05 Ottobre 2022
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

MODICA - " PASQUA, OVVERO LA CITTA´ CHE RINASCE NELLA BELLEZZA DELL´INCONTRO " A CURA DI CASAPUGLISI

Fra´ Giuseppe Maria di Gesù
Informacasadonpuglisipasqua2016

Pasqua, ovvero la città che rinasce nella bellezza dell’incontro

Pasqua a Modica è la Maronna vasavasa: un abbraccio della Madre al Figlio, un abbraccio corale della piazza che segue in silenzio la trasformazione del lutto in gioia. Pasqua da qualche anno diventa a Modica anche Crisci ranni. Come la liturgia prepara la grande settimana santa con la quaresima e poi la prolunga nel tempo pasquale, così il cammino con le scuole prepara Crisci ranni che diventa convegno sulla città – per renderci conto della bellezza del “noi” – e la grande festa del sabato dopo Pasqua. Per prolungarsi poi in un quotidiano arricchito da un rinnovato senso dell’inconto ,che diventerà estate di solidarietà e di gioia con il grest, l’esperienza a Paganica, la vacanza della Casa. L’augurio che ci facciamo allora è quello di vivere una festa che renda più festiva la vita, una vita che si apre alla festa facendo pulizia di ogni tiepidezza, ambiguità, rassegnazione. Una festa che annuncia il futuro ed impegna nel presente alla speranza, «i cui figli bellissimi – secondo sant’Agostino – sono lo sdegno per le cose che non vanno, il coraggio per cambiarle». Auguri allora di una Pasqua vissuta con e nella città. Cerchiamo di esserci tutti, in abito di festa, ovvero con il cuore colmo di speranza e di passione! Invitiamo, viviamo insieme Convegno e rito come momenti belli e segni già essi di una città ch insieme ritrova la sua anima.

1° e 2 aprile, Crisci ranni 2016 - “La piazza tra racconti e incontri”

Avrà un significato particolare la festa educativa Crisci ranni 2016 perché in questi sei anni è diventato più di un Cantiere educativo: è anche un processo che coinvolge le scuole (due mila bambini stanno partecipando all’iniziativa della piazza rifiorita e i giovani alla scrittura creativa), è la festa che continua la Pasqua sul versante educativo, è occasione di riflessione sulla città, è stato l’ispirazione di altri sette cantieri educativi a Siracusa, Noto, Pozzallo, Ispica, Pachino, Scicli.
In particolare venerdì 1° aprile alle 18 nell’auditorium Pietro Floridia di Piazza Matteotti a Modica vi sarà un convegno sul tema di quest’anno – “La piazza tra racconti e incontri” – con un dialogo tra i giovani e studiosi che sono appassionati lettori del nostro territorio e del nostro tempo (Paolo Nifosì e Antonio Sichera) e il presidente di Fondazione CON IL SUD Carlo Borgomeo, impegnato da anni sul versante del lavoro giovanile, di un meridionalismo militante che impegni il Sud a diventare protagonista del proprio riscatto.
Sabato 2 aprile la grande festa educativa, che inizierà nell’atrio comunale alle 15,30, spostandosi poi nelle piazzette adiacenti per confluire alle 17 in piazza Matteotti per momenti di festa con i Clown dottori “Ci ridiamo su”. Introdurrà il rito don Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo. La sera, dedicata in particolare ai giovani, ci sarà musica con il complesso “Tiempu persu”.

Dal 18 marzo al 3 aprile nella chiesa di S. Paolo e nel Convento carmelitano (ex Caserma dei Carabinieri) di piazza Matteotti saranno esposti i lavori dei bambini e ragazzi delle scuole.
Informacasadonpuglisipasqua2016


La testimonianza di fra Giuseppe Maria di Gesù, che fra un mese diventa presbitero
La “Porta santa” varco di grazia, vocazione, memoriale
Di porta santa in porta santa , di grazia in grazia di giubileo in giubileo. Mese di gennaio del 2000, il grande Giubileo è appena iniziato da qualche settimana, mi ritrovo, appena ventiquattrenne, appena trasferito da Scicli a Modica, con tanta voglia di abitare la città, di sposare il suo territorio, di prendere parte alla sua bellezza e di accettare le sue sfide. Tutto ciò, credo che abbia radici in quello che sento sia un’esigenza profonda: condividere ed appartenere. Così vado in giro per informarmi dove poter prestare servizio. Nessuno però sa indicarmi qualcosa del genere. Entro in qualche chiesa per informarmi, ma mi dicono che lì a Modica non avrei potuto trovare niente di tutto ciò. Poi un giorno, passando per caso in una traversa del Corso, leggo una scritta “Casa Don Puglisi”. Senza pensarci troppo, mi ritrovo a suonare il campanello. Mi aprono il portone. Varco così, nel Giubileo del 2000, per la prima volta, quella porta giubilare. Non trovai quello che cercavo, ma molto di più. Quella esperienza di condivisione ha aperto in me un varco di grazia. La Casa è per me un’ancora che mi tiene stabile e mi ha permesso di vivere un tempo di discernimento fondamentale attraverso un servizio molto semplice: partecipare alla celebrazione dei Vespri, nella cappellina, “dove il cielo regge la terra”. Dopo, cenare tutti assieme, come una grande famiglia e rimanere a giocare con i bambini, finché il sonno prende il sopravvento. Cercavo un gruppo di ragazzi coetanei per appagare la mia sete di amicizia. Il Signore mi ha donato invece una famiglia, dove potermi sentire figlio ed imparare a fare il padre. Continuai questa esperienza di condivisone per tre anni, fino a che nel gennaio del 2003 entrai in convento. Adesso in quest’anno giubilare, per me tanto importante, ho sentito l’esigenza di tornare a Modica, per varcare di nuovo quella porta Santa. Tra poco più di un mese diventerò sacerdote ed in questo ultimo tempo di preparazione volevo ripartire proprio da lì per fare memoriale della mia storia di salvezza. Ho visto una realtà in crescita e la gioia e l’accoglienza di Maurilio, Martina, Desi, mi ha dato tanta consolazione. E così pure l’incontro con Dario, mio compagno nel servizio, e con Salvatore, ultimo obiettore della casa ed oggi operatore. Il Signore mi ha rallegrato anche per l’incontro con Don Corrado, che avevo visto qui a Napoli quattro anni fa. Le sue parole di benedizione per me sono state parole giubilari per la mia vita. Riconoscente, non posso che accompagnarlo con la preghiera per il suo ministero. Grande consolazione è stata anche per me la visita al laboratorio “Crisci ranni”, attraverso la guida illuminata di Fabio, che mi ha aperto orizzonti di speranza per la nostra realtà dell’hinterland napoletano dove vivo il mio ministero. Spero che la collaborazione con la casa adesso si intensifichi di nuovo. A me, che ne resto sempre figlio, rimane tutta la meraviglia per il bene vissuto e tutta la riconoscenza a Dio per esserne ancora parte anch’io di questo suo progetto. Il Signore vi benedica tutti sempre!

Fra Giuseppe Maria di Gesù
Fra Giuseppe Maria sarà ordinato presbitero il 16 aprile a Napoli: rendiamo grazie a Dio! Alcuni di noi ci saranno a nome di tutti. Si rafforza il senso originario della nostra Casa: una Casa che genera Case, una vocazione che genera vocazioni ….
Informacasadonpuglisipasqua2016

I bambini della Casa don Puglisi familiarizzano con la Porta santa e condividono il senso con i pellegrini
La misericordia, ovvero il “villaggio delle case accoglienti”

I bambini della Casa don Puglisi ormai sanno che quella che attraversano ogni giorno è la Porta santa della misericordia e che, di tanto in tanto, questo diventa il centro di loro attività a cui si uniscono gruppi che vengono come pellegrini nella Casa. Sanno anche che, insieme a quanti vengono a far visita, quest’anno si è impegnati nelle opere di misericordia. Nell’attività sulle opere di misericordia del mese scorso è emersa una bella riflessione su “alloggiare i pellegrini”, in particolare sulla parolina BENVENUTO. J. ha detto: «È bello quando vai a casa di qualcuno il fatto che ti viene detto “benvenuto”». Allora – durante la visita di un gruppo giovanile parrocchiale - si sono disegnati e ritagliati case colorate ed omini colorati, tutti diversi. E quando è venuto un altro gruppo, quanto preparato è stato condiviso in un’attività serale, messi tutti a cerchio nella sala da pranzo: «Sono i “pellegrini”- ha spiegato l’animatrice mentre mette gli omini su un telo verde -, persone che viaggiano e camminano molto. Si spostano da una parte all’altra del mondo. Questi pellegrini hanno camminato molto e sono un po’ stanchi … .ma sono anche molto molto fortunati perché stanno per giungere in un villaggio speciale. C’è una parolina che gli abitanti di questo villaggio sanno pronunciare meglio di qualunque altra parolina che esiste ed è : B E N V E N U T I». A questo punto un bambino mette le lettere ritagliate sul telo verde e si forma la parola “benvenuto”, mentre l’altra animatrice colloca una serie di casette e spiega: «È un villaggio di casette piccole piccole ma tanto tanto accoglienti! C’è una casetta azzurra che raccoglie tutta l’acqua che piove dal cielo. Chi giunge a questa casetta viene accolto con un bicchiere di acqua freschissima. C’è poi una casetta arancione che raccoglie invece tutti i raggi del sole. Dentro c’è un fuocherello sempre acceso e chi passa da qui può scaldarsi e mangiare un po’ di pane insieme agli altri. La casetta rosa è mooooolto morbida. Chi passa da qui sarà accolto con un caldo e morbido abbraccio e avrà un caldo e morbido letto per riposare sereno. C’è anche una casetta verde dove ciascuno riceve un fiore di benvenuto. E per chi arriva dal mare? C’è sulla riva una casetta rossa rossa d’amore con una luce sempre accesa che guida le barchette verso un porto sicuro». Dopo i bambini aggiungono le loro casette … Chi passa dalle casette di M., G. e A. troverà tanti giochi per divertirsi insieme a loro. M. e G. condividono i loro dinosauri, mentre A. le sue macchinine da corsa …in mezzo alla neve! C’è poi la casetta di S. dove si trovano pane e amore. Infine la casetta di M. Chi passa da qui viene accolto da una cascata di coriandoli! Perché sono tanto allegri e M. ha voglia di stare in allegria con chi la viene a trovare … perché nel villaggio dove la parolina più detta di tutte le altre è benvenuti, le persone sono tanto felici!». Un giovane esclama: «Anche noi, e anche noi vogliamo essere parte di questa casa». Al che un bambino corre verso di lui e l’abbraccia … Ed ecco che la Porta diventa esperienza concreta offerta anche ad altri, e i gruppi sono contenti, passano quindi dalla cappella per la preghiera e una breve spiegazione della Casa e molti, mentre escono, dicono con sincerità: «Ritorneremo!». Così il Giubileo della misericordia sta diventando come l’ha voluto papa Francesco: un momento santo, più che una cosa sacra, per poter riscoprire la bellezza e semplicità di un amore ricco di fedeltà e di tenerezza. E di gioia, di giubilo!

Onoriamo il legame con il Seminario (la domenica di Pasqua è la giornata del Seminario) ospitando l’estratto di un articolo di uno dei nostri seminaristi dal titolo: «Siate misericordiosi come il Padre»

L’anno giubilare vuole essere un richiamo a guardare e a riscoprire, attraverso parole semplici e dirette, il vero volto di Dio. Siamo chiamati a riscoprire il volto di un Padre che sempre perdona e si mostra benevolo verso la fragilità umana, affinché anche i suoi figli possano farsi verso i loro fratelli «misericordiosi come il Padre». Prima di essere un comando, la misericordia è un cammino di assimilazione della forma di Dio, cioè al dono della vita, alla tenerezza, alla vicinanza all’uomo di oggi nonostante le sue lentezze e le sue inadeguatezze. Gesù è Dio stesso che trasfigura la vita e la rende bella, pur rimanendo quella che è. La vicenda umana non è distante da Dio, anzi nella fede noi vediamo un Dio che cammina con noi e ci rivolge le sue paterne cure. Aver cura significa amare. Chi ama, ha cura. È importante allora non crederci autosufficienti. In questa nuova primavera per la Chiesa sento personalmente di guardare al Giubileo in maniera concreta a partire dalle esperienze che sono presenti nell’ambito della mia parrocchia di San Pietro. Mi piace ricordare tre realtà. Innanzitutto in parrocchia “la visita” alle persone sole e anziane; la Casa Don Puglisi; Crisci Ranni. Tutto questo non è solo uno sforzo umano, ma opera della grazia divina, che agisce nel cuore che sa aprirsi, uscire da se stesso e rientrare in sé riscoprendosi abitato da quell’amore che non può fare a meno della relazione con l’altro. Allora la diversità si ricompone nella comunione.

Alessandro Blandino
Informacasadonpuglisipasqua2016
-
SERVIZIO CIVILE - Donare/ricevere perché aiutare gli altri è una scelta di vita

Siamo le tre ragazze volontarie del servizio civile nazionale 2015-2016 alla Casa don Puglisi, a volte chiamate scherzosamente da alcune delle mamme semplicemente “servizio civile”. Siamo entrate a far parte di questa “sovraordinaria” realtà in un momento di grande festa, con cui abbiamo onorato i 25 anni della Casa. Quasi contemporaneamente abbiamo assistito al coinvolgimento dell’intera città in qualcosa che ha sicuramente dello straordinario. Con l´apertura della Porta Santa e con il progetto del presepe, realizzato da più di 1500 bambini delle scuole di Modica, la Casa infatti è stata attraversata, scoperta, ritrovata, da numerosissime persone. Che, tra lo stupore e la meraviglia, hanno goduto della bellezza e della semplicità del luogo e della sua “magia”. Ciò che, però, più ci forma e ci segna quotidianamente è il rapporto con i bambini e le mamme della Casa. Siamo entrate in punta di piedi, incrociando all´inizio gli sguardi diffidenti delle madri e quelli innocenti dei bambini, che invece si sono fin da subito fidati di noi. È con i bambini che ogni giorno impariamo cose nuove, sfumature di una realtà che spesso diamo per scontata. Ci ricordano di essere state bambine non troppo tempo fa, di aver avuto amici immaginari e aver fantasticato interi pomeriggi con semplici giochi tra le mani. Osservare il progresso della loro crescita, le loro conquiste e il loro percorso educativo, ci gratifica infinitamente: in qualche modo possiamo pensare di aver messo del nostro in questi pochi mesi trascorsi. In maniera diversa, ma altrettanto coinvolgente, si è creato un rapporto con ognuna delle ospiti, “mamme” e “non mamme”. Ci sono poi i momenti comuni, dalla condivisione dei pasti alle uscite, che ci danno un’ulteriore possibilità di confronto e crescita. Abbiamo poi partecipato ad incontri di formazione, specifica e generale, dove le nostre formatrici ci hanno supportato tanto. Centrale importanza, per noi e gli altri componenti della Casa, è la preghiera nella cappella, “casa dentro la casa”. Con un prezioso e attento protettore: Don Pino Puglisi! Quello di cui siamo davvero convinte è continuare a donare/ricevere, anche dopo il servizio civile, perché aiutare gli atri è una scelta per la vita.

Elisabetta Donzella, Giulia Denaro, Annamaria Di Martino



Aiutaci ad aiutare!
Sostieni la Casa con il 5xmille: basta firma e codice fiscale associazione don Puglisi: 90008250889




Notizie Flash
RAGUSA - ELEZIONI 2022: IL COMMENTO DEL SEGRETARIO DEL PD, CALABRESE.
RAGUSA - 4 DENUNCIATI DA PARTE DEI CARABINIERI
RAGUSA - L'ANALISI DEL VOTO DI " RAGUSA PROSSIMA "
SCICLI - IL COMUNE PATROCINA FILM CON STEFANIA SANDRELLI
DONNAFUGATA - AL VIA IL RESTAURO DEL PARCO DEL CASTELLO
COMISO - AL CONSIGLIO COMUNALE MARIA NUNZIATA LA TERRA SUBENTRA A BIAGIO CARUSO
05-10-2022 17:44 - Attualità
[]

I Carabinieri commemorano il 40° anniversario della morte del Gen. Dalla Chiesa con un libro distribuito a tutte le scuole della provincia di Ragusa.

Consegna del libro dal titolo “Le stelle di Dora”, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore – Liceo Scientifico “Galilei – Campailla” di Modica
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
05-10-2022 17:25 - Economia
[]
" Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha appena confermato il via libera europeo al potenziamento della Stm di Catania. Un investimento complessivo di 730 milioni di euro in 5 anni, 700 posti di lavoro diretti e altre centinaia con l'indotto. La notizia è splendida, il Mise ha seguito con attenzione e massima discrezione tutti i passaggi così come la Lega a livello nazionale e in Sicilia. Voglio ringraziare Giancarlo Giorgetti che ha dichiarato tutta la sua felicità per...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
Categorie
04-10-2022 11:37 - Istruzione e Formazione
[]

Ripartire dalla centralità della persona, dal suo bisogno di trascendenza attraverso, in primo luogo, le relazioni significative, e in particolare la relazione alunno-docente. Questo il tema che nell’attuale congiunzione storica l’Ufficio per la cultura, la scuola e l’università, l’Ufficio per l’insegnamento della religione cattolica della Diocesi di Ragusa, con il patrocinio dell’Ufficio scolastico provinciale (A.T. Ragusa) e della Cattedra di Dialogo tra le culture, hanno avvertito come urg...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
04-10-2022 11:03 - Tecnologia
[]
Giuseppe Scibilia, direttore dell’UOC Ostetricia e Ginecologia dell’ASP di Ragusa, racconta la prima gravidanza da trapianto d’utero in Italia: “Un lavoro di squadra senza eguali. Grato di esserci”

Ragusa, 3 ottobre ‘22
Il dottor Giuseppe Scibilia, ginecologo e direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’ASP di Ragusa, è stato un componente dell’equipe multidisciplinare che, nell’agosto 2020, ha effettuato il primo trapianto d’utero in Italia. L’intervento, realizz...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
Categorie
03-10-2022 17:10 - Politica
[]
Disservizi trasporto studenti Pozzallo, Campo: “Falcone ha preferito fare passerelle anziché risolvere problemi”

“L’assessore Falcone ancora in carica e rieletto in questa maggioranza, in campagna elettorale ha preferito fare passerelle piuttosto che risolvere una questione che i siciliani pagano cara a fronte di un servizio inefficace e che mette a rischio la pubblica sicurezza dei nostri studenti”. Lo afferma la deputata regionale del M5s di Ragusa, Stefania Campo, in merito ai disservizi la...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-10-2022 12:29 - Attualità
[]
Festa per la consegna del terzo Doblò destinato alla mobilità sostenibile a Scicli

E’ il terzo mezzo in sette anni che il Comune e la Pmg, grazie agli sponsor privati, destinano alla mobilità di soggetti in difficoltà

Festa di piazza ieri in via Mormina Penna per la consegna del terzo Doblò in sette anni destinato alla mobilità sostenibile di persone in difficoltà.

Il Comune di Scicli ha aderito per la terza volta al progetto "Mobilità garantita" promosso dalla società PMG Italia, che prevede la...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
02-10-2022 11:46 - Attualità
[]
Lunedì 10 ottobre parte il servizio di refezione scolastica nelle scuole. “In assoluto anticipo rispetto agli altri anni”. Dichiarazioni del sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari.

“Quest’anno siamo in assoluto anticipo nell’erogazione del servizio di refezione scolastica nelle scuole di Comiso e Pedalino. L’obbiettivo per il futuro, è quello di cominciare in concomitanza con l’inizio dell’anno scolastico – spiega il primo cittadino di Comiso-. Le scuole che usufruiranno della refezione, sono...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 19:06 - Politica
[]
Santa Croce Camerina, si coalizza il fronte delle opposizioni: “Proposta credibile per la città. L’Amministrazione non ascolta”

“Offrire alla comunità di Santa Croce, attraverso la condivisione di idee e iniziative, una proposta programmatica credibile e lungimirante. Ma soprattutto diversa, nei metodi, dall’attuale Amministrazione comunale”. Con questo intento, giovedì 30 settembre, si è svolta a Santa Croce Camerina la prima riunione tra forze civiche e di partito rappresentati alle ultime e...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 12:02 - Attualità
[]

Sicilia: la San Vincenzo riparte dalla scuola
A Comiso il 57° Convegno Regionale della Società di San Vincenzo De Paoli

Comiso, al via l’1 e 2 ottobre il 57° Convegno Regionale della Società di San Vincenzo De Paoli. Centinaia di soci e volontari si riuniscono per riflettere sul ruolo del Volontariato nel mondo scolastico e nella società civile.

Si terrà l’1 e 2 ottobre presso l’Hotel Villa Orchidea di Comiso (RG) il 57° Convegno della Società di San Vincenzo De Paoli di Sicilia. Come ogni anno ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
28-09-2022 17:12 - Attualità
[]
Abbiamo fatto le pulci alle spese del Parco Valle Dei Templi e del Comune, “l'estate Agrigentina” è costata circa 700.000€ . Il Parco per statuto può investire in spettacoli e feste? Il Comune può elargire un contributo di 135.000€ al distretto turistico delegando a loro l'organizzazione degli eventi con soldi pubblici? Perché sperperare il denaro pubblico in questo modo e non investirlo rendendo più bella ed accogliente la nostra città ridotta ai minimi storici per servizi al turista ed al c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
38

Visitatore Numero
2013129

totale visite
7923715

DELLE COSE DI SICILIA
05-10-2022 19:16 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]
RICOTTA, UNA DELIZIA CHE ACCOMPAGNA LA STORIA DI UN’ ISOLA ED IL RICORDO DEI TEMPI PASSATI…

Cu va a mannara, mancia ricotta. (Questo proverbio siciliano ci ricorda che, per ottenere davvero dei risultati, bisogna faticare).

Il ricordo della prima mangiata di ricotta nel mese di ottobre…

Un centinaio di mucche al pascolo, dondolano la coda per scacciare gli insetti fastidiosi, in un campo erboso mentre il sole tramonta; uomini esperti si accingono ad iniziare la mungitura giornaliera. Il braccio t...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
05-10-2022 19:29 - Cultura & Arte
[]
Il 7 Ottobre si festeggia la Madonna del Rosario, in un video l’omaggio del Poeta Rosario La Greca

Il 7 Ottobre di ogni anno si festeggia la Madonna del Rosario, si tratta di una delle più importanti ricorrenze della tradizione religiosa cattolica. Il Santuario principale della Beata Vergine del Rosario è la Basilica situata a Pompei, visitata da oltre 4 milioni di pellegrini l'anno, che giungono da ogni parte del mondo per rivolgere a Maria le proprie preghiere, chiedere una grazia, un migli...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
05-10-2022 17:57 - Cultura & Arte
[]
NON SOLO TEATRO. ARRIVA ANCHE LA STAGIONE MUSICALE AL TEATRO DONNAFUGATA DI RAGUSA IBLA, EMOZIONANTE NOVITÀ DELLA PROGRAMMAZIONE 2022-2023. QUATTRO INTENSI APPUNTAMENTI CON LA DIREZIONE ARTISTICA DEL MAESTRO SALVATORE MOLTISANTI. PARTE DEL RICAVATO DEI BIGLIETTI ANDRA' IN BENEFICENZA.

RAGUSA - Soffia aria di novità al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Il piccolo tesoro del barocco ibleo apre le porte ad una emozionante stagione musicale. L'elegante teatro ragusano non proporrà solo spettacoli...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
03-10-2022 11:53 - Attualità
[]
Novant’anni di storia del Modica Calcio

Oggi 3 ottobre 2022 la società calcistica Modica calcio compie 90 anni dalla sua fondazione (3 ottobre 1932). Come possiamo constatare dalla data di fondazione la società è stata fondata in pieno periodo fascista: in mezzo a tantissima povertà e degrado si è riusciti anche a fare sport, cosa che per quei tempi non era una cosa scontata. Ricordo perfettamente i racconti dello zio Pietro Scollo, che diceva sempre: "figghu miu, accumiciammu a ghucari cu 'm ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
01-10-2022 19:35 - Cultura & Arte
[]
IL CINECLUB 262 DI MODICA SI AGGIUDICA UN FINANZIAMENTO DEL MINISTERO DELLA CULTURA PER IL BANDO “IL CINEMA E L'AUDIOVISIVO A SCUOLA”.

Il Cineclub 262 di Modica ha partecipato al bando promosso dal Ministero della Cultura per finanziare progetti rientranti nella tematica “Il Cinema e l’Audiovisivo a scuola – Progetti di rilevanza territoriale”.

Al bando D.D. 863 11/03/2022, attuato dalla Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, di concerto con il Ministero della Cultura e il Ministero dell'Istr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
14-09-2022 17:35 - Eventi
[]
CAMPARI MOVIE CONTEST: ANCHE A COMISO GIOVANI TALENTI

I giovani sono una grande risorsa per ogni comune grande e piccolo d’Italia: spesso, purtroppo, li abbiamo visti costretti ad emigrare per potersi affermare professionalmente o solo per riscattarsi socialmente, trovare un lavoro, formarsi una famiglia, poterla mantenere. Molti ragazzi di Comiso infatti, finiti gli studi, li troviamo cittadini del mondo a contribuire, con la professionalità acquisita in Italia, allo sviluppo di Paesi, che no...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie