15 Gennaio 2021
Categorie
percorso: Home > Categorie > KAIROS

LA RUBRICA DI KAIROS - " TERRORISMO E ALTRI TERRORI: COSA CI SUCCEDE ? " DELLA DOTT/SSA STELLA MORANA

Terrorismo e altri terrori: cosa ci succede?

Attacchi terroristici, esplosioni, uccisioni, torture. Si tratta di eventi che - a partire da quel famoso 11 settembre 2001 ma ancor di più negli ultimi anni con i fatti più recenti – hanno scosso l’opinione pubblica e l’emotività delle persone. Basti pensare che la paura di eventuali attacchi terroristici, sembri essere tra le prime angosce a condizionare l’immaginario collettivo. Mi viene in mente la prima frase del presidente Roosevelt, pronunciata nel 1932 nel suo primo discorso da presidente: «L’unica cosa di cui dobbiamo avere paura è la paura». Certo il contesto era diverso - arrivava alla Casa Bianca dopo la crisi del ’29, dopo la Grande Depressione e parlava ad un paese mai così povero e disperato, scosso nelle sue certezze più radicate – ma la frase sembra apparire tutt’altro che superata.  
Qual è l’obiettivo del terrorismo?
Certamente (o per lo meno nella maggior parte dei casi ) non è l’uccisione del singolo politico o del singolo rappresentante dello Stato; lo scopo è causare e alimentare emozioni negative quali la paura, l’angoscia, l’inibizione delle attività. Si amplificano infatti non solo la paura della morte, ma anche quelle intime e soggettive come la paura delle malattie, degli incidenti, delle brutte notizie ect. Si diventa più intolleranti allo stress e alle frustrazioni, aumenta la diffidenza e l’ostilità verso tutto ciò che è straniero, sconosciuto, estraneo al proprio quotidiano.
Per fare ciò – il terrorismo – sfrutta al massimo il potere mediatico e persuasivo dei mezzi di comunicazione di massa che - volente o nolente - fungono da cassa di risonanza. Vedere più e più volte e da svariate angolazioni le immagini delle esplosioni (come se le stessimo vivendo in prima persona), le persone che fuggono urlando o che piangono disperatamente, macerie, corpi senza vita di adulti e bambini, ne moltiplica l’impatto psicologico sulla popolazione.
Le notizie dei mass media, non sono più solo semplice informazione; esse rappresentano dei colpi sferrati alle certezze del singolo individuo e all’equilibrio su cui si regge il vivere civile, che in questo modo inizia a vacillare; alcune persone possono cominciare a vivere con un senso di di costante minaccia verso qualcosa che incombe da fuori e che non può essere controllato.
Le vittime del terrorismo - quindi - non sono solamente le persone che lo hanno vissuto in prima persona. A cascata possiamo essere tutti delle potenziali vittime, perché è come se vivessimo l’evento anche a chilometri di distanza attraverso la tv, i telefonini o il computer.
Nello specifico, gli esperti distinguono tre tipologie di vittime:
Vittime "primarie", vale a dire i soggetti direttamente coinvolti dall´evento critico (in questo caso l’attacco terroristico). Questi soggetti provano la costante sensazione che possa nuovamente succedere qualcosa di brutto e rivivono nella loro testa l´evento traumatico attraverso flash-back e ricordi intrusivi. Tutto ciò rende loro difficile riprendere la routine quotidiana, perché è come se vivessero in un continuo stato di allerta.
Vittime "secondarie", cioè i familiari e le persone vicine ai soggetti direttamente colpiti, che pur non essendo stati direttamente coinvolti nell´evento traumatico, lo vivono in maniera indiretta attraverso ciò che è accaduto ai propri familiari, sviluppando ansie, paure e disagio.
Vittime "terziarie", sia i soccorritori intervenuti sulla scena, sia gli spettatori mediatici. Rispetto ai primi, si pensa generalmente che “loro sono quelli dal sangue freddo, quelli dallo stomaco forte”; non è proprio così! Spesso si tratta della categoria maggiormente a rischio di sviluppare reazioni post-traumatiche perché, nonostante presentino una soglia di tolleranza allo stress maggiore rispetto alla popolazione generale, essi corrono il rischio di sviluppare delle conseguenze psicologiche importanti per il contatto con la persona soccorsa, vittima dell’evento critico.
…. E poi c’è il resto del mondo! … E poi ci siamo noi spettatori che stiamo dall’altro lato dell’apparecchio, che - guardando le scene di attacchi terroristici in televisione - possiamo sentirci inquieti, avere paura di tornare da soli a casa, modificare concretamente la propria qualità di vita, con la chimera di proteggerci da tutti i potenziali pericoli. Sono in molti ad aver cancellato un viaggio di piacere, a preferire la propria automobile ad un altro mezzo di trasporto, oppure a modificare il modo di relazionarsi con lo “straniero”, considerato pericoloso perché “diverso o sconosciuto”.
È l’emotività e non la ragione a renderci così vulnerabili.
Questo succede agli adulti… e i bambini?
In tutta questa situazione un’attenzione particolare andrebbe dedicata a loro, spesso esposti in modo inerme alle immagini cruente dei telegiornali o anche dei social network e alle paure degli adulti. Anche in questo caso si commette l’errore di pensare che “tanto i bambini non capiscono nulla” e dunque di non parlare con loro, di non dare loro la possibilità di chiedere chiarimenti e in questo modo condividere il peso della paura che portano dentro. E così tutto diventa ancora più terribile e pericoloso. Spesso percependo la paura dei grandi, si rifugiano tra i coetani (anche loro confusi e/o terrorizzati) ed è così che spesso tra i banchi di scuola (dunque per i più grandi) si immaginano scenari cruenti e catastrofici.
È invece fondamentale che gli adulti facciano da filtro a queste paure, aiutando i più piccoli a esprimere e fronteggiare le proprie emozioni. La loro tutela è un impegno quotidiano che comporta scelte coraggiose e coscenziose da parte di coloro che si chiamano – o si fanno chiamare – adulti.
 

dott/ssa Stella Morano
Notizie Flash
RAGUSA - NEI PRIMI 9 MESI DEL 2020 IL 10% IN MENO DI IMPRESE RISPETTO AL 2019
RAGUSA - VACCINAZIONI ALLE PERSONE ANZIANE A DOMICILIO
MARINA DI RAGUSA - DAL 19 GENNAIO MERCATINO IN VIA CABOTO
RAGUSA - DAL 14 AL 17 GENNAIO TAMPONI PER ALUNNI E DOCENTI
RAGUSA - TROPPI RANDAGI IN ZONA SELVAGGIO
RAGUSA - CHIAVOLA ( PD ) E LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI
RAGUSA - INCONTRO TRA ASS. VITTIME DEL SALVABANCHE E LA PROCURA
RAGUSA - IL CSC " SCHEMBARI " E IL " S.V. FERRERI " PER LA CULTURA
RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) SULL'IMPIANTO TMB DI CAVA DEI MODICANI
IBLA - RIQUALIFICAZIONE DEL BELVEDERE SOPRA SAN GIORGIO
15-01-2021 11:55 - Politica
[]
A pochi giorni dal suo arrivo nella giunta regionale, il coordinatore provinciale di Forza Italia Ragusa, Giancarlo Cugnata, ha avuto il piacere di incontrare e confrontarsi con il neo assessore all'agricoltura Toni Scilla, nome e volto di Forza Italia. E' stato uno scambio di vedute molto interessante, con una persona fidata e di esperienza che, da imprenditore, conosce bene il settore e le sue numerose problematiche.

“Ho insistito per incontrarlo subito – afferma Cugnata - perchè credo che ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:29 - Attualità
[]


Pavimentazione A18: chiusa per una notte l’uscita Paesi Etnei

Dalle ore 20:00 di sabato 16 e le ore 10:00 di domenica 17 gennaio, sarà chiuso al transito veicolare lo svincolo “Paesi Etnei”, nei pressi del piazzale della barriera di San Gregorio di Catania dell’autostrada A18 Messina-Catania, in direzione Messina. La chiusura consentirà nella notte lo svolgimento dei lavori di pavimentazione stradale, curati dall’impresa Edilap, già programmati nell’accordo quadro annuale di manutenzione....
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 12:27 - Attualità
[]
Il Comune di Comiso attraverso il coordinamento della Fondazione San Giovanni Battista presenta due progetti di servizio civile per un totale di ventotto posti destinati a giovani disoccupati: “Pedibus percorsi di buona scuola” e “Comiso: comunità attiva per la cultura”.
Il progetto “Pedibus percorsi di buona scuola” trova nella valorizzazione del volontariato al servizio della collettività e delle emergenze educative e sociali dei minori che in essa insistono la sua finalità principale. Il gi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 11:54 - Politica
[]

UN VIAGGIO ASSIEME L’AMICIZIA CI LEGA
LA SICILIA E SIRACUSA CRESCONO

Quello siglato oggi, è un percorso di assieme che si certifica, che mette nero su bianco la storia di un’amicizia personale e di una stima reciproca da sempre con l’on. Vincenzo Vinciullo. La condivisione di anni di politica che abbiamo vissuto, nel centrodestra e che, per entrambi, si è mossa, si muove e continuerà a muoversi sul solco dell’idea che ha come obiettivo il Territorio, la sua centralità, la sua valorizzazione e ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 15:59 - Attualità
[]
IL GRUPPO POSTE ITALIANE CONSEGNA IL VACCINO MODERNA
ALLE STRUTTURE SANITARIE SICILIANE

È Poste Italiane, tramite il suo corriere espresso Sda, a distribuire in tutta Italia la prima fornitura del vaccino “Moderna” arrivato ieri mattina presso l'Istituto Superiore di Sanità. In Sicilia le consegne sono state effettuate presso 5 strutture presenti nelle province di Caltanissetta, Catania, Messina, Ragusa e Siracusa.
L'Azienda, che già da tempo collabora con il Commissario Straordinario, ha attre...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 15:48 - Attualità
[]
Consegnati a Donnafugata i lavori di realizzazione del Museo del Contadino

Alla presenza del Sindaco Peppe Casssì, del vice sindaco con delega allo sviluppo economico Giovanna Licitra, dell’assessore ai lavori pubblici Gianni Giuffrida. dell’assessore alla cultura Clorinda Arezzo, del presidente del Consiglio Comunale Fabrizio Ilardo e dei tecnici comunali che hanno redatto il progetto, sono stati consegnati stamane all’impresa aggiudicataria i lavori di recupero degli immobili comunali anti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 11:17 - Attualità
[]
Tutte le disposizioni da seguire
con il territorio inserito in zona gialla, arancione o rossa
Una lettera ai sacerdoti
dell’amministratore apostolico della Diocesi
monsignor Sebastiano Roberto Asta
e del Collegio dei Consultori
«Contiamo sul vostro prudente discernimento
e sul coinvolgimento attivo delle comunità cristiane»

L’amministratore apostolico della Diocesi di Ragusa, monsignor Sebastiano Roberto Asta, ha inviato una lettera a tutti i sacerdoti della Diocesi di Ragusa. La lettera, concordata ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 10:59 - Attualità
[]
Gallerie, nuovi limiti in ottemperanza alle direttive europee

In conformità alla direttiva di sicurezza emanata dalla Commissione Europea per l’intero territorio continentale, che ha per oggetto tutte le gallerie autostradali superiori ai 500 metri di lunghezza, adesso anche su cinque tunnel della A18 Messina-Catania e diciotto della A20 Messina-Palermo vige il limite di velocità di 80 km/h, il divieto di sorpasso e l’obbligo di distanziamento minimo di 100 metri tra i veicoli in transito.

Aut...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
12-01-2021 18:21 - Cronaca Locale
[]
Una donna di 45 anni, per cause ancora da accertare, è caduta da un'altezza di 10 metri, dal balcone del proprio appartamento, sito in via Mario Battaglia, a Comiso. Le condizioni della donna sono apparse subito gravi, tanto da richiedere il trasferimento al " Trauma center " di Catania. Durante il tragitto, nella tarda mattinata, la donna è deceduta. Sull'episodio sono in corso le indagini delle forze dell'ordine.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
12-01-2021 12:54 - Politica
[]
Il vice sindaco, Roberto Cassibba, con delega ai lavori pubblici, racconta i primi due anni e mezzo di attività amministrativa. “E’ un atto di trasparenza politica verso la città, dire quanto sia stato fatto in soli 30 mesi dall’insediamento dell’amministrazione Schembari e, al contempo, fare chiarezza su alcuni punti”.
“ Non essendo mai stata mia abitudine prendermi il merito di lavori cominciati con amministrazioni precedenti, tuttavia portate a completamento per continuità amministrativa, è...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
23

Visitatore Numero
1580336

totale visite
5406114

[]
15-01-2021 11:16 - Cultura & Arte
[]
Punto Dritto, L'isola che c'e', la CGIL Sicilia e la CGIL Trapani, riaccendono i
fari della discussione pubblica con l'evento “Costruttori di Umanità”, programmato
per venerdì 15 gennaio alle 21:00 sulla piattaforma zoom. Moderato da Jana
Cardinale, si alterneranno negli interventi personaggi di primo piano e protagonisti
nello scenario delle migrazioni e della sicurezza. Siederanno a questa tavola rotonda
virtuale Alfio Foti dell’Isola che c’è; Alfio Mannino Segretario generale della CGIL
Sicilia; ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-01-2021 11:08 - Cultura & Arte
[]
Alla ricerca dell'Ostensorio perduto dei Conti di Modica (Henriquez Cabrera).

L'Ostensorio del SS. Corpo di Cristo per la Chiesa di San Giorgio di Modica.

Presso la Chiesa Matrice di San Giorgio di Modica esistono ben tre Ostensori del SS. Corpo di Cristo realizzati tra la fine del XVII secolo e l'inizio del XIX. Tra i tre, seppur il più ricco e bello possa sembrare quello del 1830, dorato e con una moltitudine di pietre preziose e con l'emblema dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, donato ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-12-2020 18:40 - Cultura & Arte
[]
La ri-scoperta della chiesa proto-cristiana/bizantina di Sant'Alessandra a Modica.

Un briciolo di storia patria trascurata nei secoli e dimenticata dalla comunità modicana.

Devo ringraziare gli amici Maurizio Pulvirenti e Alessandro Caruso, se oggi anche io sono stato ammesso tra coloro che si sono indegnamente appropriati di una piccola fetta di storia patria modicana, riscoprendo parti di una memoria comunitaria per secoli dimenticate e travolte dalla nascita di mitologie strumentali e oggi e...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio