19 Gennaio 2022

" IL POVERO PESCATORE E IL BARONE CUTRERA CARCADE’ DI SICILIA…" di Salvatore Battaglia

IL RACCONTO DI NONNA GIOVANNA DEL POVERO PESCATORE E IL BARONE CUTRERA CARCADE’ DI SICILIA…

E quannu trovi u curaggiu ri cuntari, a to storia, tuttu cancia. Pirchì no mumentu stissu ca cunti si fa cuntu, u scuru si fa luci e a luci ti mustra na strata. E ora tu u sai, u puostu cauru, u puostu a sud si propiu tu… (E quando trovi il coraggio di raccontarla, la tua storia, tutto cambia. Perché nel momento stesso in cui la vita si fa racconto, il buio si fa luce e la luce ti indica una strada. E adesso lo sai, il posto caldo, il posto al sud sei tu).

Nelle serate d’inverno era di consuetudine che io e mio cugino Salvatore Camillieri andavamo da mia nonna Giovanna a farle un po’ di compagnia e di ricambio lei ci deliziava con i suoi racconti intorno alla conca piena di carbone acceso.

La nonna viveva da sola nel quartiere del Carmine un rione di modeste abitazioni e di umili abitanti, ma la compostezza e la gentilezza distinguevano gli abitanti di quel posto da tutti gli altri quartieri.

L’ospitalità dei Siciliani sin dai tempi più remoti è risaputa e documentata sicuramente da un retaggio culturale risalente alla dominazione greca in Sicilia.

Sappiamo bene che per i Greci “la xenia” (ospitalità in greco antico) era un'azione sacra poiché per loro consisteva nel rispetto reciproco tra ospitante e ospite e nel soddisfare al meglio il proprio ospite (cibarlo, lavarlo e dargli vestiti puliti). Nel momento del "commiato", l’ospitante dava un regalo all'ospite.

Questo perché i Greci credevano che in un qualsiasi ospite, ricco o mendicante, si potesse "nascondere" un dio sotto le spoglie di uomo per attestare l'ospitalità del padrone di casa. Nel caso in cui l’ospite fosse stato trattato male, gli dei si sarebbero accaniti contro la famiglia dell’ospitante.

Ecco in quel rione del Carmine a Ragusa vi era sicuramente l’ultimo retaggio culturale della Grecia antica sull’accoglienza in Sicilia… tutti proprio tutti dimostravano una calorosa accoglienza e una propensione ad aprire la propria dimora a qualsiasi avventore o vicino.

In casa di mia nonna si notava questa propensione all’accoglienza tanto che la porta dell’uscio doveva restare categoricamente socchiusa e dare a chi volesse l’opportunità di entrare senza bussare…

E fu così che anche quel 12 gennaio del 1967 intorno alla conca oltre a me e mio cugino anche altri ragazzini del rione e due amiche della nonna “la Marianna e la Concetta” la nonna Giovanna diede il meglio dei suoi tanti racconti; ci deliziò con il racconto del povero pescatore Alfio e del Barone Cutrera di Carcadè.

Chistu cari miei è u Cuntu delli Cunti stati tutti zitti e nu sciatati forti ca chiddu ca vi cuntu e tuttu veru, putissi u Signuri fammi morriri ora se nun’evveru (Questo cari miei è il racconto dei racconti rimanete in silenzio senza fiatare forte perché quello che vi racconto è tutto vero, potesse il Signore farmi morire se tutto ciò non fosse vero).

Davanti ai nostri sguardi incuriositi la nonna iniziò il racconto… Il mare, quell’anno, non era stato buono: la barca con la quale ogni mattina all’alba il Povero Pescatore Alfio partiva per la pesca era stata sbattuta su uno scoglio durante una tempesta mentre entrava nel piccolo porto. Ed era andata distrutta. L’uomo si era salvato miracolosamente. Ma la sua famigliola temeva la fame dell’inverno.

Sotto le insistenze della moglie, il povero Alfio pensò di affidarsi alla magnanimità del Barone Cutrera di Carcadè, la cui fama di saggezza e generosità valicava i confini del Paese.

Sua eccellenza il barone aveva ascoltato in silenzio il triste racconto e si era impietosito per la sorte dei tre piccoli e della moglie di Alfio, che per ciò che era accaduto non avevano di che mangiare. Alla fine, il barone aveva concesso al Povero Pescatore un prestito avvertendolo: «Tra un anno, quando sbocceranno i fiori della primavera e l’aria sarà dolce di profumi, ti aspetterò nel salone del mio palazzo e mi riporterai il dovuto. Non voglio speculare: mi basta quanto ti ho dato, nessun soldo in più. Ricordati che per me gli impegni sono sacri. Non tollererò ritardi. Voglio la tua parola».

Il Povero Alfio, commosso, si era inchinato e gli aveva dato la sua parola. Poi aveva ringraziato, benedicendolo per la sua bontà.

A primavera, come d’accordo, il Povero Alfio si era ripresentato dal barone Cutrera. Aveva il viso triste e contrito. Con la nuova barca che aveva potuto acquistare grazie ai soldi ricevuti in prestito aveva buttato le reti al largo ogni giorno di buon tempo, ma il destino non era stato favorevole: pochi pesci e troppe giornate di mare agitato gli avevano impedito di prendere il largo. La famiglia del Povero Pescatore aveva potuto sfamarsi, ma i soldi ricavati dalla vendita del pesce non erano stati sufficienti per ricostituire la somma del prestito.

«Sono mortificato, sua eccellenza, ma ciò che posso restituirle è pari solo alla metà di quanto le devo. I Santi e a Bedda Matri (La Madonna bella) e u Signuruzzu (il Signore)non mi hanno aiutato e la sorte mi è stata nemica. Solo su di Lei posso contare e di ciò non finirò mai di ringraziarla. La prego di pazientare. Tutti conosciamo la sua nobiltà d’animo, concedetemi ancora un anno e tornerò con i soldi che le devo e ancora di più».

Il Barone chiamò i suoi uomini più fidati (dei mafiosi al soldo del capo mafia Turiddu Ciolla) per fare uccidere a colpi di lupara il malcapitato pescatore…

«Ti avevo messo in guardia, Pescatore. Non sopporto che mi si manchi di parola. Considero questo un affronto che va lavato col sangue».

Il Povero Alfio chinò il capo.

«Ha ragione, sua eccellenza. La sua ira è giustificata. Ma l’ultima cosa che io vorrei fare è mancarla di rispetto. Nonostante mia moglie ed io abbiamo risparmiato sul nostro cibo, non ce l’ho fatta a raccogliere l’intero debito. Se vuole colpirmi con la lupara, faccia pure. Ma attenda che l’ira sia svanita. Anch’io da giovane imparai l’arte delle armi da fuoco e ricordo l’insegnamento del mio maestro: mai usare il fucile sotto l’effetto dell’ira.»

Il Barone fissò in viso intensamente il Povero Pescatore per oltre un minuto. Il Povero Pescatore non abbassò gli occhi. Il silenzio, nel salone, sembrava interminabile.

Quindi il Barone Cutrera ordinò ai due “Picciotti) (giovani mafiosi) di lasciare cadere a terra la lupara passandosi una mano sulla fronte, come per scacciare definitivamente l’ultimo cattivo pensiero.

«Aveva ragione il tuo maestro, Pescatore. Anch’io ho ricevuto un simile insegnamento. Ma come vedi me ne stavo dimenticando. Forse non sono così saggio come dicono. E ho avuto bisogno che tu mi ricordassi il comportamento giusto. D’accordo. Ti darò l’anno che mi chiedi. Però ricorda che non ammetto altre eccezioni. Se non mi salderai il debito, userò la lupara».

Il Povero Pescatore, rinfrancato per la proroga, riprese la strada del ritorno.

Un mese dopo il Barone Cutrera partì per un lungo viaggio e lasciò a casa la moglie e la madre.

Rientrò in città dopo una settimana, a tarda notte. Scivolò dentro il palazzo in silenzio, per non svegliare moglie e madre. Salì le scale del primo piano in punta di piedi. Si infilò nella camera da letto senza sollevare il minimo rumore. Tutto era avvolto nell’oscurità. Solo una falce di luna, attraverso la finestra, mandava un chiarore argenteo, che colpiva il letto matrimoniale.

Fu allora che il Cutrera vide.

Non credette ai suoi occhi, cercò di aguzzare la vista. Ma non vi erano possibili dubbi: nel letto, oltre alla moglie, dormiva un uomo. Con abiti eleganti degni di un Barone come Lui.

Fu assalito dalla gelosia, il sangue gli salì alla testa, prese subito la lupara appoggiata vicino al letto matrimoniale, la caricò trattenendo il fiato, si avvicinò al letto. Stava per premere il grilletto sui due corpi, della moglie e dell’uomo.

Poi, ricordò le parole di Alfio il Pescatore: «Mai colpire sotto l’effetto dell’ira».

Si trattenne. Inspirò ed espirò profondamente più volte. Raggiunse la calma. Allora, deliberatamente, batté i piedi sul pavimento, producendo un forte tramestio. Di colpo, i due corpi sul letto si mossero. La moglie e l’uomo, spaventati, si svegliarono: urlando e tremando. Il Barone, sempre con la lupara carica ma abbassata, si rivolse all’uomo, intimandogli di presentarsi.

L’uomo si tolse i vestiti da gentiluomo simile in tutto ad un Barone: era sua madre… Donna Filumena Martorana baronessa di Recalmuto.

Le due donne riconobbero il marito e il figlio e si strinsero felici. «Che significa tutto questo?», chiese stupito il Cutrera. «Stavo per uccidervi…»

La moglie saltò fuori dal letto e si buttò tra le braccia del marito.

Avevamo paura dei Briganti, spiegò. «Così ho chiesto a tua madre di venire a letto con me e di indossare il tuo vestito da Barone. Se fossero venuti, avrebbero creduto che fossi tu in casa e non avrebbero osato assalirci.»

Passò l’anno, giunse la primavera con i mandorli in fiori e i dolci profumi, e il Povero Pescatore si presentò al Barone.

Era raggiante. «La fortuna mi ha benedetto, sua eccellenza. Ho avuto un’ottima annata, il mare è stato finalmente generoso e ho venduto cassette e cassette di pesce di tutti i tipi e di tutte le taglie. Debbo ringraziare tutti i Santi a Bedda Matri e o Signuruzzu, ma anche Lei, che mi ha aiutato nel momento del bisogno. Ecco, questi sono i soldi che le devo, e questi sono i soldi in più che voglio darle come segno di gratitudine.»

Il Barone sorrise e accennò un inchino.

Il Povero Pescatore trasecolò: un inchino a lui da un Barone?

«Tieni pure i tuoi soldi» lo rassicurò il Cutrera.

Il Povero Pescatore non capiva.

«Ma il prestito?».

«Non mi devi nulla. Sono io che ti ringrazio. Tu mi hai già ripagato».

Il Povero Pescatore era sconcertato: «Mi dica in che modo l’avrei già ripagato? E quando?»

Il Barone si avvicinò e gli mise una mano sulla spalla, in segno di affetto: «Una notte. Di qualche anno fa…»

La Nonna Giovanna finì il suo racconto suscitando in noi un corale sospiro di meraviglia per il lieto fine.

Dopo averci congedato la nonna disse: “E nun finisci ca… a prossima vota cuntinua!” E non termina qua il racconto… alla prossima volta il seguito.

Qualunque vicenda storica, anche quella raccontataci oralmente dai nonni, rivaluta le tradizioni e mette in luce la spontaneità dei detti popolari. Ascoltare le filastrocche e i detti popolari dei nonni, è un modo piacevole per raccogliere preziosi consigli attraverso il passato.

Salvatore Battaglia

Presidente Accademia delle Prefi


Nele foto la famiglia del barone Cutrera, la mamma del barone e il palazzo del barone
studies coordinated by federal techncians




ISCRIZIONI APERTE PER CORSI CON ISTRUTTORI FEDERALI
Notizie Flash
RAGUSA - RINNOVO LICENZA NCC E TAXI 2022
VITTORIA - ARRESTATI DUE SOGGETTI PER RESISTENZA
RAGUSA - ANNULLATA LA " MARATONA CITTA' DI RAGUSA "
PALERMO - INCONTRO DEGLI ALLEVATORI IBLEI CON MUSUMECI
MODICA - CONSIGLIO COMUNALE DEL 18 GENNAIO
VITTORIA - CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE
PALERMO - SOLO ORA, SECONDO L'ON. DIPASQUALE, MUSUMECI CERCA IL MINISTRO DELL' AGRICOLTURA
MODICA - IL 21 E IL 22 SEMINARIO PER ASSISTENTI SOCIALI
RAGUSA- RIMOSSA LA RETE DEL PORTICATO AL CCC
ROMA - INTERROGAZIONE DELL'ON. ROSSELLA MURONI SUGLI SVERSAMENTI A MONCILLE'
RAGUSA - CALENDARIO ESAMI SCORTA TECNICA COMPETIZIONI CICLISTICHE
19-01-2022 18:03 - Attualità
[]
Intervento di laringectomia totale per un tumore maligno della laringe

nel reparto di otorino dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa

Una storia di buona sanità

Ragusa, 19 gennaio 2021 – All’ospedale “Giovanni Paolo II” - Ragusa, nei giorni scorsi, è stato eseguito, per la prima volta in un ospedale dell’ASP ragusana, un intervento di laringectomia totale per un tumore maligno della laringe in un paziente con gravissima difficoltà respiratoria e disfagia.

L'operazione chirurgica è stata e...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-01-2022 17:29 - Politica
[]
DESIGNATO IL PRIMO ASSESSORE DELLA GIUNTA FRASCA.

E’ TONINO CONVERSO!

RIVOLUZIONE CIVICA ha designato il primo dei 5 assessori della futura giunta di governo Frasca: Antonino Converso. La scelta, condivisa dal gruppo, continua a tracciare la strada del cambiamento inarrestabile.

Mentre si consumano beghe di palazzo e operazioni di riciclaggio politico, e vanno avanti le trattative per cercare sindaci a tutti i costi, facendo sintesi anche se la sintesi non esiste, la città si intristisce sempre...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
19-01-2022 12:09 - Attualità
[]
Il Cavaliere Berlusconi al Quirinale… mercato vergognoso, compravendita imbarazzante.

Silvio Berlusconi punta al Colle e per essere eletto Presidente della Repubblica avrebbe sfoderato il Vittorio Sgarbi come centralinista d'eccezione.

Una vittoria, Silvio Berlusconi, l’ha già ottenuta: non c’è infatti un altro candidato così magneticamente chiacchierato in vista delle imminenti elezioni a Presidente della Repubblica del post Mattarella. Un’ipotesi così folle, per molti, che rischia di sfuggire...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2022 18:32 - Attualità
[]

Vigili e sicurezza urbana. Le riflessioni del Sindaco Aiello

Vi sottoponiamo alcune riflessioni in merito alla sicurezza urbana da parte del primo cittadino Francesco Aiello.

“Il Sindaco di Milano Sala ha chiesto al Governo nazionale l’autorizzazione ad assumere 500 Vigili Urbani per fare fronte all’emergenza sicurezza che si presenta in quasi tutte le Città italiane. E Vittoria di quanti ne avrebbe di bisogno?
Non bastano le violenze inferte alla città e al vivere civile, da parte di bulli, pic...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2022 17:33 - Politica
[]
Fratelli d’Italia in giunta a Santa Croce Camerina, la Lega abbandona il tavolo provinciale

“La nomina dell’assessore Paolo Ferrara in quota Fratelli d’Italia, sancisce una fuga in avanti, oltre che dalle responsabilità, del partito della Meloni, con un evidente riflesso sulle dinamiche del centrodestra a livello locale. Ne prendiamo atto e consideriamo conclusa qualsiasi concertazione per la condivisione del prossimo candidato sindaco di Santa Croce Camerina”. Lo dice in una nota il coordinat...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2022 11:07 - Sport
[]
Ragusa, 18 gennaio 2022

OCCHIPINTI VINCE L’ULTIMA PROVA DEL MEDITERRANEO CROSS

A TORRE DEL GRECO. MA IL SUCCESSO NEL CIRCUITO U23 VIENE ATTRIBUITO ALLA SECONDA PER UN CAVILLO DEL REGOLAMENTO

E’ arrivata un’altra vittoria fra le Under 23 per Federica Occhipinti, portacolori dell’Abiomed Bike & Co. Ragusa. A Torre del Greco, nell'ultima prova del Mediterraneo Cross, domenica scorsa, la ragusana ha dimostrato di avere davvero la marcia giusta per potere crescere sempre di più, dando filo da torcer...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2022 10:19 - Economia
[]
Sono già oltre 200 i candidati al progetto “Campus Sicilia” di Autogrill


Palermo, 17 gennaio 2022 – Nel fine settimana, quindi prima dell’inizio del tour del Camper Autogrill, già oltre 200 giovani siciliani si sono candidati al progetto “Campus Sicilia” con cui Autogrill offre gratuitamente un percorso formativo teorico-pratico a cui far seguire prima un contratto a tempo determinato di sei mesi nei punti vendita sul territorio nazionale per conoscere l’azienda e poi – per un numero seleziona...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-01-2022 17:59 - Economia
[]
Il GAL Terra Barocca punta verso una strategia di turismo sostenibile: grande partecipazione ed interesse per il primo stakeholder working group del progetto INCIRCLE

Rafforzare la strategia turistica del territorio del GAL Terra Barocca in un’ottica di circolarità e sostenibilità e attraverso il coinvolgimento diretto degli operatori. E’ l’obiettivo che il gruppo di azione locale si è dato attraverso l’adesione al progetto INCIRCLE di cui si è svolto, attraverso la modalità online, il primo ...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-01-2022 12:21 - Attualità
[]

Ha aperto il 2 dicembre scorso a Vittoria (Rg) Colonna, il ristorante di Angelo Di Stefano.

Dopo essere stato in giro per l’Italia negli ultimi anni, nel 2017, infatti Angelo, ex proprietario assieme a Ciccio Sultano, del Ristorante Duomo, due stelle Michelin, di Ragusa, si è trasferito a Milano, dove ha collaborato con Andrea Ribaldone, lo chef stellato che ha guidato per tutto il periodo di Expo Milano il ristorante Identità Expo San Pellegrino di Identità Golose, tramite cui sono nati dive...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2022 11:49 - Attualità
[]
Nuovo Allarme per la Peste suina: divieto di trekking, mountain bike, pesca e altre attività in 114 Comuni

Tra Piemonte e Liguria ci sono cinghiali infetti. Il governo prova a correre ai ripari con una ordinanza che vieta diversi tipi di attività (anche sportive)

Trekking, mountain bike, raccolta di funghi e tartufi, pesca, caccia e tutte le attività che potrebbero far interagire direttamente o indirettamente con cinghiali infettati da peste suina africana sono vietate in una zona circoscritta ...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2022 11:40 - Politica
[]
Vittoria, 16 gennaio 2022

Ennesimo incidente ieri sulla Vittoria-Gela, all’altezza dell’incrocio per Acate. Il tratto di strada, da sempre pericoloso, è diventato ancora più rischioso da quando il semaforo non funziona più. A denunciarlo è il presidente del Movimento Ami-Autonomia Moderata Iblea, Marco Piccitto che si chiede: “dov’è l’Amministrazione Comunale? Il sindaco e gli assessori competenti non possono pensare di alleggerirsi la coscienza semplicemente mettendo cartelli che avvisano de...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2022 11:31 - Attualità
[]
SCICLI: CERIMONIA DI PREMIAZIONE PER LA FINALE DEL TORNEO SOCIALE DI NATALE ORGANIZZATO DALL'ASD TENNIS CLUB SCICLI

La soddisfazione dell'Assessore allo Sport Guglielmo Scimonello che elogia la bella iniziativa e si complimenta con gli organizzatori ed i vincitori del torneo.

Sabato 15 gennaio 2022, alle ore 16.00, con la finale maschile si è concluso il torneo sociale di Natale, organizzato dall'Associazione sportiva "Tennis Club Scicli" senza fini di lucro. L'ASD Tennis Club Scicli del presid...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 12:27 - Attualità
[]
Presentato ufficialmente alla città, sabato 15 gennaio 2022, il nuovo Comandante di Polizia Locale, l’avv. Marco Comitini. “ I migliori auguri per un percoso condiviso e in armomia”. Dichiarazioni del Sindaco, Maria Rita Schembari, e dell’assessore alla Polizia Locale, Dante Di Trapani.

Selezionato tamite bando pubblico e già operativo da dicembre 2021, è stato presentato ufficialmente alla città, Marco Comitini, nuovo Comandante della Polizia Locale di Comiso. Comitini, avvocato dal 2012 sost...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 11:24 - Politica
[]
SEMPRE PIU’ BUCHE LUNGO LE STRADE CITTADINE DI VITTORIA, IL CONSIGLIERE SCUDERI PRESENTA UN’INTERROGAZIONE: “COME INTENDE MUOVERSI L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER VENIRE A CAPO DI TUTTE LE ANOMALIE ESISTENTI?”

“Chiediamo di sapere se sia stata disposta un’ispezione e una verifica da parte dei tecnici e dirigenti del Comune sullo stato attuale delle strade cittadine, in particolar modo di quelle periferiche, delle zone a rischio frana, del cento storico, di quelle a ridosso della valle dell’Ippa...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
[]
14-01-2022 17:13 - Attualità
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2022 16:39 - Attualità
[]
Record di donazioni in provincia di Ragusa nel 2021:

donate 43.478 unità di sangue e di emocomponenti

Ragusa, 14 gennaio 2022 - La raccolta sangue e degli emocomponenti in provincia di Ragusa non rallenta, nonostante sia stato un anno così particolare, con le tante difficoltà e costrizioni che questa pandemia ci sta riservando. Anzi fa registrare un aumento dell’8% rispetto all’anno scorso.

Sono state 43.478 le donazioni eseguite in provincia, 29.295 di sangue intero (67%), 14.183 (33%) di af...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
Categorie
Utenti Online
6

Visitatore Numero
1851553

totale visite
6960746

ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
19-01-2022 17:41 - Attualità
[]
L’importanza del saper fare scoprire la natura ai bambini

Stiamo attraversando da circa due anni questa pandemia che ci sta precludendo di svolgere le azioni più ovvie che mai avremmo pensato di non poter svolgere. In questo caso voglio soffermarmi sui bambini, in particolare quelli che stanno frequentando l'asilo, in particolare il nido. Per questi bambini è del tutto normale vedere una persona con la mascherina, stare "chiusi " in casa e tante altre restrizioni, in quanto sin da quando hanno...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
18-01-2022 11:00 - Eventi
[]
Ragusa, 18 gennaio 2022

ALICE CANTA BATTIATO, GRANDE EVENTO IL 22 APRILE AL DUEMILA DI RAGUSA

PROMOSSO DA MARCELLO CANNIZZO AGENCY E FILIPPO ANGELICA EDITORE

Arriva anche a Ragusa un concerto speciale, un evento unico pensato solo per alcuni teatri. Un appuntamento che andrà a celebrare questo tour cominciato l’anno scorso e che ha consacrato Alice come l’unica grande interprete della musica e delle parole di Battiato. Alice riesce ad omaggiare l’artista siciliano con autenticità ed eleganza, si...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
18-01-2022 10:46 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]
UN RICORDO… UNA NOTTE AL CHIARORE DELLA LUNA IN SICILIA NEI PRESSI DEL FEUDO DELLA BARONESSA AREZZO…

N’JORNU MO NANNU MI VARDAU - E TUTTO SERIU MI CUNTAU UN CUNTU CA TUTTU U SCANTU CA A VIA SINIU RI UNNI A VIA VINUTU – MA NANNU ERA ‘N CRISTIANU TANTU SPERTU CA CUNTINUAU A PARRARI A CORI APERTU - SPIRANNU CA I MALI PINSERI SI PUTIANU ALLUNTANARI E MI RAPISSURU U CIRVIEDDU PI LI COSI RIALI …

Quando mi hanno detto che sarei diventato padre, non trovai altro da fare che pensare a mio padre. E mi g...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
17-01-2022 12:39 - Cultura & Arte
[]
Il tuo, il mio, il nostro.

Non capire la cultura è, in primo luogo, non riconoscerla, e il primo motivo è la mancanza di disponibilità nei suoi confronti. L'unico caso degno di rispetto, di legittimo motivo, è sapere di che cosa si parla. Non dico di conoscere in profondità, dico di sapere, minimamente, di che cosa si parla. Qualcosa di simile accade con la politica. Alcuni pensano che sia un'antichità parlare dei movimenti di sinistra senza accorgersi che gli opposti si annullano. Se uno non ...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
16-01-2022 12:11 - Cultura & Arte
[]
IL GRANDE MICHELE PLACIDO IN SCENA AL TEATRO GARIBALDI DI MODICA CON LA COMMEDIA “LA BOTTEGA DEL CAFFE'”. APPUNTAMENTO IL 18 E 19 GENNAIO

MODICA (RG) – La ricca stagione di prosa del Teatro Garibaldi di Modica continua con appuntamenti imperdibili. È la volta de “La bottega del caffè”, capolavoro di Carlo Goldoni, che appartiene alle “sedici commedie nuove” composte dall’autore nel 1750. Un cast eccezionale sarà in scena martedì 18 e mercoledì 19 gennaio alle ore 21, capitanato dal grande Mich...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 16:46 - Angolo dell´Arte
[]
Mistretta nel cuore di Fiumara d’Arte

𝗚𝘂𝘀𝘁𝗮𝗿𝗲 𝗦𝗶𝗰𝗶𝗹𝗶𝗮 (Antenna Sicilia): Antonio Presti racconta la sua Fiumara d’Arte e la Valle delle cascate di Mistretta (Messina)

La nuova serie di Gustare Sicilia, andata in onda per una settimana 𝘀𝘂 𝗔𝗻𝘁𝗲𝗻𝗻𝗮 𝗦𝗶𝗰𝗶𝗹𝗶𝗮, condotta da 𝗗𝗶𝗲𝗴𝗼 𝗖𝗮𝗹𝘁𝗮𝗯𝗶𝗮𝗻𝗼 e con la regia di Alessio Armiento (𝗰𝗮𝗻𝗮𝗹𝗲 𝟭𝟬 𝗱𝗲𝗹 𝘁𝗲𝗹𝗲𝗰𝗼𝗺𝗮𝗻𝗱𝗼), ha fatto tappa a 𝗙𝗶𝘂𝗺𝗮𝗿𝗮 𝗱’𝗔𝗿𝘁𝗲 (Valle dei Nebrodi), un museo a cielo aperto voluto dall’artista e mecenate Antonio Presti che si estende dalla costa a...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 16:11 - Attualità
[]
Tutti parlano di scuola: politici, genitori, giornalisti, qualche preside, tranne gli insegnanti, categoria a cui hanno messo un bavaglio molto stretto da alcuni anni. Se paragoniamo la scuola ad un moderno edificio, gli insegnanti sono le colonne portanti, tutto è sostenuto da queste colonne, se solo una dovesse venire meno tutto l’edificio imploderebbe su se stesso. Mi piacerebbe sapere quanti giorni hanno passato nelle scuole, durante la pandemia, ministri, politici, genitori, probabilm...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 11:10 - Cultura & Arte
[]
Riflessione: l’importanza dell’amore e l’annullamento dei pregiudizi

Recentemente su prime video ho visto il film "Come un gatto in tangenziale".

Gli attori sono superlativi, credo che Paola Cortellesi e Antonio Albanese siano gli attori di oggi più bravi del cinema italiano.

Ma su questo mio scritto voglio soffermarmi sull'ampio messaggio che trasmette il film.

La figlia del protagonista (Giovanni) Agnese si innamora di Alessio il quale proviene da Bastogi, un quartiere della periferia di Roma. ...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
15-01-2022 11:34 - Cultura & Arte
[]
SINERGITALY PRESENTA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI “UN’ARMA NEL CUORE”, SUCCESSO DELL’AUTORE JANNONE

Grande apprezzamento per la presentazione del romanzo autobiografico “Un'arma nel cuore" di Angelo Jannone, Gambini editore.

L'incontro si è svolto nella sala stampa di Montecitorio mercoledi 12 gennaio su iniziativa dell’On. Antonio Tasso e ha aperto la strada a molteplici riflessioni.

L’Autore, ex colonnello del ROS ed oggi affermato manager e professionista, in oltre quattrocento pagine, attraver...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
14-01-2022 12:31 - Cultura & Arte
[]
Giovanni Leon Dall’O’ , compositore, arrangiatore e musicista ragusano, lavora ai nuovi progetti. C’è anche Shine-Library.com, piattaforma e-commerce per vendere licenze di sincronizzazione di brani esclusivi

RAGUSA. Una piattaforma e-commerce per vendere licenze di sincronizzazione di brani esclusivi, utili a registi, sviluppatori di videogame, e quanti hanno bisogno di musica da sincronizzare come colonna sonora nei propri progetti. È Shine-Library.com, un progetto tutto ragusano che vede ai...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
13-01-2022 16:29 - Cultura & Arte
[]
Nasce a Modica la Società Modicana per la Storia Patria Un dovere morale per quella che fu la Capitale della Contea.
Finalmente si realizza, in quella che fu la Capitale amministrativa, dal 1296 al 1816, di un feudo sui generis (Regnum in Regno), la Contea di Modica, la costituzione della Società Modicana per la Storia Patria. Il desiderio di tanti cittadini modicani e non, grazie a un gruppo di studiosi, storici e anche semplici appassionati della ricerca di archivio, o della divulgazione de...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
09-01-2022 12:50 - Cultura & Arte
[]
Già in libreria o su Amazon l'opera di Emilio Tringali " Sbirromafia: la mafia delle mafie". Tringali (vittoriese, scrittore, vignettista e impegnato nella società) ricostruisce un percorso, che tocca anche la provincia iblea e il territorio ipparino, partendo dal misterioso omicidio del gelese Daniele Emanuello, avvenuto in provincia di Enna, per arrivare al sistema " Montante " e al problema dei rifiuti, o, meglio, al business dei rifiuti, cosa che interessa anche il territorio tra Comiso e...
icona per inviare a un amico [icona per stampare] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]

invia ad un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie