27 Giugno 2022
Categorie

" I GIOVANI, IL PIANETA DEGLI INVISIBILI " di Antonio Paludi

I GIOVANI, IL PIANETA DEGLI INVISIBILI

Tutti i giovani, di ogni condizione sociale, sono nel nostro cuore: li curiamo, li educhiamo, li viziamo, li amiamo d’un amore incommensurabile, con loro si crea, specialmente a livello parentale, un rapporto che dura un’intera vita, per non dire che va oltre la vita. La gioventù rappresenta la continuità generazionale, il futuro d’un Paese, d’una regione, d’una Nazione, ecco perché li assistiamo con virtuosismo e garantiamo loro uno sviluppo psicofisico ed educativo elevato, nessuno può dire il contrario, anche se non tutti i giovani, se andiamo nello specifico, approfittano di queste opportunità.

Ogni società è organizzata, come ho detto, per dare alle nuove generazioni gli strumenti per garantire lo sviluppo armonico di tutte le potenzialità, dentro un ventaglio di sviluppo che rappresenta tutti i colori dell’arcobaleno. Ma questo è sempre così? Penso che sulla carta questa riflessione sia vera, ma l’esperienza mi dice che le parole, spesso, sono aria fritta per accalappiare creduloni e polli, ma di creduloni e polli, nel terzo millennio ce ne sono pochi, anche se qualcuno mi dice il contrario.

Lo Stato dà un aiuto, per quello che può, ai cittadini bisognosi, glielo impone la Costituzione, pensiamo al reddito di cittadinanza o a tutti gli altri interventi economici che finiscono in tasca ai cittadini che ne hanno diritto. Questo modo di essere d’uno Stato è la condizione necessaria per qualificarlo democratico ed in linea con gli ideali sociali di tutto l’Occidente. Sulla carta nessuno viene lasciato indietro, se si apre la finestra sulla realtà sono milioni, solo in Italia, le persone che vivono sotto la soglia di povertà.

Ma la condizione dei giovani italiani, in questo contesto, qual è? Nella realtà gli unici ammortizzatori sociali della gioventù di oggi sono i genitori ed i nonni, lo ripeto genitori e nonni. Voglio dire che in Italia non vengono fatte, o vengono fatte in modo non incisivo, politiche giovanili. Con la fine degli studi i nostri ragazzi entrano, per un tempo X, nella cosiddetta “terra di nessuno”, una terra senza regole, spesso senza speranze, dove l’unica legge vigente, non scritta, è la legge della giungla. Legge che non si muove secondo la regola darwiniana del più forte, ma con quella più subdola del più raccomandato, così il lavoro si trasforma in strumento di scambio, si spoglia della valenza diritto per assumere quella di elargizione vassallatica. A questo livello non si è neanche sudditi, ma servi.

Chi, dei nostri figli, ha la fortuna d’inserirsi nel pubblico impiego, finiti gli studi o l’obbligo scolastico, godrà di condizioni lavorative garantite dalla contrattazione sindacale di settore. Chi, invece, s’inserirà nel privato entrerà in un mondo magmatico, una specie di palude che varia per collocazione geografia, per il titolo di studio, per sesso, per l’età, se si abita a Milano o Catania. Pubblico e privato, pur nella diversità, sono apparentati dall’elargire ai propri dipendenti stipendi da fame che rasentano il confine dignità / non dignità. È il mondo del lavoro privato, specialmente nel Mezzogiorno, che evidenzia le più gravi carenze, è lì dove l’opacità si sostituisce alla trasparenza e il “NERO” diventa il colore predominante e lo sfruttamento si trasforma in sistema di lavoro, una forma di rete che intrappola tutti, salva solo la fuga, tutti gli altri costretti a pastoie da cui è difficile liberarsi.

Mi è capitato d’ascoltare, in questi giorno, mentre facevo la mia fila al supermercato, il discorso di due mamme, erano proprio davanti a me. Questi sono i discorsi che dovrebbero passare per le televisioni. Le sofferenze vere di due donne, non più giovane, che lamentavano il salario da fame delle figlie, costrette per 250 euro al mese a lavorare per un’intera giornata. 250 euro sono il costo di una media bottiglia di champagne, il costo d’un primo piatto in un ristorante stellato, il prezzo d’una poltrona di platea d’un teatro alla moda d’una grande città. Questi i paradossi della nostra società che fanno arrabbiare i cittadini onesti e che danno nutrimento all’antipolitica. Queste le contraddizioni del nostro Paese, che non si trovano in Germania o Francia. Far convivere insieme un proletariato sull’orla della fame, che rappresenta una grossa fetta della nostra Italia, con al fianco una minoranza a cui è garantita oltre alla ricchezza più sfacciata, il potere politico, il potere dell’informazione con i suoi veleni condizionanti delle masse, è intollerabile per una qualsiasi intelligenza.

La società di oggi, tutti lo diciamo la sera nelle nostre case, è una società che all’apparenza è accogliente, altruista, generosa, ma nella sostanza è egoista, razzista, falsa. La prime vittime, di questo modo di essere “SOCIETA’”, sono i giovani, specialmente quelli che il destino ha fatto nascere in una famiglia non abbiente. Un giovane del terzo millennio può accettare un salario di 250 euro al mese? Con un reddito di tale portata come fa a pensare ad una famiglia? Ad avere dei figli? A comprarsi una casa? Tutti parlano del “fermo” demografico che c’è nel nostro Paese rispetto a qualche decennio fa, molti vanno alla ricerca del sesso degli angeli per trovarne le cause, le ragioni sono talmente palesi che nessuno le vuole vedere.

Molti giovani hanno perso la pazienza e, di fronte all’indifferenza delle Autorità, il problema se lo sono risolti da soli emigrando, come hanno fatto i loro bis, bis, bis, bisnonni tra la fine dell’Ottocento e l’inizio Novecento, come hanno fatto i loro padri e parenti negli anni cinquanta e Sessanta, come fanno oggi loro. Londra, Berlino, Parigi ospitano migliaia di nostri giovani connazionali. In queste città hanno stipendi dignitosi, molti si sono comprati la casa, sposati con giovani o giovane del posto. Tutti hanno acquisito quella dignità che non gli ha garantito il nostro Paese, e oggi questi giovani hanno un’unica certezza, quella di non ritornare mai più in patria.

Italia Paese ingrato dove, per tirare a campare, bisogna avere un “santo in Paradiso”.

Antonio Paludi




Notizie Flash
POZZALLO - ARRESTATI TRE SCAFISTI
RAGUSA - DICHIARAZIONE DEL SINDACO CASSI' SULL'EMERGENZA RIFIUTI
SAN GIACOMO - EMERGENZA IDRICA
IBLA - PROROGATI AL 2023 I PASS RILASCIATI NEL 2021
RAGUSA - LA CGIL E LE DISCARICHE ALLO STREMO
RAGUSA - IN ESTATE PENSIONI REGOLARMENTE IN PAGAMENTO IN PROVINCIA
27-06-2022 12:47 - Economia
[]
Settecento le imprese iblee del comparto costruzioni in difficoltà

a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizia

Indagine della Cna territoriale di Ragusa: “A rischio 2.100 posti di lavoro”

In provincia di Ragusa sono circa 700 le imprese del comparto costruzioni in difficoltà a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizia. Il dato è frutto di un'indagine che Cna Edilizia Ragusa ha portato avanti ascoltando un campione di 100 imprese edili e dive...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-06-2022 12:33 - Politica
[]
In questi giorni si è costituito il Collettivo Politico per una Vittoria Democratica.

Come si evince ne fanno parte persone che affondano le proprie esperienze nel panorama cittadino più vario delle professioni, del volontariato, della cultura, dell’istruzione, del commercio, dell’agricoltura.

Tra i partecipanti ci sono ex amministratori di Vittoria che in passato hanno servito in vario modo la città e che rivendicano di aver contribuito con il loro operato a realizzare un periodo di sicuro svi...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-06-2022 11:52 - Attualità
[]
Ragusa, 27 giugno 2022

SAN PAOLO APOSTOLO A RAGUSA, IERI SERA MESSA DEL VESCOVO

E INCONTRO CON LA COMUNITA’ DI SAN PIETRO APOSTOLO.

ERA DA TRE ANNI CHE NON ACCADEVA. ORA CI SI PREPARA

PER LA CELEBRAZIONE DELLA SOLENNITA’ LITURGICA DEL 29

“Questo momento di incontro tra le comunità, che riviviamo dopo tre anni, ospitati come sempre sul sagrato della chiesa del Sacro Cuore di Gesù, ci rincuora e ci fa guardare avanti con la massima fiducia. Stiamo vivendo il tempo del Sinodo e stiamo compiendo un ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-06-2022 12:57 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, “PIANO ASSENTE”. TRINGALI E FIRRINCIELI (M5S RAGUSA) REPLICANO: “E CASSÌ HA LA FACCIA TOSTA DI INCOLPARE NOI”

“Nel mondo irreale e assurdo del sindaco Cassì, dove regna solo una posizione, la sua, chi pone domande, sollecita interventi, insomma, chi non si allinea, è un “accattone di visibilità”. E’ la democrazia, signor sindaco, anche perché la sua presunta teocrazia, nel mondo dove ha ragione solo lei, non tiene conto di un fattore: i cittadini. Glielo assicuriamo: sono in...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 18:29 - Economia
[]
Finanziate opere per quasi 6 milioni di euro in provincia di Ragusa. Ne dà notizia l’on. Giorgio Assenza


Finanziati in provincia di Ragusa, attraverso le risorse previste per la sicurezza sismica dei luoghi di culto e il restauro del patrimonio FEC, Fondo Edifici di Culto, ben otto interventi.

Due a Comiso: riguardano Chiesa di Santa Maria delle Grazie dei Cappuccini per l’importo di 430.000 euro e la Chiesa di San Francesco dell’Immacolata per l’importo di 710.000 euro. Un altro intervento è p...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 17:46 - Attualità
[]
La situazione dei rifiuti in tutta la Sicilia si aggrava di giorno in giorno: con l'arrivo del caldo addirittura diventa insostenibile. E' inutile nascondere il fatto che la cattiva o nulla gestione dei rifiuti rischia di trasformarsi in un " de profundis " per il governatore Musumeci e per il suo governo, incapaci di gestire la gravità della situazione, drammatica in ogni provincia. Ora si parla di trasferire i rifiuti fuori regione, con un aggravio economico non indifferente per la Regione...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 12:20 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, CHIAVOLA (PD): “NON SERVONO GIUSTIFICAZIONI

SERVONO SOLUZIONI. A RAGUSA LA SITUAZIONE E’ SEMPRE PIU’ GRAVE”

“Il sindaco dirà certamente che stiamo speculando sulla questione. Ma è inconcepibile quello che sta accadendo. Comprendiamo il disagio legato alla chiusura della discarica Oikos, sappiamo che occorre tenere in casa il secco indifferenziato fin quando perdura l’emergenza ma, purtroppo, non tutti lo fanno. E i centri storici si sono trasformati in microdiscariche all’ape...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 11:35 - Attualità
[]

ANCHE A RAGUSA, PER LA PRIMA VOLTA, LA “PARTITA CON PAPÀ” di "BAMBINI SENZA SBARRE". LA CASA CIRCONDARIALE HA APERTO LE SUE PORTE PER UNA GIORNATA GENITORI FIGLI NATA CON LA COLLABORAZIONE DI “CI RIDIAMO SU”

Quest'anno per la prima volta la casa circondariale di Ragusa aderisce alla "Partita con papà" dell'associazione “Bambini senza sbarre”, grazie alla volontà e alla perseveranza dell'associazione “Ci Ridiamo Su” che si è messa a disposizione dell’istituto penitenziario e dell'area educativa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 10:53 - Attualità
[]
Allerta meteo: Caronte arroventa l’Italia, le previsioni meteo: prossima settimana sarà anche peggio

L’ondata di caldo africano di Caronte è appena cominciata con i primi 44°C in Sardegna e Sicilia e le temperature sono previste in ulteriore aumento durante il fine settimana. Localmente, a causa di alcuni temporali in transito, al Nord le massime stanno subendo leggere e temporanee flessioni, ma in compenso aumenta l’umidità relativa e quindi l’afa. Ma le brutte notizie non finiscono: Caronte ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:45 - Economia
[]
TESTO UNICO PER IL COMMERCIO, CONFCOMMERCIO SICILIA:

“CI AUGURIAMO UNA RAPIDA APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ARS”

Palermo – 24 giugno 2022. “Il testo unico per il commercio, esaminato dalla commissione Attività produttive dell’Ars, è un importante passo avanti, dal momento che raccoglie buona parte delle istanze delle associazioni di categoria e che consentirà una opportuna riorganizzazione del mondo del commercio che negli ultimi anni è profondamente cambiato”. Lo dice Gianluca Manenti, presidente...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:35 - Istruzione e Formazione
[]
Il Ferraris intitola un laboratorio a Sebastiano Monaco

INCLUSIONE E MEMORIA

La comunità scolastica dell’Istituto Professionale “Galileo Ferraris” di Ragusa ha chiuso l’anno scolastico con due momenti significativi che rimarranno indelebili nei ricordi degli studenti, in particolar modo dei maturandi che, mentre affrontano le loro prove per l’esame di Stato, guardano agli anni trascorsi tra i banchi di scuola non dimenticando gli incontri con le persone speciali che gli sono stati compagni di...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 13:23 - Politica
[]
Riva (Insieme per Santa Croce): “Pronti a votare Roberta Iacono alla presidenza del Consiglio. Cambia Verso faccia una scelta di rottura”

“Nel clima di rinnovamento che ha caratterizzato la campagna elettorale di Cambia Verso, e dando seguito ad alcune delle nomine assessoriali (non tutte!) formalizzate dal sindaco Peppe Dimartino, offriamo alla nuova maggioranza la nostra disponibilità a votare un presidente del Consiglio comunale che vanti alcuni pre-requisiti: cioè essere donna; essere anagr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
10

Visitatore Numero
1961301

totale visite
7550584

23-06-2022 11:08 - Cultura & Arte
[]
La tutela della biologia marina, la valorizzazione del pescato e la Legge Salvamare al centro di un interessante confronto promosso dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa all’interno della terza edizione della Settimana dell’Ambiente.

L’importante evento di promozione delle strategie sostenibili legate alla pesca, in un contesto di promozione del mare e delle coste ragusane, si è svolto presso il Museo Civico di Storia Naturale di Comiso.

Il confronto, a cura della Delegazione siciliana dell...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 17:55 - Cultura & Arte
[]
CONCLUSA LA SETTIMA EDIZIONE DI “3DRAMMI3”, IL FESTIVAL IBLEO DELLA TRAGEDIA GRECA. GRANDE CHIUSURA CON LO SPETTACOLO TEATRALE DI MANUEL GILIBERTI “ARIANNA NEL LABIRINTO”.

RAGUSA – Conclusa la settima edizione di “3drammi3 – il festival ibleo della tragedia greca”. Si è respirata un’aria suggestiva e particolare nei giorni scorsi tra le vie di Ragusa Ibla, il barocco ha fatto da culla alla culla stessa della civiltà. Miti e mitologia, drammi e sofferenze, divinità e destini già scritti. Giorni...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:36 - Angolo dell´Arte
[]

Il pittore Fabio Salafia ha donato l’opera intitolata “Al di là del bosco” al Comune di Comiso. Il quadro è stato consegnato al sindaco Maria Rita Schembari dall’artista di Grammichele nell’occasione accompagnato da Salvatore Schembari. Sarà temporaneamente allocato nella stanza del sindaco in attesa di trovare una sede più adeguata, magari in una futura pinacoteca d’arte moderna che contenga le opere di artisti comisani o che con Comiso hanno avuto frequentazioni personali o artistiche.

L’ope...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:50 - Cultura & Arte
[]
Dall’incontro di quattro voci nasce “Risveglio”, edizioni Storie di Libri. Gli scrittori impegnati in questo progetto sono Alessandro Fort, Luigina Parisi, Manuela Moschin e Pasquale Cavalera. Copertina di Pedro Lava. Versione cartacea al prezzo simbolico di € 3,66 al link amzn.to/3Gxaalz (spedizione gratuita con Prime).

Prefazione di Raffaella Scorrano.

Undici storie tracciano il disegno degli Autori: prendere consapevolezza della contingenza esistenziale in cui si è inevitabilmente immersi. S...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 17:08 - Cultura & Arte
[]
L'Ufficio dello Stato Civile di Fiacca, ovvero l'odissea spaziale in un'amministrazione comunale del Val di Noto.

La trama per un romanzo di Camilleri o un film di Ficarra e Picone.

Da buon siciliano sono sempre rimasto entusiasmato, direi affascinato, dall'arguzia letteraria venata da fine intellettualità del maestro Andrea Camilleri e di quella cinematografica di Salvo Ficarra e Valentino Picone, arguzia coniugata con una comicità fondata sul sentire comune della gente e in parte nel confront...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 11:39 - Cultura & Arte
[]
Pubblicata l’antologia dell’artista

Francesco Savatta

“Il Dono dell’Immagine/The Drawing Gift””

Esce oggi in libreria “Il Dono dell’Immagine” – “The Drawing Gift”, la monografia in lingua italiana e inglese delle opere di Francesco Savatta che raccoglie la produzione artistica dell’autore, dagli anni Duemila a oggi, con oltre 130 opere di collezioni private e pubbliche.

Autodidatta, fin da piccolo, Francesco Savatta segue la vocazione per il disegno e la pittura ispirandosi alla tradizione rina...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
20-06-2022 11:59 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]

La granita al limone nel chiosco di Don Firili… in una Sicilia che non c’è più…

Storia, Tradizione e Ricordo di una peculiarità della nostra amata Sicilia “la Granita”

A Granita ro chioschu di Don Firili

Iu nun sacciu se esisti a filicità. Sacciu però ca esisti a granita… No passatu a brioche nun c’era e si mangiava a granita accumpagnata cu n’ filuncinu ri pani… cauru cauru, s’ancuntraunu u fuocu ro pani e a nivi ra muntagna… e accusì a jurnata a cuminciava beni…

«Chi si ricorda più della neve c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie