15 Settembre 2019
Categorie

LA STORIA - " IN MANO AI GESUITI L'IMPORTAZIONE DEL CIOCCOLATO A MODICA DA PALERMO " di Carmelo Cataldi

L'importazione del cioccolato “modicano”, da Palermo, era monopolio degli ordini religiosi.

Esatta la tesi di Marco Blanco da Modica.



Quando ebbi finalmente cognizione che il cioccolato (ossia la cioccolata), detto ormai erroneamente e comunemente“di Modica”, perchè risulta ormai acclarato come originario di Palermo, ma anche di Noto e Malta, dal 1693 a tutto il 1718 arrivava ai Grimaldi e ai Lorefice (soprattutto Giacinto Lorefice) da tale Pietro Eredia, frate gesuita, senza riuscire nell'immediatezza della ricerca a trovare l'origine e la residenza di tale frate, se non l'ordine religioso di appartenenza, Marco Blanco, a cui comunicai tale felice scoperta, ebbe un sussulto di stupore e mi disse testualmente: “...allora è possibile, come pensavo, che il monopolio e l'origine del cioccolato “modicano” in Sicilia era in mano ai gesuiti!”.
Lo stesso mi raccontò che anche su Noto, durante le sue ricerche aveva trovato un filone del genere che lo conduceva a ritenere che il cioccolato(a) in Sicilia era stato portato dai Gesuiti in una fase storica di ritorno in patria dalle Americhe, e qui gestito e diffuso secondo canali preferenziali con l'alta e la media aristocrazia insulare.
Alla luce delle recenti scoperte d'archivio, occorre dargli merito di questa brillante intuizione, infatti, la documentazione rinvenuta nel fondo di Grimaldi e soprattutto negli ambiti delle “Lettere Diverse” ci offre uno scenario che permette di ricostruire le movimentazioni e le produzioni di cioccolato da Palermo a Modica in maniera dettagliata, smentendo platealmente la favola del cioccolato nato e sviluppatosi nella capitale della Contea.
Le carte, le ultime, ci dicono che dal 1693 al 1718 Enrico Grimaldi e poi suo figlio Grimaldo Grimaldi, prima direttamente e poi attraverso loro intermediari a Palermo (Cristoforo D'Alconada, Giovanni Gallito e altri) o parenti come la marchesa di Giarratana, Giovanna Settimio, si approvvigionavano di cioccolato(a) presso il convento dei Gesuiti della Zisa a Palermo, il cui referente era tale padre Pietro Eredia.
Per il trasporto a Modica del cioccolato Palermitano i gesuiti si avvalevano di diversi bordonari (Ippolito Eredia, Ippolito Petralia, Barbuzza, Grassiccia, Tomaso Ricotta, etc.) o persone di fiducia e conoscenza per entrambi le parti, come il magnifico Vincenzo Muccio, o Pietro Giardina, e soltanto quando non si riusciva a esaudire le richieste dei principi di Modica, perchè già a luglio la stagione non permetteva la produzione e il trasporto di cioccolato o il prezzo del cacao era esorbitante, ma solo dopo la metà degli anni 20 del XVIII secolo, gli intermediari (uno ad esempio, ancora il Giovanni Galletto) si rivolgevano anche ad altri “ciccolatieri” palermitani.
Per inciso, nel 1718, anche presso la famiglia nobile dei Landolina di Noto, imparentata con i Grimaldi di Modica, si faceva già uso normale di cioccolato(a) anche a scopo terapeutico, come attestato in alcune lettere inviate da Francesco Landolina a Grimaldo Grimaldi, fatto che smentisce ulteriormente il monopolio geografico della favola stessa del cioccolato (a) di Modica, se si pensa ancora che anche presso la famiglia Bracco, sempre di Noto, si consumava già nel 1713 cioccolato comunemente!.
Dal 1718 l'Eredia venne sostituito da frate Carlo Michele Biancardi, della stessa Compagnia di Gesù, fatto che conferma ancora una volta il monopolio gesuitico della produzione ed esportazione su Modica del cioccolato di Palermo, che lo invia tramite la marchesa di Giarratana.
In tutto questo si inseriva, nel 1717, frà Germano di San Michele, dell'Ordine dei Carmelitani, già procuratore dei La Restia di Ragusa, il quale si approvvigionava di cioccolata presso frate Pietro Eredia, sostituendo poi i Gesuiti con altri fornitori, probabilmente i Lo (Di) Castro, che intanto si stavano affermando come cioccolatieri su Palermo, partecipando alla costituzione della “mastra” stessa .
Della collaborazione fra il frate carmelitano ed i Lo (Di) Castro si hanno notizie almeno fino al 1749, quando direttamente i Lo (Di) Castro trattano direttamente con i Grimaldi (la vedova di Grimaldo e poi il figlio Michele) fino al 1785 e anche oltre.
Nel frattempo, parallelamente, i frati Minori Osservanti (i Francescani, nel caso specifico frà Luigi di Siracusa) di Vittoria, dove insisteva una tradizione zuccheriera antichissima (con quello di Spaccaforno erano i due soli territori iblei in cui insistevano dei cannameliti), inviavano caffè ai Grimaldi di Modica già dal 1706; ma questa è un'altra storia.

Fonte: Archivio di Stato di Ragusa – Sezione di Modica

© Tutti i diritti sono riservati all’Autore con divieto di riproduzione parziale e totale dell’articolo.

Notizie Flash

DONNAFUGATA - IL 14 SETTEMBRE PERFORMANCE LIVE AL CASTELLO

MODICA - INTERROGAZIONE DI GIOVANNI SPADARO ( PD ) SUI LAVORI NEL QUARTIERE DENTE

VITTORIA - SANZIONI DA 300 A 3.000 EURO PER MANCATO RISPETTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA.

RAGUSA - IL 16 SETTEMBRE ASSEMBLEA GENERALE DELLA CGIL

MODICA - SOLIDARIETA' DEL MEETUP M5S AL CONSIGLIERE MEDICA

RAGUSA - INIZIA IL 23 SETTEMBRE IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO

MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DELL' 11 SETTEMBRE

PALERMO - IL COMITATO PENDOLARI SULLA TRATTA FERROVIARIA SIRACUSA/ CALTANISSETTA

VITTORIA - L'ON. AIELLO NON HA MAI SCRITTO: " COME SI FA A CHIEDERE LA LIBERTA' PER PALUMBO ?"

MARINA DI RAGUSA - INTERVENTO DI SALVATAGGIO IN MARE DAVANTI LO STABILIMENTO MARGARITA

MODICA - CONFERENZA STAMPA DELL'OPPOSIZIONE SUGLI AUMENTI COSAP

15-09-2019 16:36 - Attualità
[]

Domenica 22 settembre, organizzata dall’Associazione Esplorambiente, si svolgerà l’annuale Giornata della Speleologia, giunta quest’anno alla 13a edizione. Durante la giornata è possibile ammirare il quartiere trogloditico di C.da Marafini, in ter...
14-09-2019 16:44 - Attualità
[]
Sogniamo una Vittoria radicalmente diversa, che guardi al futuro

Sono trascorse diverse ore dalla fine dell’evento che ha visto come ospite il dott. Cottarelli e l’emozione è ancora viva in noi. È doveroso ringraziare le centinaia di persone che h...
13-09-2019 12:49 - Attualità
[]

L’ARTE ENTRA IN OSPEDALE

ESTEMPORANEA DI PITTURA AL GIOVANNI PAOLO II

LE OPERE SARANNO DONATE AL PRESIDIO OSPEDALIERO

50 GIOVANI ARTISTI PARTECIPERANNO ALLA REALIZZAZIONE

Ragusa, 13 settembre 2019 - Al “Giovanni Paolo II” di Ragusa è tutto pronto per...
11-09-2019 16:01 - Attualità
[]
S.E. Sir Nunzio Alfred D’Angieri Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario del Belize è stato ieri in visita al Museo del cioccolato di Modica.
L’Ambasciatore D’Angieri, di lontane origini siciliane delle quali è orgoglioso, era accompagnato ...
MENSILE FONDATO A RAGUSA NEL 1966 E RIPRESO A MODICA NEL 1976

p

20-09-2017 11:12 - Attualità
[]
p




14-09-2019 16:53 - Eventi
[]
RAGUSA IBLA SI MUOVE A RITMO DI JAZZ. IERI SERA GRANDE APERTURA DEL FESTIVAL “OLTREMENTE” CHE PORTA ARTISTI INTERNAZIONALI IN CONCERTO NEL QUARTIERE BAROCCO. STASERA ATTESI IL BATTERISTA FRANCESCO CUSA E IL DUO MICHAEL MOORE- ACHIM KAUFMANN. DOMAN...
12-09-2019 12:43 - Istruzione e Formazione
[]

Alfred Brendel e la sua masterclass

trasformano Modica nella capitale della musica classica

Una vera e propria leggenda della musica, punto di riferimento internazionale dell’esecuzione musicale nell’ultimo mezzo secolo, a confronto con cinque giova...
23-08-2019 16:22 - Attualità
[]
CS Torna Bimbi e Vendemmia, il 22 settembre da Avide Vigneti & Cantine

Dopo il grande successo degli anni precedenti, da Avide Vigneti & Cantine, l’azienda vitivinicola di Comiso dei fratelli Lidia e Marco Calcaterra, domenica 22 settembre torna Bi...

DELLE COSE DI SICILIA

Utenti Online
6

Visitatore Numero
1262033

totale visite
3382415


invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio