27 Giugno 2022
Categorie

"L'ASCESA FARLOCCA DEI CASER, ALIAS GRIMALDI, A MODICA " di Carmelo Cataldi

L'ascesa farlocca, in alcune prove di nobiltà farlocca, dei Caser alias Grimaldi, nel 500 e 600 a Modica.

“Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità!”, (non è una frase di Goebbels).

Come ormai è stato accertato documentalmente in Spagna, poiché a Modica non è stato possibile e non lo sarà mai, come è avvenuto per l'omicidio del figlio di donna Eleonora Mirabella, ucciso da Giuseppe Caser alias Grimaldi, nei primi anni del 1580, perchè mancano i documenti della Segreteria di Giustizia della Contea, guarda caso dal 1560 circa al 1634, ma esistono a Madrid, la famiglia Grimaldi di Modica, ossia Caser, arriva dalla Spagna e non da Genova, attraverso l'impostura di Agostino Caser alias Grimaldi.

Tutta la famiglia si sforzò di nascondere queste origini ordinarie, tentando e riuscendo di elevarsi prima patrimonialmente, e Agostino Caser ci riuscì benissimo dopo aver per 30 anni ben “amministrato” le casse della Contea di Modica dal 1564 al 1596, e poi socialmente, acquisendo per i propri rampolli titoli cavallereschi “nobilitanti”, anche se gli stessi prevedevano a priori la nobiltà.

Chi iniziò questo tipo di operazione fu proprio il “patron” dei Caser, il primo farlocco Grimaldi di Medina del Campo, proprio Agostino, che volle per suo figlio Giuseppe il titolo di Cavaliere di Nostra Signora di Montesa, titolo che in quel periodo travagliato per l'Ordine era il più abbordabile per chi non si trovava in buone acque.

Teoricamente Giuseppe Caser, alias Grimaldi, non sarebbe potuto essere ammesso nell'Ordine di Nostra Signora di Montesa, perchè pochi anni prima era stato condannato per l'omicidio a Modica del figlio di donna Eleonora Mirabella, in quanto l'ammissione all'Ordine prevedeva un'incensuratezza e a maggior ragione un'estraneità a delitti di tale gravita': Giuseppe, chissà come mai, non ebbe questo tipo di domanda a cui rispondere o quanto menò glissò la stessa nella presentazione del suo CV all'Ordine. Diversamente, forse per pareggiare questa omissione, non omise di indicare le esatte generalità dei propri nonni paterni, ossia Francesco Caser e Francesca de la Pe(g)na di Medina del Campo in Spagna.

E' importante questo passaggio perchè anche Agostino, il più noto ed “eroico” cavaliere “di Malta” (effettivamente è il padre Giovanni, figlio di Giuseppe, in quanto lui aveva appena 5 anni alla presentazione del memoriale) farà cenno degli avi Francesco e Francesc genitori del bisnonno Agostino, indicandoli però di Genova!

Giuseppe (e Agostino il patron) fa di più per riuscire ad essere ammesso nell'Ordine; ossia dichiara di essere nato a Ragusa piuttosto che a Modica, asserendo che i genitori alla sua nascita, casualmente, si trovavano a Ragusa!

In questo modo i Commissari dell'Ordine non vengono a Modica a domandare della “nobiltà” della famiglia Caser alias Grimaldi, altrimenti avrebbero scoperto che qualche anno prima Giuseppe si era reso autore di un omicidio eccellente.

Per chi volesse approfondire l'argomento si consiglia: https://www.ragusanews.com/2018/06/15/cultura/giuseppe-grimaldi/89577

In ogni caso Giuseppe alla fine viene ammesso nell'Ordine e quindi tutti (in famiglia Caser) prendono un sospiro di sollievo, aumentando così la possibilità di effettivo lignaggio attraverso la successiva acquisizione del feudo di San Giovanni o Randello e poi con Giovanni, attraverso il suo matrimonio con la Girolama Rosso Landolina, quello di Xiurimi.

Ma ciò, come sapeva bene Giovanni, non era sufficiente per consolidare il proprio farlocco “lignaggio”, per cui avrebbe avuto bisogno di un sigillo ulteriore, ossia quello dell'Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, detto poi di Malta, la cui ammissione di un membro della famiglia avrebbe cancellato di colpo tutto il pesante fardello di scarsa nobiltà generosa e continua, in quanto per essere ammessi nell'Ordine occorrevano titoli nel 1645, anno di presentazione della richiesta di ingresso nell'Ordine del proprio figlio Agostino, casualmente omonimo del bisnonno artefice di tutta la farloccata onomastica e nobiliare, che invece era prevista proprio per l'ingresso in un Ordine Cavalleresco nobile e nobilitante.

Lo stratagemma che usa Giovanni, e sono solo di alcuni giorni fa le scoperte presso l'Archivio Storico di Stato di Palermo, fu quello di presentare il proprio quarto Grimaldi, il quarto determinante e principale, come autentico, ancorandolo a quel Francesco di Robella etc. di Genova, che si differiva in termini generazionali e di età, con il “farlocco” Agostino, che sarebbe dovuto essere il figlio, più di 100 anni; il Francesco di Robella muore nel 1474, Agostino nasce nel 1520!

Sicuramente chi istruì il processo, o si fidò ciecamente di quanto presentato, o non aveva alcuna cognizione di genealogia, oppure..., come avvenne per il nonno Giuseppe, poteva essere by passato il sistema in qualche modo, non certo in modo lecito e ortodosso.

In ogni caso sia Giuseppe che il nipote Agostino non sarebbero stati, in tempi più stringenti ed esclusivi, ammessi ordinariamente nei rispettivi Ordini cavallereschi, così come non lo fu il discendente “principe” (perchè non lo era, lo furono sul cognome soltanto il prozio Carlo, morto durante il terremoto del 1693 e il nonno Enrico) Michele Caser, alias Grimaldi nell'Ordine di Malta, a cui aspirava fortemente, seppur lo stesso si fa effigiare in un ritratto, non con l'Ordine Costantiniano di San Giorgio, di cui era effettivamente Priore, ma con la decorazione dell'Ordine di Malta, di cui appunto non era cavaliere!

Fino a Michele i Caser, alias Grimaldi, hanno tentato inutilmente di ottenere attraverso un riconoscimento del ramo monegasco dei Grimaldi “l'abilitazione” ad essere dei veri Grimaldi, ma dagli stessi, ad eccezione del principe Alberto di Monaco (peraltro anche lui non direttamente in via maschile un Grimaldi) che sembra sia caduto nel “tranello”, hanno mai asseverato la discendenza di Agostino Caser a quella della vera e famosa prosapia Grimaldi di Genova e Monaco. Per chi volesse approfondire si consiglia: https://www.ecodegliblei.it/LE-SMANIE-GENEALOGICHE-DELLA-FAMIGLIA-GRIMALDI-CASER-AMCHE-CON-MICHELE-GRIMALDI-DI-CARMELO-CATALDI.htm

Ma se è plausibile un'azione mistificatoria da parte dei diretti interessati, non è altrettanto giustificabile un'azione di perseveranza nella conferma di queste mistificazioni sugli stessi presupposti, soprattutto da personaggi la cui credibilità è fondata sui propri ruoli di storici e divulgatori.

Esiste nel circuito pseudo culturale una frase attribuita al ministro della propaganda nazista, Joseph Paul Goebbels e cioè: ““Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità!”, ma chi la avesse preso a modello deve sapere: a. che la frase paradossalmente, a proposito di verità storica, non è di Goebbels e b. che alla fine la verità storica, essendo come una molla, ritorna indietro con la stessa intensità con cui è stata compressa.

Bisogna ancora dire che sembra che il refrain a Modica è preso a modello se si pensa che ancora adesso vi è qualcuno che ripete all'inverosimile che il cioccolato di Modica ha origine a Modica nel 1746 da un carbonaro e che esiste un Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica IGP che invece nell'elenco del Ministero delle Politiche Agricole ad oggi non è riportato.

Quello che dispiace è vedere che in questo processo di forzato accreditamento possano venire probabilmente coinvolte trasmissioni di spessore come Geo & Geo e soprattutto si possa altrettanto probabilmente strumentalizzare il tempio della documentazione storica e della verità storica, ossia l'Archivio Storico di Stato, nel senso che recentemente sono state effettuate delle riprese della nota trasmissione televisiva presso l'Archivio Storico di Stato di Ragusa - Sezione di Modica e pertanto si spera che invece sia stata riportata una narrazione la più aderente alla realtà storica sulle origini della produzione cioccolatiera a Modica; se così non fosse sarebbe stato come metaforicamente “stuprare” il luogo sacro della memoria storica della comunità.

Ora, poiché gli studi in generale sulla società modicana dal Cinquecento ad oggi sono in continuo progresso, nulla vieta che ulteriori segmenti storici possano mettere in luce aspetti ancora maggiormente illuminanti su queste questioni di ordine filologico e genealogico, motivo per cui ogni ulteriore scoperta sarà comunicata nei tempi e modi dovuti, come è avvenuto per la scoperta dello “scorretto” processo di nobiltà del cavaliere “martire” Agostino Caser, alias Grimaldi, per arricchire l'autentico e oggettivo patrimonio storico della Contea e della Città di Modica.

Carmelo Cataldi




Notizie Flash
SAN GIACOMO - EMERGENZA IDRICA
IBLA - PROROGATI AL 2023 I PASS RILASCIATI NEL 2021
RAGUSA - DICHIARAZIONE DEL SINDACO CASSI' SULL'EMERGENZA RIFIUTI
RAGUSA - IN ESTATE PENSIONI REGOLARMENTE IN PAGAMENTO IN PROVINCIA
POZZALLO - ARRESTATI TRE SCAFISTI
RAGUSA - LA CGIL E LE DISCARICHE ALLO STREMO
27-06-2022 12:47 - Economia
[]
Settecento le imprese iblee del comparto costruzioni in difficoltà

a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizia

Indagine della Cna territoriale di Ragusa: “A rischio 2.100 posti di lavoro”

In provincia di Ragusa sono circa 700 le imprese del comparto costruzioni in difficoltà a causa del blocco della cessione dei crediti legati ai bonus edilizia. Il dato è frutto di un'indagine che Cna Edilizia Ragusa ha portato avanti ascoltando un campione di 100 imprese edili e dive...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-06-2022 12:33 - Politica
[]
In questi giorni si è costituito il Collettivo Politico per una Vittoria Democratica.

Come si evince ne fanno parte persone che affondano le proprie esperienze nel panorama cittadino più vario delle professioni, del volontariato, della cultura, dell’istruzione, del commercio, dell’agricoltura.

Tra i partecipanti ci sono ex amministratori di Vittoria che in passato hanno servito in vario modo la città e che rivendicano di aver contribuito con il loro operato a realizzare un periodo di sicuro svi...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-06-2022 11:52 - Attualità
[]
Ragusa, 27 giugno 2022

SAN PAOLO APOSTOLO A RAGUSA, IERI SERA MESSA DEL VESCOVO

E INCONTRO CON LA COMUNITA’ DI SAN PIETRO APOSTOLO.

ERA DA TRE ANNI CHE NON ACCADEVA. ORA CI SI PREPARA

PER LA CELEBRAZIONE DELLA SOLENNITA’ LITURGICA DEL 29

“Questo momento di incontro tra le comunità, che riviviamo dopo tre anni, ospitati come sempre sul sagrato della chiesa del Sacro Cuore di Gesù, ci rincuora e ci fa guardare avanti con la massima fiducia. Stiamo vivendo il tempo del Sinodo e stiamo compiendo un ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-06-2022 12:57 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, “PIANO ASSENTE”. TRINGALI E FIRRINCIELI (M5S RAGUSA) REPLICANO: “E CASSÌ HA LA FACCIA TOSTA DI INCOLPARE NOI”

“Nel mondo irreale e assurdo del sindaco Cassì, dove regna solo una posizione, la sua, chi pone domande, sollecita interventi, insomma, chi non si allinea, è un “accattone di visibilità”. E’ la democrazia, signor sindaco, anche perché la sua presunta teocrazia, nel mondo dove ha ragione solo lei, non tiene conto di un fattore: i cittadini. Glielo assicuriamo: sono in...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 18:29 - Economia
[]
Finanziate opere per quasi 6 milioni di euro in provincia di Ragusa. Ne dà notizia l’on. Giorgio Assenza


Finanziati in provincia di Ragusa, attraverso le risorse previste per la sicurezza sismica dei luoghi di culto e il restauro del patrimonio FEC, Fondo Edifici di Culto, ben otto interventi.

Due a Comiso: riguardano Chiesa di Santa Maria delle Grazie dei Cappuccini per l’importo di 430.000 euro e la Chiesa di San Francesco dell’Immacolata per l’importo di 710.000 euro. Un altro intervento è p...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 17:46 - Attualità
[]
La situazione dei rifiuti in tutta la Sicilia si aggrava di giorno in giorno: con l'arrivo del caldo addirittura diventa insostenibile. E' inutile nascondere il fatto che la cattiva o nulla gestione dei rifiuti rischia di trasformarsi in un " de profundis " per il governatore Musumeci e per il suo governo, incapaci di gestire la gravità della situazione, drammatica in ogni provincia. Ora si parla di trasferire i rifiuti fuori regione, con un aggravio economico non indifferente per la Regione...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 12:20 - Politica
[]
EMERGENZA RIFIUTI, CHIAVOLA (PD): “NON SERVONO GIUSTIFICAZIONI

SERVONO SOLUZIONI. A RAGUSA LA SITUAZIONE E’ SEMPRE PIU’ GRAVE”

“Il sindaco dirà certamente che stiamo speculando sulla questione. Ma è inconcepibile quello che sta accadendo. Comprendiamo il disagio legato alla chiusura della discarica Oikos, sappiamo che occorre tenere in casa il secco indifferenziato fin quando perdura l’emergenza ma, purtroppo, non tutti lo fanno. E i centri storici si sono trasformati in microdiscariche all’ape...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 11:35 - Attualità
[]

ANCHE A RAGUSA, PER LA PRIMA VOLTA, LA “PARTITA CON PAPÀ” di "BAMBINI SENZA SBARRE". LA CASA CIRCONDARIALE HA APERTO LE SUE PORTE PER UNA GIORNATA GENITORI FIGLI NATA CON LA COLLABORAZIONE DI “CI RIDIAMO SU”

Quest'anno per la prima volta la casa circondariale di Ragusa aderisce alla "Partita con papà" dell'associazione “Bambini senza sbarre”, grazie alla volontà e alla perseveranza dell'associazione “Ci Ridiamo Su” che si è messa a disposizione dell’istituto penitenziario e dell'area educativa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-06-2022 10:53 - Attualità
[]
Allerta meteo: Caronte arroventa l’Italia, le previsioni meteo: prossima settimana sarà anche peggio

L’ondata di caldo africano di Caronte è appena cominciata con i primi 44°C in Sardegna e Sicilia e le temperature sono previste in ulteriore aumento durante il fine settimana. Localmente, a causa di alcuni temporali in transito, al Nord le massime stanno subendo leggere e temporanee flessioni, ma in compenso aumenta l’umidità relativa e quindi l’afa. Ma le brutte notizie non finiscono: Caronte ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:45 - Economia
[]
TESTO UNICO PER IL COMMERCIO, CONFCOMMERCIO SICILIA:

“CI AUGURIAMO UNA RAPIDA APPROVAZIONE DA PARTE DELL’ARS”

Palermo – 24 giugno 2022. “Il testo unico per il commercio, esaminato dalla commissione Attività produttive dell’Ars, è un importante passo avanti, dal momento che raccoglie buona parte delle istanze delle associazioni di categoria e che consentirà una opportuna riorganizzazione del mondo del commercio che negli ultimi anni è profondamente cambiato”. Lo dice Gianluca Manenti, presidente...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 17:35 - Istruzione e Formazione
[]
Il Ferraris intitola un laboratorio a Sebastiano Monaco

INCLUSIONE E MEMORIA

La comunità scolastica dell’Istituto Professionale “Galileo Ferraris” di Ragusa ha chiuso l’anno scolastico con due momenti significativi che rimarranno indelebili nei ricordi degli studenti, in particolar modo dei maturandi che, mentre affrontano le loro prove per l’esame di Stato, guardano agli anni trascorsi tra i banchi di scuola non dimenticando gli incontri con le persone speciali che gli sono stati compagni di...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-06-2022 13:23 - Politica
[]
Riva (Insieme per Santa Croce): “Pronti a votare Roberta Iacono alla presidenza del Consiglio. Cambia Verso faccia una scelta di rottura”

“Nel clima di rinnovamento che ha caratterizzato la campagna elettorale di Cambia Verso, e dando seguito ad alcune delle nomine assessoriali (non tutte!) formalizzate dal sindaco Peppe Dimartino, offriamo alla nuova maggioranza la nostra disponibilità a votare un presidente del Consiglio comunale che vanti alcuni pre-requisiti: cioè essere donna; essere anagr...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
Utenti Online
7

Visitatore Numero
1961286

totale visite
7550447

23-06-2022 11:08 - Cultura & Arte
[]
La tutela della biologia marina, la valorizzazione del pescato e la Legge Salvamare al centro di un interessante confronto promosso dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa all’interno della terza edizione della Settimana dell’Ambiente.

L’importante evento di promozione delle strategie sostenibili legate alla pesca, in un contesto di promozione del mare e delle coste ragusane, si è svolto presso il Museo Civico di Storia Naturale di Comiso.

Il confronto, a cura della Delegazione siciliana dell...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 17:55 - Cultura & Arte
[]
CONCLUSA LA SETTIMA EDIZIONE DI “3DRAMMI3”, IL FESTIVAL IBLEO DELLA TRAGEDIA GRECA. GRANDE CHIUSURA CON LO SPETTACOLO TEATRALE DI MANUEL GILIBERTI “ARIANNA NEL LABIRINTO”.

RAGUSA – Conclusa la settima edizione di “3drammi3 – il festival ibleo della tragedia greca”. Si è respirata un’aria suggestiva e particolare nei giorni scorsi tra le vie di Ragusa Ibla, il barocco ha fatto da culla alla culla stessa della civiltà. Miti e mitologia, drammi e sofferenze, divinità e destini già scritti. Giorni...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:36 - Angolo dell´Arte
[]

Il pittore Fabio Salafia ha donato l’opera intitolata “Al di là del bosco” al Comune di Comiso. Il quadro è stato consegnato al sindaco Maria Rita Schembari dall’artista di Grammichele nell’occasione accompagnato da Salvatore Schembari. Sarà temporaneamente allocato nella stanza del sindaco in attesa di trovare una sede più adeguata, magari in una futura pinacoteca d’arte moderna che contenga le opere di artisti comisani o che con Comiso hanno avuto frequentazioni personali o artistiche.

L’ope...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
22-06-2022 12:50 - Cultura & Arte
[]
Dall’incontro di quattro voci nasce “Risveglio”, edizioni Storie di Libri. Gli scrittori impegnati in questo progetto sono Alessandro Fort, Luigina Parisi, Manuela Moschin e Pasquale Cavalera. Copertina di Pedro Lava. Versione cartacea al prezzo simbolico di € 3,66 al link amzn.to/3Gxaalz (spedizione gratuita con Prime).

Prefazione di Raffaella Scorrano.

Undici storie tracciano il disegno degli Autori: prendere consapevolezza della contingenza esistenziale in cui si è inevitabilmente immersi. S...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 17:08 - Cultura & Arte
[]
L'Ufficio dello Stato Civile di Fiacca, ovvero l'odissea spaziale in un'amministrazione comunale del Val di Noto.

La trama per un romanzo di Camilleri o un film di Ficarra e Picone.

Da buon siciliano sono sempre rimasto entusiasmato, direi affascinato, dall'arguzia letteraria venata da fine intellettualità del maestro Andrea Camilleri e di quella cinematografica di Salvo Ficarra e Valentino Picone, arguzia coniugata con una comicità fondata sul sentire comune della gente e in parte nel confront...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
21-06-2022 11:39 - Cultura & Arte
[]
Pubblicata l’antologia dell’artista

Francesco Savatta

“Il Dono dell’Immagine/The Drawing Gift””

Esce oggi in libreria “Il Dono dell’Immagine” – “The Drawing Gift”, la monografia in lingua italiana e inglese delle opere di Francesco Savatta che raccoglie la produzione artistica dell’autore, dagli anni Duemila a oggi, con oltre 130 opere di collezioni private e pubbliche.

Autodidatta, fin da piccolo, Francesco Savatta segue la vocazione per il disegno e la pittura ispirandosi alla tradizione rina...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
20-06-2022 11:59 - Rubrica DELLE COSE DI SICILIA Uomini e fatti senza tempo
[]

La granita al limone nel chiosco di Don Firili… in una Sicilia che non c’è più…

Storia, Tradizione e Ricordo di una peculiarità della nostra amata Sicilia “la Granita”

A Granita ro chioschu di Don Firili

Iu nun sacciu se esisti a filicità. Sacciu però ca esisti a granita… No passatu a brioche nun c’era e si mangiava a granita accumpagnata cu n’ filuncinu ri pani… cauru cauru, s’ancuntraunu u fuocu ro pani e a nivi ra muntagna… e accusì a jurnata a cuminciava beni…

«Chi si ricorda più della neve c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]

invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio

cookie