16 Gennaio 2021
Categorie

SIRACUSA - MUORE DI CORONAVIRUS L'ARCH. CALOGERO RIZZUTO, DIRETTORE DEL PARCO ARCHEOLOGICO DI SIRACUSA, ELORO E VILLA DEL TELLARO, GIA' SOPRINTENDENTE A RAGUSA: IN MANCANZA DI NOTIZIE SULL'ESITO DEI TAMPONI E IN ASSENZA DI AMBULANZE, LA MOGLIE ERA STATA COSTRETTA A TRASPORTARLO SULLA PROPRIA AUTO. DENUNCIA DELL'ON. DIPASQUALE AL PREfETTO E ALLA PROCURA DI SIRACUSA.

l'ex soprintendente di Ragusa Calogero Rizzuto
Coronavirus, morto l’arch. Calogero Rizzuto. La denuncia dell’on. Dipasquale (PD): “Mi auguro che a nessun siciliano capiti la stessa assurda storia”

Non ce l’ha fatta l’arch. Calogero Rizzuto, direttore del Parco Archeologico di Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro, già Soprintendente ai Beni Culturali della provincia di Ragusa, deceduto oggi per contagio da Covid-19.
“Sono stato in apprensione per l’amico Calogero per ben due settimane - commenta Nello Dipasquale, parlamentare regionale del PD - e purtroppo è successo quanto temevo. Alla sua famiglia vanno le mie più sentite condoglianze: la Sicilia perde un grande professionista e sono moltissimi i ricordi che mi legano a lui e al lavoro eccellente che ha svolto anche in provincia di Ragusa”.
“Per giorni, però - continua Dipasquale - ho tenuto per me delle considerazione e dei fatti che adesso, visto l’esito tragico, non posso più tacere. Lo scorso 13 marzo ho inviato al Prefetto di Siracusa una lettera nella quale ho raccontato puntualmente l’assurda vicenda che ha riguardato Rizzuto, almeno fino a quella data, quando ormai si trovava in rianimazione. Quella lettera che avevo inviato al rappresentante del Governo nazionale adesso è diventata una denuncia alla Procura della Repubblica di Siracusa perché verifichi eventuali responsabilità in merito alla morte di Rizzuto che arriva ad essere ricoverato forse ormai troppo tardi e nessun siciliano deve vivere lo stesso “calvario” assurdo che ora mi appresto a raccontare”.
“Lo scorso 9 marzo - spiega Dipasquale - Calogero Rizzuto, su indicazione del proprio medico di famiglia e accompagnato dalla moglie, si reca a fare il tampone poiché da una settimana accusava febbre e tosse. Da quel momento le sue condizioni peggiorano gradualmente fino al ricovero avvenuto nel tardo pomeriggio del 12 marzo. Nel frattempo del tampone nessuna notizia: contattato dalla moglie di Rizzuto, mi sono personalmente occupato di reperire informazioni in merito all’esito dell’esame senza avere mai nessuna risposta né dalla direzione dell’ASP di Siracusa, né dal Policlinico di Catania dove il tampone era stato inviato. L’11 marzo Rizzuto (già stremato) viene portato dalla moglie in ospedale. Non ci sono ambulanze disponibili e la signora è costretta a caricare il marito in auto abbassando un sedile. Viene chiesto che venga eseguito un nuovo tampone e nessun altro esame viene effettuato per verificare la presenza di un’eventuale polmonite. Un esame RX al torace sarebbe stato sufficiente. Al 12 marzo nessun risultato per i due tamponi effettuati. Addirittura mi si dice che quei tamponi, secondo le direttive ministeriali, non erano da farsi perché dalla scheda del paziente non risultavano fattori di rischio. “Fare due tamponi in due giorni è da incompetenti. Dalla scheda del paziente si evince che non ha alcuna indicazione di rischio: tosse (?) contatti con coreani (?). Chiunque vedendo queste indicazioni li manderebbe a quel paese. Nell’emergenza attuale bisogna fare scelte di priorità”. Questo è il tono delle rassicurazioni che mi venivano fornite. A questo punto se febbre, tosse e un incontro con una delegazione coreana non erano da considerare fattori di rischio comincio a non capire quali possano esserlo. Nel primo pomeriggio del 12 marzo, sempre più preoccupato, contatto l’assessore Razza al quale racconto tutta la paradossale vicenda. L’assessore , al di là dell’esito dei tamponi, ritiene necessario l’immediato ricovero. Alle 18 circa del 12 marzo il paziente Calogero Rizzuto viene ricoverato, sottoposto a TAC che dà esito di polmonite grave. Alle 23 dello stesso giorno la moglie mi comunica che al marito stanno somministrando l’ossigeno perché è in insufficienza respiratoria. Il 13 marzo, dopo quattro giorni, arriva l’esito di un tampone, non si sa quale dei due effettuati. Risultato: Covid-19. Ma Rizzuto è già in rianimazione”.
“Questa è la vicenda, più o meno - continua Dipasquale - e ho un’infinità di perplessità su quanto accaduto. Non sono un medico e non so cosa sarebbe potuto accadere se Rizzuto fosse stato ricoverato il 9 marzo o il giorno dopo. Non so dire se due o tre giorni avrebbero potuto fare la differenza. Qualcuno, però, dovrebbe poterlo dire alla moglie, a noi amici e a tutti i siciliani. Forse la tempestiva individuazione della patologia non solo avrebbe potuto salvargli la vita, ma avrebbe potuto ridurre ulteriori contagi a carico di quanti hanno avuto contatti con il paziente nei giorni precedenti il 9 marzo”.
“Davvero mi auguro che non capiti più nulla del genere - conclude Dipasquale - e penso che in questa tragica vicenda qualcuno deve accertare se esistono o meno delle responsabilità”.

Ragusa 23 marzo 2020

Leandro Papa

Di seguito la lettera inviata dall'on. Dipasquale al Prefetto di Siracusa

Repubblica Italiana
Assemblea Regionale Siciliana
Gruppo parlamentare Partito Democratico XVII Legislatura
On. Emanuele Dipasquale


Ill.Eccellenza, signor Prefetto di Siracusa,
Giorno 9 marzo il paziente Calogero Rizzuto, residente a Rosolini,
accompagnato dalla moglie, su indicazione del medico di famiglia, va a
fare il tampone poiché’ affetto da febbre e tosse da una settimana.
Giorno 10marzo in serata , contattato dalla moglie del Rizzuto, poiché
ancora non aveva avuto alcun esito, mi attivo prontamente per capire
cosa stava accadendo, contattando il direttore dell’Asp di Siracusa,
dott.re Ficarra, alle ore 19,34 che mi risponde che l’esito dei tamponi di
giorno 9 non era ancora arrivato.
Giorno 11 marzo alle ore 8,16 della mattina il dott. Ficarra, mi rigira su
whatsapp messaggio del Policlinico di Catania, che attesta l’assenza di
notizie sull’ esito del tampone di giorno 9.
Sempre in contatto con la moglie, inizio a preoccuparmi poiché Rizzuto
mostra costante peggioramento.
Fortemente preoccupato, scrivo al dott. Ficarra ribadendo che non
possiamo ancora aspettare l’esito del tampone perché Rizzuto si
aggrava di ora in ora, nella mattinata viene contattata dall’asp di
Siracusa la moglie per rifare il tampone.
La moglie , poiché il marito è stremato , cerca un’ambulanza invano.
Decide allora di abbassare il sedile e portarlo con la sua macchina a
fare il nuovo tampone.
Rifanno il tampone, nessun altro esame (RX) per verificare eventuale
polmonite, e lo rispediscono a casa, in attesa dell’ esito del nuovo
tampone.
Giovedì 12marzo alle 10 circa del mattino contatto nuovamente il dott.
Ficarra per avere notizie sempre dei tamponi. Il dott. Ficarra mi risponde
che non ci sono notizie e se voglio posso contattare personalmente il
Policlinico di Catania.
Gli ribadisco che Rizzuto sta rischiando di morire.
Contatto immediatamente il Direttore della Sanità dott. La Rocca alle ore
12 e mi scrive che alle 14 il prof. Scalia comunicherà l’esito dei tamponi,
faccio riferimento dei tamponi effettuati giorno 9 e giorno 11per i quali si
attende risposta, mi dicono alle 14 del 12 di marzo.
Nel frattempo contatto, oltre al Direttore regionale La Rocca anche il mio
collega On.le Barbagallo per capire che sta succedendo al Policlinico di
Catania con questi benedetti o maledetti tamponi.
Ad entrambi, prontamente attivatisi, il referente del Policlinico scrive che
il tampone non andava fatto secondo le direttive ministeriali, poiché
dalla scheda non aveva indicazioni di rischio: tosse , febbre, e incontro
con delegazione coreana a fine febbraio già comunicata in occasione
del 1 tampone di giorno 9 marzo, ribadendo che l’emergenza imponeva
delle scelte su criteri di priorità ( giorno 12 marzo ore 13:38).
Continuo a non sentirmi rassicurato, sempre in contatto con la moglie
che mi comunica il permanere della febbre, chiamo l’Assessore
Regionale Avv.Ruggero Razza e gli spiego tutta la triste e paradossale
vicenda.
Immediatamente l’Assessore mi dice che ritiene utile a prescindere dal
tampone il ricovero e con successivo messaggio alle 17:43 mi conferma
che è in corso il ricovero di Rizzuto.
Alle 21:33 l’Assessore mi scrive che dall’ esito della TAC effettuata al
ricovero risulta affetto da polmonite.
Alle 23:29 la moglie mi comunica che al marito stanno somministrando
l’ossigeno perché con insufficienza respiratoria, tutto questo dopo
appena 12 ore dai messaggi del Policlinico che il paziente non
necessitava di tampone.
Giorno 13 alle 8:30 arriva l’esito positivo del tampone: COVID-19
Il paziente a quell’ora è già in rianimazione.
Io non sono un medico, non lo so se Calogero Rizzuto fosse stato
ricoverato già giorno 9 o10 marzo , avrebbe potuto evitarsi la sala
rianimazione, questo non tocca a me stabilirlo.
Oggi mi auguro soltanto che ne esca prima possibile e che nessun altro
si trovi nelle condizioni in cui si è trovato lui, sua moglie, i suoi familiari.
Purtroppo il ritardo nell’individuare la positività del tampone per ben 5
giorni non ha fatto scattare prontamente l’obbligo di quarantena nei
confronti di quanti(familiari,amici,collaboratori) avevano avuto contatti
con lui proseguendo la loro normale vita.
Forse la tempestiva individuazione della patologia del Paziente Rizzuto
che non so se definire paziente 1, avrebbe potuto ridurre ulteriori
contagi a carico di quanti hanno avuto contatti con il paziente nei giorni
precedenti il 9 marzo.
Tutto questo mi corre l’obbligo di comunicarLe al fine di valutare
eventuali azioni che Ella vorrà intraprendere a tutela della salute dei
cittadini.
Ragusa 14 marzo 2020
On.le Emanuele Dipasquale
Notizie Flash
RAGUSA - CHIAVOLA ( PD ) E LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI
IBLA - RIQUALIFICAZIONE DEL BELVEDERE SOPRA SAN GIORGIO
RAGUSA - NEI PRIMI 9 MESI DEL 2020 IL 10% IN MENO DI IMPRESE RISPETTO AL 2019
RAGUSA - TROPPI RANDAGI IN ZONA SELVAGGIO
MARINA DI RAGUSA - DAL 19 GENNAIO MERCATINO IN VIA CABOTO
RAGUSA - DAL 14 AL 17 GENNAIO TAMPONI PER ALUNNI E DOCENTI
RAGUSA - INCONTRO TRA ASS. VITTIME DEL SALVABANCHE E LA PROCURA
RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) SULL'IMPIANTO TMB DI CAVA DEI MODICANI
RAGUSA - IL CSC " SCHEMBARI " E IL " S.V. FERRERI " PER LA CULTURA
RAGUSA - VACCINAZIONI ALLE PERSONE ANZIANE A DOMICILIO
RAGUSA - IL 16 GENNAIO ATTIVO IL PRESIDIO DI PROTEZIONE CIVILE
16-01-2021 16:50 - Attualità
[]

AL “MAGGIORE” DI MODICA TUTTI VACCINATI GLI OPERATORI SANITARI:

756

“Un gruppo di lavoro straordinario che ha dimostrato un forte impegno per vaccinare i colleghi nel minor tempo possibile.”

Ragusa, 16 gennaio 2021 – Nel presidio ospedaliero di Modica si è completata la vaccinazione degli operatori sanitari, per un numero di 756 soggetti.

«Abbiamo vaccinato il 95% dei dipendenti degli ospedali riuniti Modica Scicli -ha dichiarato il dott. Pietro Bonomo, direttore sanitario dei PP.OO. - e...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2021 12:04 - Economia
[]
Ragusa, lì 16 gennaio 2021
Agli Organi di Informazione
Loro Sede

Dissenso per l’atto del Comune di Comiso sul fabbisogno del personale. Dipendenti esclusi dai benefici
Disponibili ad un ulteriore confronto. Fernandez: “ La Giunta non ha tenuto conto delle nostre proposte”

Sul Piano del fabbisogno del personale adottato dalla Giunta municipale di Comiso (atto n° 252 del 29 dicembre u.s.) si registra il pieno e convinto dissenso da parte della FP CGIL di Ragusa e si invita l’Amministrazione a rivede...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:55 - Politica
[]
A pochi giorni dal suo arrivo nella giunta regionale, il coordinatore provinciale di Forza Italia Ragusa, Giancarlo Cugnata, ha avuto il piacere di incontrare e confrontarsi con il neo assessore all'agricoltura Toni Scilla, nome e volto di Forza Italia. E' stato uno scambio di vedute molto interessante, con una persona fidata e di esperienza che, da imprenditore, conosce bene il settore e le sue numerose problematiche.

“Ho insistito per incontrarlo subito – afferma Cugnata - perchè credo che ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2021 11:29 - Attualità
[]


Pavimentazione A18: chiusa per una notte l’uscita Paesi Etnei

Dalle ore 20:00 di sabato 16 e le ore 10:00 di domenica 17 gennaio, sarà chiuso al transito veicolare lo svincolo “Paesi Etnei”, nei pressi del piazzale della barriera di San Gregorio di Catania dell’autostrada A18 Messina-Catania, in direzione Messina. La chiusura consentirà nella notte lo svolgimento dei lavori di pavimentazione stradale, curati dall’impresa Edilap, già programmati nell’accordo quadro annuale di manutenzione....
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 12:27 - Attualità
[]
Il Comune di Comiso attraverso il coordinamento della Fondazione San Giovanni Battista presenta due progetti di servizio civile per un totale di ventotto posti destinati a giovani disoccupati: “Pedibus percorsi di buona scuola” e “Comiso: comunità attiva per la cultura”.
Il progetto “Pedibus percorsi di buona scuola” trova nella valorizzazione del volontariato al servizio della collettività e delle emergenze educative e sociali dei minori che in essa insistono la sua finalità principale. Il gi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2021 11:54 - Politica
[]

UN VIAGGIO ASSIEME L’AMICIZIA CI LEGA
LA SICILIA E SIRACUSA CRESCONO

Quello siglato oggi, è un percorso di assieme che si certifica, che mette nero su bianco la storia di un’amicizia personale e di una stima reciproca da sempre con l’on. Vincenzo Vinciullo. La condivisione di anni di politica che abbiamo vissuto, nel centrodestra e che, per entrambi, si è mossa, si muove e continuerà a muoversi sul solco dell’idea che ha come obiettivo il Territorio, la sua centralità, la sua valorizzazione e ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 15:59 - Attualità
[]
IL GRUPPO POSTE ITALIANE CONSEGNA IL VACCINO MODERNA
ALLE STRUTTURE SANITARIE SICILIANE

È Poste Italiane, tramite il suo corriere espresso Sda, a distribuire in tutta Italia la prima fornitura del vaccino “Moderna” arrivato ieri mattina presso l'Istituto Superiore di Sanità. In Sicilia le consegne sono state effettuate presso 5 strutture presenti nelle province di Caltanissetta, Catania, Messina, Ragusa e Siracusa.
L'Azienda, che già da tempo collabora con il Commissario Straordinario, ha attre...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 15:48 - Attualità
[]
Consegnati a Donnafugata i lavori di realizzazione del Museo del Contadino

Alla presenza del Sindaco Peppe Casssì, del vice sindaco con delega allo sviluppo economico Giovanna Licitra, dell’assessore ai lavori pubblici Gianni Giuffrida. dell’assessore alla cultura Clorinda Arezzo, del presidente del Consiglio Comunale Fabrizio Ilardo e dei tecnici comunali che hanno redatto il progetto, sono stati consegnati stamane all’impresa aggiudicataria i lavori di recupero degli immobili comunali anti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 11:17 - Attualità
[]
Tutte le disposizioni da seguire
con il territorio inserito in zona gialla, arancione o rossa
Una lettera ai sacerdoti
dell’amministratore apostolico della Diocesi
monsignor Sebastiano Roberto Asta
e del Collegio dei Consultori
«Contiamo sul vostro prudente discernimento
e sul coinvolgimento attivo delle comunità cristiane»

L’amministratore apostolico della Diocesi di Ragusa, monsignor Sebastiano Roberto Asta, ha inviato una lettera a tutti i sacerdoti della Diocesi di Ragusa. La lettera, concordata ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2021 10:59 - Attualità
[]
Gallerie, nuovi limiti in ottemperanza alle direttive europee

In conformità alla direttiva di sicurezza emanata dalla Commissione Europea per l’intero territorio continentale, che ha per oggetto tutte le gallerie autostradali superiori ai 500 metri di lunghezza, adesso anche su cinque tunnel della A18 Messina-Catania e diciotto della A20 Messina-Palermo vige il limite di velocità di 80 km/h, il divieto di sorpasso e l’obbligo di distanziamento minimo di 100 metri tra i veicoli in transito.

Aut...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
12-01-2021 18:21 - Cronaca Locale
[]
Una donna di 45 anni, per cause ancora da accertare, è caduta da un'altezza di 10 metri, dal balcone del proprio appartamento, sito in via Mario Battaglia, a Comiso. Le condizioni della donna sono apparse subito gravi, tanto da richiedere il trasferimento al " Trauma center " di Catania. Durante il tragitto, nella tarda mattinata, la donna è deceduta. Sull'episodio sono in corso le indagini delle forze dell'ordine.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
12-01-2021 12:54 - Politica
[]
Il vice sindaco, Roberto Cassibba, con delega ai lavori pubblici, racconta i primi due anni e mezzo di attività amministrativa. “E’ un atto di trasparenza politica verso la città, dire quanto sia stato fatto in soli 30 mesi dall’insediamento dell’amministrazione Schembari e, al contempo, fare chiarezza su alcuni punti”.
“ Non essendo mai stata mia abitudine prendermi il merito di lavori cominciati con amministrazioni precedenti, tuttavia portate a completamento per continuità amministrativa, è...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
11

Visitatore Numero
1580521

totale visite
5409073

[]
15-01-2021 11:16 - Cultura & Arte
[]
Punto Dritto, L'isola che c'e', la CGIL Sicilia e la CGIL Trapani, riaccendono i
fari della discussione pubblica con l'evento “Costruttori di Umanità”, programmato
per venerdì 15 gennaio alle 21:00 sulla piattaforma zoom. Moderato da Jana
Cardinale, si alterneranno negli interventi personaggi di primo piano e protagonisti
nello scenario delle migrazioni e della sicurezza. Siederanno a questa tavola rotonda
virtuale Alfio Foti dell’Isola che c’è; Alfio Mannino Segretario generale della CGIL
Sicilia; ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
07-01-2021 11:08 - Cultura & Arte
[]
Alla ricerca dell'Ostensorio perduto dei Conti di Modica (Henriquez Cabrera).

L'Ostensorio del SS. Corpo di Cristo per la Chiesa di San Giorgio di Modica.

Presso la Chiesa Matrice di San Giorgio di Modica esistono ben tre Ostensori del SS. Corpo di Cristo realizzati tra la fine del XVII secolo e l'inizio del XIX. Tra i tre, seppur il più ricco e bello possa sembrare quello del 1830, dorato e con una moltitudine di pietre preziose e con l'emblema dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, donato ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-12-2020 18:40 - Cultura & Arte
[]
La ri-scoperta della chiesa proto-cristiana/bizantina di Sant'Alessandra a Modica.

Un briciolo di storia patria trascurata nei secoli e dimenticata dalla comunità modicana.

Devo ringraziare gli amici Maurizio Pulvirenti e Alessandro Caruso, se oggi anche io sono stato ammesso tra coloro che si sono indegnamente appropriati di una piccola fetta di storia patria modicana, riscoprendo parti di una memoria comunitaria per secoli dimenticate e travolte dalla nascita di mitologie strumentali e oggi e...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio