26 Settembre 2020
Categorie
percorso: Home > Categorie > Politica

VITTORIA - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016: INTERVISTA A FRANCESCO AIELLO, CANDIDATO A SINDACO ( prima parte )

Francesco Aiello tenta, con un insieme di liste di appoggio ( Azione democratica, PSI e altri ) la conquista del Comune alle prossime amministrative di primavera. Laureato in Lettere, consigliere comunale, storico sindaco di Vittoria, più volte deputato all´ARS per il PCI, assessore regionale all´Agricoltura per due volte, candidato al parlamento di Strasburgo con 66.000 preferenze nella circoscrizione Sicilia- Sardegna, personaggio poltico di indubbia levatura,protagonita della lotta contro l´istallazione dei missili a Comiso con la proclamazione della denuclearizzazione del territorio vittoriese e del divieto di transito per i TEL ( mezzi trasportatori e lanciatori di missili ),Aiello risponde ad alcune nostre domande, presentando il programma per la sua sindacatura. L´intervista, lunga, sarà pubblicata in due puntate.

On. Aiello,il Mercato di Vittoria, uno deii più importanti in Italia, è da tempo oggetto di infiltrazioni mafiose o paramafiose, come si evince dalla stessa relazione del sen. Giuseppe Lumia, esponente dell´Antimafia. Cosa ne pensa ?
I
Alcuni personaggi, a livello istituzionale, hanno preso le distanze dalla Interrogazione del Sen. Lumia sulle infiltrazioni presenti nella dinamica di funzionamento della filiera agroalimentare e del Mercato ortofrutticolo di Vittoria.
Preferiscono prudenzialmente lasciare la battaglia antimafia scoperta mentre lo scontro sul territorio si fa più impegnativa.
Credo in primo luogo di dovere precisare che i nomi e i cognomi riportati nella interrogazione non possono che risultare parziali ed è anche chiaro che una elencazione sintetica, come quella riportata, rischia di mettere sullo stesso piano tante personalità, riconducibili ad attività e contesti diversi, dove ciascuna delle persone citate ha svolto o vissuto storie, profili e responsabilità particolari, specifiche per spessore di interessi o di appartenenza.
Penso anche che alcuni altri personaggi meritavano di comparire in questo elenco, ma non è certo questo l’aspetto che più ci interessa quanto invece la fenomenologia che caratterizza il rapporto tra economia agraria e interessi mafiosi all’interno dei Mercati e nella filiera agroalimentare.
I Mercati sono strutture pubbliche, dove le infiltrazioni tendono a mascherarsi in cointeressenze mascherate, quasi mai evidenti, tranne che in casi particolari.
Al riparo di una accorta cortina di legalità formale, la mano pesante delle mafie è stata comunque sempre presente, attiva, e anche efficace sotto il profilo del condizionamento dei processi di funzionamento delle strutture mercatali: a partire dalla formazione dei prezzi soprattutto, o per meglio dire dalla distorsione sistematica dei prezzi di vendita dei prodotti agricoli, legalizzata da una disarmata e impotente sottomissione degli stessi produttori, delle stesse vittime cioè del meccanismo che il dominio speculativo sulla formazione dei prezzi riesce ad assumere.
Non si dicono cose sbagliate quando si ribadisce che in un Mercato operano anche persone per bene, in regola con le leggi, gente non affiliata ai clan, gente normale.
La domanda che però non solo io mi pongo è la seguente: perché tutti sembrano volere protestare in coro assieme ai para-mafiosi e giurare che al Mercato tutti sono ok? Come dire: uno per tutti, come i moschettieri del Re.
E mi chiedo allora come sia possibile che quelle stesse persone oneste, che noi stessi difendiamo dalle generalizzazioni sommarie, non riescano a vedere tutto ciò che è sotto gli occhi di tutti ?
La ragione, a mio avviso, è semplice: nella definizione della qualità dei processi, all’interno del Mercato di Vittoria e di tanti altri Mercati italiani ( quasi tutti possiamo ben dire ) e della filiera agro commerciale, non conta più il valore individuale delle persone , ma la struttura reale del sistema in cui si opera, un SISTEMA perverso, che è diventato regola diffusa in tutta la filiera agroalimentare, una prassi oggettiva, un metodo di vendita dei prodotti agricoli su scala nazionale, che piega alla sua logica di dominio tempi, forme e modi della commercializzazione, che ha reso totalmente
impraticabile il processo legale di formazione dei prezzi reali. Tutto ciò ha prodotto l’annientamento della libera contrattazione, per la formazione dei prezzi all’origine, in tutta l’area della serricoltura ( ma così avviene in tutto il mercato agricolo e zootecnico ) e ha consentito il proliferare e l’estendersi di pratiche illegali in tutte le campagne, dentro e fuori i Mercati ortofrutticoli, inquinando l’intera filiera agroalimentare.
I protagonisti di questo processo sono gruppi, contigui e interni alle mafie del Sud e del Nord Italia, rimasti padroni incontrastati dei meccanismi che si muovono dentro la filiera agroalimentare, accettati come partners e interlocutori dalla stessa GDO, che non va per il sottile quando deve acquistare dai produttori, ai quali impone pur essa provvigioni illegali sul fatturato annuale che nessuno sino a oggi ha avuto la forza e la coerenza di scoperchiare.
Ad alimentare questo sistema sono gruppi di interesse, che operano nei vari segmenti della filiera e nell’indotto, che pesano spietatamente sul lavoro dei produttori, che si alimentano continuamente dentro una logica speculativa e mafiosa, sempre più forte e arrogante, dentro il Mercato e fuori, in costante negazione della legalità, in dispregio di ogni forma di rispetto sostanziale delle Leggi specifiche, nazionali e della UE, o delle Ordinanze dei Sindaci, totalmente lontani dalle buone pratiche della concorrenza commerciale.

E a proposito delle eventuali soluzioni, che si attendono da tanto tempo, visto che già Domenico Sica intervenne negli anni ´80 ?
II
Le vicende vittoriesi ci riportano ad assenze clamorose dello Stato, a distorsioni micidiali della realtà, a omissioni colpevoli o a incredibili distorsioni operate, per quieto vivere e non solo, da tanti soggetti istituzionali, che hanno certamente sottovalutato la dimensione dei processi di criminalizzazione dell’economia agraria e della distribuzione dei prodotti, in tutto il Paese, e la rilevanza economica e politica della posta in gioco. Domenico Sica, Commissario Antimafia, che dispose una indagine sul Mercato e l’intero sistema economico del territorio, qualificò negli anni ‘80 il Mercato di Vittoria come un buco nero, un contesto opaco governato da regole autarchiche, presidiato saldamente da interessi forti e inviolabili, dove tutto poteva accadere.
Le Organizzazioni politiche e delle rappresentanze sindacali e di categoria, della Cooperazione e dell’Associazionismo, le Istituzioni locali, regionali e le stesse Autorita’ statali, non sono riuscite a saldare in un progetto alternativo e democratico, lo sviluppo dell’economia nelle aree di sviluppo delle campagne, come a Vittoria o in altre aree della Sicilia. Le dinamiche dei diversi comparti sono segnate dalla loro rappresentatività e dalla loro rilevanza economica, ma tutti i grandi comparti siciliani, dal vigneto, all’agrumeto alle serre, ai cereali, alla zootecnia, sono stati intercettati da processi di sfruttamento e di dominio, di sottomissione e di sterminio finale delle aziende piccole e medie.
Le indagini più volte disposte ed eseguite da parte delle autorità dello Stato, su aspetti più o meno importanti dei meccanismi operativi nel settore agroalimentare e dei Mercati, debitamente protetti e cautelati dalla pratica della partita doppia, si sono quasi sempre conclusi con disarmanti nulla di fatto e hanno vieppiù paradossalmente rafforzato l’egemonia dei processi illegali, la tendenza a monopolizzare l’intero sistema, in cointeressenza più o meno mascherata, della filiera commerciale e agroalimentare, dall’inizio alla fine, non solo in questo territorio, ma in tutte le aree più dinamiche dell’economia agraria nel Sud del Paese.
Mercato e fuori mercato, formazione dei prezzi, cassette e imballaggi, trasporti e fornitura di beni e servizi, prestiti, vendite e acquisti, contratti e pagamenti, in questi ultimi decenni si sono gradualmente ristrutturati in forme sempre più speculative, con progressive spinte alla illegalità. Sono cambiati, per effetto di queste dinamiche, i processi di funzionamento complessivi del sistema agroalimentare e gli stessi connotati professionali degli operatori, sino alla tragica intrusione degli interessi mafiosi dentro i mercati e l’insieme della filiera agroalimentare, indotto compreso.


Girolamo Piparo










Notizie Flash
RAGUSA - DISTRIBUITI 4.500 TEST NASOFARINGEI
VITTORIA - CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE IN PIAZZA DEL POPOLO
VITTORIA - FABIO POLLARA DENUNCIA IL DEGRADO PRESSO L'I.C. " CARUANO "
RAGUSA - ASSEGNATI COMPUTER ALLE SCUOLE
RAGUSA - PER CONFCOMMERCIO -8,7% DI CONSUMI AD AGOSTO
25-09-2020 12:01 - Economia
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Pubblicato sul sito istituzionale del comune di Comiso, il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti nella zona PIP ( piano per gli insediamenti produttivi). “Un atto dovuto al comparto produttivo che aspettava dal 2016 e che potrà essere il propulsore dell'economia imprenditoriale locale”. Dichiarazioni dell'assessore allo sviluppo economico, Giuseppe Alfano.

“ E' stato pubblicato il 24 settembre il nuovo bando per l'assegnazione di 23 lotti in zona pip – comunica l'assessore Alfano – che at...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-09-2020 11:51 - Politica
[]

Il Movimento 5 Stelle di Santa Croce Camerina unito nell’indicare le elezioni anticipate come unica soluzione coerente nei confronti della situazione politica venutasi a creare in seno all’amministrazione Barone e in consiglio comunale.

Come i nostri concittadini sanno, il Movimento 5 Stelle non ha attualmente propri rappresentanti nel consiglio comunale e ci siamo sempre mostrati distanti dalle piroette e dai comportamenti dell’attuale sindaco Giovanni Barone. In questi anni, difatti, abbiamo...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:32 - Politica
[]
Sversamento petrolio torrente Moncillè, Campo: “Politica chiarisca vicenda e fughi ogni dubbio sulle responsabilità”

“Ci sono tutta una serie di chiarimenti che si devono avere, con la massima urgenza, riguardo la potenziale contaminazione del sito ‘Area pozzo Ragusa 16’ nei pressi del torrente Moncillè, in cui sarebbero finiti oltre 1500 metri cubi di greggio, frammisto ad acqua al 25-30%. Una vicenda in cui ci sono da chiarire anche e soprattutto le responsabilità politiche, che sono sicuram...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-09-2020 11:13 - Istruzione e Formazione
[]

Ricognizione e sorveglianza: concluso a Sigonella il primo corso “Operatore Tecnico di Bordo” su P-72A

Tre nuovi operatori dell’Aeronautica Militare sono stati formati dal 86° Centro Addestramento Equipaggi del 41°Stormo Antisom

Lo scorso 7 Settembre, tre nuovi operatori dell'Aeronautica Militare hanno sostenuto e superato gli esami finali per il conseguimento della qualifica di Operatore Tecnico di Bordo (OTB) sul velivolo P-72A del 41° Stormo Antisom di Sigonella.

Tra i membri dell'equipaggio...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-09-2020 11:45 - Economia
[]


Natura Iblea di Roberto Giadone premiata alla V edizione del Welfare Index Pmi

Anche nell’edizione 2020, Natura Iblea sale sul podio del Welfare Index Pmi

L’azienda ragusana “Natura Iblea” è stata premiata oggi a Roma alla V edizione del Welfare Index Pmi, il riconoscimento di Generali che premia le piccole e medie imprese che si distinguono per la qualità del proprio welfare, in occasione della presentazione del rapporto annuale sul tema. “Natura Iblea” ha ottenuto il secondo posto nella categ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 12:51 - Attualità
[]

Chiaramonte Gulfi, 19 settembre 2020

La nuova pavimentazione del santuario della Madonna di Gulfi donata dagli imprenditori Giovanni Damigella e Santo Cutrone. Scoperte le antiche fondamenta della chiesa

Due imprenditori impegnati nel sociale realizzano la nuova pavimentazione del santuario di Maria SS. di Gulfi, a Chiaramonte. Il pavimento è stato realizzato per adeguare liturgicamente e recuperare l’immagine architettonica che il santuario aveva perso in seguito a vari interventi eseguiti nei...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 12:12 - Attualità
[]
Componenti del Coordinamento Nazionale Tecnici CNPSTRP
Nasce il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione Fsi-Usae: “In questo paese il nostro lavoro è poco considerato e male pagato, ma questo è il momento giusto per cambiare le cose. Diamoci da fare.” E’ l’invito del Segretario Generale.

La prima riunione del neo costituito Coordinamento Nazione (Fsi-Usae CNPSTRP) è servita a fare il punto sul particolare momento politico, professionale e contrattuale che attualmente vivono tutti i p...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-09-2020 12:50 - Attualità
[]
l'assessore Giuseppe Alfano
Ripartono i servizi di segretariato sociale per i non udenti, in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi. A darne notizia, l’assessore ai servizi sociali, Giuseppe Alfano.

“ Nessuno è solo, non è stato solo lo slogan legato all’emergenza covid – spiega Alfano – ma il principio fondante della nostra azione amministrativa, sin dall’inizio. Per questo motivo, ripartiamo con lo sportello di segretariato sociale che, negli anni, si è dimostrato notevolmente utile per l’inclusione di persone affet...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
20-09-2020 12:28 - OBITUARY
[]
Diego Planeta

Si è spento il cavaliere Diego Planeta: il cordoglio di Confagricoltura Ragusa

“Con il cavaliere Diego Planeta se ne va un pezzo importante della storia dell’agricoltura, della vitivinicoltura e dell’ortovivaismo siciliano ed italiano, un pioniere di innovazione che tanto ha dato al nostro tessuto imprenditoriale, ponendosi come modello di intraprendenza mosso dall’amore profondo per la propria terra”: questo il commento del presidente di Confagricoltura Ragusa, dott. Antonino Pirrè, subito do...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-09-2020 10:38 - Politica
[]
Cugnata, Ragusa e Miccichè
" Forza Italia ", dopo un periodo di assenza, torna in consiglio comunale a Comiso con il passaggio nelle file azzurre di Vittorio Ragusa, consigliere. Ragusa nel 2012 aveva aderito a " Territorio ", era stato membro dello staff dell'on. Nello Dipasquale: nella passata tornata consiliare aveva fatto parte della giunta Spataro ( di centrosinistra ) in qualità di assessore. Ora si è trasferito in " Forza Italia". Di seguito il comunicato forzista.

Forza Italia entra nel Consiglio comunale d...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:46 - Cronaca Locale
[]
CARABINIERI NAS DI RAGUSA: TRUFFA AI DANNI DELLA SANITÀ PUBBLICA -
ESEGUITA MISURA INTERDITTIVA NEI CONFRONTI DI UN MEDICO.
Nella giornata di oggi, 17 settembre 2020, il NAS Carabinieri di Ragusa ha dato esecuzione
all’Ordinanza del GIP di applicazione di una misura interdittiva emessa nei confronti di E.G.,
medico dipendente dell’ASP di Ragusa.
L’ordinanza scaturisce dall’attività di polizia giudiziaria effettuata dal citato NAS, coordinata
dal Procuratore Capo della Repubblica, dott. Fabio D’Anna...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
3

Visitatore Numero
1433293

totale visite
5054928

[]
23-09-2020 12:13 - Cultura & Arte
[]

Il Museo Casa natale Salvatore Quasimodo accoglie il figlio del Nobel, Alessandro, e la pittrice Antonella Cappuccio. L’appuntamento è per sabato alle 17.30 presso la casa natale di via Posterla. Alessandro Quasimodo insieme alle componenti dell’associazione Proserpina, che gestisce il museo, darà il benvenuto alla pittrice di origine partenopea che per l’occasione donerà una delle sue opere più recenti raffigurante il Nobel per la Letteratura in un momento della sua infanzia. Si tratta di un...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-09-2020 11:37 - Cultura & Arte
[]

La Sicilianità in Kaleindoscopio: a Marina di Ragusa incontro con lo scrittore Enzo Randazzo.
Il Lions Club Ragusa Host incontra Enzo Randazzo, lo scrittore del borgo più bello d’Italia 2016.

Venerdì 18 settembre, nella splendida cornice della terrazza del “Calamanca”, Porto Turistico di Marina di Ragusa, le suggestioni letterarie di Enzo Randazzo, romanziere, regista teatrale e poeta, hanno incantato il numeroso pubblico che ha partecipato all'iniziativa promossa ed organizzata dal Club Lions ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-09-2020 11:42 - Attualità
[]
Analisi del voto

Il 68% dei si alla diminuzione dei parlamentari fa comprendere che il popolo italiano ha una voglia di cambiamento radicale.
Auspico che ciò permetterà di cambiare finalmente la legge elettorale e che vengano inserite nuovamente le preferenze.

ANALISI DEL VOTO REGIONALE:

È evidente un dato: Il Movimento cinque stelle è completamente scomparso in tutte le regioni.
La Toscana si conferma ancora una volta "rossa ": ciò significa che la maggioranza dei cittadini toscani sono fedeli...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
21-09-2020 12:37 - Eventi
[]
Si esibirà, il prossimo 25 settembre, alle ore 21, il gruppo " Tabs killer machine " per il programma " Symposium " in una notte di solidarietà. E' obbligatoria la prenotazione.
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-09-2020 10:54 - Cultura & Arte
[]
Il 26 settembre al via la XV stagione letteraria al Caffè Quasimodo
Incontro con Alessandro Centonze

Prenderà il via il prossimo 26 settembre a Modica, nel rispetto delle norme anti covid 19 (mascherina e distanziamento), la XV stagione dei "sabati letterari" del Caffè Quasimodo, distribuiti da settembre a maggio 2021.
Il primo appuntamento, che vedrà il saluto del sindaco di Modica, Ignazio Abbate, sarà dedicato alla presentazione del libro dello scrittore e saggista Alessandro Centonze, mag...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio