21 Settembre 2020
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

"SCICLI CITTA´ DI MAFIA ? ": PIERO VERNUCCIO ( DIRETTORE DI " DIALOGO " E DI " ECODEGLIBLEI.IT " ) SCRIVE AL DIRETTORE DE " IL GIORNALE DI SCICLI ", FRANCO CAUSARANO.

Caro Franco,
personalmente non mi sono trovato a dover dirigere una testata giornalistica all’interno di una comunità definita ‘mafiosa’. Ritengo che una simile condizione debba essere davvero deprimente, soprattutto per uno come te (e per i componenti la Redazione del GDS) che ha portato avanti con intelligenza, costanza e abnegazione una iniziativa editoriale volta all’avanzamento civile e democratico della propria città ed ora se la trova (per la seconda volta) definitivamente dichiarata ‘mafiosa’. Come se qualcuno ti dicesse: ma che hai imbrattato a fare tanta carta per quaranta anni, se questo è il risultato finale? Mi spiace davvero che tale incidente di percorso sia capitato a te.
Eppure tutti noi, intendo dire cittadini viciniori e non sporchi di nefasto partitismo politicante, sappiamo che la verità è altra. Che Scicli è una comunità composta da cittadini onesti e laboriosi; che è pur vero che al suo interno da più anni hanno preso piede alcune isolate organizzazioni di delinquenza comune (ne sono prova anche i ripetuti incendi dolosi) che lo Stato non è riuscito a reprimere, tradendo i suoi compiti istituzionali di garante della legalità. Da qui a parlare di ‘città mafiosa’ il passo è lungo e davvero riprovevole per chi lo ha compiuto: Commissione prefettizia, Prefetto, Presidente della Regione, Ministero e Ministro dell’Interno, Presidente della Repubblica e per ultima ciliegina TAR del Lazio.
Capitano nella vita di ognuno di noi situazioni del genere in cui percepisci di avere tutti contro e simili contesti ti fanno parecchio male soprattutto quando ti senti tradito da Istituzioni pubbliche a cui tu, cittadino democratico, hai fatto riferimento nel passato, lo fai per il presente e vorresti farlo per il futuro. Tra le tante occorse a me, ricordo ancora oggi quando anni fa uscì un provvedimento demenziale con cui il Ministero della P.I. promuoveva a insegnanti di ruolo coloro che si trovavano nello stato giuridico di incaricati a tempo indeterminato, alla condizione che nei due precedenti anni scolastici avessero avuto l’incarico per 18 ore settimanali. Ebbene, in quei due anni mi erano stati assegnati – non certo per mia scelta – 21 ore settimanali e nel successivo 17 ore. Ossia, una media addirittura di 19, sovrabbondante ai richiesti 18. Non valse a nulla l’interpretazione della media; fu richiesto categoricamente ed ottusamente il requisito del 18 + 18. Io passai di ruolo nella successiva tornata; con ritardo di anni e con evidente danno subito nello stato giuridico ed economico. V’era da andare in bestia quando a posteriori ebbi a scoprire che quella assegnazione di 17 ore derivò da uno dei tanti ‘aggiustamenti’ che il funzionario statale (tuo concittadino) incaricato delle cosiddette ‘convocazioni’ usava operare a favore di insegnanti raccomandati da potentati politici, economici …ed anche sindacali. Percepisci in casi del genere la totale impotenza ed ogni reazione civile e pacifica diventa purtroppo inutile, da sassolino sparuto contro un enorme macigno.
Ti chiedi cosa fare oggi, dopo che Scicli ha subito questa onta infamante. Probabilmente la scelta più opportuna è quella di distogliere lo sguardo dai responsabili ‘lontani’, colpevoli di leggerezze decisionali ma impunibili:
da un Presidente della Repubblica che in genere firma tutti i piatti che i dettati della politica dominante gli sottopongono già ben cotti;
da un Ministero e da un Ministro degli Interni che nell’obiettivo di perseguire propri obiettivi politici non s’accorge di stridenti contraddizioni quale quella di aver asserito nella sua relazione “il
territorio del Comune di Scicli insiste in un contesto geografico caratterizzato da una radicata presenza di cosche mafiose” e nel contempo sopprime il Tribunale e la Procura di Modica, competenti per quel territorio;
da un Presidente della Regione, l’antimafioso per eccellenza Rosario Crocetta, che in un continuo eccesso di gestione confusionale oltre ad aver contribuito a condannare Scicli ha allargato i suoi funesti interventi a tutta l’Isola;
da una Commissione prefettizia e un Prefetto che grazie ad una narrazione ricca di ‘omissis’ hanno salvato le proprie omissioni (in termini di mancati opportuni interventi per ridurre la delinquenza comune) ed addebitato ad un’intera comunità un famigerato quanto ingiustificato teorema di mafiosità;
ed infine, da un Tar del Lazio che non giudica su singoli reati, ma esprime un giudizio complessivo su una comunità (che non conosce neanche lontanamente) e che conferma di apparirgli tutta ‘mafiosa’. E non emette un provvedimento sanzionatorio, ma adotta una soluzione ‘preventiva’ che la distrugge nell’immagine, facendo permanere il decreto di scioglimento del massimo consesso cittadino. Sentenza che possiede tutte le somiglianze del procedere di quel medico che, constatando di non poter eliminare la malattia, procede a sgravarne il paziente tramite una pilloletta a base di cianuro.
Appare piuttosto opportuno concentrare lo sguardo all’interno della stessa comunità, su cui possono individuarsi delle responsabilità ‘vicine’ e pertanto più facilmente condizionabili per un miglior futuro dello svolgersi sociale. Chiedendosi il perché di certi silenzi, di mancate eclatanti iniziative di protesta, di una facile arrendevolezza da parte della collettività che avrebbe potuto contrapporre ben altro che l’immobilismo nel lasso di un anno, da quando il 14 maggio 2015 il Presidente della Repubblica emanò il decreto di scioglimento del Consiglio comunale.
Mi sbaglio se affermo che la Scicli di alcuni decenni fa avrebbe reagito diversamente? Ossia, dove è finita l’identità di quella Città e quindi dei suoi cittadini? Con grosse responsabilità dell’attuale panorama politico cittadino che appare come vegetare in uno stato confusionale, che non fa più individuare pilastri da tenerlo in piedi con la dignità di un tempo, che non riesce ad essere credibile agli occhi dei cittadini, col risultato di una disaffezione generalizzata di giovani ed anziani che lasciano svolazzare il vento di maggioranze malamente accozzate e per quanto li riguarda prendono sempre più gusto nella chiusura nel privato. Gravose responsabilità da parti politiche ormai scomparse da ogni scena, da altre che compaiono in duplici versioni tra loro in contrasto e pur appartenenti alla stessa ‘ditta’ (come suol dire quel buon ‘rottamato’ di Bersani); o, per salire più in alto, da parte di candele spente che si ergono sugli scranni di Palazzo Madama o personaggi sbiaditi ben affezionati alla propria sostanziosa condizione reddituale, mantenuta grazie a sfilze di forestali che continuano ad apporre crocette utili in cabine d’ogni tornata.
Ho letto sul GDS dello scorso 3 aprile il ‘documento’ diffuso dai 17 firmatari del ricorso al TAR, ove si evince uno stato di riflessione circa la decisione di proporre appello, col nobile obiettivo di “riabilitare il buon nome della città”. Mi chiedo che senso ha ricorrere nuovamente a giudici amministrativi. Il danno ormai è avvenuto ed il furto della dignità cittadina è stato in gran parte consumato. Perché 17 ‘paladini’ – e solo essi, tra il silenzio di tanti altri – dovrebbero ulteriormente sottrarre fondi all’economia delle proprie unità familiari, con il rischio dell’uscita di ulteriori fondi dalle casse comunali perché è probabile che i tre Commissari reitereranno (il loro ricorso al TAR ha comportato 8.000 € di acconto-parcella a un legale palermitano) l’irrituale atto di presentare un ‘controricorso’ al fine di tutelare ancora la propria presenza di commissariamento degli organismi politici?
Ritengo piuttosto più utile la programmazione di un progetto di lavoro politico-sociale che coinvolga più attori possibile e da svolgere nel medio e lungo periodo affinché la comunità ritorni ad essere partecipe dei propri destini.
Tra i firmatari del suddetto ‘documento’ individuo di particolare interesse la presenza di tuo figlio Marco; persona che nei ripetuti interventi che ho avuto modo di apprezzare si rivela onesta, seria e preparata e che potrà dare parecchio alla sua città. A condizione che stia lontano dal ruolo di ‘professionista’ della politica, sono certo che sarà uno dei futuri sindaci ed un buon sindaco (in genere in tali previsioni non mi sbaglio, per un semplice motivo: mi cimento in ipotesi troppo facili e semplici per essere mancate). Con l’augurio che l’organizzazione partitica ove milita abbia a darsi caratteristiche diverse rispetto alle attuali, di poca coerenza e di mancanza d’unità.
Caro Franco, questo scritto ti giunge da chi vive in una città che non è stata dichiarata mafiosa, ma che di problematiche ne ha tante e di certo di numero non inferiore a quelle di Scicli. Intendo riferirmi ad una Modica che è ancora alla ricerca di una propria specifica identità, senza essere riuscita a percorrere una qualche strada che faccia pensare di poterla trovare da qui a poco. Ed intanto assiste al proprio declino e a pesanti sconfitte, nelle potenzialità del settore agricolo ed artigianale e nelle opportunità del terziario che si riducono sempre di più. Arrampicata da qualche anno sugli specchi di un turismo che non decolla per mille motivi, tra cui una appena mediocre professionalità degli operatori e la presenza di spirito speculativo – per fortuna non diffuso – di alcuni che vedono la figura del turista come pollo da spennare piuttosto che come soggetto da conquistare. Con una classe politica al governo che di quinquennio in quinquennio appare abbia sempre meno cognizione dell’abc di corrette e sane prassi amministrative, in un contesto ove la seria vivacità del dibattito pubblico si è persa per strada, ove la spigolosità di pochi prevale su quella che dovrebbe essere la saggia rotondità della partecipazione collettiva.
In simili deludenti contesti, il tuo ed il mio, è proprio il caso che ci formuliamo tanti auguri. Per saper svolgere al meglio il nostro ruolo – non certo facile - di promotori di buona informazione locale.
Un fraterno abbraccio, con la stima di sempre.
Piero Vernuccio
Notizie Flash
VITTORIA - DENUNCIA DELL'UGL SULLA CARENZA DI PERSONALE ALL'UFFICIO ANAGRAFE
VITTORIA - LA COMMISSIONE DECIDE SUL RISCHIO IDROGEOLOGICO SU CONSIGLIO DEL PD
SCICLI - ANCORA SULLO SCIOGLIMENTO DEL COMUNE
RAGUSA - PER CONFCOMMERCIO -8,7% DI CONSUMI AD AGOSTO
MARINA DI RAGUSA - LA PORTA DENUNCIA L'ASSENZA DI SERVIZIO IDRICO
RAGUSA - M5S: " MA NON ERA TUTTO PRONTO PER IL MUDECO ?".
POZZALLO / MODICA- CONTROLLO DEL TERRITORIO
RAGUSA - RIPRESA DELLA CATECHESI IN DIOCESI
SCICLI - " CITTADINI PER SCICLI " SULLO SCIOGLIMENTO DEL COMUNE
21-09-2020 12:50 - Attualità
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Ripartono i servizi di segretariato sociale per i non udenti, in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi. A darne notizia, l’assessore ai servizi sociali, Giuseppe Alfano.

“ Nessuno è solo, non è stato solo lo slogan legato all’emergenza covid – spiega Alfano – ma il principio fondante della nostra azione amministrativa, sin dall’inizio. Per questo motivo, ripartiamo con lo sportello di segretariato sociale che, negli anni, si è dimostrato notevolmente utile per l’inclusione di persone affet...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
20-09-2020 12:28 - OBITUARY
[]
Diego Planeta

Si è spento il cavaliere Diego Planeta: il cordoglio di Confagricoltura Ragusa

“Con il cavaliere Diego Planeta se ne va un pezzo importante della storia dell’agricoltura, della vitivinicoltura e dell’ortovivaismo siciliano ed italiano, un pioniere di innovazione che tanto ha dato al nostro tessuto imprenditoriale, ponendosi come modello di intraprendenza mosso dall’amore profondo per la propria terra”: questo il commento del presidente di Confagricoltura Ragusa, dott. Antonino Pirrè, subito do...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-09-2020 10:38 - Politica
[]
Cugnata, Ragusa e Miccichè
" Forza Italia ", dopo un periodo di assenza, torna in consiglio comunale a Comiso con il passaggio nelle file azzurre di Vittorio Ragusa, consigliere. Ragusa nel 2012 aveva aderito a " Territorio ", era stato membro dello staff dell'on. Nello Dipasquale: nella passata tornata consiliare aveva fatto parte della giunta Spataro ( di centrosinistra ) in qualità di assessore. Ora si è trasferito in " Forza Italia". Di seguito il comunicato forzista.

Forza Italia entra nel Consiglio comunale d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 11:17 - Politica
[]
Campo e Lorefice

Agitazione lavoratori Consorzio di Bonifica, Campo e Lorefice: “Continua un’inaccettabile situazione di sofferenza”

“Continua, purtroppo, la Via Crucis dei lavoratori del Consorzio di Bonifica n. 8 di Ragusa. Una vicenda di disorganizzazione e di superficialità che, tristemente, va trascinandosi da anni a suon di promesse. Una vertenza che torna periodicamente alla ribalta ogni qualvolta che gli impegni e gli accordi presi e sottoscritti vengono disattesi dai vari governi regionali succedutesi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 17:35 - Politica
[]
l' assessore Manuela Pepi
Parte il primo progetto relativo alla Democrazia Partecipata grazie al quale ogni cittadino, in forma singola o associativa, potrà presentare proposte all’amministrazione che, una volta valutate, le realizzerà. “ E’ la prima volta che a Comiso si concretizzano progetti di Democrazia Partecipata, grazie al regolamento che abbiamo approvato in Consiglio”. Dichiarazioni dell’assessore Manuela Pepi.

“ La Democrazia Partecipata – spiega l’assessore Pepi – è uno strumento valido per far sì che ogni ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 12:10 - Politica
[]

Prima uscita ufficiale della lista .PROGETTO ISPICA " Italia Viva e Sviluppo e Solidarietà Il
contenitore politico che vede insieme Italia Viva , e la lista Sviluppo e Solidarietà , sono intervenuti alla serata organizzata in un noto locale Ispicese , il Coordinatore Cittadino di Italia Viva Pietro Aprile , la Coordinatrice Provinciale Marianna Buscema , il portavoce del Movimento Sviluppo e Solidarietà Paolo Santoro Santoro , e il candidato Sindaco Pierenzo Muraglie .
Il Coordinatore Cittadi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 11:12 - Politica
[]
Franco Gravina e Giulia Santodonato
Forza Italia si arricchisce di un nuovo consigliere a Santa Croce Camerina con il passaggio di Franco Gravina. Il plauso di Miccichè e Cugnata

Forza Italia si rafforza a Santa Croce Camerina. Alla fine di agosto era stata nominata vicesindaco della città Giulia Santodonato, già coordinatrice provinciale di Azzurro donna. Oggi aderisce al progetto vincente di Forza Italia proveniente da una lista civica, il consigliere comunale Franco Gravina che ha incontrato il coordinatore regionale Gianfra...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-09-2020 12:05 - Cultura & Arte
[]

Prosegue l’impegno dei Lions di Comiso Terra Iblea per sostenere il rilancio culturale di Comiso, per sorreggere l’economia creativa, per promuovere la solidarietà e per valorizzare lo sport del territorio. Nell’alveo di queste azioni si è svolto presso il Cortile della Fondazione Bufalino, l’evento dal titolo “MIMI’ da Sud a Sud” con il grande artista siciliano Mario Incudine. Nel contesto dell’iniziativa è stata premiata la squadra Olympia Basket- Multifidi rappresentata dal Presidente Robe...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-09-2020 11:54 - Attualità
[]
Questura di Ragusa: al via i servizi ciclo montati per la prevenzione e il controllo integrato del centro storico e della frazione di marina di Ragusa

Ha preso il via a Ragusa il primo servizio di controllo del territorio con l’impiego integrato di due biciclette con i colori d’istituto della Polizia di Stato.
La scorsa settimana pattuglie ciclo montate della Questura sono state impiegate nella zona del porto e del lungomare di Marina di Ragusa, contemporaneamente al servizio ordinario delle Vo...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
06-09-2020 12:45 - Attualità
[]
il vicesindaco Cassibba
Al via le verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici.
Affidati ai tecnici individuati attraverso un’apposita gara i lavori finalizzati a verificare la vulnerabilità sismica degli edifici scolastici di competenza comunale. La notizia è stata resa nota dal vicesindaco con delega ai Lavori pubblici Roberto Cassibba il quale ha specificato che detto intervento, a costo zero per il Comune, è finanziato dalla Regione Siciliana - Dipartimento dell’Istruzione e della Formazione profes...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
2

Visitatore Numero
1420362

totale visite
5033429

[]
21-09-2020 12:37 - Eventi
[]
Si esibirà, il prossimo 25 settembre, alle ore 21, il gruppo " Tabs killer machine " per il programma " Symposium " in una notte di solidarietà. E' obbligatoria la prenotazione.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-09-2020 12:28 - Cultura & Arte
[]
IL CORO LIRICO SICILIANO CONQUISTA IL CASTELLO DI DONNAFUGATA. IERI SERA PLATEA IN SOLD OUT PER IL “DONNAFUGATA OPERA CONCERT”, UNICA TAPPA IBLEA DEL FESTIVAL LIRICO DEI TEATRI DI PIETRA. SUL PALCO ANCHE IL PIANISTA RUBEN MICIELI.

RAGUSA – Scegliere il momento più toccante di un concerto è difficile. Forse l’inizio, la prima nota, quando il cuore si apre alla meraviglia dell’attesa: cosa accadrà dopo. Magari la fine, il crescendo conclusivo che si fa boato emozionale. Probabilmente i momenti ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
20-09-2020 12:15 - Cultura & Arte
[]
Da città della mafia a città della cultura: Corleone svela al mondo la sua storia millenaria

Nella prestigiosa cornice della chiesa del Carmine a Corleone è stato presentato il libro di Angelo Vintaloro “Corleone e Montagna Vecchia due Poleis della Sicilia antica”. L'evento, molto partecipato da autorità e cittadinanza, è stato garbatamente moderato dallo storico professor Giovanni Lisotta ed ha visto gli interventi, oltre a quello dell'autore, anche di Valeria Li Vigni Tusa (Soprintendente de...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 12:02 - Angolo dell´Arte
[]


“Terra”, a Palazzo Labisi di Comiso la mostra plurisensoriale del Maestro Giovanni Pace

Sarà inaugurata sabato 19 settembre alle 18 la mostra plurisensoriale “Terra” del Maestro Giovanni Pace, pittore del puntinismo, direttore artistico per la provincia di Ragusa del Centro Culturale OmniArtEventi.

Con il patrocinio del Comune di Comiso che ha messo a disposizione i locali di Palazzo Labisi, il percorso voluto da Pace vedrà protagonisti l’ecosostenibilità e il rispetto per gli animali.

Chi visi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:54 - Cultura & Arte
[]
Il 26 settembre al via la XV stagione letteraria al Caffè Quasimodo
Incontro con Alessandro Centonze

Prenderà il via il prossimo 26 settembre a Modica, nel rispetto delle norme anti covid 19 (mascherina e distanziamento), la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, distribuiti da settembre a maggio 2021.
Il primo appuntamento, che vedrà il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, sarà dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, mag...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 11:34 - Cultura & Arte
[]
Il giudice Livatino


SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA
“ROSARIO ANGELO LIVATINO ”

Il 21 Settembre 2020 ricorre il 30° anniversario della morte del Giudice Rosario Angelo Livatino. Per l’occasione, il Poeta e Scrittore Rosario La Greca di Brolo (Messina), indice e organizza la Seconda Edizione del Premio Internazionale di Poesia “Rosario Angelo Livatino”. L’iniziativa si prefigge di rico...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
10-09-2020 12:28 - Eventi
[]
Cafiso e Robustelli
JAZZ E ARTE: L’OMAGGIO DI COMISO AL BUFALINO AMANTE DELLA MUSICA CON PROTAGONISTI IL JAZZISTA FRANCESCO CAFISO E L’ARTISTA GIOVANNI ROBUSTELLI. UNA PERFORMANCE TRA ARTE E MUSICA CHE HA INCANTATO IL PUBBLICO.

COMISO (RG) – L’arte e la musica si incrociano tra loro e festeggiano il grande Gesualdo Bufalino. Ma questa volta non Bufalino scrittore ma Bufalino amante della musica, fine ascoltatore del jazz e del blues. Pura emozione, sabato sera, al chiostro della Fondazione “Gesualdo Bufalino” d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio