25 Settembre 2020

" VITTORIA E LA « SIÈNIA » DEGLI EBREI " DI FRANCESCO EREDDIA

Vicolo del quartiere ebraico Cartellone a Modica
Il termine Siènia deriva dall´arabo Saniyâh, "Pozzo a ruota". Era un pozzo munito di un congegno (frutto dell´esperienza nella tecnica idraulica degli arabi, figli del deserto, che lo diffusero in Sicilia durante la loro dominazione) consistente in una puleggia, cioè una ruota verticale montata su un palo rotante, munita di secchi e immersa parzialmente nell´acqua, la quale veniva man mano immessa in un apposito canale (in sic. "sàia", dall´ar. saqiâh) per distribuirla nei campi intorno.
Il toponimo siènia, dunque, attesta sempre la presenza in una determinata contrada di un pozzo a ruota. Ma nel periodo successivo alla cacciata dei musulmani dalla Sicilia ad opera dell´imperatore Federico II (1233) con la conseguente immigrazione di ebrei nordafricani arabofoni, questo termine, oltre a continuare a designare un pozzo con relativo impianto di sollevamento dell´acqua, indicò soprattutto un bagno (miqweh), di quelli che costituivano un elemento essenziale - assieme alla sinagoga e al macello - della religione e del rituale giudaico. Tale bagno, costruito in genere a due passi dalla sinagoga, era riservato soprattutto alla purificazione periodica delle donne che, dopo ogni mestruazione o alla vigilia del matrimonio o dopo un parto, erano tenute in maniera rigorosa e intransigente alle rituali abluzioni purificatrici.

Le parole in genere, e i toponimi in particolare, in tanto restano vitali e si tramandano una generazione dopo l´altra, in quanto vi sono esseri umani che si trasmettono di padre in figlio, magari deformandolo un passaggio dopo l´altro, un dato termine. I tanti toponimi arabi presenti nella contea di Modica e concentrati soprattutto nel territorio di Vittoria - come quelli di tante altre aree della Sicilia - non possono non spiegarsi altrimenti che, da una parte, con l´occupazione islamica di queste contrade, e dall´altra con la presenza di ebrei arabofoni che hanno garantito che quei termini giungessero fino all´età moderna e da questa ai giorni nostri.
Questi indizi linguistici rendono assai probabile l´ipotesi che anche nel territorio di Vittoria poté trovarsi insediata qualche piccola comunità ebraica. Fra i tanti toponimi arabi presenti in questo territorio c´è quello di una contrada detta Gerbe, a sud-ovest dell´odierno abitato, nella valle dell´Ippari. Si tenga presente che probabilmente anche dalle Gerbe Federico II nel 1240 fece immigrare contadini ebrei arabofoni per sopperire alla scomparsa violenta della componente islamica dalle campagne siciliane e che, comunque, le isole Gerbe furono concesse nel 1364 dal re Federico IV d´Aragona al conte di Modica Giovanni Chiaramonte. Essendo queste isole infestate dai pirati barbareschi, nel 1388 Manfredi III Chiaramonte riuscì nell´impresa di conquistarle. E´ ben lecito ipotizzare che anche nel territorio di Vittoria venne dedotta una colonia di contadini ebrei per ridare nuova vita ai terreni incolti (nel più antico dialetto vittoriese le terre incolte erano dette "ggerbi"). Un detto molto antico, peraltro, esclusivo del dialetto dell´ex contea, era "vàrditi ro´ ggirbinu" ("guardati dal gerbino"), che aveva un indubbio significato antisemita, suonando esso come uno sprezzante "guardati dall´ebreo". A Modica gli ebrei erano concentrati nel quartiere "Cartellone" ("Cartidduni", dall´arabo Harat al-yahud, «Il quartiere degli ebrei»).
Né si tratta solo di indizi linguistici, sebbene essi abbiano una rilevanza di primo piano nelle ricostruzioni storiche. Disponiamo anche di elementi materiali di una certa importanza. Anche a Vittoria, come a Modica, Scicli e Pozzallo, c´è una contrada, oggi un grande quartiere popolare, chiamato in dialetto «´a Siènia», dove c´è ancora oggi un pozzo (che è stato coperto con una botola intorno alla metà del secolo scorso). Da lì passava la "trazzera de´ Surdi", divenuta tale, cioè "regia trazzera", al tempo della dominazione borbonica, vale a dire nel primo Ottocento. Era l´antico sentiero che collegava Cammarana con Bidis-Biscari e con Terranova/Gela attraverso appunto la contrada Gerbe: si tenga presente che "Surdi" deriva dall´arabo sud, che indicava la "sulla", una leguminosa coltivata sia come foraggio sia per la tecnica agricola del "sovescio", consistente nel sotterramento di quella pianta per arricchire il terreno di materia organica. Una tecnica introdotta dagli arabi per rendere più fertili e produttivi i terreni e verosimilmente continuata dagli ebrei "importati" a questo scopo.
Dagli storici locali apprendiamo, inoltre, che la contrada era detta più precisamente "Senia di Ricca". Quel toponimo è di sicura provenienza ebraica: si tratta, infatti, della forma volgarizzata (fra i più diffusi nomi ebraici latinizzati) di Rivqâh, "Rebecca". D´altra parte, la Rebecca della Genesi, sposa di Isacco figlio di Abramo e madre di Giacobbe padre di Giuseppe, è collegata nel racconto biblico a un pozzo d´acqua. Abramo, infatti, aveva destinato quale sposa del figlio Isacco quella fanciulla che prima fra quelle che venivano ad attingere acqua al pozzo presso il quale si era fermato, avesse acconsentito a dargli da bere dalla sua brocca. Cosa che Rebecca fece.

Dunque, "Senia di Ricca" (latinizzazione di Sanyâh ha-Rivqâh, "Il pozzo di Rebecca") potrebbe attestare, così come a Modica, Scicli e Pozzallo, la presenza in questa contrada di un bagno rituale riservato alle donne ebraiche (miqwêh). Ma una pur piccola comunità ebraica esigeva la presenza anche di una sinagoga.
E in effetti la storiografia locale, nell´elencare la denominazione dei quartieri più antichi di Vittoria, ci fa sapere che adiacente al quartiere Senia c´era anche una cappelletta consacrata a S. Giuseppuzzu lu spersu, segnata peraltro anche su una cartina topografica di fine Ottocento. Teniamo presente che, in conseguenza dell´editto di espulsione degli ebrei dalla Sicilia (1492), si ebbe l´immediato e inevitabile fenomeno della trasformazione delle sinagoghe in chiese. Questo avvenne naturalmente anche nella contea di Modica: a Ragusa Ibla la chiesa della SS. Annunziata era stata una meskita; a Scicli le due sinagoghe furono sequestrate e acquistate dal governatore della contea; a Modica erano ancora visibili i ruderi della sinagoga nella seconda metà dell´Ottocento. Dunque la chiesetta della Senia di Ricca potrebbe essere stata un piccolo luogo di culto ebraico trasformato in cappella cristiana o in edicola votiva.
Quel diminutivo "Giuseppuzzu" fa pensare a un santo ´minore´ - dal punto di vista naturalmente della religione cristiana e cattolica - rispetto a san Giuseppe sposo di Maria. Molto probabilmente si trattava di san Giuseppe - figura importantissima del Pentateuco ebraico -, il "patriarca" biblico figlio di Giacobbe, a sua volta figlio di Rebecca, del quale nella Genesi si narra che i suoi fratelli per invidia lo gettarono in una cisterna (ancora una volta un pozzo!). Da lì lo trassero alcuni mercanti, che lo portarono in Egitto vendendolo come schiavo al faraone: dato per morto e disperso, solo dopo anni il padre Giacobbe lo ritrovò e poté riabbracciarlo.
Nella vicenda del santo patriarca Giuseppe non si possono non riscontrare molte affinità, a parte quella del nome e dell´appellativo (lo sperso), con una fiaba popolare di origine medievale e molto nota al popolo siciliano, Peppi, spersu pri lu munnu. Anche qui c´era un re, una moglie del re (come la Putifar biblica), dei sogni da interpretare, una terra che non produceva abbastanza con conseguente carestia, e altri particolari simili. Era inevitabile che le due ´storie´ e i loro protagonisti finissero per identificarsi, nell´immaginario collettivo e nel mondo contadino in particolare, e per confondersi perfettamente.
Che alla sinagoga della "Senia di Ricca" fosse stata sostituita una chiesa cristiana dedicata a san Giuseppe patriarca (di cui potrebbe essere rimasta fino all´Ottocento solo un´edicola votiva) è perfettamente coerente con la linea della gerarchia ecclesiastica del tempo. Il "patriarca" Giuseppe, "eroe" fondatore del popolo ebraico, già dai primi Padri della Chiesa e poi per tutto il Medioevo era stato interpretato come prefigurazione del Cristo.
Così recita la Biblioteca Sanctorum alla voce "Giuseppe": « Giuseppe venduto dai fratelli è Gesù tradito per trenta denari da Giuda; condotto in Egitto, è come il bambino Gesù scampato al massacro degli innocenti; nella prigione in cui Putifar lo fa gettare è tra il coppiere e il panettiere, come Gesù in croce tra il buono e il cattivo ladrone; esce dalla cisterna, poi dalla prigione, come Gesù esce dal sepolcro; procura il grano al popolo affamato e ai suoi fratelli, come Gesù nutre i suoi discepoli col miracolo della moltiplicazione dei pani. [...] E´ una prefigurazione del Cristo che sostituì a un popolo intestardito nell´errore, il nuovo popolo di Dio. E´ il simbolo della sostituzione della Chiesa alla Sinagoga, della Nuova all´antica Alleanza ».


FRANCESCO EREDDIA

Nelle foto il quartiere " Cartellone " a Modica e via della Giudecca a Siracusa nel 1800
Notizie Flash
VITTORIA - CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE IN PIAZZA DEL POPOLO
RAGUSA - PER CONFCOMMERCIO -8,7% DI CONSUMI AD AGOSTO
RAGUSA - DISTRIBUITI 4.500 TEST NASOFARINGEI
24-09-2020 11:32 - Politica
[]
Sversamento petrolio torrente Moncillè, Campo: “Politica chiarisca vicenda e fughi ogni dubbio sulle responsabilità”

“Ci sono tutta una serie di chiarimenti che si devono avere, con la massima urgenza, riguardo la potenziale contaminazione del sito ‘Area pozzo Ragusa 16’ nei pressi del torrente Moncillè, in cui sarebbero finiti oltre 1500 metri cubi di greggio, frammisto ad acqua al 25-30%. Una vicenda in cui ci sono da chiarire anche e soprattutto le responsabilità politiche, che sono sicuram...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:13 - Istruzione e Formazione
[]

Ricognizione e sorveglianza: concluso a Sigonella il primo corso “Operatore Tecnico di Bordo” su P-72A

Tre nuovi operatori dell’Aeronautica Militare sono stati formati dal 86° Centro Addestramento Equipaggi del 41°Stormo Antisom

Lo scorso 7 Settembre, tre nuovi operatori dell'Aeronautica Militare hanno sostenuto e superato gli esami finali per il conseguimento della qualifica di Operatore Tecnico di Bordo (OTB) sul velivolo P-72A del 41° Stormo Antisom di Sigonella.

Tra i membri dell'equipaggio...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-09-2020 11:45 - Economia
[]


Natura Iblea di Roberto Giadone premiata alla V edizione del Welfare Index Pmi

Anche nell’edizione 2020, Natura Iblea sale sul podio del Welfare Index Pmi

L’azienda ragusana “Natura Iblea” è stata premiata oggi a Roma alla V edizione del Welfare Index Pmi, il riconoscimento di Generali che premia le piccole e medie imprese che si distinguono per la qualità del proprio welfare, in occasione della presentazione del rapporto annuale sul tema. “Natura Iblea” ha ottenuto il secondo posto nella categ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 12:51 - Attualità
[]

Chiaramonte Gulfi, 19 settembre 2020

La nuova pavimentazione del santuario della Madonna di Gulfi donata dagli imprenditori Giovanni Damigella e Santo Cutrone. Scoperte le antiche fondamenta della chiesa

Due imprenditori impegnati nel sociale realizzano la nuova pavimentazione del santuario di Maria SS. di Gulfi, a Chiaramonte. Il pavimento è stato realizzato per adeguare liturgicamente e recuperare l’immagine architettonica che il santuario aveva perso in seguito a vari interventi eseguiti nei...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 12:12 - Attualità
[]
Componenti del Coordinamento Nazionale Tecnici CNPSTRP
Nasce il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione Fsi-Usae: “In questo paese il nostro lavoro è poco considerato e male pagato, ma questo è il momento giusto per cambiare le cose. Diamoci da fare.” E’ l’invito del Segretario Generale.

La prima riunione del neo costituito Coordinamento Nazione (Fsi-Usae CNPSTRP) è servita a fare il punto sul particolare momento politico, professionale e contrattuale che attualmente vivono tutti i p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-09-2020 12:50 - Attualità
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Ripartono i servizi di segretariato sociale per i non udenti, in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi. A darne notizia, l’assessore ai servizi sociali, Giuseppe Alfano.

“ Nessuno è solo, non è stato solo lo slogan legato all’emergenza covid – spiega Alfano – ma il principio fondante della nostra azione amministrativa, sin dall’inizio. Per questo motivo, ripartiamo con lo sportello di segretariato sociale che, negli anni, si è dimostrato notevolmente utile per l’inclusione di persone affet...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
20-09-2020 12:28 - OBITUARY
[]
Diego Planeta

Si è spento il cavaliere Diego Planeta: il cordoglio di Confagricoltura Ragusa

“Con il cavaliere Diego Planeta se ne va un pezzo importante della storia dell’agricoltura, della vitivinicoltura e dell’ortovivaismo siciliano ed italiano, un pioniere di innovazione che tanto ha dato al nostro tessuto imprenditoriale, ponendosi come modello di intraprendenza mosso dall’amore profondo per la propria terra”: questo il commento del presidente di Confagricoltura Ragusa, dott. Antonino Pirrè, subito do...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-09-2020 10:38 - Politica
[]
Cugnata, Ragusa e Miccichè
" Forza Italia ", dopo un periodo di assenza, torna in consiglio comunale a Comiso con il passaggio nelle file azzurre di Vittorio Ragusa, consigliere. Ragusa nel 2012 aveva aderito a " Territorio ", era stato membro dello staff dell'on. Nello Dipasquale: nella passata tornata consiliare aveva fatto parte della giunta Spataro ( di centrosinistra ) in qualità di assessore. Ora si è trasferito in " Forza Italia". Di seguito il comunicato forzista.

Forza Italia entra nel Consiglio comunale d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 11:17 - Politica
[]
Campo e Lorefice

Agitazione lavoratori Consorzio di Bonifica, Campo e Lorefice: “Continua un’inaccettabile situazione di sofferenza”

“Continua, purtroppo, la Via Crucis dei lavoratori del Consorzio di Bonifica n. 8 di Ragusa. Una vicenda di disorganizzazione e di superficialità che, tristemente, va trascinandosi da anni a suon di promesse. Una vertenza che torna periodicamente alla ribalta ogni qualvolta che gli impegni e gli accordi presi e sottoscritti vengono disattesi dai vari governi regionali succedutesi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 11:12 - Politica
[]
Franco Gravina e Giulia Santodonato
Forza Italia si arricchisce di un nuovo consigliere a Santa Croce Camerina con il passaggio di Franco Gravina. Il plauso di Miccichè e Cugnata

Forza Italia si rafforza a Santa Croce Camerina. Alla fine di agosto era stata nominata vicesindaco della città Giulia Santodonato, già coordinatrice provinciale di Azzurro donna. Oggi aderisce al progetto vincente di Forza Italia proveniente da una lista civica, il consigliere comunale Franco Gravina che ha incontrato il coordinatore regionale Gianfra...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
7

Visitatore Numero
1427021

totale visite
5042852

[]
23-09-2020 12:13 - Cultura & Arte
[]

Il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo accoglie il figlio del Nobel, Alessandro, e la pittrice Antonella Cappuccio. L’appuntamento è per sabato alle 17.30 presso la casa natale di via Posterla. Alessandro Quasimodo insieme alle componenti dell’associazione Proserpina, che gestisce il museo, darà il benvenuto alla pittrice di origine partenopea che per l’occasione donerà una delle sue opere più recenti raffigurante il Nobel per la Letteratura in un momento della sua infanzia. Si tratta di un...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-09-2020 11:37 - Cultura & Arte
[]

La Sicilianità in Kaleindoscopio: a Marina di Ragusa incontro con lo scrittore Enzo Randazzo.
Il Lions Club Ragusa Host incontra Enzo Randazzo, lo scrittore del borgo più bello d’Italia 2016.

Venerdì 18 settembre, nella splendida cornice della terrazza del “Calamanca”, Porto Turistico di Marina di Ragusa, le suggestioni letterarie di Enzo Randazzo, romanziere, regista teatrale e poeta, hanno incantato il numeroso pubblico che ha partecipato all'iniziativa promossa ed organizzata dal Club Lions ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 11:42 - Attualità
[]
Analisi del voto

Il 68% dei si alla diminuzione dei parlamentari fa comprendere che il popolo italiano ha una voglia di cambiamento radicale.
Auspico che ciò permetterà di cambiare finalmente la legge elettorale e che vengano inserite nuovamente le preferenze.

ANALISI DEL VOTO REGIONALE:

È evidente un dato: Il Movimento cinque stelle è completamente scomparso in tutte le regioni.
La Toscana si conferma ancora una volta "rossa ": ciò significa che la maggioranza dei cittadini toscani sono fedeli...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-09-2020 12:37 - Eventi
[]
Si esibirà, il prossimo 25 settembre, alle ore 21, il gruppo " Tabs killer machine " per il programma " Symposium " in una notte di solidarietà. E' obbligatoria la prenotazione.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
20-09-2020 12:15 - Cultura & Arte
[]
Da città della mafia a città della cultura: Corleone svela al mondo la sua storia millenaria

Nella prestigiosa cornice della chiesa del Carmine a Corleone è stato presentato il libro di Angelo Vintaloro “Corleone e Montagna Vecchia due Poleis della Sicilia antica”. L'evento, molto partecipato da autorità e cittadinanza, è stato garbatamente moderato dallo storico professor Giovanni Lisotta ed ha visto gli interventi, oltre a quello dell'autore, anche di Valeria Li Vigni Tusa (Soprintendente de...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 12:02 - Angolo dell´Arte
[]


“Terra”, a Palazzo Labisi di Comiso la mostra plurisensoriale del Maestro Giovanni Pace

Sarà inaugurata sabato 19 settembre alle 18 la mostra plurisensoriale “Terra” del Maestro Giovanni Pace, pittore del puntinismo, direttore artistico per la provincia di Ragusa del Centro Culturale OmniArtEventi.

Con il patrocinio del Comune di Comiso che ha messo a disposizione i locali di Palazzo Labisi, il percorso voluto da Pace vedrà protagonisti l’ecosostenibilità e il rispetto per gli animali.

Chi visi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:54 - Cultura & Arte
[]
Il 26 settembre al via la XV stagione letteraria al Caffè Quasimodo
Incontro con Alessandro Centonze

Prenderà il via il prossimo 26 settembre a Modica, nel rispetto delle norme anti covid 19 (mascherina e distanziamento), la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, distribuiti da settembre a maggio 2021.
Il primo appuntamento, che vedrà il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, sarà dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, mag...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-09-2020 11:34 - Cultura & Arte
[]
Il giudice Livatino


SECONDA EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA
“ROSARIO ANGELO LIVATINO ”

Il 21 Settembre 2020 ricorre il 30° anniversario della morte del Giudice Rosario Angelo Livatino. Per l’occasione, il Poeta e Scrittore Rosario La Greca di Brolo (Messina), indice e organizza la Seconda Edizione del Premio Internazionale di Poesia “Rosario Angelo Livatino”. L’iniziativa si prefigge di rico...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio