30 Settembre 2020
Categorie

L'ANALISI - " LA RISPOSTA DELLE REGIONI ALLA PANDEMIA E I PROBLEMI DELLE CAMPAGNE " di Francesco Aiello

LA POLITICA NON SE NE È ACCORTA,
MA NELLE CAMPAGNE NON CI SONO PIU’ I BIFOLCHI.

Il Coronavirus ha fatto epoca. Ma anche politica, e alla grande. Ha scombussolato schemi che sembravano intoccabili e messo in luce verità e virtu’, ma anche criticità, che sembravano perse nel dimenticatoio.
Interi sistemi sono stati messi a verifica e il risultato è stato sconvolgente. La ricca sanità lombarda, ad esempio, col suo rampantismo privatistico, e potenti bardature politico istituzionali, non ha reagito prontamente come era necessario, all’esplosione della pandemia. Le ragioni del disastro sono state ampiamente discusse e sviscerate. Sono di natura diversa, strutturali sicuramente, ma anche di natura politica e gestionale. La gestione delle RSA è stata a dir poco anomala e ha avuto conseguenze gravissime sulle dinamiche di diffusione del virus in tutto il territorio nazionale.
A fronte di tanta improntitudine, si è distinta positivamente l’accortezza e la rapidità decisionale del sistema Veneto, che esalta un modello sanitario pubblico efficiente e articolato nel territorio, e del suo Presidente, che ricorda in una intervista a Repubblica di domenica 17 maggio che negli ultimi mesi ha dormito “ spesso due ore a notte “, per fare fronte al lavoro di coordinamento che gli compete.
In verità emerge la sensazione che l’orientamento prevalente sia quello di ricondurre tutta la vicenda della diversa gestione della pandemia quasi a un problema di tipo caratteriale e personale dei diversi Presidenti delle Ragioni, veneto e lombardo in modo particolare: e cio’ per non mettere in discussione modelli di organizzazione sanitaria come invece l’esplosione del Corona virus sollecita a fare. Lo stesso Presidente della Regione Veneto Zaia suggerisce, nel corso della intervista, che “ gli Amministratori alle prese col Covid sono cresciuti tutti nel gradimento. Anche Conte. “ Zaia ammette che il Covid ha determinato alcune modifiche di natura politica nel gradimento dei cittadini. Evidentemente se la Lombardia ha registrato 15 mila morti e il Veneto 1800, delle ragioni ci saranno pure state. Per Zaia è stata invece “sfortuna “ e glissa persino quando gli si chiede da parte dell’intervistatore se i buoni risultati del Veneto non dipendano dalla superiorità del sistema sanitario nel territorio. “ La sanità-risponde Zaia- non è un abito su misura”.
Sembra che qualunque confronto sugli effetti prodotti dal Covid non debba mai mettere in discussione gli interessi prevalenti di un sistema sanitario a gestione regionale che punta alla privatizzazione. E cio’ anche dove, nei fatti, si mantiene un percorso di intervento pubblico responsabile e piu’ forte come in Veneto.
Si tende a sorvolare, a impedire qualunque revisione strategica delle linee di politica sanitaria perseguita negli ultimi decenni. Perfettamente in linea con la logica degli interventi emergenziali per l’economia: l’obiettivo è ripartire senza cambiare niente.
Dentro questo schema accade ( a Zaia e a tanti altri nordisti della Gdo ) di mettersi persino l’abito provinciale del contadino, che “ viene dalla campagna “ remissivo e paziente, che alle prime luci dell’alba medita passeggiando per i campi del suo paese, che non pone problemi e non si fa domande né sulle problematiche del cambiamento di strategia sanitaria nelle aree del Nord, Lombardia in particolare, né sul valore del mondo rurale nella tragica vicenda del Paese. Il modello contadino a cui si fa riferimento è quello del bifolco assoggettato, in una finzione tranquillizzante che ignora le vere richieste del mondo agricolo, che mettono in discussione lo scempio della Pac , degli accordi euromediterranei e dei Progetti Meda, ( voluti in primis dai Governi leghisti e di Centro Destra ) , che hanno impoverito le campagne e il Mezzogiorno italiano, che hanno fatto di Venezia il punto focale del traffico marittimo di merci intercontinentali dall’Africa e dal Cairo in modo particolare.
Il messaggio che ci propone Zaia è quello della “ sfortuna” sul versante delle problematiche sanitarie emerse nelle diverse realtà regionali e non della necessità, per altro coerentemente perseguita nel Veneto, della affermazione di una medicina incentrata sulla prevenzione e sulla cura delle pandemie e della abilitazione in tal senso delle strutture territoriali del nostro Paese.
Ci si rifiuta di dare senso e progetto alle sollecitazioni che vengono dai Movimenti agricoli, che spronano la politica a muoversi per mettere in campo le richieste di un cambiamento radicale della Pac, costruita sulla base degli interessi globali della Gdo. Il Covid ha fatto emergere il ruolo delle campagne italiane che hanno assicurato i rifornimenti di cibo e beni primari, provenienti dalle nostre campagne. Il ritorno alla normalità, che tutti auspichiamo, segnerà per converso la negazione di questo ruolo di grande responsabilità delle campagne italiane e il ritorno alle importazioni sommarie, abnormi, incontrollate, e anche travisate da mille forme di taroccamento nella pratica permanente del dumping delle nostre produzioni. Chi pratica la campagna queste cose le deve sapere. Come deve conoscere la differenza che il Covid ha fatto emergere fra sanità pubblica e cliniche private, per cambiare indirizzo.
Persino le Organizzazioni agricole, impegnate in questo momento nella richiesta dei risarcimenti alle aziende colpite dal blocco, sembrano accreditare questa logica di una fase transitoria da superare e dimenticare. Nessuno riesce a trarre conclusioni piu’ perentorie sul futuro delle nostre campagne ( li’ dove lavorano centinaia di migliaia di braccianti immigrati che vanno rispettati e contrattualizzati, giustamente), che hanno assicurato all’Italia, in questo momento, prodotti agricoli, lattiero caseari, ortofrutta fresca e dunque autonomia alimentare .Nelle sedi istituzionali e nei gruppi di confronto dei media, si è discusso molto solidarietà, di sostegni, di soldi, in prestito o a fondo perduto, anche per le aziende agricole, ma poco di cio’ che sarà o dovrà essere la nostra Agricoltura, col ritorno alla normalità. Il Covid ha fatto riemergere con forza il tema della sovranità alimentare come base di una nuova politica agraria, come scelta necessaria, strategica, rispetto anche all’isolamento che le pandemie determinano e di cui abbiamo avuto esperienza.
Sappiano tutti che il fermento è enorme. E che il mondo agricolo, a Nord e a Sud del Paese, non è fatto di bifolchi mansueti, ma di imprese qualificate e di lavoratori, che con il ritorno alla normalità sanitaria si ritroveranno nel conflitto piu’ irregolare e spietato di una competizione a perdere. Una nuova generazione di produttori ha sostenuto in questi mesi lo sforzo produttivo. Penso alla serricoltura e alla zootecnia, alla viticoltura siciliana, penso alla formidabile spinta all’innovazione che questi imprenditori stanno sviluppando in tutti i comparti dell’agricoltura siciliana, ormai rinnovati e collegati a nuove dinamiche produttive e commerciali. Sono i testimoni di una Italia capace di garantire al Paese autonomia e sovranità alimentare di qualità. Esse, come abbiamo sperimentato in questi mesi, costituiscono un bene strategico per l’ Italia. Irrinunciabile.

Francesco Aiello
Tavolo Verde Sicilia
18/5/2020
Notizie Flash
RAGUSA - STATO DI AGITAZIONE DEI LAVORATORI DELLE STRISCE BLU
MARINA DI MODICA - DISSERVIZI IDRICI IL 29 SETTEMBRE
VITTORIA - LA CISL SUL MANCATO PAGAMENTO DEGLI STIPENDI AI COMUNALI
VITTORIA - ANCORA CAOS NEL FINE SETTIMANA: DENUNCIA DI MARCO CIANCIO
PALERMO - NO ALLA PANIFICAZIONE LA DOMENICA
MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 SETTEMBRE
VITTORIA - APERTE LE ISCRIZIONI PER " FACCIAMO META "
SCICLI - LAUREE A PALAZZO SPADARO
RAGUSA - ASSEGNATI COMPUTER ALLE SCUOLE
SCOGLITTI - PERDITA D'ACQUA IN VIA MIRAMARE
29-09-2020 10:19 - OBITUARY
[]
Lo ricordiamo sorridente e gioviale, sempre disponibile: un'estate degli anni '70 con il prof. Giovanni Cafiso viaggiammo giornalmente per raggiungere l'Istituto Magistrale di Modica, dove eravamo nella stessa commissione di esami di maturità. Piacevolissimo il viaggio, arricchito dagli aneddoti e dai resoconti di vita del prof. Cafiso; altrettanto piacevole il lavoro di esaminatore, impreziosito dalle profonde conoscenze del prof., che, con la sua scomparsa, lascia un vuoto non indiffere...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:37 - Politica
[]
Pelligra, La Rosa e Frasca
Presentato il patto elettorale sancito dal Movimento politico Sviluppo Ibleo con la Lega
in vista delle amministrative e a sostegno del candidato sindaco di Vittoria Salvo Sallemi

Movimento politico Sviluppo Ibleo e Lega hanno sancito un patto elettorale in vista delle amministrative a sostegno del candidato sindaco Salvo Sallemi. Ieri mattina, l’ufficializzazione dell’accordo, durante un incontro tenutosi alla sala Avis, e la presentazione dei candidati al Consiglio comunale. Ad illustrare i t...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:28 - Politica
[]

Nuova uscita de “La buona Stella”

Nuova uscita del periodico “La Buona Stella”, edito dalla deputata regionale del M5S Stefania Campo, registrato al numero 1/2020 al Tribunale di Ragusa (precedentemente era uscito un numero zero in attesa di registrazione), che racconta l’attività politica dei portavoce pentastellati all’Ars e quella dei vari meetup del territorio ibleo.

Un giornale, unico nel suo genere per la nostra provincia, con cui la parlamentare iblea intende azzerare la consueta “distan...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:09 - Attualità
[]
Gregorio Lenzo presidente Confcommercio Vittoria
Vittoria e i fatti di cronaca accaduti di recente in città
La sezione comunale di Confcommercio avanza una serie di proposte
sollecitando più controlli e una maggiore cura degli spazi urbani

“Alla luce dei recenti fatti di cronaca accaduti in città, riteniamo sia doveroso intervenire sulla questione riguardante la sicurezza e l’ordine pubblico, al fine di tutelare ciascun cittadino nonché gli operatori commerciali che, con le vetrine dei propri negozi e con una intensa e vivace movida animata da...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-09-2020 17:12 - Politica
[]
Territorio: da rivedere del tutto la strategia delle linee blu e del rapporto con ditta appaltante

L’ennesima conflittualità con il datore di lavoro degli ausiliari del traffico che si occupano della gestione delle linee blu nella città di Ragusa impone attente considerazioni sulla questione che, non sempre è stata affrontata con la dovuta attenzione.
A occuparsi della importante questione, sia per gli aspetti che riguardano i lavoratori come per quelli che attengono all’utenza, è il segretario...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 12:44 - Cronaca Locale
[]
Continuano le azioni vandaliche nel territorio comisano: questa volta è stato il turno delle panchine presso la villetta della scuola materna " SS Apostoli ". Fino a quando non saranno rafforzati i sistemi di vigilanza e non sarà intrapresa una seria opera di repressione, i vandali continueranno a imperversare in città.
Ecco il comunicato del PD:

Vandalizzata la panchina rossa realizzata dal Partito Democratico di Comiso in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 11:45 - Attualità
[]

Il giovane comisano Danio Vincenzo Distefano conquista a pieni voti il tanto desiderato accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare
Un ragazzo comisano diventa allievo della prestigiosa Scuola Militare “Francesco Morosini”. È Danio Vincenzo Distefano, classe 2004, che ha affrontato e superato brillantemente tutte le difficili prove di cultura generale, e le prove psicologico/attitudinali, necessarie per l’accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare.
Danio è da un anno che si p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-09-2020 12:01 - Economia
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Pubblicato sul sito istituzionale del comune di Comiso, il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti nella zona PIP ( piano per gli insediamenti produttivi). “Un atto dovuto al comparto produttivo che aspettava dal 2016 e che potrà essere il propulsore dell'economia imprenditoriale locale”. Dichiarazioni dell'assessore allo sviluppo economico, Giuseppe Alfano.

“ E' stato pubblicato il 24 settembre il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti in zona pip – comunica l'assessore Alfano – che at...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:32 - Politica
[]
Sversamento petrolio torrente Moncillè, Campo: “Politica chiarisca vicenda e fughi ogni dubbio sulle responsabilità”

“Ci sono tutta una serie di chiarimenti che si devono avere, con la massima urgenza, riguardo la potenziale contaminazione del sito ‘Area pozzo Ragusa 16’ nei pressi del torrente Moncillè, in cui sarebbero finiti oltre 1500 metri cubi di greggio, frammisto ad acqua al 25-30%. Una vicenda in cui ci sono da chiarire anche e soprattutto le responsabilità politiche, che sono sicuram...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
5

Visitatore Numero
1440328

totale visite
5072014

[]
29-09-2020 12:08 - Angolo dell´Arte
[]
“Racconti intrecciati” di Jonida Xherri

Il mondo, un pianeta dove siamo attualmente ospitati, è perfetto ed è un luogo di incontri, ma la “civilta” ha aggiunto una mappa geografica, fata di confini che valgono solo per i piu deboli. Da sempre, oltre i confini, viaggiano le nostre storie, i nostri racconti, fatte da parole che si traducono in tutte le lingue del mondo e divulgano informazioni da un confine all'altro. E proprio qui che prende forma il progetto dell'artista Xherri, nella trasform...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 11:01 - Angolo dell´Arte
[]


Comiso, conclusa la mostra “Terra”, inno all’ambiente e alla responsabilità civica

Si è conclusa la mostra plurisensoriale “Terra” organizzata dal pittore Giovanni Pace direttore artistico dell’Associazione OmniArtEventi presieduta da Salvo Luzzio con il patrocinio del Comune di Comiso che ha messo a disposizione le sale di Palazzo Labisi.

La mostra è stata un vero e proprio inno alla responsabilità civica, al rispetto per l’ambiente alla cura degli animali.
Un progetto importante voluto da Pac...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:52 - Cultura & Arte
[]
Il libro del magistrato Alberto Centonze apre la XV stagione letteraria del Caffè Quasimodo di Modica

Al via lo scorso sabato presso l’Atrio comunale di Modica la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, che si snoderà in 16 appuntamenti fino a maggio 2021.
Il primo appuntamento, dopo il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, è stato dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, magistrato, dal titolo Il “giallo nordico” e i suoi di...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:48 - Angolo dell´Arte
[]
Promesse Mantenute, Quasimodo bambino
Alessandro Quasimodo e Antonella Cappuccio sono stati i protagonisti dell’incontro tenutosi presso “Il museo casa natale Salvatore Quasimodo” di via Posterla. Per l’occasione la pittrice Antonella Cappuccio ha donato alla Associazione Proserpina il dipinto che ritrae un giovanissimo Salvatore Quasimodo facente parte di una mostra già ospitata presso lo spazio Big del complesso di S. Marta a Milano dal titolo “Promesse mantenute”. L’artista è stata presenta...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:39 - Cultura & Arte
[]
FRANCESCO CAFISO E LA TJO TCHAIKOVSKY JAZZ ORCHESTRA EMOZIONANO RAGUSA IBLA. IERI SERA SPETTATORI EMOZIONATI DA UN CONCERTO STRAORDINARIO DEDICATO AL JAZZ MONDIALE.
RAGUSA – La bellezza di Ibla risplende nelle sonorità jazz. Raffinata serata ieri per il quartiere barocco, trascinato dall’irresistibile musicalità della Tjo Tchaikovsky Jazz Orchestra, con i suoi 18 elementi, e del suo ospite d’eccezione Francesco Cafiso in un concerto eccezionale, promosso dal centro commerciale naturale Antica ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio