30 Gennaio 2023

MODICA - IL CONSIGLIERE CASTELLO SCRIVE AL COMMISSARIO AL COMUNE

Su un’intervista rilasciata dal commissario straordinario

presso il Comune di Modica: sensazioni e riflessioni

di Ivana Castello

Leggendo il «Domani ibleo» mi sono imbattuta in uno spedito articolo di Maria Carmela Torchi. Fu pubblicato nientemeno lo scorso 23 luglio e contiene un’intervista alla S.V., da poco insediata commissaria al comune di Modica. Lo scritto direttamente o indirettamente mi riguarda per cui ritengo opportuno dirle alcune delle riflessioni che mi ha suggerito. Colgo l’occasione, naturalmente, per tornare su due mie precedenti istanze, una in merito alla consistenza del debito comunale e l’altra sulla situazione della nettezza urbana a Modica.

La prima delle riflessioni, che coincide col tema trattato sul «Domani ibleo», concerne il debito comunale complessivo che, secondo la giornalista, si assesterebbe intorno a 120 milioni di euro, importo che «non è mai stato smentito ma nemmeno confermato». L’espressione finale mi ha fatto sobbalzare di piacere, perché il debito può costituirsi per ragioni che è meglio non esplicitare, ove si amministri per interessi che il comune sentimento potrebbe non condividere. Se in famiglia mi indebito per dar da mangiare ai miei figli tutto è lecito e può anche raccontarsi. Se, invece, non ho i soldi per acquistare le cose essenziali e i pochi che guadagno li spendo al superenalotto, beh, qualcuno potrebbe, e sarebbe anche doveroso, trovare da ridire. Detto, pensando ai latini… è una questione di mores, ossia di costumi. A parte la bellezza dell’espressione commentata, lei ha risposto di non conoscere la consistenza del debito e qui l’ha posata. Avrebbe potuto fissare un nuovo appuntamento, giusto per documentarsi e documentare una risposta. La domanda, ad ogni buon conto, gliela pongo io, oggi, a mezzo della presente. Può darsi che nel frattempo si sia informata. Amabile dottoressa Ficano, a quanto ammonta il debito comunale visibile e verificabile alla data odierna? Non mi dica che ancora dev’essere calcolato o che non lo sa, perché non le crederei. Che senso ha in oltre -commento ancora il primo quesito- gestire meglio le transazioni se l’esperienza recente insegna che anche su questo tema siamo arrivati ad un punto di non ritorno? Abbate per gli accordi transattivi era impareggiabile. Non c’è stato pagamento che non sia stato preceduto da stringenti (e talora struggenti) accordi transattivi. Eppure, in moltissimi casi, il Comune non è andato al di là dell’accordo scritto perché, al momento di pagare, non disponeva dei fondi necessari ed era costretto, innanzi ai creditori imploranti, a fare orecchie da mercante. Lei sa meglio di me che ogni transazione si chiude con un accordo al ribasso sul debito ma poi, alla scadenza, l’importo concordato va pagato. Diversamente abbiamo perso e fatto perdere tempo. Il problema, dunque, non è tanto quello di curare allo spasimo la transazione quanto quello di trovare i soldi quando matura il momento di pagare. Transazione e pagamento, ovviamente, debbono procedere in tandem.

Ha detto pure, a proposito del piano di riequilibrio, di voler «far comprendere (ai cittadini) che i tributi vanno pagati perché l’attività comunale si fonda sui tributi». E’ un’affermazione senza dubbio corretta, ma non è semplice come appare. Suol dirsi che le uscite sono legate alle entrate ed è vero, ma deve capire che ogni fenomeno ha una ragione più o meno recòndita. La disaffezione al pagamento dei tributi non s’impone perché il cittadino tutt’a un tratto è impazzito e rifiuta di pagare, ma perché constata, ripetutamente negli anni e dopo aver ripetutamente pagato, che i suoi soldi vengono spesi non per lo sviluppo della città ma per preparare la campagna elettorale del notabile di turno. Questo discorso, tuttavia, non la riguarda, ma il fenomeno non è nuovo e proprio a lei che si occupa di politica, pur non esercitandola direttamente, non dovrebbe sfuggire.

La quarta domanda mi chiama in causa a titolo, direi, se mi permette, personale. Non le piace il termine opposizione, perché probabilmente, come di consueto, pensa, e direi giustamente, che l’opposizione sia un atteggiamento pre-concetto e lei, sempre giustamente, si dichiara contro i pre-concetti. Spesso si parla di opposizione per l’opposizione ed ha ragione nel pensare quel che pensa ma, allo stesso tempo, debbo segnalarle che c’è pure un’opposizione a determinate scelte che matura prima e si dispiega durante e dopo la campagna elettorale. Pensi, ad esempio, all’opposizione che matura contro la produzione di energia attraverso le centrali nucleari o i pali eolici. Sono opposizioni che difficilmente si possono rimediare. La democrazia cristiana contro il partito comunista… ricorda? Esiste anche l’opposizione nell’interpretazione delle leggi. Ne abbiamo avuto esperienza in quest’ultimo quinquennio in materia di formazione delle commissioni comunali. Un’interpretazione irragionevole della legge mi ha impedito di accettare la nomina a componente di una commissione consiliare. E l’opposizione era reciproca: di chi governava il Comune e mia che non ho inteso piegarmi ad una, secondo me scorretta, interpretazione della legge. L’ho avuto vinta -non questa battaglia ma altre analoghe- quando ho deciso di adire l’autorità giudiziaria. L’opposizione può avere come contrapposto l’arbitrio. Va bene, quindi, anche il termine «opposizione» in politica. E ancora, passando ad un’altra sua osservazione: non è il regolamento comunale che legittima l’accesso agli atti del consigliere, bensì la sua elezione popolare. E ciò al di sopra del sindaco e delle leggi… Sì, perché le leggi vengono approvate per realizzare un disegno di rappresentanza del popolo. Detto altrimenti: le leggi sono «strumentali» alla tutela di un valore. Quindi, in una prima fase, il (un) valore esiste ed è in balìa dell’arbitrio del cittadino o delle istituzioni; in una seconda fase si compie un atto di volontà istituzionale e si inserisce in uno strumento chiamato legge. Da quel momento il suo rispetto (nel nostro caso l’accesso agli atti) non dipende più dall’arbitrio individuale ma diventa un obbligo oggettivo. La legge può definirsi, dunque, lo strumento che impone il rispetto di un valore. In questo senso il valore, che è il bene tutelato, viene prima della legge. Infine mi dica dove ho sbagliato nel fornire notizie poco esatte o poco corrette. Ne faccio ammenda sin da ora, ma mi dica in quale occasione sono stata poco corretta.

In merito all’accesso agli atti debbo informarla che in seno al comune di Modica, durante il precedente quinquennio (2013-2018), è stato celebrato un processo giudiziario per bloccare il tentativo della maggioranza di ampliare i tempi morti della burocrazia nel Regolamento comunale. La maggioranza s’era convinta, in base ad un troppo disinvolto ragionamento, che sarebbe stato sufficiente intervenire sul regolamento per impedire o, comunque, attenuare i controlli dell’opposizione. Intanto se non c’è niente da nascondere i controlli vanno agevolati, non impediti. Lei fa parte, come me, del popolo e sa, come ha detto alla dottoressa Torchi, che la minoranza ha il còmpito di vigilare sugli atti di amministrazione della maggioranza. Parole testuali che ho cercato di onorare sin dal mio primo mandato. Debbo però confessarle che al suo posto non sarei così spontanea, come lei, nel ringraziare l’amministrazione dimessa per averle fornito relazioni e documenti su tutto ciò che è stato fatto. Mi sto limitando a riferire, in forma quasi testuale, le sue parole. Lei, dottoressa Ficano, non può compulsare l’amministrazione dimessa. Perché è andata alle dimissioni (e lei, oggi, ne copre il ruolo) in quanto incompatibile con la campagna elettorale ove il sindaco è candidato. Lei deve rivolgersi non agli ex amministratori ma ai capi-settore. Per quanto riguarda il diritto di accesso agli atti non esistono ragioni individuali (tranne che si tratti di vita o di morte) che possano determinare una qualche precedenza sull’istanza di un consigliere comunale. Il consigliere rappresenta il popolo, cioè una pluralità di persone; il cittadino, diversamente, è solo se stesso. Tralascio, per amor di patria, tutto il resto, ma non posso non dirle che il 16 e il 30 maggio, cioè più di tre mesi or sono, ho presentato due istanze perché mi fosse fornito l’elenco dei residui atti e passivi relativi agli esercizi precedenti al 2022. Ancora attendo l’accesso. Lei, dal canto suo, per conoscere il debito comunale complessivo mi ha risposto che è opportuno «rinviare ogni chiarimento a dopo la fissazione dell’adunanza della Corte dei conti», ossia a dopo il 30 settembre p.v. Può pensare, dunque, che mi possa dichiarare soddisfatta? Non vedo in tutto ciò un grande rispetto delle ragioni del controllo. Quando una parte non risponde né sì e né no, come vuole che si denomini tale atteggiamento se non, concretamente, opposizione di fatto? Anche da parte della maggioranza! Per altro non capisco la sua difficoltà. Penso alla dichiarazione che ha rilasciato alla dottoressa Torchi e mi domando: ma non è la stessa persona che ha affermato che la maggioranza ha il còmpito di gestire e la minoranza quello di controllarne gli atti? Perché, dunque, dovrei controllarli alla fine di settembre se mi necessita farlo subito? Alla fine di settembre non mi interessa più. Sono disegni miei e lei, non dico che deve, ma dovrebbe almeno rispettarli. Sbaglio? Le ricordo, per chiudere, che le ho presentato, il 25 luglio c.a., una interrogazione sulla situazione della spazzatura a Modica ed ancora aspetto che mi risponda. Accetti, ad onta di tutto, i sensi della mia stima.




Ivana Castello

Consigliere comunale del PD
Notizie Flash
RAGUSA - SINISTRA ITALIANA ADERISCE AD UNA AGGREGAZIONE CIVICO-PROGRESSISTA
SANTA CROCE CAMERINA - I CONSIGLIERI DI " CAMBIA VERSO " E I SERVIZI AMBIENTALI
RAGUSA - " NEI PANNI DI CAINO...": PROGETTODELLA POLIZIA DI STATO PER LE SCUOLE.
RAGUSA - ANCORA UNA SCONFITTA PER IL FUTSAL
RAGUSA - RIMODULATI HUB E PUNTI VACCINALI ANTI-COVID
SANTA CROCE CAMERINA - IL SINDACO E LA MANCATA RACCOLTA DELL'UMIDO IERI
RAGUSA - L’ASD RAGUSA CALCIO 1949 ESONERA IL TECNICO FILIPPO RACITI
RAGUSA - RIMBORSI LIBRI a.s. 20121 /2022
ISPICA - LA VIRTUS ISPICA RESISTE PER UN’ORA AL SIRACUSA, POI CEDE.
30-01-2023 16:29 - Cultura & Arte
[]
Acate, 30 gennaio 2023

Un cenacolo culturale e una biblioteca: nasce ad Acate la “Fondazione Maria Giovanna Baglieri”.

Una dirigente scolastica in pensione ha donato 4000 libri ad una fondazione che porta il suo nome. La Biblioteca Mnemosine (nome tratto dalla mitologia greca) promuoverà la cultura e l’amore per la lettura.
Un cenacolo culturale nel cuore della cittadina. Ad Acate, una biblioteca privata, oggi ricca di più di 4000 volumi, diventa un presidio culturale a disposizione dei giovani ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
28-01-2023 15:43 - Politica
[]
SI È CONCLUSO CON SUCCESSO IL CONVEGNO DEL PARTITO SOCIALISTA ITALIANO “ESSERE SOCIALISTI OGGI…”

Ieri 27 gennaio 2023, in una sala gremita di amici, simpatizzanti e compagni, si è svolto il predetto convegno del Partito Socialista Italiano, introdotto dal Segretario Provinciale Carmelo Diquattro. Di seguito, sono intervenuti il Segretario cittadino di Ragusa, Salvatore Battaglia, ed il Vice Presidente servizi culturali della città di Ragusa, Pippo Di Noto. Terminati gli interventi prefissati, ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-01-2023 16:53 - Istruzione e Formazione
[]
In occasione della "Giornata della Memoria 2023, l’Istituto Verga di Comiso prosegue il proprio impegno, nel pieno esercizio di una cittadinanza attiva, consapevole e democratica, affinché la "memoria storica" possa diventare un patrimonio trasmissibile di generazione in generazione.
Oggi, tutti gli alunni hanno assistito alla proiezione del Film Il viaggio di Fanny (Le Voyage de Fanny) è un film franco-belga del 2016 diretto da Lola Doillon. Il film è basato sul libro autobiografico Le journa...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
26-01-2023 17:56 - Economia
[]
Siglata al Libero Consorzio Comunale di Ragusa una convenzione per la gestione dei rifiuti a base di gesso.

Il documento è stato firmato dal Commissario straordinario Salvatore Piazza e dal sindaco di Ragusa Peppe Cassì, rappresentante di uno dei due Comuni che hanno deciso di aderire all’iniziativa. La convenzione verrà firmata in un secondo momento anche dal sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari.

“Un altro traguardo che ci siamo intestati, con i sindaci Cassì e Schembari, per tutelare il ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 16:03 - Attualità
[]
Ragusa, 25/01/2023

Cinque nuove assunzioni di soggetti svantaggiati per la Cooperativa sociale "Volta Pagina"

Un sogno che diventa realtà. Stamane, presso il Foro Boario di Ragusa, cinque persone in cura presso i Dipartimenti di Salute Mentale di Ragusa, Vittoria e Modica hanno firmato un contratto di lavoro con la Cooperativa sociale "Volta Pagina" di Vittoria nell’ambito del progetto imprenditoriale “Tuttiafare”. Un momento importante per la comunità, che i dirigenti della cooperativa hanno ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 12:40 - Politica
[]
NASCE A RAGUSA LA SEZIONE DI +EUROPA, SCHEMBRI E ANDRONE RISPETTIVAMENTE COORDINATORE E SEGRETARIO. ADERISCE ANCHE L’EX VICESINDACO MASSIMO IANNUCCI

Nasce la sezione di +Europa a Ragusa, una novità per il capoluogo ibleo, dove la forza progressista sbarca con i migliori intenti e obiettivi; la sezione, forte di parecchie decine di tesserati solo in questo ultimo periodo, ed in continua crescita, risulta ad oggi un circolo numeroso rispetto alle media regionale e punta a essere il riferimento d...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
25-01-2023 12:26 - Politica
[]
Discarica abusiva di c.da Petraro. Frasca e ‘Insieme per Santa Croce' contro Cassì: “E' inadempiente e sottovaluta il rischio ambientale”

“Il sindaco Cassì? Un politico di professione. Mente sapendo di mentire”. Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali di ‘Insieme per Santa Croce' e il segretario cittadino di Alleanza Popolare, Filippo Frasca, in riferimento alle risposte fornite dal sindaco di Ragusa sulla discarica abusiva di contrada Petraro, al confine col territorio di Santa Croce C...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
24-01-2023 17:34 - Istruzione e Formazione
[]
ANCORA UN'ECCELLENZA COMISANA PREMIATA : STEFANIA OCCHIPINTI LA NEO INGEGNERE LAUREATASI A CATANIA

“Premio America Giovani “Riconoscimento per i neolaureati di eccellenza delle università italiane”

“Fra i mille studenti eccellenti ai quali è andato il riconoscimento e che sono stati ricevuti alla Camera dei Deputati la neo ingegnere comisana Stefania Occhipinti – dichiara Maria Rita Schembari, sindaco di Comiso-. È un altro motivo d'orgoglio per me, fare un encomio pubblico ad un'altra giovane ...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
23-01-2023 18:47 - Attualità
[]
UN’ALTRA COMISANA AL FESTIVAL DI SANREMO 2023: SI TRATTA DI FLAVIA NIGITA.

“ La nostra Flavia Nigita – commenta l’assessore Manuela Pepi – è la seconda giovane comisana che, con altre 5 ragazze Siciliane, sarà presente al Festival di Sanremo. Flavia Nigita, 31 anni, studia presso ADIABASI , scuola nazionale di massaggio, e sta seguendo il percorso formativo come operatore olistico. Sarà a Sanremo dal 6 all’8 di febbraio, nel primo gruppo, assieme ad altri 20 massaggiatori. E’ un orgoglio saper...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
ANGELO GIGLIO FOTOGRAFIA
29-01-2023 18:37 - Cultura & Arte
[]
La Chiesa della Madonna di Loreto (dello Reto), un “fantasma” nel territorio modicano, già extra-moenia. Ovvero come la perduta memoria cittadina possa creare “mostri” storici e socio-culturali. Da qualche giorno si è aperta “la caccia” alle origini e allo stato attuale della Chiesa di Nostra Signora di Loreto, da sempre indicata orbitante nell'area di quello che comunemente è detto il quartiere “do ritu”, che toponomasticamente potrebbe aver preso proprio origine dall'insediamento del rito m...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
29-01-2023 19:09 - Attualità
[]
L'importanza di aver accanto chi hai amato sino all'ultimo rantolo…

Premetto che è sempre difficilissimo parlare del dolore, ma ho deciso di farlo per affrontare una problematica comune su cui tutti dovremmo batterci.

Poco fa ho appena letto il post della cara Alessandra Di Stefano, ove con immenso dolore condivide con tutti lo strazio per la dipartita del suo caro papà.

Leggere che è stata accanto al suo papà tramite videochiamata e non è potuta stargli accanto sino all'ultimo respiro è una c...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-01-2023 17:29 - Cultura & Arte
[]
DOMANI ALLA CASA DI SPIRITUALITÀ DEI PADRI GESUITI DI RAGUSA LA PRESENTAZIONE DEI LIBRI “LA BUSSOLA DI ABRAMO” E “ABRAMO NELLA TEMPESTA” DEL GESUITA GIANFRANCO MATARAZZO.

RAGUSA – Libri per meditare i testi “La Bussola di Abramo” e “Abramo nella tempesta” (San Paolo Edizioni), scritti dal gesuita Gianfranco Matarazzo, verranno presentati questo sabato 28 gennaio alle ore 18.00 nella Casa di Spiritualità dei Padri Gesuiti di Ragusa (via del Sacro Cuore, 46). L'autore, con i suoi lavori, intende...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
27-01-2023 16:35 - Attualità
[]
NESSUNO IN OCCIDENTE VUOLE LA PACE IN UCRAINA

Nell’Est d’Europa ormai è quasi un anno di guerra, migliaia di ucraini costretti a lasciare le proprie case, molti ad emigrare in altri Paesi, le infrastrutture di Kiev distrutte o rese inservibili. Il freddo, il gelo attanagliano con durezza: donne, bambini, anziani e i soldati al fronte, insomma una situazione drammatica di cui non si vede l’uscita.

Penso che, in altri tempi, capi di governo responsabili, ucraini o di altri Stati, avrebbero fatt...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:24 - Angolo dell´Arte
[]
MILANO 24 maggio: Un ricordo dello scultore Biagio Frisa.

Erano gli anni '56, '57, '58: frequentavo assiduamente a Comido (RG) la bottega dello scultore Biagio Frisa, che aveva trasformato in una bottega di ceramica non sapevo cosa, nonostante questo rimanevo catturato dai colori e dalle forme che avevo notato in una mostra al circolo " Amici dell'Arte" , dove mio padre era custode.

Frisa era un abilissimo scultore, ma soprattutto un imprenditore eccellente. Lo dico adesso con cognizione di cau...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
17-01-2023 12:15 - Eventi
[]
DOMENICA 29 GENNAIO 2023 ALLE ORE 18:30
Pagina Bianca: Giò Galante in Concerto
Kome - Stanze di vita quotidiana

Giò Galante, cantautore. Porta in giro la propria musica dal 1990. Solitamente si accompagna a musicisti di estrazione jazz. Questa sera si accompagna a Gianni Amore alla fisarmonica e Alessandro Longo al violoncello, musicisti dalla sapiente tecnica e spiccata sensibilità musicale, preziosi amici al di là del palcoscenico.
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
12-01-2023 15:02 - Angolo dell´Arte
[]

Continua senza sosta l’ascesa dei Blinding Sunrise. Nonostante il nome possa risultare sconosciuto a molti, questa band iblea (composta da cinque vittoriesi e un ragusano) sta continuando a riscuotere successi internazionali ed è famosissima in tutto il mondo. La band è composta da Mattia Giuffrida e Francesca Ereddia alle voci, Matteo Lorefice e Luca Pace alle chitarre, Onofrio Butera al basso e Valerio Macca alla batteria.

Di qualche giorno fa l’ultimo riconoscimento alla loro bravura: part...
[icona per inviare a un amico] [icona per stampare] [icona di Facebook] [icona di Twitter] [icona di WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA
Utenti Online
5

Visitatore Numero
2151721

totale visite
8299392


invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è "Piparo Girolamo", il sito web ecodegliblei.it è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor Piparo Girolamo. Recapiti e dati legali:

Via Generale Cascino, 50 - 97013 Comiso (RG)

Cod. Fiscale: PPRGLM48L19C927D

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a girolamopiparo@gmail.com oppure indirizzare una comunicazione scritta all'indirizzo della sede legale sopra citata.
Informativa privacy aggiornata il 11/01/2023 00:00
torna indietro leggi Privacy Policy
 obbligatorio

cookie