23 Gennaio 2021
Categorie
percorso: Home > Categorie > Attualità

"SCICLI CITTA´ DI MAFIA ? ": PIERO VERNUCCIO ( DIRETTORE DI " DIALOGO " E DI " ECODEGLIBLEI.IT " ) SCRIVE AL DIRETTORE DE " IL GIORNALE DI SCICLI ", FRANCO CAUSARANO.

Caro Franco,
personalmente non mi sono trovato a dover dirigere una testata giornalistica all’interno di una comunità definita ‘mafiosa’. Ritengo che una simile condizione debba essere davvero deprimente, soprattutto per uno come te (e per i componenti la Redazione del GDS) che ha portato avanti con intelligenza, costanza e abnegazione una iniziativa editoriale volta all’avanzamento civile e democratico della propria città ed ora se la trova (per la seconda volta) definitivamente dichiarata ‘mafiosa’. Come se qualcuno ti dicesse: ma che hai imbrattato a fare tanta carta per quaranta anni, se questo è il risultato finale? Mi spiace davvero che tale incidente di percorso sia capitato a te.
Eppure tutti noi, intendo dire cittadini viciniori e non sporchi di nefasto partitismo politicante, sappiamo che la verità è altra. Che Scicli è una comunità composta da cittadini onesti e laboriosi; che è pur vero che al suo interno da più anni hanno preso piede alcune isolate organizzazioni di delinquenza comune (ne sono prova anche i ripetuti incendi dolosi) che lo Stato non è riuscito a reprimere, tradendo i suoi compiti istituzionali di garante della legalità. Da qui a parlare di ‘città mafiosa’ il passo è lungo e davvero riprovevole per chi lo ha compiuto: Commissione prefettizia, Prefetto, Presidente della Regione, Ministero e Ministro dell’Interno, Presidente della Repubblica e per ultima ciliegina TAR del Lazio.
Capitano nella vita di ognuno di noi situazioni del genere in cui percepisci di avere tutti contro e simili contesti ti fanno parecchio male soprattutto quando ti senti tradito da Istituzioni pubbliche a cui tu, cittadino democratico, hai fatto riferimento nel passato, lo fai per il presente e vorresti farlo per il futuro. Tra le tante occorse a me, ricordo ancora oggi quando anni fa uscì un provvedimento demenziale con cui il Ministero della P.I. promuoveva a insegnanti di ruolo coloro che si trovavano nello stato giuridico di incaricati a tempo indeterminato, alla condizione che nei due precedenti anni scolastici avessero avuto l’incarico per 18 ore settimanali. Ebbene, in quei due anni mi erano stati assegnati – non certo per mia scelta – 21 ore settimanali e nel successivo 17 ore. Ossia, una media addirittura di 19, sovrabbondante ai richiesti 18. Non valse a nulla l’interpretazione della media; fu richiesto categoricamente ed ottusamente il requisito del 18 + 18. Io passai di ruolo nella successiva tornata; con ritardo di anni e con evidente danno subito nello stato giuridico ed economico. V’era da andare in bestia quando a posteriori ebbi a scoprire che quella assegnazione di 17 ore derivò da uno dei tanti ‘aggiustamenti’ che il funzionario statale (tuo concittadino) incaricato delle cosiddette ‘convocazioni’ usava operare a favore di insegnanti raccomandati da potentati politici, economici …ed anche sindacali. Percepisci in casi del genere la totale impotenza ed ogni reazione civile e pacifica diventa purtroppo inutile, da sassolino sparuto contro un enorme macigno.
Ti chiedi cosa fare oggi, dopo che Scicli ha subito questa onta infamante. Probabilmente la scelta più opportuna è quella di distogliere lo sguardo dai responsabili ‘lontani’, colpevoli di leggerezze decisionali ma impunibili:
da un Presidente della Repubblica che in genere firma tutti i piatti che i dettati della politica dominante gli sottopongono già ben cotti;
da un Ministero e da un Ministro degli Interni che nell’obiettivo di perseguire propri obiettivi politici non s’accorge di stridenti contraddizioni quale quella di aver asserito nella sua relazione “il
territorio del Comune di Scicli insiste in un contesto geografico caratterizzato da una radicata presenza di cosche mafiose” e nel contempo sopprime il Tribunale e la Procura di Modica, competenti per quel territorio;
da un Presidente della Regione, l’antimafioso per eccellenza Rosario Crocetta, che in un continuo eccesso di gestione confusionale oltre ad aver contribuito a condannare Scicli ha allargato i suoi funesti interventi a tutta l’Isola;
da una Commissione prefettizia e un Prefetto che grazie ad una narrazione ricca di ‘omissis’ hanno salvato le proprie omissioni (in termini di mancati opportuni interventi per ridurre la delinquenza comune) ed addebitato ad un’intera comunità un famigerato quanto ingiustificato teorema di mafiosità;
ed infine, da un Tar del Lazio che non giudica su singoli reati, ma esprime un giudizio complessivo su una comunità (che non conosce neanche lontanamente) e che conferma di apparirgli tutta ‘mafiosa’. E non emette un provvedimento sanzionatorio, ma adotta una soluzione ‘preventiva’ che la distrugge nell’immagine, facendo permanere il decreto di scioglimento del massimo consesso cittadino. Sentenza che possiede tutte le somiglianze del procedere di quel medico che, constatando di non poter eliminare la malattia, procede a sgravarne il paziente tramite una pilloletta a base di cianuro.
Appare piuttosto opportuno concentrare lo sguardo all’interno della stessa comunità, su cui possono individuarsi delle responsabilità ‘vicine’ e pertanto più facilmente condizionabili per un miglior futuro dello svolgersi sociale. Chiedendosi il perché di certi silenzi, di mancate eclatanti iniziative di protesta, di una facile arrendevolezza da parte della collettività che avrebbe potuto contrapporre ben altro che l’immobilismo nel lasso di un anno, da quando il 14 maggio 2015 il Presidente della Repubblica emanò il decreto di scioglimento del Consiglio comunale.
Mi sbaglio se affermo che la Scicli di alcuni decenni fa avrebbe reagito diversamente? Ossia, dove è finita l’identità di quella Città e quindi dei suoi cittadini? Con grosse responsabilità dell’attuale panorama politico cittadino che appare come vegetare in uno stato confusionale, che non fa più individuare pilastri da tenerlo in piedi con la dignità di un tempo, che non riesce ad essere credibile agli occhi dei cittadini, col risultato di una disaffezione generalizzata di giovani ed anziani che lasciano svolazzare il vento di maggioranze malamente accozzate e per quanto li riguarda prendono sempre più gusto nella chiusura nel privato. Gravose responsabilità da parti politiche ormai scomparse da ogni scena, da altre che compaiono in duplici versioni tra loro in contrasto e pur appartenenti alla stessa ‘ditta’ (come suol dire quel buon ‘rottamato’ di Bersani); o, per salire più in alto, da parte di candele spente che si ergono sugli scranni di Palazzo Madama o personaggi sbiaditi ben affezionati alla propria sostanziosa condizione reddituale, mantenuta grazie a sfilze di forestali che continuano ad apporre crocette utili in cabine d’ogni tornata.
Ho letto sul GDS dello scorso 3 aprile il ‘documento’ diffuso dai 17 firmatari del ricorso al TAR, ove si evince uno stato di riflessione circa la decisione di proporre appello, col nobile obiettivo di “riabilitare il buon nome della città”. Mi chiedo che senso ha ricorrere nuovamente a giudici amministrativi. Il danno ormai è avvenuto ed il furto della dignità cittadina è stato in gran parte consumato. Perché 17 ‘paladini’ – e solo essi, tra il silenzio di tanti altri – dovrebbero ulteriormente sottrarre fondi all’economia delle proprie unità familiari, con il rischio dell’uscita di ulteriori fondi dalle casse comunali perché è probabile che i tre Commissari reitereranno (il loro ricorso al TAR ha comportato 8.000 € di acconto-parcella a un legale palermitano) l’irrituale atto di presentare un ‘controricorso’ al fine di tutelare ancora la propria presenza di commissariamento degli organismi politici?
Ritengo piuttosto più utile la programmazione di un progetto di lavoro politico-sociale che coinvolga più attori possibile e da svolgere nel medio e lungo periodo affinché la comunità ritorni ad essere partecipe dei propri destini.
Tra i firmatari del suddetto ‘documento’ individuo di particolare interesse la presenza di tuo figlio Marco; persona che nei ripetuti interventi che ho avuto modo di apprezzare si rivela onesta, seria e preparata e che potrà dare parecchio alla sua città. A condizione che stia lontano dal ruolo di ‘professionista’ della politica, sono certo che sarà uno dei futuri sindaci ed un buon sindaco (in genere in tali previsioni non mi sbaglio, per un semplice motivo: mi cimento in ipotesi troppo facili e semplici per essere mancate). Con l’augurio che l’organizzazione partitica ove milita abbia a darsi caratteristiche diverse rispetto alle attuali, di poca coerenza e di mancanza d’unità.
Caro Franco, questo scritto ti giunge da chi vive in una città che non è stata dichiarata mafiosa, ma che di problematiche ne ha tante e di certo di numero non inferiore a quelle di Scicli. Intendo riferirmi ad una Modica che è ancora alla ricerca di una propria specifica identità, senza essere riuscita a percorrere una qualche strada che faccia pensare di poterla trovare da qui a poco. Ed intanto assiste al proprio declino e a pesanti sconfitte, nelle potenzialità del settore agricolo ed artigianale e nelle opportunità del terziario che si riducono sempre di più. Arrampicata da qualche anno sugli specchi di un turismo che non decolla per mille motivi, tra cui una appena mediocre professionalità degli operatori e la presenza di spirito speculativo – per fortuna non diffuso – di alcuni che vedono la figura del turista come pollo da spennare piuttosto che come soggetto da conquistare. Con una classe politica al governo che di quinquennio in quinquennio appare abbia sempre meno cognizione dell’abc di corrette e sane prassi amministrative, in un contesto ove la seria vivacità del dibattito pubblico si è persa per strada, ove la spigolosità di pochi prevale su quella che dovrebbe essere la saggia rotondità della partecipazione collettiva.
In simili deludenti contesti, il tuo ed il mio, è proprio il caso che ci formuliamo tanti auguri. Per saper svolgere al meglio il nostro ruolo – non certo facile - di promotori di buona informazione locale.
Un fraterno abbraccio, con la stima di sempre.
Piero Vernuccio
Notizie Flash
VITTORIA - COMPLETATA LA PRIMA FASE VACCINALE NEL DISTRETTO
RAGUSA - IL PD CHIEDE UN INCONTRO AL SINDACO SU PRG E SU PPE
RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) SULLA CHIUSURA DI CAVA DEI MODICANI
RAGUSA - A DICEMBRE 11,1% IN MENO DEI CONSUMI
VITTORIA - INSEGUIMENTO E ARRESTO DA PARTE DELLA POLIZIA
MODICA - CONFERENZA ON LINE SUGLI " EBREI IN SICILIA "
RAGUSA - ARRESTATO UN 38/ENNE PER VIOLENZA SU MINORE
MODICA - MEDICA ( M5S ) E I FONDI SUL RANDAGISMO
COMISO - UN 36/ENNE CONDANNATO PER FURTO
23-01-2021 12:41 - Politica
[]


CAVA DEI MODICANI, LA SCONFITTA E’ DEL SINDACO DI RAGUSA NON DELLA POLITICA. IL CAPOGRUPPO M5S FIRRINCIELI: “OPPORTUNE LE DIMISSIONI SE NON C’E’ L’AUTORIZZAZIONE PER L'IMPIANTO DI TMB”

“Situazione difficile e delicata, ma il sindaco di Ragusa non aiuta a fare chiarezza, come avviene da mesi: non è più tempo di annunci, di promesse, di attese, siano esse di ore o di giorni, a tutti i livelli, altrimenti è opportuno che i protagonisti della vicenda si facciano da parte”. Sono queste le conclusi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 11:26 - Economia
[]
Maurizio Villaggio, responsabile della Lega per l'area iblea dei rapporti con l'Unione Europea, rende noto il seguente bando valido per le attività operanti nel settore della pubblica istruzione. #SICILIA: CONTRIBUTI A SCUOLE ELEMENTARI, MEDIE E SUPERIORI PER ACQUISTARE STRUMENTI INFORMATICI DA FORNIRE AGLI STUDENTI PER LA DIDATTICA DIGITALE. DOMANDE DAL 28 GENNAIO AL 19 FEBBRAIO

Contributi a fondo perduto per le scuole in Sicilia che investano in infrastrutture digitali, acquistando strument...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 15:39 - Attualità
[]
POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DI RAGUSA
LE PENSIONI DI FEBBRAIO IN PAGAMENTO DAL 25 GENNAIO NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI-COVID
Per chi ha scelto l’accredito, ritiro possibile dai 34 ATM Postamat della provincia
Turnazione in ordine alfabetico per chi ritira in contanti negli uffici postali

Palermo, 22 gennaio 2021 – Poste Italiane comunica che in provincia di Ragusa le pensioni del mese di febbraio verranno accreditate a partire da lunedì 25 gennaio per i clienti che hanno scelto l’accredito su L...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 15:22 - Attualità
[]
Dopo la firma del protocollo tra il Libero Consorzio di Ragusa ( ex Provincia) e i comuni iblei, tra cui quello di Comiso, sono stati rimossi dai cigli stradali tutti i rifiuti speciali del comprensorio comunale. “ La rimozione è propedeutica al nostro programma per il 2021”. Dichiarazioni dell’assessore all’ambiente, Biagio Vittoria.

“ Innanzi tutto – esordisce l’assessore – rivolgo un ringraziamento al commissario del Libero Consorzio, il dott. Salvatore Piazza, per avere messo in campo quan...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 11:05 - Attualità
[]
SAN BIAGIO, PROGRAMMATE LE INIZIATIVE RELIGIOSE
IN ONORE DEL PATRONO DI COMISO: AL VIA DAL 31 GENNAIO

La devozione della comunità comisana vuole tornare di nuovo a manifestarsi, in maniera prorompente, nonostante la pandemia da Covid-19, nei confronti del proprio patrono. Accadrà anche il 3 febbraio in occasione della festa liturgica di San Biagio con tutta una serie di celebrazioni che si terranno, naturalmente, rispettando le prescrizioni anticontagio. Gli appuntamenti religiosi che anticiper...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 10:32 - Attualità
[]
(22 gennaio 2021) Petralia Soprana – Assegnate le deleghe agli assessori della giunta dell’Unione Madonie. Il presidente Pietro Macaluso con propria determina ha affidato le competenze al nuovo esecutivo.

Giuseppe Minutilla (sindaco di San Mauro Castelverde) Vice Presidente: Viabilità, Trasporto pubblico locale, Lavori Pubblici, Ufficio Unico di Progettazione.

Giuseppe Scialabba (assessore di Pollina): Risorse Naturali, Cultura, Turismo, Sport, Reti Digitali, Gestione associata dei servizi a re...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-01-2021 17:10 - Attualità
[]
L’Amministrazione comunale al lavoro per garantire il rispetto
del decoro urbano nel centro storico di Ibla e della normativa vigente
in materia di esposizione di tabelle pubblicitarie

L’Amministrazione comunale ha disposto per le prossime settimane dei controlli mirati nel centro storico di Ibla da parte della Polizia Municipale al fine di verificare il rispetto della normativa che regolamenta l’ installazione di tabelle pubblicitarie.
Per questo motivo la stessa Amm...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-01-2021 11:20 - Economia
[]

IMPRESE: LOREFICE (M5S), GRAZIE A SUPERBONUS 110%, NEL 2020 + 147 AZIENDE EDILI IN PROVINCIA DI RAGUSA, NONOSTANTE LA CRISI GENERATA DAL CORONAVIRUS

“Al temine di un anno durissimo, che sarà ricordato per lo scoppio della pandemia da coronavirus e la conseguente crisi sanitaria, economica e sociale, il settore delle costruzioni grazie alla misura del Superbonus 110% voluta dal Movimento 5 Stelle, mostra la sua resilienza con un saldo positivo tra le imprese cessate e le nuove nate sia a livel...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-01-2021 11:08 - Politica
[]
Ritorno in classe a Vittoria, qualche problema di troppo: le proposte della Lega per correre ai ripari

“A pochi giorni dal parziale ritorno in classe, si registrano numerose segnalazioni e problematiche riguardanti il mancato approvvigionamento del gasolio nelle scuole cittadine oltre alla forte preoccupazione dei genitori in ordine al funzionamento della scuola a 360 gradi”. E’ il commissario della Lega a Vittoria, Stefano Frasca, a sottolinearlo dopo avere appurato come stanno le cose. “In m...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-01-2021 19:16 - Attualità
[]
Il commiato del luogotenente Reitano

Il Commiato del luogotenente dei Carabinieri Antonio Reitano, con carica speciale, oggi a Palazzo S. Domenico ha voluto incontrare il Sindaco Ignazio Abbate, per un saluto ufficiale al termine della sua lunga e prestigiosa carriera nell'Arma dei Carabinieri. Ad accompagnarlo il Comandante della compagnia di Modica, Capitano Francesco Ferrante. Una lunga carriera durata 42 anni al servizio dell'arma di cui 12 anni presso il Comando della Stazione di Modica. ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
Categorie
23-01-2021 12:48 - Notizie Flash
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
[]
23-01-2021 12:41 - Politica
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 12:35 - Notizie Flash
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
6

Visitatore Numero
1582219

totale visite
5433130

[]
23-01-2021 11:00 - Cultura & Arte
[]
E’ appena stato pubblicato per Sicilia Punto L edizioni “Sicilia. Luoghi, fatti, persone”, ultima fatica di Pippo Gurrieri. Il libro, come si legge nella quarta, “è un viaggio nelle Sicilie disseminate in Sicilia, nel mutamento che le travolge, nelle storie e nei destini che le accomuna, nel filo grigio dell’emigrazione che dalla fine dell’Ottocento le affligge, nelle biografie di alcune figure che rappresentano, o hanno rappresentato, speranze e riscatti che meritano, prima che il nostro ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 10:46 - Cultura & Arte
[]
IL viaggio degli Aleramici in Sicilia, l’incontro con Normanni e Svevi e la nascita della Federazione Euromediterranea sulle antiche migrazioni medievali.
Si sono quasi concluse le riprese del docufilm “ Le vie Aleramiche e Normanno Sveve” e il suo ideatore e regista Fabrizio Di Salvo ha coordinato una riunione in streaming con i numerosi partners di questo ambizioso progetto culturale, che coinvolge anche le dinastie Normanna e Sveva.
Gli Aleramici portarono in Sicilia la loro cultura ass...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-01-2021 10:26 - Cultura & Arte
[]
Un giornalista sulle tracce di Sant’Agata
un giallo-noir ambientato a Catania nei giorni della Festa
novità in libreria “Agata rubata” di Valerio Musumeci

Un romanzo visionario che ha anticipato gli eventi di quest'anno

«Hai promesso di entrare dentro le case. Di scoprire i segreti che nessuno avrebbe scoperto. Di aiutare questa città a liberarsi della noia. Ricordi?». (Agata rubata)

Perché la festa di Sant’Agata è stata annullata? Perché Alessandro Amenta, sindaco di Catania, ha lasciato la città...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2021 18:09 - Cultura & Arte
[]

“REWILDING MODICA”

IL PROGETTO DI KASSANDRA ALLA BIENNALE DI VENEZIA

Due architetti siciliani hanno proposto lo studio-pilota per lanciare

un innovativo strumento di pianificazione urbana e gestione delle risorse

Un innovativo approccio alla progettazione per gestire i cambiamenti climatici nelle città storiche, applicato a un piccolo centro del Sud patrimonio dell’Unesco, è tra i casi-studio selezionati dalla Biennale di Venezia, dove il Padiglione Italia quest’anno avrà come tema proprio quel...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2021 12:41 - Cultura & Arte
[]
All’interno dello spazio di narrazione “Soffiasogno”
nasce la “Farmacia Letteraria”

Un servizio di consulenza telefonica svolto da due educatrici dell’infanzia
rivolto ai genitori per consigliare i libri da poter leggere ai propri figli

In questo tempo difficile di pandemia cresce il bisogno di ascolto e vicinanza soprattutto per i bambini che non hanno ancora tutti gli strumenti cognitivi ed emotivi per affrontare in solitudine questo tempo sospeso. Cresce quindi la domanda di sostegno da pa...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio