15 Maggio 2021
Categorie
percorso: Home > Categorie > Politica

VITTORIA - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016: INTERVISTA A FRANCESCO AIELLO, CANDIDATO A SINDACO ( prima parte )

Francesco Aiello tenta, con un insieme di liste di appoggio ( Azione democratica, PSI e altri ) la conquista del Comune alle prossime amministrative di primavera. Laureato in Lettere, consigliere comunale, storico sindaco di Vittoria, più volte deputato all´ARS per il PCI, assessore regionale all´Agricoltura per due volte, candidato al parlamento di Strasburgo con 66.000 preferenze nella circoscrizione Sicilia- Sardegna, personaggio poltico di indubbia levatura,protagonita della lotta contro l´istallazione dei missili a Comiso con la proclamazione della denuclearizzazione del territorio vittoriese e del divieto di transito per i TEL ( mezzi trasportatori e lanciatori di missili ),Aiello risponde ad alcune nostre domande, presentando il programma per la sua sindacatura. L´intervista, lunga, sarà pubblicata in due puntate.

On. Aiello,il Mercato di Vittoria, uno deii più importanti in Italia, è da tempo oggetto di infiltrazioni mafiose o paramafiose, come si evince dalla stessa relazione del sen. Giuseppe Lumia, esponente dell´Antimafia. Cosa ne pensa ?
I
Alcuni personaggi, a livello istituzionale, hanno preso le distanze dalla Interrogazione del Sen. Lumia sulle infiltrazioni presenti nella dinamica di funzionamento della filiera agroalimentare e del Mercato ortofrutticolo di Vittoria.
Preferiscono prudenzialmente lasciare la battaglia antimafia scoperta mentre lo scontro sul territorio si fa più impegnativa.
Credo in primo luogo di dovere precisare che i nomi e i cognomi riportati nella interrogazione non possono che risultare parziali ed è anche chiaro che una elencazione sintetica, come quella riportata, rischia di mettere sullo stesso piano tante personalità, riconducibili ad attività e contesti diversi, dove ciascuna delle persone citate ha svolto o vissuto storie, profili e responsabilità particolari, specifiche per spessore di interessi o di appartenenza.
Penso anche che alcuni altri personaggi meritavano di comparire in questo elenco, ma non è certo questo l’aspetto che più ci interessa quanto invece la fenomenologia che caratterizza il rapporto tra economia agraria e interessi mafiosi all’interno dei Mercati e nella filiera agroalimentare.
I Mercati sono strutture pubbliche, dove le infiltrazioni tendono a mascherarsi in cointeressenze mascherate, quasi mai evidenti, tranne che in casi particolari.
Al riparo di una accorta cortina di legalità formale, la mano pesante delle mafie è stata comunque sempre presente, attiva, e anche efficace sotto il profilo del condizionamento dei processi di funzionamento delle strutture mercatali: a partire dalla formazione dei prezzi soprattutto, o per meglio dire dalla distorsione sistematica dei prezzi di vendita dei prodotti agricoli, legalizzata da una disarmata e impotente sottomissione degli stessi produttori, delle stesse vittime cioè del meccanismo che il dominio speculativo sulla formazione dei prezzi riesce ad assumere.
Non si dicono cose sbagliate quando si ribadisce che in un Mercato operano anche persone per bene, in regola con le leggi, gente non affiliata ai clan, gente normale.
La domanda che però non solo io mi pongo è la seguente: perché tutti sembrano volere protestare in coro assieme ai para-mafiosi e giurare che al Mercato tutti sono ok? Come dire: uno per tutti, come i moschettieri del Re.
E mi chiedo allora come sia possibile che quelle stesse persone oneste, che noi stessi difendiamo dalle generalizzazioni sommarie, non riescano a vedere tutto ciò che è sotto gli occhi di tutti ?
La ragione, a mio avviso, è semplice: nella definizione della qualità dei processi, all’interno del Mercato di Vittoria e di tanti altri Mercati italiani ( quasi tutti possiamo ben dire ) e della filiera agro commerciale, non conta più il valore individuale delle persone , ma la struttura reale del sistema in cui si opera, un SISTEMA perverso, che è diventato regola diffusa in tutta la filiera agroalimentare, una prassi oggettiva, un metodo di vendita dei prodotti agricoli su scala nazionale, che piega alla sua logica di dominio tempi, forme e modi della commercializzazione, che ha reso totalmente
impraticabile il processo legale di formazione dei prezzi reali. Tutto ciò ha prodotto l’annientamento della libera contrattazione, per la formazione dei prezzi all’origine, in tutta l’area della serricoltura ( ma così avviene in tutto il mercato agricolo e zootecnico ) e ha consentito il proliferare e l’estendersi di pratiche illegali in tutte le campagne, dentro e fuori i Mercati ortofrutticoli, inquinando l’intera filiera agroalimentare.
I protagonisti di questo processo sono gruppi, contigui e interni alle mafie del Sud e del Nord Italia, rimasti padroni incontrastati dei meccanismi che si muovono dentro la filiera agroalimentare, accettati come partners e interlocutori dalla stessa GDO, che non va per il sottile quando deve acquistare dai produttori, ai quali impone pur essa provvigioni illegali sul fatturato annuale che nessuno sino a oggi ha avuto la forza e la coerenza di scoperchiare.
Ad alimentare questo sistema sono gruppi di interesse, che operano nei vari segmenti della filiera e nell’indotto, che pesano spietatamente sul lavoro dei produttori, che si alimentano continuamente dentro una logica speculativa e mafiosa, sempre più forte e arrogante, dentro il Mercato e fuori, in costante negazione della legalità, in dispregio di ogni forma di rispetto sostanziale delle Leggi specifiche, nazionali e della UE, o delle Ordinanze dei Sindaci, totalmente lontani dalle buone pratiche della concorrenza commerciale.

E a proposito delle eventuali soluzioni, che si attendono da tanto tempo, visto che già Domenico Sica intervenne negli anni ´80 ?
II
Le vicende vittoriesi ci riportano ad assenze clamorose dello Stato, a distorsioni micidiali della realtà, a omissioni colpevoli o a incredibili distorsioni operate, per quieto vivere e non solo, da tanti soggetti istituzionali, che hanno certamente sottovalutato la dimensione dei processi di criminalizzazione dell’economia agraria e della distribuzione dei prodotti, in tutto il Paese, e la rilevanza economica e politica della posta in gioco. Domenico Sica, Commissario Antimafia, che dispose una indagine sul Mercato e l’intero sistema economico del territorio, qualificò negli anni ‘80 il Mercato di Vittoria come un buco nero, un contesto opaco governato da regole autarchiche, presidiato saldamente da interessi forti e inviolabili, dove tutto poteva accadere.
Le Organizzazioni politiche e delle rappresentanze sindacali e di categoria, della Cooperazione e dell’Associazionismo, le Istituzioni locali, regionali e le stesse Autorita’ statali, non sono riuscite a saldare in un progetto alternativo e democratico, lo sviluppo dell’economia nelle aree di sviluppo delle campagne, come a Vittoria o in altre aree della Sicilia. Le dinamiche dei diversi comparti sono segnate dalla loro rappresentatività e dalla loro rilevanza economica, ma tutti i grandi comparti siciliani, dal vigneto, all’agrumeto alle serre, ai cereali, alla zootecnia, sono stati intercettati da processi di sfruttamento e di dominio, di sottomissione e di sterminio finale delle aziende piccole e medie.
Le indagini più volte disposte ed eseguite da parte delle autorità dello Stato, su aspetti più o meno importanti dei meccanismi operativi nel settore agroalimentare e dei Mercati, debitamente protetti e cautelati dalla pratica della partita doppia, si sono quasi sempre conclusi con disarmanti nulla di fatto e hanno vieppiù paradossalmente rafforzato l’egemonia dei processi illegali, la tendenza a monopolizzare l’intero sistema, in cointeressenza più o meno mascherata, della filiera commerciale e agroalimentare, dall’inizio alla fine, non solo in questo territorio, ma in tutte le aree più dinamiche dell’economia agraria nel Sud del Paese.
Mercato e fuori mercato, formazione dei prezzi, cassette e imballaggi, trasporti e fornitura di beni e servizi, prestiti, vendite e acquisti, contratti e pagamenti, in questi ultimi decenni si sono gradualmente ristrutturati in forme sempre più speculative, con progressive spinte alla illegalità. Sono cambiati, per effetto di queste dinamiche, i processi di funzionamento complessivi del sistema agroalimentare e gli stessi connotati professionali degli operatori, sino alla tragica intrusione degli interessi mafiosi dentro i mercati e l’insieme della filiera agroalimentare, indotto compreso.


Girolamo Piparo










Notizie Flash
RAGUSA - COMODATO GRATUITO DEL CITY
RAGUSA - " TERRITORIO " CON L'ON. DIPASQUALE SULLA MOTORIZZAZIONE
PALERMO - APERTI I TERMINI PER " RESTO AL SUD "
RAGUSA - CONSORZIO DI BONIFICA : LAVORATORI IN STATO DI AGITAZIONE.
RAGUSA - RIFLESSIONE DI " RAGUSA PROSIMA " SUI TEMPI DEL COVID
RAGUSA - POTENZIAMENTO VIABILITA' NELLE CAMPAGNE
MARINA DI RAGUSA - FIRRINCIELI ( M5S ) SUL DEGRADO DEI GABINETTI PUBBLICI
RAGUSA - ARRESTATA UNA DONNA PER FURTI NEI SUPERMERCATI DI COMISO E VITTORIA
VITTORIA - UN ARRESTO PER RESISTENZA
15-05-2021 11:17 - Attualità
[]
Santa Croce Camerina avrà un ‘punto di vaccinazione'. Il Sindaco: “Ringrazio l'Asp di Ragusa per aver accolto la nostra richiesta.”

A breve anche il comune di Santa Croce sarà dotato di un punto di vaccinazione per tutta la cittadinanza. L'Asp di Ragusa ha accolto la richiesta inoltrata dall'Amministrazione Barone di avere, per tutto il territorio camarinense, un punto vaccinale Covid-19, presso la palestra comunale Santa Rosalia, dove già ha ospitato il personale per gli screening. Gli utenti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-05-2021 10:57 - Cronaca Locale
[]
Tre colpi in poche ore. All’interno di attività commerciali di Via Dandolo a Marina di Ragusa. Un’escalation di furti, nelle ore notturne, che mette a repentaglio la sicurezza degli operatori commerciali e dei residenti. Il presidente del movimento civico territorio di Marina, Angelo Laporta, ha raccolto il grido di allarme dei commercianti.

“L’ennesima ondata di furti pone in primo piano il tema mai sopito della sicurezza – denuncia Laporta - Non deve essere a carico esclusivo del singolo c...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 18:43 - Economia
[]
NASCE MULTIFIDICOFISAN. MULTIFIDI INCORPORA IL CONSORZIO FIDI SANITARIO SICILIANO, RENDENDO ANCORA PIU’ SOLIDO IL PROPRIO PATRIMONIO.

Multifidi, ha incorporato Co.fi.san, il consorzio fidi sanitario Siciliano. Il processo si è completato venerdì 14 maggio con l’approvazione definitiva durante l’assemblea straordinaria dei soci, tenuta dinanzi al notaio Maria Schembari di Ragusa, del progetto di fusione con la conferma alla guida del C.d.A. uscente di Multifidi, nelle persone di Roberto Biscot...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 14:09 - Attualità
[]
Cerimonia di consegna della struttura che ospiterà i volontari dei Vigili del Fuoco, il Sindaco: “Grazie al Comandante del VV.F. e al personale ‘volontario’ per la sensibilità verso in nostro territorio.”

Si è svolta stamattina nel piazzale del distaccamento dei Vigili del Fuoco di Santa Croce Camerina, in c.da Pezze, ka cerimonia di consegna delle chiavi della struttura che ospiterà i volontari del 115. Cerimonia cui hanno preso parte il Sindaco Giovanni Barone, l’Ing. Giovanni Distefano in r...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 12:23 - OBITUARY
[]
Carmelo Dipasquale, giovane di 21 anni, si è spento per un improvviso aneurisma, dopo essere trasportato all'Ospedale " San Marco " di Catania. Il giovane era figlio di un ex consigliere comunale, Emanuele Dipasquale.
La famiglia, rispettando la volontà del figlio, ha autorizzato l'espianto degli organi, che sono stati trasferiti in diverse città italiane, per essere donati: il cuore a Udine, i polmoni a Torino, il fegato a Roma, i reni a Padova e il pancreas a Palermo.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-05-2021 11:52 - Politica
[]
Modica. La Piscina comunale e il mistero della mancata apertura: dietro gli annunci il Nulla”
A porre l'attenzione sulla misteriosa vicenda è Maurizio Villaggio, componente della segreteria
particolare dell'on. Francesca Donato, europarlamentare della Lega. “Nell'aprile del 2017 – scrive
Villaggio - grazie all'intervento dell'allora capogruppo di FI all'Ars, on. Marco Falcone e del
deputato regionale ibleo, on. Giorgio Assenza, la città di Modica usufruì di quasi due milioni di
euro (graduatoria d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-05-2021 12:22 - Attualità
[]
ZONA GIALLA IN SICILIA QUASI CERTAMENTE DA LUNEDI’; 250 MILIONI DI EURO IN CIRCOLO NELL’ECONOMIA ISOLANA ENTRO GIUGNO. I VERTICI REGIONALI DI CONFCOMMERCIO SOSPENDONO LO SCIOPERO DELLA FAME. IL PRESIDENTE MANENTI: “PROTESTA CIVILE E DIGNITOSA, E’ STATA DURA MA PRONTA A RIPRENDERLA SE SARA’ NECESSARIO A SOSTEGNO DELLE NOSTRE IMPRESE”

Palermo – 13 maggio 2021. “Da lunedì quasi certamente la Sicilia sarà in zona gialla. Mentre 250 milioni di euro, approvati dal Cipe, saranno messi in circolo nell...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-05-2021 11:41 - Attualità
[]
Sanità
218 vaccinati in 3 ore a Scicli
Si raccomanda di non arrivare con troppo anticipo, al fine di evitare code

Sono già 218 i vaccinati nelle prime tre ore di apertura dell’Hub Vaccinale di Scicli. Stamani si è regolarmente avviato il nuovo centro che l’Asp di Ragusa in collaborazione con l’amministrazione comunale hanno aperto in tempi record. Non ci sono stati disservizi. L’invito agli utenti è di rispettare gli orari di prenotazione e arri...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
11-05-2021 11:44 - Politica
[]
Nomina dott. Salvatore Stornello Responsabile della
città di Acate del Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità
Forza Italia.
È il dott. Salvatore Stornello, psicologo, il Responsabile del
Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità Forza Italia della città
di Acate.
A darne notizia è la dott.ssa Valentina Spadaro, Coordinatrice del
Dipartimento Pari Opportunità e Disabilità Forza Italia della
Provincia di Ragusa, di concerto con il coordinatore provinciale di
Forza Italia, Giancarlo Cugnata, sentit...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
2

Visitatore Numero
1619560

totale visite
5791161

[]
13-05-2021 10:54 - Cultura & Arte
[]
“Luci di Venezia”, composizione dell'arpista modicano Fabio Rizza, viene eseguita per l'International Harp Festival di Edinburgo in Scozia.
L'Edinburgh International Harp Festival, uno dei più prestigiosi eventi del mondo legati all'Arpa, si è appena concluso. Quest'anno, all'interno delle varie scalette eseguite in concerto da molteplici arpisti di fama internazionale, è presente anche “Luci di Venezia”, una delle composizioni dell'arpista modicano Fabio Rizza che è stata eseguita dal Maestro...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
11-05-2021 12:44 - Cultura & Arte
[]

“A TUTTO VOLUME” APRE LA STAGIONE DEI FESTIVAL CULTURALI E RICONSEGNA LE PIAZZE AI LIBRI E AI LETTORI DAL 10 AL 13 GIUGNO A RAGUSA.
Tra le novità apertura in riva al mare e iniziative per celebrare Dante

RAGUSA – “A Tutto Volume – libri in festa a Ragusa” aprirà la stagione dei grandi eventi estivi e riconsegnerà le piazze ai libri, ai lettori e agli autori. Lo farà dal 10 al 13 giugno prossimi rilanciando il desiderio di stare insieme, la volontà di condivisione, di scambio, di incontro in que...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
03-05-2021 19:52 - Angolo della Memoria
[]
Non ci sono stati eventi, in Italia e non solo, senza la partecipazione attiva di personaggi legati alla provincia iblea e/o al Sud-Est della nostra isola. Si tratta di una sorta di " appuntamento con la Storia " di cittadini del nostro territorio, che si sono trovati in un determinato posto in un determinato momento, quando le sorti del Paese hanno presso una piega particolarmente importante.
Presenteremo, in questo articolo, la figura di un personaggio di origine netina: nato a Noto il 9 ma...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio