01 Febbraio 2023

VITTORIA - TENTATO OMICIDIO: FERMATO ELIO GRECO . ( video )

La Polizia di Stato sottopone a fermo di indiziato di delitto Greco Elio per il tentato omicidio di un uomo a Vittoria.
Una banale lite fa andare su tutte le furie l'uomo che dalle parole passa ai fatti estraendo l'arma ed esplodendo un colpo di pistola che per fortuna non colpisce organi vitali.
La vittima condotta in ospedale da alcuni dipendenti che avevano assistito ai fatti, ha riferito di essere caduta ferendosi, ma una radiografia ha scovato il proiettile che avrebbe potuto ucciderlo.
Le indagini della Polizia di Stato hanno permesso alla vittima di farsi curare adeguatamente, avrebbe rischiato continuando a mentire ai medici.
Questa mattina il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato il fermo disposto dalla Procura della Repubblica di Ragusa ed ha contestualmente applicato la misura cautelare in carcere.


La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – sottopone a fermo di indiziato di delitto Greco Elio nato a Vittoria il 15.05.1960 (già pregiudicato per numerosi fatti reato, tra gli altri denunciato anche per associazione per delinquere di stampo mafioso), per il reato di tentato omicidio aggravato e porto illegale d'armi da fuoco.
Al termine di serrate indagini la Squadra Mobile ed il Commissariato di Vittoria hanno redatto una completa informativa di reato e la Procura della Repubblica di Ragusa ha tempestivamente emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto. Questa mattina il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere a carico dell'indagato.

I FATTI
Nel primo pomeriggio del 18 aprile u.s. un uomo di Vittoria viene accompagnato in ospedale da un suo dipendente riferendo ai medici di essere caduto all'interno della sua azienda e di essersi ferito. I medici del pronto soccorso curano le ferite e mandano il paziente a fare una radiografia perché la caduta avrebbe potuto essere causa di fratture. Dalla radiografia i tecnici notano la presenza di un proiettile e il paziente giustifica subito il tutto raccontando di un incidente di caccia di quando era giovane, pertanto viene dimesso.
I medici la sera avvisano la Polizia di Stato che, conoscendo la caratura criminale della vittima, vanno subito a prenderlo per condurlo in Commissariato a Vittoria. Anche davanti ai poliziotti la vittima continua a sostenere la tesi riferita ai medici. I poliziotti mandano via l'uomo ma nel contempo informano la Squadra Mobile ed in poche ore gli investigatori attivano ogni fonte sapendo che qualcuno avrebbe parlato essendo che i fatti erano accaduti all'interno della ditta gestita dalla vittima.




LE INDAGINI

Gli uomini della Polizia di Stato - Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – in poche ore dai fatti accaduti avevano già ben chiaro il quadro di quanto accaduto poiché le persone che avevano assistito ai fatti erano numerose. Da quel momento i poliziotti sono andati a bussare alle porte di casa dei testimoni e della stessa vittima che è stata condotta in ospedale per scongiurare problemi di salute ben più gravi. Avendo mentito ai medici la vittima avrebbe potuto avere conseguenze molto gravi; ovviamente i medici per poter fare una corretta prognosi hanno bisogno di informazioni reali e solo l'intervento della Polizia di Stato ha permesso un'idonea cura. Da lì a poco l'uomo è stato operato ed è stato estratto il proiettile che per sua fortuna non aveva leso organi vitali pur essendosi fermato a pochi centimetri. Fondamentale la presenza del medico legale che ha coadiuvato gli investigatori per una corretta ricostruzione del reato grazie ad un'analisi scientifica dei dati clinici.
La vittima è stata costretta a quel punto a raccontare la verità dei fatti accaduti, così, a distanza di poco più di 24 ore, gli uffici della Squadra Mobile erano pieni di testimoni prelevati a casa loro in tempo di notte. Tutti coloro che avevano assistito erano reticenti e non volevano riferire ciò che avevano visto ma l'opera di persuasione dei poliziotti ha fatto si che tutti si convincessero a parlare ed a riferire quanto accaduto.
I due, peraltro amici da vecchia data, hanno prima discusso per motivi economici all'interno del piazzale della ditta della vittima, poi la situazione è degenerata e dagli insulti sono passati alle mani. Spintoni e schiaffi fin quando Greco non ha estratto una pistola. I presenti hanno tentato di fermarlo ma lui non curante ha esploso un colpo d'arma da fuoco all'indirizzo della vittima ferendolo. Alcuni presenti sono scappati, altri hanno soccorso la vittima ed un suo dipendente lo ha accompagnato in ospedale.
Il 20 mattina la Squadra Mobile presentava un'informativa di reato al Pubblico Ministero che poche ore dopo ha celermente emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto a carico dell'autore dei fatti reato. Il provvedimento di cattura è stato emesso anche perché la Polizia di Stato lo cercava dalla sera del 19 ma era irreperibile, quindi vi era un concreto pericolo di fuga.

LA CATTURA

La Polizia di Stato conosce molto bene il territorio e delle persone che lo abitano. Decine di agenti erano alla ricerca dell'autore dei fatti reato sin dalle prime informazioni ricevute a suo carico. Grazie anche alla collaborazione delle persone vicine all'indagato, lo stesso Greco ha telefonato ad ora di pranzo di giorno 20 per riferire di volersi costituire, così alcuni poliziotti sono andati a prenderlo per portarlo presso gli uffici della Squadra Mobile. L'uomo non ha opposto alcuna resistenza ammettendo le proprie responsabilità riferendo di aver perso la testa e che la vittima era un suo caro amico con il quale aveva avuto una lite connessa a problemi economici. Grazie all'opera di persuasione, Greco ha anche indicato agli agenti dove aveva gettato l'arma che è stata prontamente sequestrata.
Dopo le formalità di rito Greco è stato condotto in carcere a disposizione dell'Autorità giudiziaria che oggi ha convalidato il fermo disposto dalla Procura della Repubblica e mantenuto la custodia cautelare in carcere.


“La Polizia di Stato, grazie all'incessante lavoro degli investigatori durato oltre 48 ore continuative, ha fatto luce su un gravissimo fatto reato. La reticenza della vittima unita a quella dei testimoni avrebbe potuto portare a conseguenze ben più gravi. I poliziotti hanno garantito le adeguate cure al ferito conducendolo in ospedale e contestualmente ha avviato le indagini per assicurare alla giustizia l'autore del reato”.
IL DIRIGENTE LA SQUADRA MOBILE
Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato
Dott. Antonino Ciavola

video
tentato omicidio a Vittoria
Notizie Flash
ISPICA - LA VIRTUS ISPICA RESISTE PER UN’ORA AL SIRACUSA, POI CEDE.
COMISO - "EDITH STEIN ": ULTIMO SEMINARIO FILOSOFICO ON LINE CON IL PROF. DI MAURO
RAGUSA - SINISTRA ITALIANA ADERISCE AD UNA AGGREGAZIONE CIVICO-PROGRESSISTA
RAGUSA - L’ASD RAGUSA CALCIO 1949 ESONERA IL TECNICO FILIPPO RACITI
PALERMO - DDL DELL'ON. DIPASQUALE SULLE DIPENDENZE PATOLOGICHE
RAGUSA - " NEI PANNI DI CAINO...": PROGETTODELLA POLIZIA DI STATO PER LE SCUOLE.
RAGUSA - ANCORA UNA SCONFITTA PER IL FUTSAL
SANTA CROCE CAMERINA - I CONSIGLIERI DI " CAMBIA VERSO " E I SERVIZI AMBIENTALI
31-01-2023 10:51 - Tecnologia
[]
Comiso, 31 gennaio 2023

Agricoltura, il sistema Lualtek approda in Lombardia e in Veneto: nuovi metodi di monitoraggio senza rete elettrica e internet
Il sistema Lualtek varca le frontiere siciliane. Il monitoraggio delle coltivazioni senza elettricità e senza rete internet, ideato da due giovani siciliani, approda in Veneto, alla Fieragricola Tech di Verona.

L’1 e il 2 febbraio, Alessio e Luca Occhipinti, ideatori dell’innovativo sistema di sensori che potrebbe rivoluzionare l’agricoltura, pres...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
30-01-2023 16:29 - Cultura & Arte
[]
Acate, 30 gennaio 2023

Un cenacolo culturale e una biblioteca: nasce ad Acate la “Fondazione Maria Giovanna Baglieri”.

Una dirigente scolastica in pensione ha donato 4000 libri ad una fondazione che porta il suo nome. La Biblioteca Mnemosine (nome tratto dalla mitologia greca) promuoverà la cultura e l’amore per la lettura.
Un cenacolo culturale nel cuore della cittadina. Ad Acate, una biblioteca privata, oggi ricca di più di 4000 volumi, diventa un presidio culturale a disposizione dei giovani ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-01-2023 16:53 - Istruzione e Formazione
[]
In occasione della "Giornata della Memoria 2023, l’Istituto Verga di Comiso prosegue il proprio impegno, nel pieno esercizio di una cittadinanza attiva, consapevole e democratica, affinché la "memoria storica" possa diventare un patrimonio trasmissibile di generazione in generazione.
Oggi, tutti gli alunni hanno assistito alla proiezione del Film Il viaggio di Fanny (Le Voyage de Fanny) è un film franco-belga del 2016 diretto da Lola Doillon. Il film è basato sul libro autobiografico Le journa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-01-2023 17:34 - Istruzione e Formazione
[]
ANCORA UN'ECCELLENZA COMISANA PREMIATA : STEFANIA OCCHIPINTI LA NEO INGEGNERE LAUREATASI A CATANIA

“Premio America Giovani “Riconoscimento per i neolaureati di eccellenza delle università italiane”

“Fra i mille studenti eccellenti ai quali è andato il riconoscimento e che sono stati ricevuti alla Camera dei Deputati la neo ingegnere comisana Stefania Occhipinti – dichiara Maria Rita Schembari, sindaco di Comiso-. È un altro motivo d'orgoglio per me, fare un encomio pubblico ad un'altra giovane ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-01-2023 18:47 - Attualità
[]
UN’ALTRA COMISANA AL FESTIVAL DI SANREMO 2023: SI TRATTA DI FLAVIA NIGITA.

“ La nostra Flavia Nigita – commenta l’assessore Manuela Pepi – è la seconda giovane comisana che, con altre 5 ragazze Siciliane, sarà presente al Festival di Sanremo. Flavia Nigita, 31 anni, studia presso ADIABASI , scuola nazionale di massaggio, e sta seguendo il percorso formativo come operatore olistico. Sarà a Sanremo dal 6 all’8 di febbraio, nel primo gruppo, assieme ad altri 20 massaggiatori. E’ un orgoglio saper...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
Categorie
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
31-01-2023 11:10 - Eventi
[]
Un racconto fatto di incontri di vita vissuta con questi meravigliosi strumenti.
I grandi maestri che ho avuto modo di conoscere durante questo cammino, e incontrati anche nei miei spostamenti in giro per il mondo, sono una parte importante del racconto.
Il tramite della loro cultura, soprattutto in Sud America, Africa e Medio Oriente, mi ha illuminato nel comprendere e appassionarmi alle mie dirette origini culturali, legati sopratutto ai tamburi a cornice della tradizione orale Siciliana e de...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-01-2023 18:37 - Cultura & Arte
[]
La Chiesa della Madonna di Loreto (dello Reto), un “fantasma” nel territorio modicano, già extra-moenia. Ovvero come la perduta memoria cittadina possa creare “mostri” storici e socio-culturali. Da qualche giorno si è aperta “la caccia” alle origini e allo stato attuale della Chiesa di Nostra Signora di Loreto, da sempre indicata orbitante nell'area di quello che comunemente è detto il quartiere “do ritu”, che toponomasticamente potrebbe aver preso proprio origine dall'insediamento del rito m...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-01-2023 19:09 - Attualità
[]
L'importanza di aver accanto chi hai amato sino all'ultimo rantolo…

Premetto che è sempre difficilissimo parlare del dolore, ma ho deciso di farlo per affrontare una problematica comune su cui tutti dovremmo batterci.

Poco fa ho appena letto il post della cara Alessandra Di Stefano, ove con immenso dolore condivide con tutti lo strazio per la dipartita del suo caro papà.

Leggere che è stata accanto al suo papà tramite videochiamata e non è potuta stargli accanto sino all'ultimo respiro è una c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:24 - Angolo dell´Arte
[]
MILANO 24 maggio: Un ricordo dello scultore Biagio Frisa.

Erano gli anni '56, '57, '58: frequentavo assiduamente a Comido (RG) la bottega dello scultore Biagio Frisa, che aveva trasformato in una bottega di ceramica non sapevo cosa, nonostante questo rimanevo catturato dai colori e dalle forme che avevo notato in una mostra al circolo " Amici dell'Arte" , dove mio padre era custode.

Frisa era un abilissimo scultore, ma soprattutto un imprenditore eccellente. Lo dico adesso con cognizione di cau...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
12-01-2023 15:02 - Angolo dell´Arte
[]

Continua senza sosta l’ascesa dei Blinding Sunrise. Nonostante il nome possa risultare sconosciuto a molti, questa band iblea (composta da cinque vittoriesi e un ragusano) sta continuando a riscuotere successi internazionali ed è famosissima in tutto il mondo. La band è composta da Mattia Giuffrida e Francesca Ereddia alle voci, Matteo Lorefice e Luca Pace alle chitarre, Onofrio Butera al basso e Valerio Macca alla batteria.

Di qualche giorno fa l’ultimo riconoscimento alla loro bravura: part...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
Utenti Online
9

Visitatore Numero
2152625

totale visite
8301887


invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è "Piparo Girolamo", il sito web ecodegliblei.it è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor Piparo Girolamo. Recapiti e dati legali:

Via Generale Cascino, 50 - 97013 Comiso (RG)

Cod. Fiscale: PPRGLM48L19C927D

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a girolamopiparo@gmail.com oppure indirizzare una comunicazione scritta all'indirizzo della sede legale sopra citata.
Informativa privacy aggiornata il 11/01/2023 00:00
torna indietro leggi Privacy Policy
 obbligatorio

cookie