27 Giugno 2022
Categorie
percorso: Home > Categorie > Economia

COMISO - FINE DI SOACO, INGLOBATA NELLA SAC: AL COMUNE DI COMISO IL 2,04% DELLE AZIONI SAC. LE REAZIONI DI MELCHIORRE ( MEC) E DI LAROSA ( LEGA)

aeroporto di Catania
Nel corso di una conferenza stampa al Palaregione di Catania è stata annunciata la fusione tra SAC (società di gestione dell'aeroporto di Catania) e Soaco ( società di gestione dell'aeroporto di Comiso), alla presenza del presidente della Regione, Musumeci, dei sindaci di Catania, Pogliese, e Comiso, Maria Rita Schembari, degli AD di Catania, Nico Torrisi, e Comiso, Rosario Dibennardo.Non era presente l'assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti, Marco Falcone.
La SAC già possedeva il 65% delle azioni di Soaco: facendo parte, ormai, i due aeroporti di un'unica struttura gestionale, il comune di Comiso ( che prima deteneva il 35% di Soaco) si riduce ora al 2,04% della nuova società, perdendo, di conseguenza ogni potere contrattuale. Siccome al tempo stesso si è verificato lo scorporo della Cam-Com del Sud-Est ( con due Camere distinte, quella di SR,RG,CL,AG,TP e quella di Catania, con due commissari straordinari distinti), sarà rideterminato il nuovo assetto societario della nuova società di gestione aeroportuale, di cui fanno parte le Camere di Commercio di Catania, Siracusa e Ragusa, il comune di Catania, le Province di Catania e di Siracusa, il comune di Comiso ( con il 2,04%).
Intanto iniziano ad arrivare le prime reazioni, quella di Claudi Melchiorre, responsabile del MEC, e quella di Andrea La Rosa, esponente vittoriese della Lega.

Al presidente del Consiglio dei Ministri Dr. Mario DRAGHI Palazzo Chigi ROMA presidente@pec.governo.it
Alla Commissione Europea Dr. Margarethe VESTAGER Place Madou, Madouplein 1 1210 Saint-Josse-ten-Noode /Sint-Joost-ten-Noode B E L G I U M stateaidgreffe@ec.europa.eu
Al Presidente del Garante per la Concorrenza e del Mercato Alberto RUSTICHELLI Piazza G. Verdi n. 6/A 00198 R O M A protocollo.agcm@pec.agcm.it
Al Presidente della Regione Siciliana On. Sebastiano MUSUMECI Palazzo d’Orleans P A L E R M O presidente@certmail.regione.sicilia.it.
Al Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana On. Gianfranco MICCICHÈ Palazzo dei Normanni P A L E R M O Gabinetto.ars@pec.it
Al Commissario dello Stato per la Regione Siciliana Sua Eccellenza Prefetto Dr.ssa Giovanna Cagliostro Presidenza del Consiglio dei Ministri Piazza Principe di Camporeale, 23 P A L E R M O e-mail comstasicilia@governo.it
Alla Corte dei Conti della regione Siciliana c.a. dr. Salvatore Pilato Via F. Cordova, 36 90143 P A L E R M O sicilia.controllo@corteconticert.it
Al sig. Procuratore della Repubblica di Catania Dr. Carmelo Zuccaro prot.procura.catania@giustiziacert.it
Al sig. Procuratore della Repubblica di Siracusa Dr. Sabrina Gambino procura.siracusa@giustizia.it
Al sig. Procuratore della Repubblica di Ragusa Dr. Fabio D’Anna Prot.procura.ragusa@giustiziacert.it
E Al Rappresentante legale di SAC SpA
Al Rappresentante legale di SOACO SpA
Al Sindaco del Comune di Comiso
Al presidente del Consiglio comunale di Comiso
Ai commissari delle provincie di Siracusa, Catania, Ragusa
Ai commissari delle Camere di Commercio di Catania e delle provincie di Siracusa e Ragusa
Al presidente ENAC
Al presidente dell’Agenzia del Demanio L O R O S E D I
Data: 21 gennaio 2022
Oggetto: segnalazione possibile lesione della Costituzione e degli statuti della società SOACO, oltre a danno erariale e possibilità di reati contro la pubblica amministrazione e societari. Protocollo: 20220121/MC/mc

Gentili e onorevoli signore e signori, Ricolleghiamo questa vicenda alla nostra del maggio scorso, quando presentammo una nota alle autorità in indirizzo, cui ne abbiamo aggiunte altre, per competenza e interesse. Allora, venne deliberato un finanziamento in favore del comune di Comiso, per sottoscrivere un aumento di capitale della società privata SOACO, ma costituita con capitale pubblico e sistematicamente in perdita dall’inizio della sua operatività. Solo per rendere comprensibile la questione, ricordiamo alcuni aspetti.
SAC, socia di maggioranza in SOACO già nel 2019 chiude un accordo per assorbire la partecipazione azionaria di Iniziative Editoriali Sicilia in InterSac e pertanto diventa azionista diretta con il 64% delle azioni di Soaco. In virtù di questa struttura societaria, SAC è definitivamente signora e padrona della gestione dell’aeroporto di Comiso, stante la partecipazione del Comune di Comiso in posizione di mero controllo degli atti, attraverso il presidente della società, all’epoca, dr. Silvio Meli, adesso dr. Giuseppe Mistretta, già componente del CdA dell’aeroporto di Palermo. Un progetto di incorporazione, qualche tempo fa, di SOACO in SAC subì l’opposizione del Comune di Comiso o comunque non si realizzò e si concluse con un prestito di 1,2 milioni di SAC nei confronti di SOACO, inserendo una clausola che avrebbe ridotto automaticamente la partecipazione del Comune di Comiso nella società SOACO. Anche allora la scrivente sottolineò l’illiceità, a nostro avviso, di quell’accordo. Ricordiamo che questo accade mentre vengono iscritte a bilancio ulteriori perdite annuali, con conseguente esaurimento del capitale sociale. Questa situazione sarebbe perfettamente identificata, ancora una volta, nella previsione statutaria di ritiro della concessione, ma non viene fatto nulla. Oltretutto, SOACO è gestita comunque da SAC e questo comporta che gestione in perdita, progetto di incorporazione e identificazione del maggiore creditore coincidano, lasciando l’impressione che possa esserci una fattispecie penale grave. Sicuramente, in un mondo normale, questa coincidenza sarebbe immediatamente rilevata e sarebbe ragione di per sé per verificare se siano stati commessi dei reati, considerato il vantaggio di acquisire definitivamente e senza più vincoli e opzioni per la sospensione o ritiro della concessione da parte del Comune. Vale la pena ricordare che nel contratto di concessione delle aree su cui insiste l’aeroporto di Comiso, è stabilito che, nel caso la società di gestione presenti bilanci in rosso per tre esercizi consecutivi, la concedente ha diritto di ritirare la concessione e riassegnarla. In questo caso, la continuità operativa dovrà comunque essere garantita per le norme pubblicistiche in materia di trasporti e aeroporti che qui non vengono affrontati. Ricordiamo anche che nello statuto SOACO è chiaramente stabilito un limite minimo sotto il quale la proprietà pubblica non può scendere, considerate le necessità di controllo della Pubblica Amministrazione concedente sulla gestione del bene pubblico. Pare di tutta evidenza che l’attività di controllo e la clausola di salvaguardia di ritiro della concessione non siano state mai utilizzate, nonostante le perdite di SOACO si siano ripetute in tutti gli esercizi di bilancio e dovrebbero essere arrivate oltre i venti milioni. Tali perdite al momento, pesano tutte sui soci SAC e Comune di Comiso anche il socio maggioritario è anche, come ricordato, il maggior creditore di SOACO. La Regione Siciliana ha elargito 2,1 milioni al comune di Comiso per ricapitalizzare la SOACO, solo pochi mesi fa. La somma pare tuttora giacente nei conti correnti del Comune perché appare molto probabile che tale contributo contravverrebbe tanto alla legge Madia che alla disciplina sugli aiuti di Stato comunitaria, come la scrivente ebbe modo di sottolineare. Tutto ciò considerato e considerata anche la comunicazione che correla l’incorporazione di SOACO in SAC per ‘procedere alla privatizzazione degli aeroporti’, appare evidente che questo atto sarebbe perpetrato in evidente contrasto con le previsioni della concessione e dello statuto di SOACO che dovrebbero essere modificate per consentire l’operazione. Ora, SAC, con i commissari alle Camere di Commercio, appena nominati, con tempismo chirurgico, presenta un piano per una ‘rete’ aeroportuale della quale non si conoscono piani, sistemi di cooperazione, ma soprattutto senza chiarire da dove dovrebbe arrivare il risanamento di SOACO o la sua missione imprenditoriale, considerato che chi ha collezionato solo debiti sarebbe lo stesso soggetto che dovrebbe risanare la situazione. Va da sé che il risanamento e il rilancio appaiono poco credibili. Va anche detto che un simile progetto dovrebbe essere pianificato da una struttura politica e non da un consiglio di amministrazione e dal di questi amministratore delegato, peraltro in scadenza.. La paventata privatizzazione, ribadita anche oggi, cozza pienamente con gli interessi del popolo siciliano e dei consumatori, ma anche con norme di diritto civile, di diritto penale e le previsioni statutarie e concessionarie dell’aeroporto di Comiso. Va parimenti notato che né l’autonomia delle parti né lo stesso sindaco di Comiso, né il consiglio o la giunta del comune di Comiso possono disporre di clausole di salvaguardia poste dal concedente per tutelare il controllo pubblico su un’area del demanio, anche se il concedente è lo stesso comune, considerato che si tratta di norma prescrittiva e costitutiva di SOACO e della concessione. Qualora si proceda con l’incorporazione, la diluizione delle quote in SOACO renderebbe impossibile, tra l’altro, tanto il controllo preventivo assicurato dal combinato disposto dei contratti e delle concessioni e farebbe sparire, in modo surrettizio, anche la possibilità di ritirare la concessione in caso di ripetuti deficit. Con ulteriore danno economico e sostanziale. Non conosciamo le ragioni per le quali il depauperamento costante che è stato operato sull’aeroporto di Comiso non abbia mai condotto all’atto dovuto del ritiro della concessione, per evitare una perdita ingente nel bilancio comunale, che già si è verificata, ma il colpo mortale all’erario che deriverebbe dalla perdita di qualsiasi possibilità di controllo sulla gestione aeroportuale sarebbe oltretutto un danno che dovrebbe essere addebitato a chiunque approvi una simile ‘road map’. Resta solo una nota da aggiungere: tanto negli appalti concessi dai due aeroporti, quanto nella complessa struttura commissariale dei soci e quindi anche nelle procedure di elezione degli organi sociali, sono state tante le inchieste e le polemiche pubbliche, mai fugate. Le inchieste anche sugli appalti di SAC e di SOACO non hanno mai avuto vita lunga, e va notato che l’attuale situazione è figlia diretta di quell’epoca che le cronache di stampa chiamarono ‘Montante’ e che l’attuale presidente della Regione chiamò ‘sistema Lumia’. Non sappiamo a chi intitolare quell’era, ma sappiamo con certezza che il dr. Montante ha tuttora in corso dei processi e che quanti furono eletti o nominati in quella epoca che forse porta il suo nome, sono al loro posto, in questa vicenda. La stampa ebbe modo di pubblicare anche le congratulazioni che il dr. Antonello Montante ebbe a fare al dr. Nico Torrisi dopo la sua nomina, nel corso di una lotta a colpi di titoli professionali sui quali pure è mancata un’indagine approfondita da parte delle istituzioni pubbliche, se non della magistratura. La stampa, all’epoca, ricordò anche che colei che era stata nominata amministratore delegato prima del dr. Nico Torrisi, contro la quale furono fatte denunce per carenza di titoli, avrebbe avuto piena giustificazione se Confindustria, allora sotto il controllo del dr. Antonello Montante, avesse trasmesso la necessaria certificazione, ma che mai arrivò, facendo soccombere la resistenza della dr.ssa Ornella Laneri che non tornò mai più sulla questione. Per concludere questa purtroppo lunga ma non esaustiva nota, prego le signorie loro di attivare le procedure di controllo degli atti sia in fase preventiva che successiva, considerato che gli aeroporti in un’isola sono infrastrutture strategiche che beneficiano di contributi pubblici dalla loro nascita e che non possono essere alienati. In tutti i casi, e certamente, l’aeroporto di Comiso non può avere una società di gestione incorporata in una società terza che viene pubblicamente indicata in vendita ma senza certezze né sul valore, né sulle modalità di eventuale pagamento, né circa la correttezza delle procedure seguite nel processo, perché in più di una parte probabilmente illegittime. Facciamo notare che più di una volta lo scrivente comitato e la scrivente associazione hanno fatto rilevare gli errori o le sottovalutazioni commesse dai soggetti coinvolti e persino dalle istituzioni, a dimostrazione di come spesso la fretta fa diventare persone nominate ad uffici delicati, spericolate. In ogni caso, questa operazione produce una perdita secca del patrimonio pubblico, con beneficio in favore di terzi non ben identificati e senza che siano chiariti valori, pagamenti, tempi di corresponsione delle somme. Crediamo che sia opportuna anche l’apertura di inchieste approfondite che mettano in relazione la complessità delle gestioni aeroportuali, considerato che il debito complessivo di SOACO sarebbe di oltre ventidue milioni, a fronte di risorse capitali molto più basse e che dovrebbero portare ad una ricapitalizzazione, prima di ogni e qualsiasi ulteriore atto che, in ogni caso, comporterebbe un grave danno erariale, con responsabilità in capo a tutti i soggetti pubblici che dovessero approvare una simile procedura, alla quale sarebbero chiamati a rispondere con il proprio patrimonio personale. Nella speranza che questa nostra comunicazione-esposto possa essere di aiuto per evitare danni enormi alla collettività, ai consumatori in particolare, e la vendita di beni patrimoniali di tutti i siciliani in favore di gruppi multinazionali che certo non contribuiranno alla ripresa economica siciliana, in un settore definito in letteratura come ‘monopolio naturale’, nel quale gli investimenti sono sempre stati a carico delle casse pubbliche, porgiamo cordiali saluti.
Con ossequio,

Il Presidente del MEC e dei comitati VUSSIA (Claudio Melchiorre)



Aeroporto di Comiso, La Rosa: “Il sindaco informi il territorio ibleo sui vantaggi

derivanti dalla fusione tra Soaco e Sac dopo che sono aumentati i passeggeri”

“In merito alla fusione per incorporazione di Soaco in Sac, è opportuno che il sindaco di Comiso informi il territorio sulle motivazioni e sui vantaggi di questa fusione”. E’ il responsabile provinciale Enti locali della Lega Ragusa, Andrea La Rosa, anche nella qualità di presidente provinciale Mpsi, ad evidenziarlo dopo la presentazione del progetto della rete aeroportuale della Sicilia orientale in cui si prevede l’assorbimento di Soaco da parte di Sac. “Abbiamo letto che la quota del Comune di Comiso sarà salvaguardata come quella del Comune di Catania, che, lo ricordiamo – chiarisce La Rosa – vanta una percentuale del 2,04 nella Sac. Una partecipazione azionaria così irrisoria, però, farà perdere al Comune di Comiso il potere di incidere sulle scelte strategiche di sviluppo dell’aeroporto Pio La Torre e per questo riteniamo che i cittadini della provincia di Ragusa siano informati dei vantaggi oggettivi derivanti da questa fusione non dimenticando che lo scalo casmeneo, pur in periodo di pandemia, ha visto aumentare il numero dei passeggeri”.

“Inoltre – continua La Rosa – con il commissariamento della Camera di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa avvenuto in questi giorni presumibilmente cambieranno anche i vertici Sac. Quindi, è ancora più importante capire i vantaggi di questa fusione proprio in questo momento. Ad ogni modo, io guardo alla ricchezza della struttura e alle sue potenzialità che sono enormi anche in funzione del bando sul cargo aereo in scadenza il prossimo mese di febbraio che, secondo uno studio elaborato da esperti nominati dal Comune di Comiso, potrà contribuire in maniera significativa alla crescita dell’economia della nostra provincia”.


Comiso, 22 gennaio 2022

Andrea La Rosa

Responsabile provinciale

Enti locali Lega Ragusa

Presidente provinciale Mpsi




Notizie Flash
IBLA - PROROGATI AL 2023 I PASS RILASCIATI NEL 2021
RAGUSA - DICHIARAZIONE DEL SINDACO CASSI' SULL'EMERGENZA RIFIUTI
RAGUSA - IN ESTATE PENSIONI REGOLARMENTE IN PAGAMENTO IN PROVINCIA
RAGUSA - LA CGIL E LE DISCARICHE ALLO STREMO
POZZALLO - ARRESTATI TRE SCAFISTI
SAN GIACOMO - EMERGENZA IDRICA
26-06-2022 12:57 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, “PIANO ASSENTE”. TRINGALI E FIRRINCIELI (M5S RAGUSA) REPLICANO: “E CASSÌ HA LA FACCIA TOSTA DI INCOLPARE NOI”

“Nel mondo irreale e assurdo del sindaco Cassì, dove regna solo una posizione, la sua, chi pone domande, sollecita interventi, insomma, chi non si allinea, è un “accattone di visibilità”. E’ la democrazia, signor sindaco, anche perché la sua presunta teocrazia, nel mondo dove ha ragione solo lei, non tiene conto di un fattore: i cittadini. Glielo assicuriamo: sono in...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 18:29 - Economia
[]
Finanziate opere per quasi 6 milioni di euro in provincia di Ragusa. Ne dà notizia l’on. Giorgio Assenza


Finanziati in provincia di Ragusa, attraverso le risorse previste per la sicurezza sismica dei luoghi di culto e il restauro del patrimonio FEC, Fondo Edifici di Culto, ben otto interventi.

Due a Comiso: riguardano Chiesa di Santa Maria delle Grazie dei Cappuccini per l’importo di 430.000 euro e la Chiesa di San Francesco dell’Immacolata per l’importo di 710.000 euro. Un altro intervento è p...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 17:46 - Attualità
[]
La situazione dei rifiuti in tutta la Sicilia si aggrava di giorno in giorno: con l'arrivo del caldo addirittura diventa insostenibile. E' inutile nascondere il fatto che la cattiva o nulla gestione dei rifiuti rischia di trasformarsi in un " de profundis " per il governatore Musumeci e per il suo governo, incapaci di gestire la gravità della situazione, drammatica in ogni provincia. Ora si parla di trasferire i rifiuti fuori regione, con un aggravio economico non indifferente per la Regione...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 12:20 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, CHIAVOLA (PD): “NON SERVONO GIUSTIFICAZIONI

SERVONO SOLUZIONI. A RAGUSA LA SITUAZIONE E’ SEMPRE PIU’ GRAVE”

“Il sindaco dirà certamente che stiamo speculando sulla questione. Ma è inconcepibile quello che sta accadendo. Comprendiamo il disagio legato alla chiusura della discarica Oikos, sappiamo che occorre tenere in casa il secco indifferenziato fin quando perdura l’emergenza ma, purtroppo, non tutti lo fanno. E i centri storici si sono trasformati in microdiscariche all’ape...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 11:35 - Attualità
[]

ANCHE A RAGUSA, PER LA PRIMA VOLTA, LA “PARTITA CON PAPÀ” di "BAMBINI SENZA SBARRE". LA CASA CIRCONDARIALE HA APERTO LE SUE PORTE PER UNA GIORNATA GENITORI FIGLI NATA CON LA COLLABORAZIONE DI “CI RIDIAMO SU”

Quest'anno per la prima volta la casa circondariale di Ragusa aderisce alla "Partita con papà" dell'associazione “Bambini senza sbarre”, grazie alla volontà e alla perseveranza dell'associazione “Ci Ridiamo Su” che si è messa a disposizione dell’istituto penitenziario e dell'area educativa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 10:53 - Attualità
[]
Allerta meteo: Caronte arroventa l’Italia, le previsioni meteo: prossima settimana sarà anche peggio

L’ondata di caldo africano di Caronte è appena cominciata con i primi 44°C in Sardegna e Sicilia e le temperature sono previste in ulteriore aumento durante il fine settimana. Localmente, a causa di alcuni temporali in transito, al Nord le massime stanno subendo leggere e temporanee flessioni, ma in compenso aumenta l’umidità relativa e quindi l’afa. Ma le brutte notizie non finiscono: Caronte ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:45 - Economia
[]
TESTO UNICO PER IL COMMERCIO, CONFCOMMERCIO SICILIA:

“CI AUGURIAMO UNA RAPIDA APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ARS”

Palermo – 24 giugno 2022. “Il testo unico per il commercio, esaminato dalla commissione Attività produttive dell’Ars, è un importante passo avanti, dal momento che raccoglie buona parte delle istanze delle associazioni di categoria e che consentirà una opportuna riorganizzazione del mondo del commercio che negli ultimi anni è profondamente cambiato”. Lo dice Gianluca Manenti, presidente...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:35 - Istruzione e Formazione
[]
Il Ferraris intitola un laboratorio a Sebastiano Monaco

INCLUSIONE E MEMORIA

La comunità scolastica dell’Istituto Professionale “Galileo Ferraris” di Ragusa ha chiuso l’anno scolastico con due momenti significativi che rimarranno indelebili nei ricordi degli studenti, in particolar modo dei maturandi che, mentre affrontano le loro prove per l’esame di Stato, guardano agli anni trascorsi tra i banchi di scuola non dimenticando gli incontri con le persone speciali che gli sono stati compagni di...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 13:23 - Politica
[]
Riva (Insieme per Santa Croce): “Pronti a votare Roberta Iacono alla presidenza del Consiglio. Cambia Verso faccia una scelta di rottura”

“Nel clima di rinnovamento che ha caratterizzato la campagna elettorale di Cambia Verso, e dando seguito ad alcune delle nomine assessoriali (non tutte!) formalizzate dal sindaco Peppe Dimartino, offriamo alla nuova maggioranza la nostra disponibilità a votare un presidente del Consiglio comunale che vanti alcuni pre-requisiti: cioè essere donna; essere anagr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-06-2022 17:04 - Politica
[]
𝐌𝐄𝐑𝐂𝐀𝐓𝐎 𝐎𝐑𝐓𝐎𝐅𝐑𝐔𝐓𝐓𝐈𝐂𝐎𝐋𝐎 𝐃𝐈 𝐕𝐈𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈𝐀.
𝐃𝐀𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐒𝐈𝐆𝐋𝐈𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐔𝐍𝐀𝐋𝐄 𝐍𝐄𝐓𝐓𝐎 𝐑𝐈𝐅𝐈𝐔𝐓𝐎 𝐀𝐃 𝐔𝐍 𝐑𝐈𝐓𝐎𝐑𝐍𝐎 𝐀𝐋 𝐏𝐀𝐒𝐒𝐀𝐓𝐎. 𝐈𝐓𝐀𝐋𝐈𝐀 𝐕𝐈𝐕𝐀 𝐕𝐈𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈𝐀 𝐂𝐎𝐌𝐌𝐄𝐍𝐓𝐀 𝐋𝐀 𝐕𝐈𝐂𝐄𝐍𝐃𝐀.

"La maggioranza ancora una volta ha dato prova delle sue difficoltà di tenuta. Anzi, si è consumata una spaccatura netta che, a queto punto, rischia di creare grande imbarazzo sul futuro della Giunta Aiello”. E’ quanto afferma la consigliera comunale di Italia Viva, Sara Siggia, dopo il teatrino fatto di scontri interni alla maggioranza sul regolamento del...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-06-2022 10:47 - Attualità
[]
“90 ANNI E PIU’” PER L’ORDINE DEI DOTTORI AGRONOMI E DEI DOTTORI FORESTALI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA. LE CELEBRAZIONI INIZIANO DOMANI ALLA CAMERA DI COMMERCIO. FINO A SABATO INCONTRI, DIBATTITI E VISITE AZIENDALI CON ESPERTI NAZIONALI, IL SUPPORTO DEI GAL E UN PREMIO ASSEGNATO DALLA BAPR.

RAGUSA – Un compleanno speciale, festeggiato in modo speciale, con una tre giorni di eventi ed iniziative per celebrare i “90 anni e più” dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provinc...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
7

Visitatore Numero
1961179

totale visite
7549539

23-06-2022 11:08 - Cultura & Arte
[]
La tutela della biologia marina, la valorizzazione del pescato e la Legge Salvamare al centro di un interessante confronto promosso dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa all’interno della terza edizione della Settimana dell’Ambiente.

L’importante evento di promozione delle strategie sostenibili legate alla pesca, in un contesto di promozione del mare e delle coste ragusane, si è svolto presso il Museo Civico di Storia Naturale di Comiso.

Il confronto, a cura della Delegazione siciliana dell...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 17:55 - Cultura & Arte
[]
CONCLUSA LA SETTIMA EDIZIONE DI “3DRAMMI3”, IL FESTIVAL IBLEO DELLA TRAGEDIA GRECA. GRANDE CHIUSURA CON LO SPETTACOLO TEATRALE DI MANUEL GILIBERTI “ARIANNA NEL LABIRINTO”.

RAGUSA – Conclusa la settima edizione di “3drammi3 – il festival ibleo della tragedia greca”. Si è respirata un’aria suggestiva e particolare nei giorni scorsi tra le vie di Ragusa Ibla, il barocco ha fatto da culla alla culla stessa della civiltà. Miti e mitologia, drammi e sofferenze, divinità e destini già scritti. Giorni...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:36 - Angolo dell´Arte
[]

Il pittore Fabio Salafia ha donato l’opera intitolata “Al di là del bosco” al Comune di Comiso. Il quadro è stato consegnato al sindaco Maria Rita Schembari dall’artista di Grammichele nell’occasione accompagnato da Salvatore Schembari. Sarà temporaneamente allocato nella stanza del sindaco in attesa di trovare una sede più adeguata, magari in una futura pinacoteca d’arte moderna che contenga le opere di artisti comisani o che con Comiso hanno avuto frequentazioni personali o artistiche.

L’ope...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:50 - Cultura & Arte
[]
Dall’incontro di quattro voci nasce “Risveglio”, edizioni Storie di Libri. Gli scrittori impegnati in questo progetto sono Alessandro Fort, Luigina Parisi, Manuela Moschin e Pasquale Cavalera. Copertina di Pedro Lava. Versione cartacea al prezzo simbolico di € 3,66 al link amzn.to/3Gxaalz (spedizione gratuita con Prime).

Prefazione di Raffaella Scorrano.

Undici storie tracciano il disegno degli Autori: prendere consapevolezza della contingenza esistenziale in cui si è inevitabilmente immersi. S...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 17:08 - Cultura & Arte
[]
L'Ufficio dello Stato Civile di Fiacca, ovvero l'odissea spaziale in un'amministrazione comunale del Val di Noto.

La trama per un romanzo di Camilleri o un film di Ficarra e Picone.

Da buon siciliano sono sempre rimasto entusiasmato, direi affascinato, dall'arguzia letteraria venata da fine intellettualità del maestro Andrea Camilleri e di quella cinematografica di Salvo Ficarra e Valentino Picone, arguzia coniugata con una comicità fondata sul sentire comune della gente e in parte nel confront...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 11:39 - Cultura & Arte
[]
Pubblicata l’antologia dell’artista

Francesco Savatta

“Il Dono dell’Immagine/The Drawing Gift””

Esce oggi in libreria “Il Dono dell’Immagine” – “The Drawing Gift”, la monografia in lingua italiana e inglese delle opere di Francesco Savatta che raccoglie la produzione artistica dell’autore, dagli anni Duemila a oggi, con oltre 130 opere di collezioni private e pubbliche.

Autodidatta, fin da piccolo, Francesco Savatta segue la vocazione per il disegno e la pittura ispirandosi alla tradizione rina...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
20-06-2022 11:59 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]

La granita al limone nel chiosco di Don Firili… in una Sicilia che non c’è più…

Storia, Tradizione e Ricordo di una peculiarità della nostra amata Sicilia “la Granita”

A Granita ro chioschu di Don Firili

Iu nun sacciu se esisti a filicità. Sacciu però ca esisti a granita… No passatu a brioche nun c’era e si mangiava a granita accumpagnata cu n’ filuncinu ri pani… cauru cauru, s’ancuntraunu u fuocu ro pani e a nivi ra muntagna… e accusì a jurnata a cuminciava beni…

«Chi si ricorda più della neve c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-06-2022 11:42 - Cultura & Arte
[]

Al Quasimodo, “I cedri d’aprile a San Giorgio” di Giuseppe Fidone

Si chiude sabato prossimo la XVI stagione culturale del Caffè Quasimodo di Modica. L’appuntamento finale si terrà il 25 giugno alle ore 17.30 al Palazzo della cultura e sarà dedicato alla presentazione del romanzo “I cedri d’aprile a San Giorgio”.

L’autore è Giuseppe Fidone, di origini modicane, laureato in Giurisprudenza presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che ha fatto il dirigente dell’Agenzia delle Entrat...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie