18 Maggio 2021
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

RAGUSA - INCONTRO IN PREFETTURA SUL " RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI ANTIRACKET NEL PROCESSO PENALE "

"Il ruolo delle Associazioni antiracket nel processo penale", se n’è parlato questa mattina presso il salone di rappresentanza della Prefettura di Ragusa.
L’incontro organizzato dall’Associazione ragusana antiracket e antiusura e dalla FAI, Federazione delle Associazione Antiracket e Antiusura italiane, ha trovato non solo il sostegno ma il fattivo supporto di S. E. il Prefetto di Ragusa, dott. Annunziato Vardè.
Presenti all’iniziativa il Vice Prefetto vicario di Ragusa, dott.ssa Rita Cocciufa, il Questore di Ragusa, dott. Giuseppe Gammino, il Dirigente della sezione Polizia Stradale di Ragusa dott. Gaetano Di Mauro, il Comandante della Compagnia di Ragusa, maggiore Alessandro Coassin, il Comandante della stazione Carabinieri di Ragusa Ibla, maresciallo Marco Valenzisi, Don Paolo La Terra per la Diocesi di Ragusa e Salvo Ingallinera, presidente Ascom Ragusa.
Obiettivo del convegno è stato quello di porre l’attenzione sull´importante ruolo che oggi svolgono le associazioni antiracket, quale ulteriore strumento a supporto del procedimento penale. 
Prima di entrare nel vivo dei lavori il Prefetto di Ragusa ha sottolineato l’importante ruolo che le associazioni antiracket svolgono sul territorio. “Anche la nostra provincia – ha detto – purtroppo non è immune da questo fenomeno, soprattutto nel vittoriese, ma anche la città di Ragusa non è esente. Sebbene iniziamo a registrare, oggi, un aumento delle denunce non possiamo dire di aver raggiunto i numeri reali. Il fenomeno del racket nel nostro territorio è ancora un fenomeno sommerso a dimostrazione della difficoltà delle vittime a denunciare. In questo contesto giocano un ruolo fondamentale le associazioni che devono stare quanto più vicino possibile alle vittime e aiutarle a superare la sfiducia nelle autorità dello Stato. Ma è anche vero che per conquistare la fiducia della gente bisogna prendere in considerazione anche i tentativi di inquinamento nei movimenti antimafia ed è compito delle associazioni stesse effettuare una selezione dei propri associati”.
Il dott. Vardè ha concluso il suo intervento rinnovando il proprio sostegno e la massima disponibilità per una proficua sinergia volta ad ottenere sempre maggiori risultati nella lotta al fenomeno del racket e dell’usura.
Il presidente dell’Associazione Ragusana antiracket e antiusura, Giuseppe Cabibbo, nel suo intervento ha illustrato questo primo anno di attività:” Abbiamo già firmato dei protocolli d’intesa – ha detto - con la CNA e l’Ascom e speriamo che anche le altre associazioni facciano lo stesso. Dal Consiglio Comunale di Ragusa, invece, siamo ancora in attesa di risposta. Stiamo lavorando nell’interesse di imprenditori che si sono rivolti a noi per diverse problematiche sorte prima della nostra costituzione e ci stiamo adoperando affinché abbiano tutto il sostegno necessario. A tal proposito ringrazio l’amico Paolo Pricone per l’impegno quotidiano dimostrato nel portare avanti l’attività dello sportello della nostra associazione. L’auspicio è che l’esempio di Bagheria e di Gela, dove gli imprenditori hanno finalmente abbattuto il muro dell’omertà e capito l’importanza di denunciare, fosse seguito anche nel nostro territorio”.
E sono proprio i recenti fatti di cronaca che nell’ultimo periodo hanno fatto registrare un cambiamento di tendenza: ”Gli ultimi mesi - afferma Giuseppe Scandurra, presidente nazionale FAI – sono stati dei mesi straordinari nella lotta a questo fenomeno. Numerosi gli arresti effettuati dalle forze dell’ordine proprio grazie alle denunce degli imprenditori. Non mi sento di dire che ci sia una svolta ma sicuramente una rivolta della classe imprenditoriale c’è. E non solo, possiamo anche dire che oggi lo Stato c’è! Se penso a 25 anni fa quando nacque la prima associazione antiracket non posso non essere orgoglioso di come negli anni tanto è stato fatto. Oggi non ci possono essere alibi per gli imprenditori che vogliono denunciare. Siamo una realtà presente sul territorio nazionale con 80 associazioni. Il nostro impegno è rivolto a tutta la società civile anche nell’ottica della prevenzione, del nostro operato si parla anche nelle scuole”.
Scandurra è intervenuto anche sulla questione relativa al tentativo di inquinamento in alcuni movimenti antimafia:” Stiamo già rivedendo al nostro interno alcune realtà perché i primi garanti dobbiamo essere noi stessi. Ma vanno anche rivisti gli albi nelle prefetture. Un’associazione che non porta denunce va cancellata perché manca del principio fondamentale della nostra ragion d’essere”.
Paolo Caligiore, dirigente FAI, ha poi posto l’attenzione sulla figura della vittima nel contesto del procedimento penale, portando a testimonianza la sua esperienza personale:” Ho subito ben tre attentati - ha detto – ma non mi sono mai sentito e non mi sento vittima, sono solo una persona che ha subito qualcosa e che ha avuto il coraggio di denunciare. La mia esperienza, 24 anni fa, fu traumatizzante. Ricordo esattamente cosa voleva dire, all’epoca, denunciare e affrontare l’intero percorso. Oggi, anche grazie al nostro operato, le cose sono molto diverse. È pur sempre vero che ci vuole molta determinazione e tanto coraggio. Perché se il primo passo è la denuncia affrontare il processo non è cosa facile. Ma quando guardo i dati che parlano di un aumento di denunce o vedo quegli imprenditori che hanno perso tutto, a volte non hanno nemmeno i soldi per pagarsi il viaggio per assistere all’udienza, e nonostante tutto sono sempre presenti, allora credo che la parte migliore di questa terra stia affiorando ed è compito nostro stare a loro fianco e sostenerli sempre affinché non si sentano mai più soli”.
Il Sostituto Procuratore del Tribunale di Ragusa, dott.ssa Valentina Botti, ha invece posto l’accento sulla difficoltà che spesso si riscontra nel corso delle indagini: ”Purtroppo - afferma – si tratta di reati che colpiscono la persona nella sua interezza. Di conseguenza lo svolgimento delle indagini non è cosa semplice. Non esistono tecniche standard ma gli accertamenti vengono plasmati sulla persona. Primo passo fondamentale è senza dubbio riuscire ad instaurare un rapporto di fiducia con la vittima e questo è un problema non indifferente, capita spesso che alcune circostanze vengono tenute nascoste. Ecco quindi che qui gioca un ruolo importante l’associazione che può di certo favorire la nascita di tale rapporto e assicurare la tenuta della vittima durante l’intero procedimento”.
L’avvocato Enrico Schembari del foro di Ragusa ha infine evidenziato come ad oggi, nonostante il ruolo che le associazioni antiracket svolgono come parte attiva nei processi penali, la loro costituzione di parte civile non è da considerarsi scontata ed ha altresì evidenziato come oggi accanto all’antimafia istituzionale sia sempre più presente un’antimafia sociale:” Gli imprenditori – dice – iniziano finalmente a reagire. Oggi assistiamo sempre più ad un’antimafia che viene dal basso. È il segnale che la società civile comincia a muovere i primi passi acquisendo sempre maggiore fiducia nelle istituzioni preposte e questo grazie anche alle associazioni antiracket che con il loro impegno infondono maggiore sicurezza nelle vittime. Ecco perché ritengo importante che anche sul tema della costituzione di parte civile intervenga il legislatore considerato che ad oggi solo se nello statuto è contemplata questa possibilità le associazioni possono costituirsi parte civile”.
L’avvocato Schembari ha terminato il suo intervento invitando i presenti a riflettere su un’ulteriore questione:” Non vuole essere una provocazione – conclude – ma un uno spunto di riflessione su questo fenomeno. C’è e se c’è di che tipo potrebbe essere un rapporto tra estorsione e corruzione?”.
A tirare le somme della mattinata di lavori l’on. Giorgio Assenza, componente Commissione d´inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia: ” Senza ombra di dubbio la mentalità delle vittime dagli anni ‘90 è molto cambiata ma è anche vero che non siamo ancora fuori dal tunnel. Il contributo delle associazioni sul territorio in questi anni ha sicuramente apportato benefici. Riguardo alla riflessione dell’avv. Schembari circa il rapporto che potrebbe esserci tra mafia e corruzione sarebbe interessante affrontarlo nel dettaglio magari in altra circostanza considerato che da un lato la possibile esistenza di tale rapporto indicherebbe uno snaturamento dell’associazione mafiosa in quanto perderebbe il suo prestigio, dall’altro è anche vero, però, che appaiono sempre più evidenti alcuni punti di contatto”.
Assenza si sofferma inoltre sulla figura della vittima di usura: ” A differenza del racket - dice – la vittima di usura si ritrova a dover subire situazioni da lui stesse determinate. Molto spesso questi soggetti diventano vittime a loro insaputa, semplicemente per aver chiesto aiuto ad un amico. Anche in questo caso non è facile decidere di denunciare, considerato che entrano in gioco numerosi fattori emotivi. È indubbio però che in entrambi i casi la disponibilità a collaborare con le forze dell’ordine è elemento fondamentale nella lotta a questi fenomeni”.
D’altro canto per Assenza bisogna anche rivedere il rapporto tra imprese e banche relativamente al sistema di segnalazione cattivo pagatore:” Le attualità modalità operate dalle banche – dice - devono necessariamente essere riviste”.
L’on. Assenza ha infine concluso il suo intervento con un monito alla società civile e l’incitamento alle associazioni a continuare nel loro operato senza mai perdersi d’animo:” Dispiace costatare oggi la scarsa presenza della società civile in quello che ritengo un incontro di interesse collettivo proprio per la tematica affrontata. Questo dimostra uno scarso senso civico ma confido nell’operato delle associazioni e dei media quali portatori per il futuro di una maggiore sensibilizzazione sull’argomento”.


Per l’Associazione
Francesca Bocchieri


Notizie Flash
RAGUSA - " TERRITORIO " SULL'EMERGENZA RIFIUTI
RAGUSA - REDATTE LE NUOVE LINEE GUIDA CSEN PER LO SPORT SENZA COVID
RAGUSA - CONSORZIO DI BONIFICA : LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE.
PALERMO - APERTI I TERMINI PER " RESTO AL SUD "
RAGUSA - ANCHE CHIAVOLA ( PD ) INTERVIENE SUI RIFIUTI
RAGUSA - L'ON. CAMPO A FIANCO DEI LAVORATORI DEL CONSORZIO DI BONIFICA
RAGUSA - " TERRITORIO " CON L'ON. DIPASQUALE SULLA MOTORIZZAZIONE
RAGUSA -TRANSITO VIETATO IN VIA PATERNO' AREZZO DAL 17 AL 21 MAGGIO
RAGUSA - POTENZIAMENTO VIABILITA' NELLE CAMPAGNE
RAGUSA - COMODATO GRATUITO DEL CITY
RAGUSA - ARRESTATA UNA DONNA PER FURTI NEI SUPERMERCATI DI COMISO E VITTORIA
17-05-2021 11:49 - Attualità
[]
In riferimento all’articolo di Italia Viva pubblicato su testate locali, nei giorni scorsi, nonché su facebook, ritengo importante precisare a nome mio personale e per onore di verità, quanto segue :
1. Non è stato l’Amministrazione Comunale a trasferirci di sede in via Libertà, presso il centro Diurno per Minori, ma è l’esatto opposto : abbiamo chiesto noi operatrici del Centro Donna Antiviolenza di Comiso, il trasferimento in quei locali per motivi logistici, in quanto la sede di via Righi ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-05-2021 11:14 - Eventi
[]
Comiso, 16 maggio 2021

MARIA SS. ADDOLORATA A COMISO, UNA PIOGGIA DI PETALI DI ROSE
E IL TRADIZIONALE RITO DELLA SVELATA E’ TORNATO A RIPETERSI

Il momento più speciale. Intriso di suggestioni che affondano le radici in una tradizione antica. Così come antica è la devozione nei confronti di Maria Santissima Addolorata. E così un rito molto sentito dalla cittadinanza casmenea è tornato a ripetersi ieri sera in chiesa Madre. La svelata del pregevole simulacro settecentesco della Vergine si è tenuto...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 19:58 - Politica
[]


Anniversario Statuto Siciliano, on. Dipasquale (PD): “Musumeci s’è dimenticato di questo appuntamento. Frutto dell’alleanza con la Lega?”

“Sono circa le 15 del 15 maggio 2021 e mentre ricorre il 75° anniversario dello Statuto Siciliano, mi chiedo e vi chiedo come mai il presidente della Regione non sia ancora intervenuto per celebrare questo traguardo?
Musumeci, che non perde occasione per apparire anche in occasioni meno importanti, deve essersi dimenticato di questa data storica. Oppure dobbi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 19:26 - Economia
[]
Olidata, la storica azienda di Information Tecnology nomina un messinese nel
CDA
È la giornalista Katia La Rosa
Roma, 15 05 2021 La storica azienda Olidata, leader nazionale nel settore dell'Information
Technology, ha rinnovato il proprio CDA nominando sette consiglieri, tra cui la messinese
Katia La Rosa. L'Assemblea Ordinaria degli Azionisti di Olidata S.p.A, riunita, oggi, sotto
la Presidenza di Riccardo Tassi, ha eletto il nuovo Consiglio di Amministrazione, che
resterà in carica per i prossimi ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 11:17 - Attualità
[]
Santa Croce Camerina avrà un ‘punto di vaccinazione'. Il Sindaco: “Ringrazio l'Asp di Ragusa per aver accolto la nostra richiesta.”

A breve anche il comune di Santa Croce sarà dotato di un punto di vaccinazione per tutta la cittadinanza. L'Asp di Ragusa ha accolto la richiesta inoltrata dall'Amministrazione Barone di avere, per tutto il territorio camarinense, un punto vaccinale Covid-19, presso la palestra comunale Santa Rosalia, dove già ha ospitato il personale per gli screening. Gli utenti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 10:57 - Cronaca Locale
[]
Tre colpi in poche ore. All’interno di attività commerciali di Via Dandolo a Marina di Ragusa. Un’escalation di furti, nelle ore notturne, che mette a repentaglio la sicurezza degli operatori commerciali e dei residenti. Il presidente del movimento civico territorio di Marina, Angelo Laporta, ha raccolto il grido di allarme dei commercianti.

“L’ennesima ondata di furti pone in primo piano il tema mai sopito della sicurezza – denuncia Laporta - Non deve essere a carico esclusivo del singolo c...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 18:43 - Economia
[]
NASCE MULTIFIDICOFISAN. MULTIFIDI INCORPORA IL CONSORZIO FIDI SANITARIO SICILIANO, RENDENDO ANCORA PIU’ SOLIDO IL PROPRIO PATRIMONIO.

Multifidi, ha incorporato Co.fi.san, il consorzio fidi sanitario Siciliano. Il processo si è completato venerdì 14 maggio con l’approvazione definitiva durante l’assemblea straordinaria dei soci, tenuta dinanzi al notaio Maria Schembari di Ragusa, del progetto di fusione con la conferma alla guida del C.d.A. uscente di Multifidi, nelle persone di Roberto Biscot...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 14:09 - Attualità
[]
Cerimonia di consegna della struttura che ospiterà i volontari dei Vigili del Fuoco, il Sindaco: “Grazie al Comandante del VV.F. e al personale ‘volontario’ per la sensibilità verso in nostro territorio.”

Si è svolta stamattina nel piazzale del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Santa Croce Camerina, in c.da Pezze, ka cerimonia di consegna delle chiavi della struttura che ospiterà i volontari del 115. Cerimonia cui hanno preso parte il Sindaco Giovanni Barone, l’Ing. Giovanni Distefano in r...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 12:23 - OBITUARY
[]
Carmelo Dipasquale, giovane di 21 anni, si è spento per un improvviso aneurisma, dopo essere trasportato all'Ospedale " San Marco " di Catania. Il giovane era figlio di un ex consigliere comunale, Emanuele Dipasquale.
La famiglia, rispettando la volontà del figlio, ha autorizzato l'espianto degli organi, che sono stati trasferiti in diverse città italiane, per essere donati: il cuore a Udine, i polmoni a Torino, il fegato a Roma, i reni a Padova e il pancreas a Palermo.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
4

Visitatore Numero
1620448

totale visite
5801665

[]
16-05-2021 11:39 - Cultura & Arte
[]
Il 17 maggio apre i battenti al Centro Servizi Culturali la mostra di pittura e fotografia “Frammenti” di Karina Lukasik e Cristina Bufardeci

Aprirà i battenti lunedì 17 maggio, alle ore 17, presso la sede del Centro Servizi Culturali “Emanuele Schembari” di via A.Diaz 56, la mostra di pittura e fotografia “Frammenti” di Karina Lukasik e Cristina Bufardeci. L’evento espositivo sarà visitabile fino al 30 maggio tutti i giorni dalle 9,30 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 20,00.
L’organizzazione...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-05-2021 10:54 - Cultura & Arte
[]
“Luci di Venezia”, composizione dell'arpista modicano Fabio Rizza, viene eseguita per l'International Harp Festival di Edinburgo in Scozia.
L'Edinburgh International Harp Festival, uno dei più prestigiosi eventi del mondo legati all'Arpa, si è appena concluso. Quest'anno, all'interno delle varie scalette eseguite in concerto da molteplici arpisti di fama internazionale, è presente anche “Luci di Venezia”, una delle composizioni dell'arpista modicano Fabio Rizza che è stata eseguita dal Maestro...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
11-05-2021 12:44 - Cultura & Arte
[]

“A TUTTO VOLUME” APRE LA STAGIONE DEI FESTIVAL CULTURALI E RICONSEGNA LE PIAZZE AI LIBRI E AI LETTORI DAL 10 AL 13 GIUGNO A RAGUSA.
Tra le novità apertura in riva al mare e iniziative per celebrare Dante

RAGUSA – “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa” aprirà la stagione dei grandi eventi estivi e riconsegnerà le piazze ai libri, ai lettori e agli autori. Lo farà dal 10 al 13 giugno prossimi rilanciando il desiderio di stare insieme, la volontà di condivisione, di scambio, di incontro in que...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
03-05-2021 19:52 - Angolo della Memoria
[]
Non ci sono stati eventi, in Italia e non solo, senza la partecipazione attiva di personaggi legati alla provincia iblea e/o al Sud-Est della nostra isola. Si tratta di una sorta di " appuntamento con la Storia " di cittadini del nostro territorio, che si sono trovati in un determinato posto in un determinato momento, quando le sorti del Paese hanno presso una piega particolarmente importante.
Presenteremo, in questo articolo, la figura di un personaggio di origine netina: nato a Noto il 9 ma...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio