19 Gennaio 2021
Categorie

MODICA - " OPERAZIONE HOT BUSINESS": ARRESTATE 5 PERSONE, CHE FACEVANO PROSTITUIRE DONNE RUMENE. ( video )

Di Rosolini, Interlando, Milea, Rametta,Rubera
“OPERAZIONE HOT BUSINESS”


LA POLIZIA DI MODICA HA ARRESTATO 5 PERSONE CHE AVEVANO TRASFORMATO UN NIGHT IN “CASA DEL PIACERE”

La Polizia di Modica nella nottata ha tratto in arresto quattro uomini ed una donna, che avevano creato una vera e propria fabbrica del sesso nella tranquilla cittadina modicana. Si tratta di DI ROSOLINI Corrado, di 54 anni, originario di Rosolini ma residente a Siracusa, dell’avolese RAMETTA Gaetano, di anni 53 e dei modicani INTERLANDO Luca, di anni 41 e RUBERA Giovanni di anni 37 e della compagna rumena di quest’ultimo, MILEA Rodica di anni 37.
I cinque sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.
Le indagini della Polizia di Modica sono partite all’inizio del 2014 per contrastare il diffuso fenomeno della prostituzione che più volte era stato segnalato dai residenti, ingenerando allarme sociale.
L’attività investigativa degli uomini del Commissariato, coordinata dal Procuratore Capo Presso la Procura della Repubblica di Ragusa Dr. Carmelo Petralia e dal Sostituto Procuratore Gaetano Scollo, grazie all’impiego di attrezzature tecniche con cui si effettuavano riprese all’esterno e all’interno del luogo attenzionato, accertava l’esistenza di una illecita attività di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di donne rumene in territorio di Modica.
Tale scoperta si rendeva possibile anche grazie ai servizi di osservazione e appostamento che vedevano impegnati numerosi poliziotti, i quali registravano la presenza assidua in questo comune del Di Rosolini, già peraltro conosciuto alla Polizia di Modica per i suoi trascorsi penali (e per essersi reso responsabile in concorso con il Rametta, di un’estorsione ai danni di un farmacista avolese), intenti a gestire un’associazione senza fini di lucro, conosciuta ai più come “night club Paradise”, al cui interno però si svolgeva l’attività illecita in questione, sempre remunerativa grazie al costante interesse dei clienti per il sesso, così come acclarato dalle riprese in ore notturne, in cui si notava un andirivieni dal locale di auto e uomini fintamente soci tesserati.
Le indagini e l’acquisizione di atti svelavano come i principali indagati, Di Rosolini e Rametta, assieme ad altri due modicani e ad una donna rumena, dopo aver rilevato tempo addietro il night “Le Chat Noire” sito nella periferia di Modica, avevano ben pensato di dichiararlo associazione culturale senza scopo di lucro per aggirare ogni norma di legge sui locali pubblici, nel tentativo di eludere i controlli di Polizia.
Tuttavia, nonostante tali stratagemmi adottati dagli indagati, che avevano anche provveduto a cambiare la denominazione in “Club Paradise”, non è sfuggito agli investigatori l’avvenuta trasformazione dell’insospettabile associazione in una vera e propria casa chiusa, all’interno della quale venivano condotte e fatte prostituire numerose donne rumene. Non solo, alcune di esse risultavano stabilmente residenti a Modica, mentre altre, “pendolari del sesso”, venivano ospitate per brevi periodi in una abitazione rurale di Via Fiumara, che gli indagati da tempo avevano affittato per tale scopo, dimostrando una organizzazione già consolidata che aveva pianificato lo sfruttamento nei minimi particolari, anche per quanto riguardava la situazione alloggiativa delle donne.


La Polizia scopriva che l’organizzazione aveva anche ideato una rete di pubblicità via internet, con veri e propri annunci/offerte di lavoro indirizzate a “ballerine, ragazze immagine e figuranti di sala” intenzionate a trovare lavoro presso detto Club.
In effetti, tale stratagemma fungeva da vero e proprio “specchietto per le allodole” per richiamare da ogni provincia d’Italia donne “disponibili” e dai territori confinanti con la provincia di Ragusa, uomini “allettati” dalla possibilità di fare sesso.
Peraltro, proprio l’astuzia criminale dell’organizzazione aveva elaborato dei sistemi per intercettare anzitempo eventuali controlli della Polizia, infatti avevano installato fuori dal locale numerose telecamere a difesa della privacy, un sistema di allarme ed una porta in metallo munita di finestrella, al fine di verificare l’identità degli avventori prima del loro accesso all’interno del club, in modo da precludere, di fatto, un accesso immediato della Polizia ed impedendo al fenomeno delittuoso più vecchio del mondo di emergere.
Nonostante ciò, l’attività investigativa svelava che le donne, tutte consapevoli dell’attività illecita in cui erano impiegate, in cambio avevano ottenuto l’assunzione quali ballerine, in modo da dissimulare la reale attività svolta. Inoltre, si dimostrava che venivano sfruttate nel meretricio dai cinque soggetti che le impiegavano nella prostituzione prezzolata all’interno del “Paradise Club”, ove erano state create apposite 11 zone riservate chiamate “Prive’” dotate di divanetti, in cui le stesse si appartavano con i clienti dopo averli agganciati nella sala principale del night.
Inoltre, si rilevava come, astutamente, erano stati stipulati contratti di lavoro come operai anche a favore dei complici RUBERA Giovanni, INTERLANDO Luca e MILEA Rodica, circostanza questa che mirava a fuorviare eventuali controlli sulla reale funzione di questi all’interno del locale in cui fattivamente favorivano la prostituzione.
Infatti, i ruoli venivano chiariti dalle registrazioni video autorizzate dalla Procura della Repubblica di Ragusa ed effettuate all’interno del club investigato: chi serviva al bar, chi sollecitava chiamando la prostituta a concludere l’atto sessuale nei tempi concordati in base al prezzo pagato, chi incassava i soldi, chi puliva i privè dopo il sesso, chi sturava la fognatura ostruita dai preservativi usati e gettati nei bagni, chi retribuiva le “operaie del piacere” sulla base delle prestazioni effettuate giornalmente tra le ore 22.000 e le ore 05.00 del giorno successivo e chi invece si occupava di accompagnarle a lavoro e riportarle successivamente a casa.
Le indagini svelavano una consolidata capacità di eludere le indagini, infatti si scopriva l’esistenza di nascondigli in cui gli indagati celavano numerosi preservativi da cedere ai clienti, un block notes con appunti criptati, riferiti al numero e alla durata delle prestazioni di ciascuna donna. Parimenti si appurava l’esistenza di un sistema luminoso comandato da un unico interruttore (di accensione contestuale di tutte le luci), posto vicino alla cassa con cui avvisare gli occupanti dei privè dell’arrivo della Polizia.
Inoltre, le riprese chiarivano in modo esaustivo che all’interno dei prive si svolgeva del sesso e che nella conduzione della impresa criminale i cinque arrestati si alternavano nei vari compiti, con una evidente condivisione di intenti, nella realizzazione del progetto delittuoso i cui proventi venivano spartiti a fine serata.
L’intensa attività di indagine fortemente voluta dalla Polizia di Modica e durata alcuni mesi, proprio nella decorsa nottata ha dato i suoi frutti; infatti, in esecuzione dell’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Ragusa Dr. Claudio Maggioni, il DI ROSOLINI Corrado, capo dell’organizzazione criminosa, è stato tratto in arresto e condotto presso il carcere di Ragusa, mentre RAMETTA Gaetano, INTERLANDO Luca, RUBERA Giovanni e la rumena MILEA Rodica, sono stati tratti in arresto e sottoposti alla misura degli arresti domiciliari.
Contestualmente, la perquisizione effettuata all’interno del locale in cui venivano catturati tre dei componenti l’associazione investigata, dava ulteriore riscontro positivo in ordine ai reati contestati, atteso che veniva rinvenuta la somma in contanti di euro 3.340,00 e varia documentazione attestante le responsabilità penali degli arrestati. Infatti, all’interno del locale venivano identificate numerose donne straniere e vari clienti della provincia di Ragusa e Siracusa.
Inoltre, nella medesima ordinanza il Giudice ha disposto il sequestro preventivo dell’immobile di Contrada Musebbi ove si trova il night “Paradise Club”, ponendo definitivamente fine all’uso di detto immobile per finalità illecite.
http://www.poliziadistato.tv/c_SUXQ2BxrAi
video
operazione hot business
operazione hot business
Notizie Flash
MARINA DI RAGUSA - DAL 19 GENNAIO MERCATINO IN VIA CABOTO
COMISO/ VITTORIA - UN ARRESTO E 3 DENUNCE A OPERA DEI CARABINIERI
RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) : " RIFLETTERE SULL' APPARATO COMUNALE ".
RGUSA - ARRESTATO UN MINORE PER RAPINA
MODICA - BAGLIERI ( GN ): " IL COMUNE SI INTERESSA AI PROGETTI PER GIOVANI ?"
MODICA - DISPONIBILI I BUONI PER LA MENSA SCOLASTICA
SCICLI - NUOVI ORARI DEGLI UFFICI COMUNALI
DONNALUCATA - CARATTERIZZAZIONE AMBIENTALE DEL DRAGAGGIO DEL PORTO
18-01-2021 17:50 - Politica
[]

Scicli, Cimitero Comunale da anni chiediamo attenzioni al Sindaco Giannone.

Esprimere parole di disappunto, sull'operato di un'amministrazione in una città allo sbando in molti settori, sembra spesso scontato, semplice!
Ma farlo su argomenti che toccano il cuore delle famiglie è davvero difficile.

Il grado di civiltà di un popolo, scriveva il Foscolo, lo si desume dal rispetto verso i morti.

L'amministrazione comunale di Scicli, ne ha proprio disprezzo, altrimenti non si spiegherebbe lo stato di...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2021 12:33 - Sport
[]
PALLAMANO SERIE A2/M: UN SOLO PUNTO DI SCARTO
CONDANNA LA KEYJEY RAGUSA ALLA SCONFITTA
NELLA SFIDA CASALINGA CON IL BENEVENTO

Una partita buttata alle ortiche. Soprattutto il finale quando sembrava che i ragusani potessero operare il sorpasso decisivo. E, invece, la Keyjey Ragusa ha dovuto issare bandiera bianca proprio nelle fasi conclusive del match, perdendo un confronto di importanza cruciale per migliorare la classifica. Sabato sera, al Palaparisi di Ragusa, è finita 30-31 per il Benevento,...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2021 10:57 - Attualità
[]
Importante traguardo per il gruppo Risan, che tocca i 30.000 utenti diventando il gruppo più cliccato in provincia di Ragusa. “Ho creato Risan non avendo questa aspettative dei membri, è iniziato tutto per gioco ma nel tempo gli utenti sono cresciuti a dismisura attestando la professionalità e la trasparenza di chi ci lavora”. Queste le parole del fondatore del gruppo Salvo Bracchitta che aggiunge, “ Oggi Risan, è una vera realtà provinciale e non solo e grazie a Facebook ci possono seguire i...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2021 16:50 - Attualità
[]

AL “MAGGIORE” DI MODICA TUTTI VACCINATI GLI OPERATORI SANITARI:

756

“Un gruppo di lavoro straordinario che ha dimostrato un forte impegno per vaccinare i colleghi nel minor tempo possibile.”

Ragusa, 16 gennaio 2021 – Nel presidio ospedaliero di Modica si è completata la vaccinazione degli operatori sanitari, per un numero di 756 soggetti.

«Abbiamo vaccinato il 95% dei dipendenti degli ospedali riuniti Modica Scicli -ha dichiarato il dott. Pietro Bonomo, direttore sanitario dei PP.OO. - e...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2021 12:04 - Economia
[]
Ragusa, lì 16 gennaio 2021
Agli Organi di Informazione
Loro Sede

Dissenso per l’atto del Comune di Comiso sul fabbisogno del personale. Dipendenti esclusi dai benefici
Disponibili ad un ulteriore confronto. Fernandez: “ La Giunta non ha tenuto conto delle nostre proposte”

Sul Piano del fabbisogno del personale adottato dalla Giunta municipale di Comiso (atto n° 252 del 29 dicembre u.s.) si registra il pieno e convinto dissenso da parte della FP CGIL di Ragusa e si invita l’Amministrazione a rivede...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:55 - Politica
[]
A pochi giorni dal suo arrivo nella giunta regionale, il coordinatore provinciale di Forza Italia Ragusa, Giancarlo Cugnata, ha avuto il piacere di incontrare e confrontarsi con il neo assessore all'agricoltura Toni Scilla, nome e volto di Forza Italia. E' stato uno scambio di vedute molto interessante, con una persona fidata e di esperienza che, da imprenditore, conosce bene il settore e le sue numerose problematiche.

“Ho insistito per incontrarlo subito – afferma Cugnata - perchè credo che ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:29 - Attualità
[]


Pavimentazione A18: chiusa per una notte l’uscita Paesi Etnei

Dalle ore 20:00 di sabato 16 e le ore 10:00 di domenica 17 gennaio, sarà chiuso al transito veicolare lo svincolo “Paesi Etnei”, nei pressi del piazzale della barriera di San Gregorio di Catania dell’autostrada A18 Messina-Catania, in direzione Messina. La chiusura consentirà nella notte lo svolgimento dei lavori di pavimentazione stradale, curati dall’impresa Edilap, già programmati nell’accordo quadro annuale di manutenzione....
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 12:27 - Attualità
[]
Il Comune di Comiso attraverso il coordinamento della Fondazione San Giovanni Battista presenta due progetti di servizio civile per un totale di ventotto posti destinati a giovani disoccupati: “Pedibus percorsi di buona scuola” e “Comiso: comunità attiva per la cultura”.
Il progetto “Pedibus percorsi di buona scuola” trova nella valorizzazione del volontariato al servizio della collettività e delle emergenze educative e sociali dei minori che in essa insistono la sua finalità principale. Il gi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 11:54 - Politica
[]

UN VIAGGIO ASSIEME L’AMICIZIA CI LEGA
LA SICILIA E SIRACUSA CRESCONO

Quello siglato oggi, è un percorso di assieme che si certifica, che mette nero su bianco la storia di un’amicizia personale e di una stima reciproca da sempre con l’on. Vincenzo Vinciullo. La condivisione di anni di politica che abbiamo vissuto, nel centrodestra e che, per entrambi, si è mossa, si muove e continuerà a muoversi sul solco dell’idea che ha come obiettivo il Territorio, la sua centralità, la sua valorizzazione e ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 11:17 - Attualità
[]
Tutte le disposizioni da seguire
con il territorio inserito in zona gialla, arancione o rossa
Una lettera ai sacerdoti
dell’amministratore apostolico della Diocesi
monsignor Sebastiano Roberto Asta
e del Collegio dei Consultori
«Contiamo sul vostro prudente discernimento
e sul coinvolgimento attivo delle comunità cristiane»

L’amministratore apostolico della Diocesi di Ragusa, monsignor Sebastiano Roberto Asta, ha inviato una lettera a tutti i sacerdoti della Diocesi di Ragusa. La lettera, concordata ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
18

Visitatore Numero
1581132

totale visite
5418528

[]
18-01-2021 18:09 - Cultura & Arte
[]

“REWILDING MODICA”

IL PROGETTO DI KASSANDRA ALLA BIENNALE DI VENEZIA

Due architetti siciliani hanno proposto lo studio-pilota per lanciare

un innovativo strumento di pianificazione urbana e gestione delle risorse

Un innovativo approccio alla progettazione per gestire i cambiamenti climatici nelle città storiche, applicato a un piccolo centro del Sud patrimonio dell’Unesco, è tra i casi-studio selezionati dalla Biennale di Venezia, dove il Padiglione Italia quest’anno avrà come tema proprio quel...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2021 12:41 - Cultura & Arte
[]
All’interno dello spazio di narrazione “Soffiasogno”
nasce la “Farmacia Letteraria”

Un servizio di consulenza telefonica svolto da due educatrici dell’infanzia
rivolto ai genitori per consigliare i libri da poter leggere ai propri figli

In questo tempo difficile di pandemia cresce il bisogno di ascolto e vicinanza soprattutto per i bambini che non hanno ancora tutti gli strumenti cognitivi ed emotivi per affrontare in solitudine questo tempo sospeso. Cresce quindi la domanda di sostegno da pa...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:16 - Cultura & Arte
[]
Punto Dritto, L'isola che c'e', la CGIL Sicilia e la CGIL Trapani, riaccendono i
fari della discussione pubblica con l'evento “Costruttori di Umanità”, programmato
per venerdì 15 gennaio alle 21:00 sulla piattaforma zoom. Moderato da Jana
Cardinale, si alterneranno negli interventi personaggi di primo piano e protagonisti
nello scenario delle migrazioni e della sicurezza. Siederanno a questa tavola rotonda
virtuale Alfio Foti dell’Isola che c’è; Alfio Mannino Segretario generale della CGIL
Sicilia; ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-01-2021 11:08 - Cultura & Arte
[]
Alla ricerca dell'Ostensorio perduto dei Conti di Modica (Henriquez Cabrera).

L'Ostensorio del SS. Corpo di Cristo per la Chiesa di San Giorgio di Modica.

Presso la Chiesa Matrice di San Giorgio di Modica esistono ben tre Ostensori del SS. Corpo di Cristo realizzati tra la fine del XVII secolo e l'inizio del XIX. Tra i tre, seppur il più ricco e bello possa sembrare quello del 1830, dorato e con una moltitudine di pietre preziose e con l'emblema dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, donato ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-12-2020 18:40 - Cultura & Arte
[]
La ri-scoperta della chiesa proto-cristiana/bizantina di Sant'Alessandra a Modica.

Un briciolo di storia patria trascurata nei secoli e dimenticata dalla comunità modicana.

Devo ringraziare gli amici Maurizio Pulvirenti e Alessandro Caruso, se oggi anche io sono stato ammesso tra coloro che si sono indegnamente appropriati di una piccola fetta di storia patria modicana, riscoprendo parti di una memoria comunitaria per secoli dimenticate e travolte dalla nascita di mitologie strumentali e oggi e...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio