27 Gennaio 2023

" LA SCUOLA DI MEDICINA MODICANA: I CANNATA " di Carmelo Cataldi

La scuola di medicina modicana. Prima parte: i Cannata

Chi si approccia allo studio o solo alla conoscenza superficiale di questo aspetto culturale e storico della Città, ma anche di quella che fu la Contea di Modica, viene fuorviato dalla onnipresenza di quello che può essere definito simpaticamente “l'Archimede Pitagorico” modicano, ossia Tommaso Campailla, che fu tutto e niente, non essendosi mai laureato, ma che fece dello studio empirico la sua piattaforma per eccellere almeno nella filosofia, la poesia e perchè no, anche nella medicina.

Di lui in campo medico si conosce solo la realizzazione di due botti per la cure della lue (sifilide o il male castigo di Dio), secondo appunto un metodo empirico che alla fine parzialmente sembra abbia avuto un grosso successo.

Non era dunque un medico nel vero senso del termine per formazione e attività, seppur qualcuno recentemente ha pure erroneamente indotto alcuni dei propri lettori a ritenere che l'ipocondriaco poeta-filosofo e scienziato tenesse delle dissertazioni di ordine patologico e anatomico all'interno di quello che oggi, ad arte, è stato costituito come il polo di storia della medicina modicana ossia “il Campailla”.

Possiamo dire che alla fine il Campailla può essere apprezzato perchè ha applicato la metafisica alla medicina (era una metodologia comune e lo fu in parte fino alla fine del Settecento), con inaspettati e discreti risultati, ma non certamente per le sue doti di medico.

Diversamente esisteva a Modica, anche durante l'esistenza stessa del Campailla, una vera e propria “scuola di medicina”, di livello accademico, con delle eccellenti ricadute pratiche, che sfornava dei veri e propri talenti, che seguendo la prassi formativa universitaria e specialistica, risultavano dunque il prodotto pratico dell'eccellenza stessa della cultura e della medicina siciliana del tempo.

Bisogna ricordare che già nel Cinquecento si avviavano giovani promettenti, di Modica e della Contea in generale, alla carriera medica attraverso un percorso formativo di tutto rispetto nelle migliori università italiane, una ad esempio quella di Salerno proprio per la Medicina. Non è un caso che nel 1552 Matteo Cerruto di Chiaramonte ottiene la laurea in medicina a Salerno (A.S.R. Sez. Modica, Archivio De Leva).

Da questa “scuola medica modicana” già nel Seicento era uscito uno tra i primi più importanti medici del secolo ossia Diego Matarazzo (1642-1702), che nella seconda metà del XVII secolo conseguì la laurea in Filosofia e Medicina a Catania e venne nominato Protomedico Generale della Contea di Modica per i suoi meriti professionali. A dir del Carrafa-Renda sembra che fu egli il progenitore proprio di quella “Scuola modicana di medicina”, a cui attinsero anche il rispettivo figlio Francesco Matarazzo, ma anche lo stesso Campailla ed i Cannata: Gaspare e Baldassare.

Entrambi, il primo padre e mentore del secondo, facevano parte di quella famiglia antica e dell'alta borghesia cittadina che si insediò ai piedi del castello e fu con la sua prosapia tra le prime artefici dello sviluppo sociale, religioso e amministrativo dell'area attorno a San Giorgio e in tutta la città poi. Ad oggi è ancora presente su corso Crispi, quasi di fronte all'ingresso del castello, la “magione” di famiglia di origine settecentesca.

Ignazio Gaspare Gaetano Cannata nasce dunque da Baldassarre e da Rosa d'Amore alle ore 17 del 7 aprile 1718; fu battezzato dal canonico don Antonio Ragusa mentre padrino fu don Ignazio Cannizzaro. Dopo gli studi collegiali a Modica, dai genitori fu inviato a studiare filosofia e medicina a Roma ed a soli 23 anni ottenne la laurea in Filosofia e Medicina e successivamente l'iscrizione e l'abilitazione ad esercitare la professione a Roma e nel resto della penisola italiana.

Questa generale abilitazione medica venne sfruttata dal medico Gaspare Cannata in tutta la Contea di Modica, divenendo così attraverso la sperimentazione e la pratica esso stesso un centro di sapere medico e di “letteratura scientifica” che poi riversò nelle generazioni successive sotto il profilo dottrinale e maggiormente al figlio Baldassarre che ne prese successivamente le orme.

A Modica oltre alla professione di medico adempieva anche ad obblighi di carattere famigliare tra cui anche quello di sposarsi con Girolama Ruffino, da cui ebbe due figli Baldassare e Melchiorre, nonché sei figlie femmine: Giuseppa, e altre cinque monacate rispettivamente con il nome di Raffaella, Antonia, Aurora, Eelonora e Gertrude, rispettivamente le prime due nel Convento di San Francesco Saverio (alla Vignazza) e le restanti tre presso il Convento dei Santi Nicolò ed Erasmo (a Santa Teresa).

Nel 1763 avviene la svolta nella sua vita professionale; chiamato a Palermo per l'avanzare dell'epidemia di probabili febbre malariche, dovute quasi sicuramente alla lavorazione della canapa e del lino, lasciò la sua attività presso l'Ospedale cittadino, allora detto “Ospedale della Pietà” e nel circondario della Contea e si portò nella capitale del Regno, dove, unitamente ad una folta schiera di medici siciliani e non, riuscì a porre fine all'epidemia. Sembra che lo stesso avesse individuato il focolaio nella città e soprattutto avesse trovato una cura efficace che veniva chiamata “subacido”, sconfiggendo così l'epidemia dilagante. A seguito di tali ottimi risultati e impegno dimostrato fu nominato cattedratico di Medicina Clinica all'Università di Palermo, insegnando in quello che veniva chiamato “l'Archiliceo di Medicina” in cui insegnarono anche Michele Gallo e Giorgio Castagna, entrambi arcinoti medici appartenenti alla “Scuola di medicina modicana”, ma anche il proprio figlio Baldassarre dal 1797 al 1804.

Nell'Università di Palermo, oggi si trova, a memoria della grandezza del personaggio modicano, una lapide che fu voluta dal figlio Baldassarre, anch'egli docente presso l'ateneo, che così recita:

“Gaspar Cannata Mothucensis medicorum aetatis sue facile princeps, qui Hippo craticam sequutus rationem anno p.m. XXXI innocentissime medendo res suas adauxit, praecique qum Panormum a Prorege, atque Senatus adcitus sibi, gentique suae patrieque eternum nomen adeptus est, demum cum Panormi incomparabili peritia se iam dissociari comperisset in patria propere reversus hic in pace quiescit annorum LIII Obiit pridie idus Decembris 1771. Balthassar in Reale Panormitana Accademia medicinea P.P. Patri benemerentissimo 1798 H.M.P.C. .”

Alle ore 10.00 del 13 dicembre 1771 morì e fu sepolto nella Chiesa Madre di San Giorgio.

Come detto dal matrimonio con la Girolama Ruffino ebbe due figli, Melchiorre, che indirizzò alla disciplina forense, e Baldassare, che seguì materialmente le sue orme professionali e accademiche a Palermo.

Baldassarre Giorgio Giuseppe Domenico Cannata nacque il 27 gennaio 1744, a mezzanotte, dal dottor in Medicina don Gaspare Cannata e da donna Geronima Ruffino, fu battezzato da don Antonio Cannata, su licenza del rettore della Basilica della Chiesa Madre di San Giorgio; padrini furono don Filippo Linguanti e sua moglie Giuseppa Pedilligieri.

A soli 23 anni, nel 1767, Baldassarre Cannata consegue la Laurea in Medicina presso l'ateneo di Catania, dopodichè praticò la professione a Modica dove divenne Protomedico nel 1782 e in tutto il val di Noto per circa 30 anni, con fortuna pari quasi a quella del padre, tanto che il 16 ottobre del 1797, a causa della morte del professore di Medicina Pratica don Stefano Pizzoli, venne chiamato dall'ateneo di Palermo ad insegnare presso la stessa facoltà in cui insegnò il proprio genitore, fino al 1804 quando si ritirò a Modica con una pensione di 40 onze l'anno.

Fu sostituito, per polemiche anche forti avute con il consesso studentesco, tanto che si dovette ricorrere alle maniere forti da parte del Rettore dell'Università di allora un Asmundo Paternò, da Mariano Dominici e poi da Filippo Parlatore.

Sembra che tutto fosse dovuto alla vetustità delle vedute accademiche del Cannata che non voleva aprirsi alle nuove dottrine che si presentavano al galoppo nell'ambito accademico e non della Città di Palermo, soprattutto a quella indicata come “la dottrina di John Brown”, un medico scozzese di fine Settecento, teoria ripresa in Italia da Giovanni Rasori. Si trattava di una teoria medica basata sull'eccitabilità del cervello (ecco perchè detta dell'Eccitabilismo o Teoria Brunonina) e delle fibre muscolari da parte dell'ambiente esterno.
Notizie Flash
RAGUSA - I SINDACATI CONTRO L'INTERPELLO DELLA DIREZIONE DEL CARCERE
RAGUSA - RIMODULATI HUB E PUNTI VACCINALI ANTI-COVID
ISPICA - IL CONSIGLIERE MONACA E LE BOLLETTE IDRICHE
VITTORIA - L'ANPI NON DIMENTICA LE VITTIME DELL'OLOCAUSTO
RAGUSA - RIMBORSI LIBRI a.s. 20121 /2022
SANTA CROCE CAMERINA - IL SINDACO E LA MANCATA RACCOLTA DELL'UMIDO IERI
RAGUSA - " NEI PANNI DI CAINO...": PROGETTODELLA POLIZIA DI STATO PER LE SCUOLE.
VITTORIA - IL CONSIGLIERE PELLIGRA SUL FURTO CON SPACCATA ALLA GIOIELLERIA ZAMMITTO
27-01-2023 16:53 - Istruzione e Formazione
[]
In occasione della "Giornata della Memoria 2023, l’Istituto Verga di Comiso prosegue il proprio impegno, nel pieno esercizio di una cittadinanza attiva, consapevole e democratica, affinché la "memoria storica" possa diventare un patrimonio trasmissibile di generazione in generazione.
Oggi, tutti gli alunni hanno assistito alla proiezione del Film Il viaggio di Fanny (Le Voyage de Fanny) è un film franco-belga del 2016 diretto da Lola Doillon. Il film è basato sul libro autobiografico Le journa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-01-2023 17:56 - Economia
[]
Siglata al Libero Consorzio Comunale di Ragusa una convenzione per la gestione dei rifiuti a base di gesso.

Il documento è stato firmato dal Commissario straordinario Salvatore Piazza e dal sindaco di Ragusa Peppe Cassì, rappresentante di uno dei due Comuni che hanno deciso di aderire all’iniziativa. La convenzione verrà firmata in un secondo momento anche dal sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari.

“Un altro traguardo che ci siamo intestati, con i sindaci Cassì e Schembari, per tutelare il ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 16:03 - Attualità
[]
Ragusa, 25/01/2023

Cinque nuove assunzioni di soggetti svantaggiati per la Cooperativa sociale "Volta Pagina"

Un sogno che diventa realtà. Stamane, presso il Foro Boario di Ragusa, cinque persone in cura presso i Dipartimenti di Salute Mentale di Ragusa, Vittoria e Modica hanno firmato un contratto di lavoro con la Cooperativa sociale "Volta Pagina" di Vittoria nell’ambito del progetto imprenditoriale “Tuttiafare”. Un momento importante per la comunità, che i dirigenti della cooperativa hanno ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 12:40 - Politica
[]
NASCE A RAGUSA LA SEZIONE DI +EUROPA, SCHEMBRI E ANDRONE RISPETTIVAMENTE COORDINATORE E SEGRETARIO. ADERISCE ANCHE L’EX VICESINDACO MASSIMO IANNUCCI

Nasce la sezione di +Europa a Ragusa, una novità per il capoluogo ibleo, dove la forza progressista sbarca con i migliori intenti e obiettivi; la sezione, forte di parecchie decine di tesserati solo in questo ultimo periodo, ed in continua crescita, risulta ad oggi un circolo numeroso rispetto alle media regionale e punta a essere il riferimento d...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 12:26 - Politica
[]
Discarica abusiva di c.da Petraro. Frasca e ‘Insieme per Santa Croce' contro Cassì: “E' inadempiente e sottovaluta il rischio ambientale”

“Il sindaco Cassì? Un politico di professione. Mente sapendo di mentire”. Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali di ‘Insieme per Santa Croce' e il segretario cittadino di Alleanza Popolare, Filippo Frasca, in riferimento alle risposte fornite dal sindaco di Ragusa sulla discarica abusiva di contrada Petraro, al confine col territorio di Santa Croce C...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-01-2023 17:34 - Istruzione e Formazione
[]
ANCORA UN'ECCELLENZA COMISANA PREMIATA : STEFANIA OCCHIPINTI LA NEO INGEGNERE LAUREATASI A CATANIA

“Premio America Giovani “Riconoscimento per i neolaureati di eccellenza delle università italiane”

“Fra i mille studenti eccellenti ai quali è andato il riconoscimento e che sono stati ricevuti alla Camera dei Deputati la neo ingegnere comisana Stefania Occhipinti – dichiara Maria Rita Schembari, sindaco di Comiso-. È un altro motivo d'orgoglio per me, fare un encomio pubblico ad un'altra giovane ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-01-2023 17:17 - Istruzione e Formazione
[]
Un momento di importante riflessione sul corretto approccio alle
problematiche ambientali, un confronto formativo per formare i
cittadini di domani e renderli protagonisti di una transizione
realmente ecologica. Si è svolto questa mattina l’incontro “Ripartiamo
dall’ambiente” promosso dal Liceo Statale “Enrico Fermi” di Ragusa.
L’attività didattica, rivolta alle terze classi dell’istituto ragusano
si inserisce nel percorso di formazione e di sensibilizzazione sui
temi ambientali avviato già lo scors...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-01-2023 18:47 - Attualità
[]
UN’ALTRA COMISANA AL FESTIVAL DI SANREMO 2023: SI TRATTA DI FLAVIA NIGITA.

“ La nostra Flavia Nigita – commenta l’assessore Manuela Pepi – è la seconda giovane comisana che, con altre 5 ragazze Siciliane, sarà presente al Festival di Sanremo. Flavia Nigita, 31 anni, studia presso ADIABASI , scuola nazionale di massaggio, e sta seguendo il percorso formativo come operatore olistico. Sarà a Sanremo dal 6 all’8 di febbraio, nel primo gruppo, assieme ad altri 20 massaggiatori. E’ un orgoglio saper...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
20-01-2023 12:25 - Politica
[]
Gruppo territoriale, ieri il secondo incontro a Ragusa. Si lavora per il campo progressista

Si continua a lavorare per un campo progressista in città, in vista delle prossime elezioni amministrative. Ieri il secondo incontro territoriale del Movimento 5 Stelle di Ragusa alla presenza del coordinatore regionale Nuccio Di Paola, della deputata regionale ragusana, Stefania Campo. Presenti anche l’ex sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, diversi ex assessori della giunta pentastellata, i consiglie...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
18-01-2023 10:39 - Politica
[]
Il vice sindaco, Roberto Cassibba, passa il testimone al Consiglio Comunale. Al suo posto entra l’avvocato Giorgio Iapichella primo dei non eletti nella lista Comiso Vera. “Sarà un contributo nel segno della continuità”. Dichiarazioni del Sindaco, Maria Rita Schembari.

Roberto Cassibba, vice sindaco con delega ai lavori pubblici e servizi tecnici e tecnologici, si è dimesso dalla carica di Consigliere Comunale, come tra i punti all’ordine del giorno della seduta del civico consesso di giorno 1...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 11:05 - Attualità
[]
LA COMISANA VERONICA BUSCEMA AL FESTIVAL DI SANREMO 2023

“E’ una giovane docente di estetica nel settore del make up, che farà parte del team accademia “I grandi Maestri del make up”. Veronica Buscema, è anche docente presso l’istituto paritario La Cultura di Comiso. Ancora una volta quindi, Comiso attraverso le sue eccellenze entra a pieno nel panorama nazionale e questa volta approda al Festival di Sanremo dal 7 all’11 di febbraio. Non posso che essere orgogliosa dei traguardi che molti citt...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
27-01-2023 17:29 - Cultura & Arte
[]
DOMANI ALLA CASA DI SPIRITUALITÀ DEI PADRI GESUITI DI RAGUSA LA PRESENTAZIONE DEI LIBRI “LA BUSSOLA DI ABRAMO” E “ABRAMO NELLA TEMPESTA” DEL GESUITA GIANFRANCO MATARAZZO.

RAGUSA – Libri per meditare i testi “La Bussola di Abramo” e “Abramo nella tempesta” (San Paolo Edizioni), scritti dal gesuita Gianfranco Matarazzo, verranno presentati questo sabato 28 gennaio alle ore 18.00 nella Casa di Spiritualità dei Padri Gesuiti di Ragusa (via del Sacro Cuore, 46). L'autore, con i suoi lavori, intende...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-01-2023 16:35 - Attualità
[]
NESSUNO IN OCCIDENTE VUOLE LA PACE IN UCRAINA

Nell’Est d’Europa ormai è quasi un anno di guerra, migliaia di ucraini costretti a lasciare le proprie case, molti ad emigrare in altri Paesi, le infrastrutture di Kiev distrutte o rese inservibili. Il freddo, il gelo attanagliano con durezza: donne, bambini, anziani e i soldati al fronte, insomma una situazione drammatica di cui non si vede l’uscita.

Penso che, in altri tempi, capi di governo responsabili, ucraini o di altri Stati, avrebbero fatt...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-01-2023 18:05 - Attualità
[]
Riflessioni in occasione della giornata mondiale dell’abbraccio

Ieri è stata la giornata mondiale dell'abbraccio.

L'essere umano si contraddistingue dal mondo animale, in quanto ha bisogno di affetto e di unione. L'abbraccio, fisico e virtuale, sono due forme d'affetto di cui abbiamo estremo bisogno.

Molte volte un abbraccio in silenzio vale molto di più di mille parole.

Un abbraccio può essere anche l'unione di due corpi che si amano, anche soltanto platonicamente.

Un abbraccio è la condivisio...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
19-01-2023 18:25 - Cultura & Arte
[]
Ancora un importante riconoscimento letterario per il poeta brolese Rosario La Greca

Ancora un importante riconoscimento letterario per il Poeta brolese Rosario La Greca, infatti nel Concorso Letterario Internazionale “Le parole del silenzio” di Arona (Novara), si è classificato al 1° Posto con la splendida opera “Risplendi d’incantevole bellezza”, dedicata alla cittadina di Gioiosa Marea. A quest’opera sono già stati assegnati altri numerosi e importanti riconoscimenti, sia nella versione in...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
19-01-2023 12:58 - Angolo dell´Arte
[]
GRANDE INTERESSE PER LA MOSTRA DI GIOVANNI IUDICE IN CORSO A MODICA. FINO AL 5 FEBBRAIO UN VIAGGIO EMOZIONALE IMPREZIOSITO DALLE SPECIALI VISITE GUIDATE DALL'ARTISTA SICILIANO.

MODICA – Prosegue con grande partecipazione ed interesse, ma anche con una nuova visita guidata in programma questo sabato 21 gennaio, la mostra “Iudice 1992-2022” che, ospitata all’ex convento del Carmine di Modica, è un'occasione straordinaria per ammirare oltre 60 lavori dell'artista Giovanni Iudice, opere intense c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:24 - Angolo dell´Arte
[]
MILANO 24 maggio: Un ricordo dello scultore Biagio Frisa.

Erano gli anni '56, '57, '58: frequentavo assiduamente a Comido (RG) la bottega dello scultore Biagio Frisa, che aveva trasformato in una bottega di ceramica non sapevo cosa, nonostante questo rimanevo catturato dai colori e dalle forme che avevo notato in una mostra al circolo " Amici dell'Arte" , dove mio padre era custode.

Frisa era un abilissimo scultore, ma soprattutto un imprenditore eccellente. Lo dico adesso con cognizione di cau...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:15 - Eventi
[]
DOMENICA 29 GENNAIO 2023 ALLE ORE 18:30
Pagina Bianca: Giò Galante in Concerto
Kome - Stanze di vita quotidiana

Giò Galante, cantautore. Porta in giro la propria musica dal 1990. Solitamente si accompagna a musicisti di estrazione jazz. Questa sera si accompagna a Gianni Amore alla fisarmonica e Alessandro Longo al violoncello, musicisti dalla sapiente tecnica e spiccata sensibilità musicale, preziosi amici al di là del palcoscenico.
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
12-01-2023 15:02 - Angolo dell´Arte
[]

Continua senza sosta l’ascesa dei Blinding Sunrise. Nonostante il nome possa risultare sconosciuto a molti, questa band iblea (composta da cinque vittoriesi e un ragusano) sta continuando a riscuotere successi internazionali ed è famosissima in tutto il mondo. La band è composta da Mattia Giuffrida e Francesca Ereddia alle voci, Matteo Lorefice e Luca Pace alle chitarre, Onofrio Butera al basso e Valerio Macca alla batteria.

Di qualche giorno fa l’ultimo riconoscimento alla loro bravura: part...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
08-01-2023 17:17 - Angolo dell´Arte
[]
Studio Crati 22

Inaugurazione venerdì 20 gennaio 2023 ore 16,30 presso io STUDIO CRATI 22 Rende (CS.)

Salvatore Anelli

I DIPINTI NON AMANO VIVERE DA SOLI

Mostra a quattro mani di Salvatore Anelli con Bizhan Bassiri, Renata Boero, Giulio Calegari, Nicola Carrino, Bruno Ceccobelli, Luce Delhove, Giulio De Mitri, Teo De Palma, Ernesto Jannini, Giovanni Leto, Ruggero Maggi, Ghislain Mayaud, Albano Morandi.

Opere realizzate dal 2010 al 2022.

Esposizione: gennaio - marzo 2023

Si inaugura lo spazio Studi...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
Utenti Online
7

Visitatore Numero
2149050

totale visite
8291798


invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è "Piparo Girolamo", il sito web ecodegliblei.it è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor Piparo Girolamo. Recapiti e dati legali:

Via Generale Cascino, 50 - 97013 Comiso (RG)

Cod. Fiscale: PPRGLM48L19C927D

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a girolamopiparo@gmail.com oppure indirizzare una comunicazione scritta all'indirizzo della sede legale sopra citata.
Informativa privacy aggiornata il 11/01/2023 00:00
torna indietro leggi Privacy Policy
 obbligatorio

cookie