16 Agosto 2022
Categorie

L'ANALISI - " PARLIAMO DI TASSE " a cura di Antonio Paludi

PARLIAMO DI TASSE

Le tasse sono un dovere a cui deve adempiere ogni cittadino che vive in un’organizzazione sociale. Senza tasse, in uno Stato democratica, non si potrebbero garantire servizi fondamentali per il benessere dei cittadini: scuola, sanita, previdenza, sicurezza, mobilità, ma anche opere pubbliche essenziali per far navigare l’economia a vele gonfie nel mondo. Le tasse sono il tesoretto, che si rinnova ogni anno, da cui si preleva per rispondere ai bisogni della gente. La formazione di questo tesoretto è regolata dal criterio della progressività, così come recita l’art. 53 della costituzione: “Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività”. Ipotizzando 100 la quota di tasse raccolta dallo Stato in un anno, mi piacerebbe conoscere quanta parte di questa quota è raccolta applicando il criterio della progressività e quanta il “criterio della parità”, cioè dell’ingiustizia. Chi ha studiato un po’ di storia sa che i governanti, d’ogni epoca, hanno sempre spalmato le tasse in modo che fossero sempre leggere per i ricchi e pesanti per i poveri. Se l’Italia ha visto tanta emigrazione, specialmente dalla fine del XIX secolo, vuol dire che i governanti non hanno voluto sanare questa ingiustizia, questa piaga che, secondo il sottoscritto, ancora dura oggi, nonostante i “paroloni” che i politici sciorinano giornalmente per le televisioni.

Mettere le mani in tasca dei cittadini oltre il dovuto è sempre stato lo sport preferito da chi ha avuto in mano le leve del potere. I deboli non hanno giornali, non hanno televisioni, non hanno giornalisti di parte, non hanno cavalier serventi messi nei posti giusti a difesa. Andare a fare la spesa al mercato (IVA), andare a fare benzina, pagare il gas, la luce, il telefono, la tassa sulla casa (seconda), la TARI e tante altre che adesso dimentico è diventato un vero e proprio salasso. Come ho detto sopra le tasse sono un sacrosanto dovere per tutti i cittadini, ma penso che nella riscossione bisogna usare anche il criterio del “buonsenso”, voglio dire che per pagare una tassa lo Stato deve creare le condizioni affinché il cittadino passa rispondere al suo dovere, ad esempio creando lavoro e garantendo un’adeguata retribuzione ai prestatori d’opera. Invece sappiamo quanto lavoro nero, quanto lavoro sottopagato, quanto lavoro mal retribuito c’è in giro per le campagne, per i cantieri, per le piccole fabbriche, se non disoccupazione. Questi lavoratori sono dei fantasmi costretti ad accettare queste condizioni estreme perché devono in qualche modo anche sopravvivere, devono in qualche modo poter mantenere moglie e figli.

In questo inizio di terzo millennio la forbice fra salari e tasse si è talmente allargata che non solo è stato calpestato il criterio della “progressività”, ma è successo che gli italiani per pagare tutte le imposte; Statali, regionali, provinciali (ex) e comunali, hanno dovuto ricorrere ai propri risparmi, se non indebitarsi. Così mentre gli onesti, che sono la stragrande maggioranza degli italiani, sono stati schiacciati dal prelievo fiscale, una fetta di disonesti, al contrario, in questi anni non solo si è sottratta al suo dovere fiscale, ma è stata, in vari modi premiata dallo stato con condoni vari, attenzione che le Autorità non hanno mai usata con chi le tasse le ha sempre pagate. Nel nostro Paese lo stato ha sempre avuto un occhio di riguardo con chi ha valicato il confine della legge, non devo ricordare a voi lettori tutti i provvedimenti presi dallo Stato per premiare questi malfattori, per gli onesti solo le briciolette.

Chi governa dimostra sempre una doppia natura, la prima è quella della campagna elettorale, una natura cinica, immorale, fatta di promesse che non verranno quasi mai mantenute, la seconda è quella della politica, di chi col voto e col consenso ottenuto ha saltato il fosso e si sente un eletto fra gli dei. Questi ultimi improvvisamente dimenticano le condizioni del Paese: le differenze economiche fra i territori, le diversità nei salari, le condizioni di povertà di molti cittadini e quando devono decidere per una tassa immaginano un Paese di benestanti.

Dicembre è il mese dell’IMU, ma i cittadini sono chiamati a pagare anche la TARI ed altre imposte, sono tasse che per il loro peso falcidiano stipendio e tredicesime, naturalmente qualcuno poi si lamenterà della diminuzione dei consumi. Questo governo in carica con un presidente del consiglio non eletto dai cittadini (come lo era Monti) sta lavorando per riformare il catasto, ricordo Il costo, in sacrifici, delle riforme fatte dall’altro Presidente non eletto, tanto per fare un nome: riforma Fornero. Vediamo questa volta chi andrà a piangere in televisione.

Antonio Paludi




Notizie Flash
RAGUSA - IL SINDACO SUL MANCATO RICONOSCIMENTO DI " SPIGHE VERDI 2022 "
RAGUSA - PER LA CGIL INACCETTABILE IL CONTRATTO AIAS
ISPICA - VERTENZA DEL PERSONALE COMUNALE: COMUNICATO DELLA CGIL.
MODICA - CONTROLLO CICLOMOTORI E INQUINAMENTO ACUSTICO
RAGUSA - " RAGUSA AL CENTRO " E L'APERTURA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO
RAGUSA - CONTROLLI INTERFORZE IN CENTRO STORICO
NOTO - CANTINA MARILINA CONTRO I MEGA FOTOVOLTAICI
16-08-2022 16:36 - Economia
[]
Finanziati dalla Regione Siciliana la realizzazione della Chiesa Maria Regina di contrada Cisternazzi a Ragusa e il restauro dell'organo a canne Serassi-Tamburini della Cattedrale San Giovanni Battista di Ragusa.

È giunto a conclusione l'iter di finanziamento per la realizzazione della Chiesa Maria Regina in contrada Cisternazzi a Ragusa per un ammontare di € 4.297.052,19, mettendo così un punto fermo ad una delle più considerevoli incompiute del territorio ibleo, al quale si somma il finanzia...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
14-08-2022 18:11 - Attualità
[]
Estate 2022: Tutti schiavi del telefono in vacanza? Ecco come liberarsene…

Liberarsi dalla schiavitù del telefonino, almeno in vacanza e con piccole regole quotidiane, si può. Anzi, può essere lo stimolo per riscoprire i vantaggi di un minor attaccamento alla tecnologia e riportare qualche sana abitudine anche al rientro dalle ferie. A suggerire alcuni consigli utili sono molti psichiatri, che invitano a non sottovalutare le spie di una dipendenza che facilmente può trasformarsi in "patologia ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
16-08-2022 17:03 - Angolo dell´Arte
[]
Vittoria, 16 agosto 2022

La Corte del Vespro, successo della mostra di Toni Campo. Un cenacolo d’arte e di cultura allestito da Francesco Palazzolo

Quadri giganteschi installati negli spazi di un grande edificio rurale. Tra i muri in pietra di fine 800, nel cortile arabo, nell’antica carretteria, nella grande cisterna per la raccolta delle acque scavata nella roccia.

Le opere fotografiche di Toni Campo, con la forza della loro azione scenica, hanno trovato posto nella mostra de “La Corte del Ves...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
13-08-2022 17:57 - Politica
[]
La maggioranza di destra approva a Comiso il suo quarto bilancio. Uno strumento che al solito, tra entrate “ottimistiche” e spese “sottodimensionate”, evidenzia assenza di programmazione, conti fuori controllo e un’allegra corsa verso la paralisi finanziaria.COMISO -

In anticipo sul cronico ritardo nell’approvazione degli strumenti finanziari, la maggioranza di destra ha approvato giovedì sera il suo quarto bilancio di previsione, incurante di un parere negativo dei revisori dei conti che in ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
13-08-2022 17:45 - Politica
[]
Otto Consiglieri Comunali a giudizio a Vittoria, l'opinione di Piero Gurrieri

Si rimette la nota di Piero Gurrieri, avvocato e direttore del Quotidiano "Reti di Giustizia" a proposito del rinvio a giudizio di 8 Consiglieri Comunali a Vittoria.

"Otto Consiglieri del Comune di Vittoria sono stati rinviati a giudizio per falso ideologico. Secondo il procuratore, attestarono l'inesistenza di debiti con il Comune, mentre quei debiti, pur se di piccola entità o in corso di rateizzazione, li avevano....
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
04-08-2022 17:18 - Economia
[]
Dipasquale (PD): “Grazie ad un emendamento, saranno erogate le pensioni integrative agli ex dipendenti ASI”

Grazie ad un emendamento sostenuto dal sottoscritto, dall’on.le Cafeo e dall’on.le Foti, saranno erogate le pensioni integrative ai lavoratori ex ASI.

Una questione che si è trascinata per tutte la legislatura, una evidente ingiustizia a carico di questi lavoratori, per la quale, spesso avevamo tentato di intervenire anche come partito.

Nelle more di una soluzione del caso, i lavoratori ex...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
11

Visitatore Numero
1983917

totale visite
7718558

15-08-2022 11:37 - Eventi
[]
L’ACCADEMIA DELLE PREFI PREMIA GLI ARTISTI NUNZIELLA LA COGNATA E SILVANA FEDERICO MARTEDI 16 AGOSTO

Ragusa – Esposizione temporanea d’arte presso il Vicolo Morelli a Ragusa Ibla “Luoghi e Istanti – Frammenti di Sicilia”.

Il paesaggio e l’uomo: questo è il binomio che caratterizza il mondo della Sicilia sud-orientale, dove la campagna arida dell’estate si mescola con il sudore atavico dei propri abitanti, dove le colline pietrose si adagiano sulle sabbiose spiagge della costa mediterranea. Nunz...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
13-08-2022 16:49 - Cultura & Arte
[]
L'inglese è sicuramente una delle lingue più parlate al mondo: oltre trecento milioni di persone la parlano come lingua madre e ancor di più la parlano, più o meno bene, come seconda lingua.
L'italinglish, invece, è uno strano idioma, imparato da noi italiani fra i banchi di scuola, liberamente e vagamente ispirato all'inglese, ma fortemente contaminato dalle strutture fonetiche della nostra lingua madre.
Muovendomi fra paradossi ed equivoci linguistici, senza mai prendermi troppo sul serio, ho...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
30-07-2022 12:52 - Angolo dell´Arte
[]
“Gli artisti incontrano la storia e la magia nel castello di Cefalà Diana”

16 agosto 2022

Inaugurazione

2ª Collettiva internazionale d’arte

Dopo cinque anni tornano al Castello di Cefalà Diana oltre 60 artisti provenienti da Malta, Ungheria, Russia, Danimarca, Germania, Bosnia Erzegovina ed Italia per la seconda collettiva internazionale d’arte denominata “Gli artisti incontrano la storia e la magia del Castello di Cefalà Diana” con la relativa inaugurazione prevista martedì 16 agosto alle ore 18...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
27-07-2022 15:59 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]
Sabbinìrica: una parola siciliana che ti faceva sentire odore di casa

Oggi riscopriamo un Saluto Antico...

Il Saluto Antico è "Sabbenerica a Vossia"; un saluto utilizzato sino agli anni '50-'60 dai Nostri Antenati Siciliani (Nonni, Bisnonni ecc.…). Questo Saluto si usava in tutti i momenti della giornata, specialmente la mattina o quando ci si incontrava per strada; esso esprimeva una forma di Benedizione.

A questo Saluto si rispondeva solitamente con: “Santu e Riccu !” (traduzione: “Che tu sia ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie