28 Settembre 2020
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

LUCIANO DI NATALE, IL PAPA´ DI SARA, SCRIVE A PAPA FRANCESCO

Caro Papa Francesco, Santità,

ho saputo che Ella riceverà il 15 gennaio 2014 un gruppo di ragusani guidato dai coordinatori del gruppo "Ragusani nel mondo", ciò mi ha fatto osare di rivolgere alla Sua paterna e benevolente attenzione un problema etico che ritengo importantissimo sia per i cittadini sia per la Chiesa cattolica.

Mia figlia Sara, in stato vegetativo persistente da otto anni, è anche Lei una ragusana nel mondo, ma non so in quale mondo si trovi. Sicuramente non in questo, perché, come si dice delle persone in stato vegetativo, vittime di una medicina troppo invasiva, queste "sono prive di morte ed orfane di vita". Lo stato vegetativo, infatti, è una barbarie provocata dall´uomo che spesso tralascia il possibile e persegue l´impossibile. .

Mia figlia, a causa di uno stato di anossia protrattasi troppo a lungo, è rimasta cieca, sente pochissimo, è immobilizzata a letto e non può muovere nemmeno un dito volontariamente.

Sara è stata vittima del male due volte:

la prima, perché ha avuto la sua giovane vita spezzata da un incosciente che ha adulterato con solfiti, a cui lei era allergica, la carne che vendeva;

la seconda, perché non ha potuto rifiutare la vita artificiale che Le hanno regalato i medici della rianimazione: quando si pratica un foro nella gola per respirare e si introduce un tubo nello stomaco per la nutrizione e l´idratazione forzata, la vita artificiale è servita..!.

Vita artificiale, invece, che hanno potuto rifiutare, perché in condizioni di intendere e di volere, Papa Giovanni Paolo secondo ed il cardinale Martini. Quest´ultimo, contraddetto dal cardinale Ruini, allora a capo della CEI, aveva invitato tutti a "non trascurare la volontà del malato" e a "distinguere tra eutanasia e astensione dall´accanimento terapeutico, due termini spesso confusi". Il Cardinale Martini era in linea con moltissimi cattolici e con la Chiesa cattolica tedesca che non solo riconosce la legittimità etica dell"autodeterminazione della persona in ordine alla propria morte", ma giudica anche "eticamente lecite" omissioni e azioni che permettano al malato che lo desideri di concludere "naturalmente" il suo ciclo vitale.

Vicende connesse all´accanimento terapeutico e la drammatica vicenda di mia figlia hanno fatto riflettere i consiglieri comunali della mia città che hanno deciso di istituire il Registro delle Disposizioni anticipate di fine vita (DAT). L´istituzione di un tale registro e lo stesso testamento biologico tendono a prevenire gli stati vegetativi e sono, al momento in Italia, gli unici strumenti a disposizione dei cittadini per testimoniare una scelta della persona che tuteli il diritto all´autodeterminazione in materia sanitaria sancito in primo luogo dalla nostra Carta Costituzionale. Con questa decisione i consiglieri comunali ragusani hanno lasciato liberi i cittadini di scrivere le proprie direttive secondo le loro convinzioni etiche e, a tal proposito, hanno predisposto un modulo delle DAT, simile a quello elaborato dalla Conferenza episcopale tedesca, "Christliche Patientenverfügung" (Disposizioni sanitarie del paziente cristiano),un testo comune di cattolici e protestanti contenente disposizioni sul fine vita, siglato nel 1999 (e rivisto nel 2003), che porta le firme del Presidente della Conferenza Episcopale tedesca cardinale K. Lehmann e del Presidente del Consiglio delle Chiese evangeliche tedesche M. Kock)certamente noto a Sua Santità.

Mi permetto di riportare alcune frasi del documento che denotano e sensibilità umana e carità cristiana:

- "Dobbiamo togliere alla gente la paura di diventare alla fine vittima della tecnologia medica";

- "nessuno può essere obbligato a trattamenti diagnostici e terapeutici per quanto possano essere promettenti";

- "per il credente" la vita è un "dono di Dio" e, come tale, "indisponibile" . Dal divieto, per il credente, di disporre liberamente della propria vita, non deriva un suo obbligo di ricorrere a tutti i ritrovati della scienza medica per prolungarne la durata.

-" Per attuare od omettere un trattamento è decisivo che il paziente, dopo essere stato adeguatamente informato, abbia manifestato la sua esplicita volontà al riguardo, anche qualora il medico consigliasse altre misure diagnostiche o terapeutiche. Accanto alla possibilità di stabilire in qualsiasi momento di mutare l´obiettivo del trattamento, il diritto di autodeterminazione del paziente comprende anche la possibilità di decidere disposizioni su situazioni future. Questo vale in particolare per condizioni vitali in cui i pazienti non possono più esercitare personalmente i propri diritti, cioè non possono più dare il loro consenso perché sono incapaci di dare un consenso, per es. perché sono troppo deboli, confusi o incoscienti. Allora la volontà presunta del paziente è determinante per le decisioni dei medici, dei sanitari, dei congiunti o dei fiduciari. Il testamento biologico riveste un ruolo importante nella ricerca di questa volontà presunta".

In tale documento si parla di " un dignitoso lasciar morire, non proseguendo o non iniziando nemmeno un trattamento volto al prolungamento della vita (per es. l´alimentazione artificiale, la respirazione artificiale o la dialisi, la somministrazione di farmaci come ad esempio antibiotici) nel caso di malati inguaribili e terminali."

Lo "spread" su temi etici di così grande rilevanza per i cittadini fra la più meridionale città d´Italia e la Germania, si è così ridotto di molto.

Lo stesso spread, però, non si è ridotto ancora fra le autorità politiche e religiose italiane e le istituzioni di altri stati europei.

Posso capire certi politici italiani che hanno affrontato il tema per beceri(!) interessi politici (soprattutto dal 2008 al 2011), ma non riesco a comprendere, invece, le più alte gerarchie ecclesiastiche italiane che hanno dimostrato,nei fatti, di amare di più la dottrina consolidata piuttosto che l´uomo. La vicenda di Welby, al quale è stata chiusa la porta della chiesa nel giorno del suo funerale, le vergognose invettive di autorevoli personalità religiose sulla vicenda Englaro e l´insana alleanza con "atei devoti"(sic!) hanno disorientato, non poco, i cattolici italiani ed hanno fatto allontanare dalle parrocchie tantissime persone ( me compreso).

Il problema del fine vita connesso con l´accanimento terapeutico e la possibilità di scrivere e fare rispettare le direttive anticipate di trattamento di fine vita è un problema comune a tutti i cittadini del mondo ed, in particolare, ai cattolici.

Cattolici che non possono essere trattati in modo diverso a seconda del paese dove abitano .Se sono cattolici tedeschi, allora, sono di serie A e possono sottoscrivere un testamento biologico addirittura proposto dal capo della Conferenza episcopale tedesca?! Se, invece, sono italiani allora sono cattolici europei di serie B, perché la CEI, sull´importante tema etico, delle DAT, si è allineata e alleata con le forze politiche più retrive e bigotte del paese!

Spero che Sua Santità ritenga opportuno intervenire invitando i Vescovi ad esaminare più approfonditamente il problema (tenendo anche conto di quanto disposto dalla Conferenza Episcopale Tedesca) al fine di perseguire una linea unitaria e uguale per tutti i cittadini cattolici, non dimenticando altresì, che la laicità degli stati è il prerequisito per la democrazia.

Concludo ricordando che bisogna prendere atto che esistono visioni del mondo diverse da quella cattolica e che nessuno ha il diritto di imporre ad altri la propria visione per legge: a tutti deve essere riconosciuta la libertà di agire secondo la propria coscienza.

Affettuosi Auguri Di Buon Natale e Sereno Anno nuovo

Luciano Di Natale
Notizie Flash
VITTORIA - FABIO POLLARA DENUNCIA IL DEGRADO PRESSO L'I.C. " CARUANO "
VITTORIA - CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE IN PIAZZA DEL POPOLO
RAGUSA - ASSEGNATI COMPUTER ALLE SCUOLE
RAGUSA - PER CONFCOMMERCIO -8,7% DI CONSUMI AD AGOSTO
RAGUSA - DISTRIBUITI 4.500 TEST NASOFARINGEI
27-09-2020 17:12 - Politica
[]
Territorio: da rivedere del tutto la strategia delle linee blu e del rapporto con ditta appaltante

L’ennesima conflittualità con il datore di lavoro degli ausiliari del traffico che si occupano della gestione delle linee blu nella città di Ragusa impone attente considerazioni sulla questione che, non sempre è stata affrontata con la dovuta attenzione.
A occuparsi della importante questione, sia per gli aspetti che riguardano i lavoratori come per quelli che attengono all’utenza, è il segretario...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 12:44 - Cronaca Locale
[]
Continuano le azioni vandaliche nel territorio comisano: questa volta è stato il turno delle panchine presso la villetta della scuola materna " SS Apostoli ". Fino a quando non saranno rafforzati i sistemi di vigilanza e non sarà intrapresa una seria opera di repressione, i vandali continueranno a imperversare in città.
Ecco il comunicato del PD:

Vandalizzata la panchina rossa realizzata dal Partito Democratico di Comiso in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
26-09-2020 11:45 - Attualità
[]

Il giovane comisano Danio Vincenzo Distefano conquista a pieni voti il tanto desiderato accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare
Un ragazzo comisano diventa allievo della prestigiosa Scuola Militare “Francesco Morosini”. È Danio Vincenzo Distefano, classe 2004, che ha affrontato e superato brillantemente tutte le difficili prove di cultura generale, e le prove psicologico/attitudinali, necessarie per l’accesso alla Scuola Veneziana di Eccellenza Militare.
Danio è da un anno che si p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-09-2020 12:01 - Economia
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Pubblicato sul sito istituzionale del comune di Comiso, il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti nella zona PIP ( piano per gli insediamenti produttivi). “Un atto dovuto al comparto produttivo che aspettava dal 2016 e che potrà essere il propulsore dell'economia imprenditoriale locale”. Dichiarazioni dell'assessore allo sviluppo economico, Giuseppe Alfano.

“ E' stato pubblicato il 24 settembre il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti in zona pip – comunica l'assessore Alfano – che at...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-09-2020 11:51 - Politica
[]

Il Movimento 5 Stelle di Santa Croce Camerina unito nell’indicare le elezioni anticipate come unica soluzione coerente nei confronti della situazione politica venutasi a creare in seno all’amministrazione Barone e in consiglio comunale.

Come i nostri concittadini sanno, il Movimento 5 Stelle non ha attualmente propri rappresentanti nel consiglio comunale e ci siamo sempre mostrati distanti dalle piroette e dai comportamenti dell’attuale sindaco Giovanni Barone. In questi anni, difatti, abbiamo...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:32 - Politica
[]
Sversamento petrolio torrente Moncillè, Campo: “Politica chiarisca vicenda e fughi ogni dubbio sulle responsabilità”

“Ci sono tutta una serie di chiarimenti che si devono avere, con la massima urgenza, riguardo la potenziale contaminazione del sito ‘Area pozzo Ragusa 16’ nei pressi del torrente Moncillè, in cui sarebbero finiti oltre 1500 metri cubi di greggio, frammisto ad acqua al 25-30%. Una vicenda in cui ci sono da chiarire anche e soprattutto le responsabilità politiche, che sono sicuram...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:13 - Istruzione e Formazione
[]

Ricognizione e sorveglianza: concluso a Sigonella il primo corso “Operatore Tecnico di Bordo” su P-72A

Tre nuovi operatori dell’Aeronautica Militare sono stati formati dal 86° Centro Addestramento Equipaggi del 41°Stormo Antisom

Lo scorso 7 Settembre, tre nuovi operatori dell'Aeronautica Militare hanno sostenuto e superato gli esami finali per il conseguimento della qualifica di Operatore Tecnico di Bordo (OTB) sul velivolo P-72A del 41° Stormo Antisom di Sigonella.

Tra i membri dell'equipaggio...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-09-2020 11:45 - Economia
[]


Natura Iblea di Roberto Giadone premiata alla V edizione del Welfare Index Pmi

Anche nell’edizione 2020, Natura Iblea sale sul podio del Welfare Index Pmi

L’azienda ragusana “Natura Iblea” è stata premiata oggi a Roma alla V edizione del Welfare Index Pmi, il riconoscimento di Generali che premia le piccole e medie imprese che si distinguono per la qualità del proprio welfare, in occasione della presentazione del rapporto annuale sul tema. “Natura Iblea” ha ottenuto il secondo posto nella categ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
4

Visitatore Numero
1437298

totale visite
5064200

[]
23-09-2020 12:13 - Cultura & Arte
[]

Il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo accoglie il figlio del Nobel, Alessandro, e la pittrice Antonella Cappuccio. L’appuntamento è per sabato alle 17.30 presso la casa natale di via Posterla. Alessandro Quasimodo insieme alle componenti dell’associazione Proserpina, che gestisce il museo, darà il benvenuto alla pittrice di origine partenopea che per l’occasione donerà una delle sue opere più recenti raffigurante il Nobel per la Letteratura in un momento della sua infanzia. Si tratta di un...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio