina

CHI HA AVUTO, HA AVUTO...
Come nella filastrocca della nota tarantella napoletana, la Curia vescovile di Noto resta sorda ai ripetuti appelli di fedeli modicani che non si rassegnano a vedere dissolta un´eredità a favore dell´Opera pia S. Francesco Saverio, sita a Modica.

La sintesi di due millenni di storia della Chiesa Cattolica si concretizza nell´esercizio di un ´potere spirituale´ - ovvero il governo delle anime - e di un ´potere temporale´ - ovvero il governo delle questioni terrene. I due poteri quasi sempre hanno convissuto. Non è nostro obiettivo in questa sede determinare un bilancio storico di quanto uno sia prevalso sull´altro, problematica peraltro già sufficientemente approfondita dall´ampia bibliografia esistente.
Di sicuro è che la Chiesa, cimentandosi nel ´potere temporale´, ha creato vasti conflitti, pericolosi accentramenti, severi controlli, esercizi di piena potestà secolare. Emanando ´puzza´ a iosa, ma non di quella di pecora a cui allude il buon Papa Francesco, bensì di veri e propri atti di malvagità.
Negli ultimi decenni, il susseguirsi di Papi sempre più sensibili all´esercizio del potere spirituale ha fatto sì che gli obiettivi di potere temporale della Chiesa siano passati in retroguardia. Ma qualche ´coda´ resta tuttora, che sopravvive qua e là; come ne è esemplificativo il caso che andiamo a descrivere tra queste colonne.
All´inizio degli anni ´50 del secolo scorso ebbe vita l´Opera pia S. Francesco Saverio, sita in via Santa Margherita n° 66, a Modica. A seguito del lascito dei propri beni che il devoto signor Giuseppe Cerruto, con pubblico testamento del 27 marzo 1934, intese destinare alla Fondazione attaccata alla Chiesa di San Francesco Saverio, nel territorio della parrocchia di Santa Margherita in Modica. Detta fondazione denominata "Istituto per l´educazione della Gioventù San Francesco Saverio" (eretta in Ente Morale con decreto del Presidente della Regione Siciliana in data 10 maggio 1951) ebbe lo scopo di fondare un Istituto di educazione per bambini poveri e per ogni forma di assistenza in pro della popolazione bisognosa. Provvedendo gratuitamente all´assistenza, alla educazione morale, fisica e religiosa dei bambini poveri di Modica, con preferenza a quelli residenti nei quartieri S. Margherita e Catena. Veniva, inoltre, sottolineato che nell´Istituto è vietata ogni diversità di trattamento fra i bambini accolti gratuitamente e quelli ammessi a pagamento.
Alla data del decesso del signor Cerruto, avvenuta l´8 giugno 1934, si procedette alla registrazione del testamento, che così destinava:
..."Lego alle suddette mie tre sorelle Maria-Antonia, Maria-Rosa ed Antonina Cerruto, con diritto di accrescimento fra loro e fino all´ultima moriente, l´usufrutto di tutti i beni immobili, senza nulla escludere od eccettuare" ... "Dispongo che la nuda proprietà dei miei beni immobili... sia erogata per la Fondazione attaccata alla Chiesa di San Francesco Saverio in Modica, per la qualcosa nomino esecutore testamentario Sua Eccellenza il Vescovo pro-tempore della Diocesi di Noto"...
I beni immobili lasciati in eredità e per i quali è stata distintamente disposta la successiva titolarità sia dell´usufrutto, sia della nuda proprietà, sono i seguenti:
- terreno sito a Modica in c/da Quartarella, esteso Ha 6.23.50
- terreno sito a Modica in c/da San Marco, esteso Ha 0.01.30
- bottega sita a Modica nella via Di Stefano (oggi vico Cerruto) nn° 1 e 2
- casa terrana sita a Modica in via Mazzini.
Defunte le signorine Cerruto, l´esecutore testamentario fu il Vescovo di Noto, mons. Angelo Calabretta, il quale nominò l´on. Fedele Romano quale procuratore vescovile, che - a nome dell´Opera Pia - entrò in possesso dei succitati beni. L´operato dell´on. Romano (alto e qualificato esponente locale della Democrazia Cristiana) fu diligente. Migliorò con adeguata manutenzione lo stato degli immobili, li diede in affitto per ricavare le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dell´Opera. Vennero anche trovati finanziamenti statali e si diede inizio alla fabbricazione dell´immobile.
Sin dall´inizio, la gestione dell´Opera Pia fu affidata, con la stipula di varie convenzioni, alle Suore Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambino Gesù che tuttora vi operano, grazie ad un ´irrituale e incongruo´ contratto di comodato.
Il primo presidente dell´Opera fu l´avv. Piero Biscari. Dopo la morte di Biscari (27 febbraio 1995) fu eletto legale rappresentante dell´Opera in data 27 aprile 1998 il sac. Giuseppe Sortino, in quanto parroco affidatario della Parrocchia di Santa Margherita e con l´esplicito mandato di effettuare un ´accurato accertamento dei beni immobili urbani e rurali, del loro stato di conservazione e delle loro rendite´.
Da codesta data cominciano a verificarsi ´strani movimenti´ che - di fatto - hanno portato alla perdita dei beni immobili che costituivano il patrimonio ereditato dall´Opera Pia.
Si comincia con la vendita dei locali-bottega siti in vico Cerruto nn° 1 e 2, avvenuta presso uno studio notarile di Modica in data 22 marzo 1999. A vendere l´immobile è la Diocesi di Noto, che non risulta come possa aver assunto il ruolo di venditrice visto che la proprietà del bene - come da dettato testamentario - si è da sempre appartenuta all´Opera Pia. In poche parole, la Diocesi, pur non in possesso di alcun titolo di proprietà, ha proceduto alla vendita dell´immobile. Ad ingarbugliare ulteriormente la questione è comparsa una scrittura privata firmata dalle parti contraenti ove si conviene che l´importo versato per l´acquisto è di Lire 10 milioni e non invece di Lire 19 milioni come indicato in seno all´atto di vendita (esattamente il contrario di come in genere si usava dichiarare al fine di pagare minori imposte fiscali).
Ulteriore vendita avviene in data 9 luglio 2009. Questa volta trattasi del terreno di c/da Quartarella esteso Ha 6.23.50, con comodità di due fabbricati rurali (vale a dire dell´immobile di maggior valore, facente parte dell´eredità originaria a favore dell´Opera Pia).
Come si evince dall´atto di compravendita stipulato presso uno studio notarile di Modica, il venditore - che per anni è stato l´affittuario del terreno - ´dichiara che l´immobile in oggetto è di sua proprietà e disponibilità e ne garantisce la libertà da pesi, vincoli, ipoteche e trascrizioni pregiudizievoli´.
All´interno dell´atto si legge, altresì, che l´acquirente - verosimilmente nipote del venditore - ´si dichiara peraltro edotto del fatto che per l´immobile in oggetto non risulta verificata la continuità delle trascrizioni e lo accetta nello stato di fatto e di diritto in cui esso trovasi´.
In parole più comprensibili, vuol dire che il notaio declina ogni propria responsabilità circa l´individuazione della documentazione che attesta la proprietà del terreno... e purtuttavia procede alla stesura dell´atto di vendita.
Il prezzo indicato in seno all´atto è di € 70.000, importo che lascia parecchi dubbi circa la oggettiva ´congruità´. Nell´atto viene, inoltre, precisato che l´acquirente aveva già provveduto a pagare l´intero importo al venditore in data anteriore al 4 luglio 2006, ossia tre anni prima (guarda caso poco prima che è entrata in vigore la normativa che ha imposto la tracciabilità dei pagamenti per questo tipo di operazioni - D.L. 223/2006, convertito in Legge n° 248/2006 e successive modifiche).
Ma ´congruità´ a parte, sorgono le sottoelencate domande, spontanee e nel contempo assillanti:
perché il venditore, come usa fare ogni ´umano´ in uno studio notarile, non ha esibito un proprio titolo di proprietà, limitandosi piuttosto semplicemente a dichiarare che egli è il proprietario?
perché l´acquirente, a contropartita dell´esborso di denaro, rinuncia alla pretesa di un ´atto regolare e sicuro´?
perché il notaio, riconosciuto dallo Stato quale professionista atto a verificare doverosamente la continuità delle trascrizioni, in questo caso vi ha rinunciato consapevolmente?
Ma va aggiunto dell´altro. In data 5 agosto 2009 (a meno di un mese dalla stesura dell´atto di compravendita) il neo-acquirente presenta all´Agenzia del Territorio di Ragusa, che lo approva, un progetto di frazionamento del terreno.
A distanza di due giorni appena dall´avvenuto frazionamento, il neo-acquirente si ripresenta il 7 agosto presso lo stesso studio notarile e con atto di compravendita trasferisce (si deve intendere come ´rivende´ o come ´restituisce´?) al precedente venditore lo stacco di terreno frazionato ed i fabbricati rurali, trattenendo per sé il resto del terreno per un totale di Ha 2.99.28.
La conclusione è lampante: la Fondazione "Istituto per l´educazione della Gioventù San Francesco Saverio" è stata di fatto privata - a sua insaputa - del proprio patrimonio immobiliare, devoluto per testamento dal benefattore signor Giuseppe Cerruto che dall´aldilà ha dovuto subire il dispetto di vedere tradite le sorti della sua volontà di donatore dei propri beni materiali per fini di beneficenza.
Ed un dato è certo: l´esecutore testamentario è "Sua Eccellenza il Vescovo pro-tempore della Diocesi di Noto" come chiaramente indicato dal donatore.
Alcuni fedeli, una parola tira l´altra e le orecchie servono per ascoltare, hanno avuto notizia di tali operazioni di compravendita e da qualche anno si sono cimentati in attente ricerche documentaristiche. Con il risultato che si sono posti domande piuttosto inquietanti, nella convinzione che possono esistere ragionevoli dubbi circa la liceità di tali passaggi di proprietà, non escludendo che in tutta la questione possono ravvisarsi precise responsabilità degli organi diocesani competenti pro-tempore, nella qualità di esecutori testamentari.
E a tali organi diocesani si sono ripetutamente rivolti, a voce e per iscritto, chiedendo del perché da parte loro non è stata intrapresa alcuna azione di vigilanza e di tutela, a salvaguardia degli interessi della Fondazione.
Gli organismi diocesani hanno cortesemente risposto, più volte, promettendo sempre il dovuto impegno per far chiarezza su questa incresciosa questione. Ma mai, sino ad oggi, nel concreto, hanno superato le parole pervenendo ai fatti. Al presente, si è addirittura interrotto ogni dialogo tra codesti fedeli ´rompiscatole´ e la Curia Vescovile di Noto, avendo quest´ultima preferito la via del silenzio definitivo. Ma pur nel silenzio, ha però parlato chiaramente cantando quella famosa filastrocca napoletana:
"Chi ha avuto, ha avuto, ha avuto...
Chi ha dato, ha dato, ha dato...
Scurdàmmoce ´o passato".
Queste righe sono alla ricerca di qualche magistrato (nella speranza che esista, e non si tratti dell´ipotetico figlio di onesta madre vedova) che prenda a cuore la questione e compia il proprio dovere alla ricerca di una verità che dia piena soddisfazione alla volontà di quell´emerito devoto benefattore che ottanta anni fa seppe mostrarsi più saggio e più onesto di quanto certi ´umani odierni´ sanno mostrare d´essere.






Notizie Flash
RAGUSA - ELEZIONI 2022: IL COMMENTO DEL SEGRETARIO DEL PD, CALABRESE.
COMISO - INTEGRAZIONE ORARIA AI DIPENDENTI PART-TIME
COMISO - AL CONSIGLIO COMUNALE MARIA NUNZIATA LA TERRA SUBENTRA A BIAGIO CARUSO
SCICLI - IL COMUNE PATROCINA FILM CON STEFANIA SANDRELLI
COMISO - TRASPORTO EXTRAURBANO GRATUITO PER ANZIANI
DONNAFUGATA - AL VIA IL RESTAURO DEL PARCO DEL CASTELLO
RAGUSA - DAL 1° OTTOBRE PAGAMENTO PENSIONI NEI 32 UFFICI POSTALI DELLA PROVINCIA
02-10-2022 12:29 - Attualità
[]
Festa per la consegna del terzo Doblò destinato alla mobilità sostenibile a Scicli

E’ il terzo mezzo in sette anni che il Comune e la Pmg, grazie agli sponsor privati, destinano alla mobilità di soggetti in difficoltà

Festa di piazza ieri in via Mormina Penna per la consegna del terzo Doblò in sette anni destinato alla mobilità sostenibile di persone in difficoltà.

Il Comune di Scicli ha aderito per la terza volta al progetto "Mobilità garantita" promosso dalla società PMG Italia, che prevede la...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-10-2022 11:46 - Attualità
[]
Lunedì 10 ottobre parte il servizio di refezione scolastica nelle scuole. “In assoluto anticipo rispetto agli altri anni”. Dichiarazioni del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari.

“Quest’anno siamo in assoluto anticipo nell’erogazione del servizio di refezione scolastica nelle scuole di Comiso e Pedalino. L’obbiettivo per il futuro, è quello di cominciare in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico – spiega il primo cittadino di Comiso-. Le scuole che usufruiranno della refezione, sono...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 19:06 - Politica
[]
Santa Croce Camerina, si coalizza il fronte delle opposizioni: “Proposta credibile per la città. L’Amministrazione non ascolta”

“Offrire alla comunità di Santa Croce, attraverso la condivisione di idee e iniziative, una proposta programmatica credibile e lungimirante. Ma soprattutto diversa, nei metodi, dall’attuale Amministrazione comunale”. Con questo intento, giovedì 30 settembre, si è svolta a Santa Croce Camerina la prima riunione tra forze civiche e di partito rappresentati alle ultime e...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 11:46 - Attualità
[]
SALTA LA FIERA AGRICOLA MEDITERRANEA A RAGUSA: ERA NATA CINQUANTA ANNI FA…

Era divenuta fiore all'occhiello della provincia iblea e, potremmo dire anche della Sicilia e del Sud Italia.

“Semplicemente clamoroso. La Fiera agroalimentare mediterranea non si farà. Quella che avrebbe dovuto essere la 40esima edizione di un evento teso ad esaltare le peculiarità zootecniche, agroalimentari e non solo dell’area iblea salta. Un durissimo colpo per il nostro territorio. Ancora una volta, per come la ved...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 12:02 - Attualità
[]

Sicilia: la San Vincenzo riparte dalla scuola
A Comiso il 57° Convegno Regionale della Società di San Vincenzo De Paoli

Comiso, al via l’1 e 2 ottobre il 57° Convegno Regionale della Società di San Vincenzo De Paoli. Centinaia di soci e volontari si riuniscono per riflettere sul ruolo del Volontariato nel mondo scolastico e nella società civile.

Si terrà l’1 e 2 ottobre presso l’Hotel Villa Orchidea di Comiso (RG) il 57° Convegno della Società di San Vincenzo De Paoli di Sicilia. Come ogni anno ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
30-09-2022 12:29 - Attualità
[]
Si riqualificano importanti aree della fascia costiera, Dimartino: “Auspichiamo possano tornare ad essere luoghi di ritrovo per giovani e famiglie”

La stagione estiva è appena terminata ma si pensa già a una importante opera di riqualificazione dei luoghi che da anni necessitano di attenzione, soprattutto perché frequentati dai più giovani. Questa mattina sono stati consegnati i lavori che, tramite un finanziamento ministeriale di 90.000 euro, permetteranno di riqualificare tre piazze della fa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-09-2022 11:36 - Attualità
[]
PASSO MARINARO: DOPO L’ENNESIMA SOLLECITAZIONE M5S, AVVIATI I LAVORI PER LA POSA DEL CANALE DI RACCOLTA ACQUE. FIRRINCIELI: “ORA C’E’ DA RISOLVERE LA QUESTIONE DELLA SBARRA IN CONTRADA RANDELLO-MAGHIALONGA”

Dopo l’intervento del capogruppo m5S, Sergio Firrincieli, martedì sera in Consiglio comunale, sono stati avviati finalmente ieri i lavori per la posa del canale di raccolta acque a Passo Marinaro, località della costa che ricade sul territorio comunale di Ragusa. “Queste opere, attese da an...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
28-09-2022 17:12 - Attualità
[]
Abbiamo fatto le pulci alle spese del Parco Valle Dei Templi e del Comune, “l'estate Agrigentina” è costata circa 700.000€ . Il Parco per statuto può investire in spettacoli e feste? Il Comune può elargire un contributo di 135.000€ al distretto turistico delegando a loro l'organizzazione degli eventi con soldi pubblici? Perché sperperare il denaro pubblico in questo modo e non investirlo rendendo più bella ed accogliente la nostra città ridotta ai minimi storici per servizi al turista ed al c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
28-09-2022 16:44 - Politica
[]
In questi primi mesi di mandato ho scelto di non entrare nel merito delle polemiche politiche, spesso aspre e a tratti volgari, proprio per il rispetto del ruolo che ho l'onere di ricoprire.
Tuttavia gli attacchi infondati della minoranza all'esercizio della mia funzione impongono una riflessione ferma e chiara.
I tempi minimi e massimi di convocazione dei consigli comunali sono stabiliti dalla legge e la documentazione deve essere a disposizione dei consiglieri entro 72 ore dalla seduta. Compi...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
5

Visitatore Numero
2011408

totale visite
7912339

01-10-2022 19:35 - Cultura & Arte
[]
IL CINECLUB 262 DI MODICA SI AGGIUDICA UN FINANZIAMENTO DEL MINISTERO DELLA CULTURA PER IL BANDO “IL CINEMA E L'AUDIOVISIVO A SCUOLA”.

Il Cineclub 262 di Modica ha partecipato al bando promosso dal Ministero della Cultura per finanziare progetti rientranti nella tematica “Il Cinema e l’Audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”.

Al bando D.D. 863 11/03/2022, attuato dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, di concerto con il Ministero della Cultura e il Ministero dell'Istr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 12:35 - Cultura & Arte
[]
Visita guidata alla mostra di Gela: “Ulisse in Sicilia”, alle “Mura Timoleontee” e alla Cinta Federiciana della città antica

Si terrà domenica 2 ottobre 2022 con partenza alle ore 8,00 da Palermo e alle ore 8,30 da Termini Imerese la visita guidata alla mostra di Gela: “Ulisse in Sicilia”, alle “Mura Timoleontee” e alla Cinta Federiciana della città antica. La visita è organizzata da BCsicilia, ATC e Università popolare di Termini Imerese nell’ambito del “Progetto conoscenza”. Alle ore 11 è pr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
14-09-2022 17:35 - Eventi
[]
CAMPARI MOVIE CONTEST: ANCHE A COMISO GIOVANI TALENTI

I giovani sono una grande risorsa per ogni comune grande e piccolo d’Italia: spesso, purtroppo, li abbiamo visti costretti ad emigrare per potersi affermare professionalmente o solo per riscattarsi socialmente, trovare un lavoro, formarsi una famiglia, poterla mantenere. Molti ragazzi di Comiso infatti, finiti gli studi, li troviamo cittadini del mondo a contribuire, con la professionalità acquisita in Italia, allo sviluppo di Paesi, che no...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie