01 Ottobre 2020
Categorie
percorso: Home > Categorie > Economia

L´INTERVISTA - DAL BOOM DEGLI ANNI ´80 DELL´ECONOMIA TRASFORMATA ALLA CONTESTUALE PENETRAZIONE DELLE MAFIE NEL SETTORE: LE RIFLESSIONI DI FRANCESCO AIELLO.

Pubblichiamo la seconda parte dell´intervista all´on. Francesco Aiello, candidato a sindaco di Vittoria nelle prossime amministrative di primavera.( La prima parte è uscita qualche giorno fa, sempre sul nostro giornale )

Domanda - On. Aiello, abbiamo parlato precedentemente della lenta, ma costante, penetrazione del malaffare nel mondo della serricultura e del mercato vittoriese: si tratta di un fenomeno nuovo in Italia?

R.- Cose non nuove se vogliamo, di cui già Francesco Rosi si occupò nel lontano 1957, quando dedicò il suo primo film inchiesta, La Sfida, alla descrizione e denuncia di questi processi, esaminati dall’interno del loro processo formativo.
Gli anni del secondo dopoguerra sono stati caratterizzati dallo sviluppo intensivo delle campagne in tutto il Sud e in Sicilia e in tale contesto la serricoltura ha segnato alcuni primati a livello nazionale. Terre incolte e incoltivabili sono state trasformate in giardini di modernità produttiva e sino agli anni ’90 più di 80 mila persone erano impegnate nella serricoltura, tra lavoro diretto nelle campagne e indotto. Una rivoluzione sociale fu la conseguenza di questo processo che ebbe una direzione politica ben precisa, nei gruppi dirigenti del Pci di questa area della Sicilia, che ispirarono il loro progetto muovendo dalle spinte reali del territorio e delle campagne, con esiti straordinariamente efficaci nella costruzione di un blocco sociale riformatore, fortemente innovativo, fondato sulla piccola e media impresa, e saldamente ancorato alla mobilitazione sociale e al progetto collettivo, nelle forme di una mai sopita tendenza di pan-sindacalismo radicale.
Anni d’oro per i serricoltori, quando tutto era in crescita. Eravamo i soli a produrre nel Mediterraneo e per quanto le mediazioni già operassero per taglieggiare e aggredire i prezzi di vendita all’ingrosso, le cose andavano bene. L’esistenza di strutture cooperative democratiche, costituivano dei formidabili deterrenti al dilagare di speculazioni e di pratiche truffaldine. Furono gli anni d’oro della serricoltura siciliana. Ma anche la speculazione era in crescita e poi anche le mafie, che dagli anni ’80 in poi hanno portato avanti la loro penetrazione nel settore, in tutte le forme possibili di connessione con le diverse realtà del Sud Italia. Per arrivare a Milano i nostri pomodori prima devono uscire da Vittoria, poi devono attraversare il corridoio catanese, sino allo stretto di Messina. E poi c’è la Calabria e la Campania e il Lazio, con Fondi a fare da bastione, per la distribuzione e i trasporti, dalla Campania e dal Casalese. E poi il racket degli imballaggi, con l’episodio gravissimo dell’ingresso degli stessi dentro l ’area mercatale ( sembra che a nulla siano valse quelle sciagure, se ancora gli imballaggi sono distribuiti ai produttori dentro il Mercato…) e il pizzo sulle cassette e la violenza omicida in agguato.

D- Quando inizia il declino?

R - Dall’inizio degli anni 2000 inizia il declino, sotto i colpi di una concorrenza spietata e irregolare, col taroccamento e il dumping delle produzioni orticole provenienti dall’Africa e dal Medio Oriente. La crisi inizia da lì, come crisi commerciale, che diventa poi strutturale e sistemica. Il credito agrario viene poi cancellato e gli imprenditori agricoli e la piccola e media impresa non possono più entrare in una banca: non sono più ospiti graditi. L’economia reale è abbandonata a se stessa, la GDO impone le sue regole internazionaliste, regole selvagge ed eversive per la nostra economia agraria: i suoi tempi non sono quelli delle aziende agricole e dei territori. Ma i Governi, tutti i Governi di ogni colore, lasciano fare, seguono la traccia e gli interessi della Gdo. Ed è crisi, da anni.
E la crisi ha cambiato ogni cosa, gli uomini e i processi produttivi.
Disperati da tutto il mondo vengono qui, in Sicilia e nel Sud delle trasformazioni agrarie, per concorrere all´offerta di mano d´opera, con tutte le conseguenze del caso in ordine alla perdita dei diritti e della dignita´ stessa, in alcune circostanze.
Ora a molti vanno bene i Green Corridors, l´ingresso illegale di merce che viene rilavorata e taroccata in Sicilia e nei nostri mercati, la spoliazione del valore dei prodotti, sottoposti agli umori speculativi di bande che nella filiera agroalimentare sono i padroni del campo, nell´indifferenza piu´ assoluta dello Stato.
Per decenni le mafie sono state padrone dei meccanismi della filiera, contando sulla inerzia o inettitudine degli apparati pubblici a tutti i livelli.
La tracciabilita´ delle merci e il rispetto delle norme commerciali rimangono nei cassetti delle burocrazie corrotte. E il risultato e´ che l´intero processo non funziona, cova nelle braccia della illegalita´: la gente si impoverisce e la mafia esprime oggi un macabro ottimismo che la porta ancora a investire in agricoltura, nonostante tutto.

Gli speculatori alzano la voce, accusano chi osa scrivere con spirito di verità ( come e´ accaduto recentemente con Paolo Borrometi, giornalista ibleo particolarmente impegnato in queste analisi ) sui mercati e sull’indotto, additano all´isolamento chi tenti di denunciare truffe e prevaricazioni.
Si sentono padroni del campo e sfidano direttamente il buon senso e la realta´.

Il fallimento dell’Associazionismo democratico nell’area serricola segna la fine definitiva della cultura democratica e dell’autogoverno dei produttori, il venir meno di saldi presidi di democrazia e di legalità nella vicenda collettiva del territorio, e di concreta resistenza democratica a questi processi devastanti.
Don Luigi Ciotti, che si è occupato anche di queste cose, scriveva testualmente qualche mese fa:
“La mafia entra nelle nostre vite più di quello che pensiamo. Bussa alla nostra porta e si siede a tavola con noi.
Il settore agroalimentare è profondamente infiltrato dalle organizzazioni criminali in tutte le fasi della filiera: dalla produzione, alla trasformazione, al trasporto, allo smercio “…..


D - Della gravità della situazione le istituzioni locali, amministrative in primo luogo, si sono rese conto?

R - Il Mercato dunque ritorna di nuovo al centro di un duro confronto e non si può più sottacere la gravità di gravi forme di prevaricazione sulla legalità commerciale. E anche l’Assessore alla Trasparenza del Comune di Vittoria ha scelto di rompere gli indugi e consegnare alla cittadinanza e alle forze politiche il quadro di una battaglia in corso sul Nuovo Regolamento.
Devo dire che ritrovo nelle sue posizioni tante cose dette, tante battaglie fatte … e ora non posso che essere lieto di questo passaggio del quale colgo il valore discriminante per il futuro economico, ma anche politico, sociale e civile della Città di Vittoria e dell’intero comparto serricolo.
Il dibattito ritorna alle questioni importanti e sostanziali del Mercato e della commercializzazione, alle forme che deve assumere l’offerta del prodotto, al suo controllo normativo, alla tracciabilità delle produzioni, al rispetto delle norme OCM all’interno dei Mercati, che diventa oramai un passaggio obbligato per i nostri territori e le nostre produzioni, al maneggio di imballaggi dentro il Mercato sotto il profilo logistico e fiscale, alla proliferazione di provvigioni aggiuntive che vengono artificiosamente introdotte da soggetti diversi in diverse fasi del processo commerciale, alla regolamentazione del ruolo delle Banche che operano dentro e attorno alla struttura mercatale e alla definizione di percorsi cautelativi ( Fidejussioni obbligatorie per tutti gli acquirenti ) verso la pratica di “tappi” e delle insolvenze, e quindi anche della tracciabilità finanziaria degli acquirenti, sino alla individuazione di nuovi percorsi normativi ( ed è la parte più interessante della interrogazione del Sen. Lumia ) a tutela delle produzioni dal “Dumping” e da ogni forma di taroccamento, per arrivare al tema centrale, al problema dell’emergenza reale dei prezzi e alla tempistica operativa, alla disciplina dei vari passaggi per garantire la conoscenza e il controllo dei prezzi in tempo reale, per finire con il tema della rapidità ed efficacia delle sanzioni.
Il vecchio regolamento mercatale del 1971 e le successive e correlate Ordinanze sindacali, possono e devono essere recuperate a mio avviso a sostegno di questa linea enunciata. In fondo quel Regolamento è ancora vivo in molte sue specificazioni, ma certamente sono importanti gli sviluppi normativi e operativi che si riescono a delineare.

D- C´è una libera imprenditoria che ruota attorno al mercato ? Se esiste, cosa può fare per migliorare la situazione ?

R -Esistono ancora imprenditori liberi onesti? La domanda non è né retorica né provocatoria. Certo che ci sono e sono ancora tanti, nell’economia, nella società, dentro e fuori il Mercato. Ma per loro, nel tempo, l’alternativa è stata quella di stare al gioco della cointeressenza o di sparire. E molti sono venuti a patti, e hanno accettato di convivere . Ed è così che le mafie hanno conquistato la nostra vita, il nostro lavoro, le fatiche di tante generazioni, di chi suda in campagna, o nell’indotto, di chi vorrebbe lavorare onestamente, al Mercato o fuori dal Mercato, qui come a Bari, come a Palermo.


Capita raramente che una vicenda che sembrava spenta, ormai seppellita dal peso della sconfitta , risorga dalle ceneri del conformismo e riacquisti senso e prospettiva. Questo sta accadendo e vogliamo solo sottolinearne il valore e il significato. La rinascita meridionale parte dal recupero della legalità come tutela del proprio lavoro e del proprio destino territoriale, aziendale e personale.

Bisogna guardare al bosco per venire a capo di questa vicenda, e non a un solo albero, bisogna avere il coraggio di innovare, ma a tutela del lavoro e della legalità. Ecco il valore di questa interrogazione qual è, coi limiti che io stesso ho colto e illustrato: ma da questa visione si deve partire per aiutare gli Onesti, i produttori, gli operatori commerciali a ripartire, ripristinando il valore delle cose giuste e del rispetto del lavoro altrui.


Francesco Aiello
Consigliere comunale
Vittoria 10 Febbraio 2015
Notizie Flash
MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 28 SETTEMBRE
PALERMO - NO ALLA PANIFICAZIONE LA DOMENICA
RAGUSA - ASSEGNATI COMPUTER ALLE SCUOLE
SCOGLITTI - PERDITA D'ACQUA IN VIA MIRAMARE
VITTORIA - LA CISL SUL MANCATO PAGAMENTO DEGLI STIPENDI AI COMUNALI
VITTORIA - ANCORA CAOS NEL FINE SETTIMANA: DENUNCIA DI MARCO CIANCIO
SCICLI - LAUREE A PALAZZO SPADARO
RAGUSA - STATO DI AGITAZIONE DEI LAVORATORI DELLE STRISCE BLU
VITTORIA - APERTE LE ISCRIZIONI PER " FACCIAMO META "
MARINA DI MODICA - DISSERVIZI IDRICI IL 29 SETTEMBRE
30-09-2020 11:58 - Attualità
[]
L’inaugurazione dell’antica sacrestia della chiesa di piazza Cappuccini uno dei momenti più caratterizzanti della festa di San Francesco d’Assisi

L’inaugurazione dell’antica sacrestia, nella chiesa di piazza Cappuccini, a Ragusa, è stato uno dei momenti più significativi delle celebrazioni in onore di San Francesco d’Assisi, tuttora in fase di svolgimento. Una ristrutturazione fortemente voluta dal parroco, don Nicola Iudica, al terzo anno di attività pastorale, che ha recuperato un prestigios...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
30-09-2020 11:13 - Eventi
[]
Celebrazione per la festa di San Michele Arcangelo Santo Patrono della Polizia di Stato.

Oggi, presso la Cattedrale San Giovanni Battista di Ragusa è stata celebrata la Santa Messa in occasione della Festività dedicata al Santo Patrono della Polizia di Stato.
La funzione religiosa è stata officiata alle ore 11.30 da S. E. Monsignor Carmelo CUTTITTA, Vescovo della Diocesi di Ragusa, in concelebrazione con il Cappellano della Polizia di Stato per la provincia, padre Giuseppe RAMONDAZZO e dal parr...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
30-09-2020 10:37 - Attualità
[]


POSITIVO UN GIOCATORE AZZURRO IN ORGANICO, L’ASD RAGUSA CALCIO 1949 HA SOSPESO CON EFFETTO IMMEDIATO OGNI ATTIVITA’

L’Asd Ragusa Calcio 1949 comunica, a malincuore, di avere sospeso con effetto immediato ogni attività, a cominciare dall’allenamento in programma oggi pomeriggio allo stadio di viale Colajanni. La decisione è stata presa dopo che un giocatore regolarmente in organico è risultato positivo al Covid-19. Il resto della squadra, lo staff tecnico e i tesserati si sono collocati in quar...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:19 - OBITUARY
[]
Lo ricordiamo sorridente e gioviale, sempre disponibile: un'estate degli anni '70 con il prof. Giovanni Cafiso viaggiammo giornalmente per raggiungere l'Istituto Magistrale di Modica, dove eravamo nella stessa commissione di esami di maturità. Piacevolissimo il viaggio, arricchito dagli aneddoti e dai resoconti di vita del prof. Cafiso; altrettanto piacevole il lavoro di esaminatore, impreziosito dalle profonde conoscenze del prof., che, con la sua scomparsa, lascia un vuoto non indiffere...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:37 - Politica
[]
Pelligra, La Rosa e Frasca
Presentato il patto elettorale sancito dal Movimento politico Sviluppo Ibleo con la Lega
in vista delle amministrative e a sostegno del candidato sindaco di Vittoria Salvo Sallemi

Movimento politico Sviluppo Ibleo e Lega hanno sancito un patto elettorale in vista delle amministrative a sostegno del candidato sindaco Salvo Sallemi. Ieri mattina, l’ufficializzazione dell’accordo, durante un incontro tenutosi alla sala Avis, e la presentazione dei candidati al Consiglio comunale. Ad illustrare i t...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:28 - Politica
[]

Nuova uscita de “La buona Stella”

Nuova uscita del periodico “La Buona Stella”, edito dalla deputata regionale del M5S Stefania Campo, registrato al numero 1/2020 al Tribunale di Ragusa (precedentemente era uscito un numero zero in attesa di registrazione), che racconta l’attività politica dei portavoce pentastellati all’Ars e quella dei vari meetup del territorio ibleo.

Un giornale, unico nel suo genere per la nostra provincia, con cui la parlamentare iblea intende azzerare la consueta “distan...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 11:09 - Attualità
[]
Gregorio Lenzo presidente Confcommercio Vittoria
Vittoria e i fatti di cronaca accaduti di recente in città
La sezione comunale di Confcommercio avanza una serie di proposte
sollecitando più controlli e una maggiore cura degli spazi urbani

“Alla luce dei recenti fatti di cronaca accaduti in città, riteniamo sia doveroso intervenire sulla questione riguardante la sicurezza e l’ordine pubblico, al fine di tutelare ciascun cittadino nonché gli operatori commerciali che, con le vetrine dei propri negozi e con una intensa e vivace movida animata da...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-09-2020 17:12 - Politica
[]
Territorio: da rivedere del tutto la strategia delle linee blu e del rapporto con ditta appaltante

L’ennesima conflittualità con il datore di lavoro degli ausiliari del traffico che si occupano della gestione delle linee blu nella città di Ragusa impone attente considerazioni sulla questione che, non sempre è stata affrontata con la dovuta attenzione.
A occuparsi della importante questione, sia per gli aspetti che riguardano i lavoratori come per quelli che attengono all’utenza, è il segretario...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 12:44 - Cronaca Locale
[]
Continuano le azioni vandaliche nel territorio comisano: questa volta è stato il turno delle panchine presso la villetta della scuola materna " SS Apostoli ". Fino a quando non saranno rafforzati i sistemi di vigilanza e non sarà intrapresa una seria opera di repressione, i vandali continueranno a imperversare in città.
Ecco il comunicato del PD:

Vandalizzata la panchina rossa realizzata dal Partito Democratico di Comiso in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 11:45 - Attualità
[]

Il giovane comisano Danio Vincenzo Distefano conquista a pieni voti il tanto desiderato accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare
Un ragazzo comisano diventa allievo della prestigiosa Scuola Militare “Francesco Morosini”. È Danio Vincenzo Distefano, classe 2004, che ha affrontato e superato brillantemente tutte le difficili prove di cultura generale, e le prove psicologico/attitudinali, necessarie per l’accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare.
Danio è da un anno che si p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
1

Visitatore Numero
1441796

totale visite
5074812

[]
30-09-2020 11:02 - Cultura & Arte
[]
Si terra’ nella Chiesa dei Cappuccini di Ragusa ,giorno 11.Ottobre (subito dopo la messa vespertina) la richiesta conferenza sulle rappresentazioni pittoriche piu’ importanti che hanno interessato San Francesco d’Assisi il diacono e fondatore dell’ordine che da lui poi prese il nome, venerato come Santo dalla Chiesa Cattolica il 4 ottobre e Patrono d’Italia.
Sara’ ancora una volta l’Arch. Salvo Giliberto di Ragusa,storico dell’arte, a completamento dei festeggiamenti di San Franc...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 12:08 - Angolo dell´Arte
[]
“Racconti intrecciati” di Jonida Xherri

Il mondo, un pianeta dove siamo attualmente ospitati, è perfetto ed è un luogo di incontri, ma la “civilta” ha aggiunto una mappa geografica, fata di confini che valgono solo per i piu deboli. Da sempre, oltre i confini, viaggiano le nostre storie, i nostri racconti, fatte da parole che si traducono in tutte le lingue del mondo e divulgano informazioni da un confine all'altro. E proprio qui che prende forma il progetto dell'artista Xherri, nella trasform...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 11:01 - Angolo dell´Arte
[]


Comiso, conclusa la mostra “Terra”, inno all’ambiente e alla responsabilità civica

Si è conclusa la mostra plurisensoriale “Terra” organizzata dal pittore Giovanni Pace direttore artistico dell’Associazione OmniArtEventi presieduta da Salvo Luzzio con il patrocinio del Comune di Comiso che ha messo a disposizione le sale di Palazzo Labisi.

La mostra è stata un vero e proprio inno alla responsabilità civica, al rispetto per l’ambiente alla cura degli animali.
Un progetto importante voluto da Pac...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
29-09-2020 10:52 - Cultura & Arte
[]
Il libro del magistrato Alberto Centonze apre la XV stagione letteraria del Caffè Quasimodo di Modica

Al via lo scorso sabato presso l’Atrio comunale di Modica la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, che si snoderà in 16 appuntamenti fino a maggio 2021.
Il primo appuntamento, dopo il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, è stato dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, magistrato, dal titolo Il “giallo nordico” e i suoi di...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:48 - Angolo dell´Arte
[]
Promesse Mantenute, Quasimodo bambino
Alessandro Quasimodo e Antonella Cappuccio sono stati i protagonisti dell’incontro tenutosi presso “Il museo casa natale Salvatore Quasimodo” di via Posterla. Per l’occasione la pittrice Antonella Cappuccio ha donato alla Associazione Proserpina il dipinto che ritrae un giovanissimo Salvatore Quasimodo facente parte di una mostra già ospitata presso lo spazio Big del complesso di S. Marta a Milano dal titolo “Promesse mantenute”. L’artista è stata presenta...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
28-09-2020 10:39 - Cultura & Arte
[]
FRANCESCO CAFISO E LA TJO TCHAIKOVSKY JAZZ ORCHESTRA EMOZIONANO RAGUSA IBLA. IERI SERA SPETTATORI EMOZIONATI DA UN CONCERTO STRAORDINARIO DEDICATO AL JAZZ MONDIALE.
RAGUSA – La bellezza di Ibla risplende nelle sonorità jazz. Raffinata serata ieri per il quartiere barocco, trascinato dall’irresistibile musicalità della Tjo Tchaikovsky Jazz Orchestra, con i suoi 18 elementi, e del suo ospite d’eccezione Francesco Cafiso in un concerto eccezionale, promosso dal centro commerciale naturale Antica ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio