27 Gennaio 2021
Categorie

MODICA- " LA CHIESA DI SANT'ALESSANDRA " di Carmelo Cataldi

La ri-scoperta della chiesa proto-cristiana/bizantina di Sant'Alessandra a Modica.

Un briciolo di storia patria trascurata nei secoli e dimenticata dalla comunità modicana.



Devo ringraziare gli amici Maurizio Pulvirenti e Alessandro Caruso, se oggi anche io sono stato ammesso tra coloro che si sono indegnamente appropriati di una piccola fetta di storia patria modicana, riscoprendo parti di una memoria comunitaria per secoli dimenticate e travolte dalla nascita di mitologie strumentali e oggi esclusivamente commerciali.
E' stato proprio durante un sopralluogo, sulla collina meno conosciuta e citata di Modica, la Giacanta o Giacanda, per visionare dei ruderi, probabilmente di età bizantina (535-845 d.C.) e di cui si stanno valutando le attendibilità storiche e quindi archeologiche, che Alessandro mi ha indicato, in quell'area, la presenza di una chiesa rupestre, chiamata comunemente di sant'Alessandra.
Lo stesso mi riferiva che si trattava di un'opera rupestre, perché così indicatogli dal padre e perché così lui la ricordava da piccolo, cioè un anfratto accomodato a luogo di culto, come nella stragrande maggioranza si riscontra nei siti rupestri della Sicilia sud orientale, in primis in quello di Cava d'Ispica, ma non ricordandosi effettivamente dove si trovasse è ricorso alla memoria del genitore che ha dato delle coordinate esatte per il ritrovamento.
Di questa chiesa, indicata dunque come rupestre, ma che così non è, e lo si capirà a breve, ne danno pochissime notizie sia gli scrittori che gli archeologi modicani, che si sono limitati, alla fine, solo ad indicarne l'esistenza, senza documentarne poi le origini e soprattutto la consistenza archeologica e architettonica.
Sant'Alessandra, a cui sembra sia stata dedicata, è stata una proto-martire, addirittura coeva di San Giorgio e sembra convertita dallo stesso, secondo la Leggenda Aurea di Jacopo da Varagine e quelle ad essa precedenti, in quanto “moglie”, ma così non era, dell'imperatore Diocleziano; la vera moglie di Diocleziano era quella che poi si è conosciuta come santa Prisca. Il martirologio cristiano/romano, che festeggia la santa il 18 maggio, afferma invece che sotto Massimiano (almeno fino al 305 d.C.) sette donne e cioè Alessandra, Claudia, Eufrasia, Matrona, Giuliana, Eufemia e Teodosia, proclamandosi cristiane al preside di Amiso (oggi in Turchia, allora nell'Elenoponto), a cui contestavano anche la crudeltà contro i cristiani e l'ingiustizia nel condannarli, furono arrestate, flagellate, scarnificate e, infine, gettate in una fornace ardente.
Questa chiesa, perché di questo si tratta, si trova all'interno di un'area particolarissima, per la sua naturale costituzione orografica, prettamente difensiva e autoproduttiva di una sua sufficienza nel sostentamento di una piccola comunità, e della sua stessa ordinaria difesa. L'area è costituita da un pianoro fertilissimo, oggi adibito a colture biologiche, circondato da naturale “muraglie” che ne fanno un fortino, a difesa della predetta depressione, la cui vista dall'esterno e accessibilità sono di estrema difficoltà. La presenza di queste condizioni orografiche, soprattutto esistenti sopra uno dei quattro speroni della città, caratteristica questa che permette anche di ritenere le costruzioni databili almeno al periodo chiamato comunemente dei “greci” ossia bizantino e l'allocazione della chiesa, intorno a cui si riuniva e si riconosceva la comunità stessa, inducono a sostenere che proprio da quel periodo, ma probabilmente anche prima, lì dovesse insistere una delle tante comunità che popolavano l'antica Muthyce, (così chiamata almeno nel periodo imperiale romano).
Questa chiesa, come detto di difficile visione all'occhio umano, è nascosta dal declivio di una delle pareti di questa “conca, ma soprattutto, ed è questa la particolarità che la rende unica nel panorama archeologico locale, perché si tratta di un vero e proprio ipogeo. Costruzioni simili erano costruite in passato dai coopti, una tra le prime comunità cristiane al mondo, fino a tutto il XVII secolo scorso. Famosa è ad esempio la chiesa dedicata a San Giorgio a Lalibela, localmente chiamata Bet Giorgis, una costruzione monolitica in ipogeo di stile Axumita.
Alla stessa si accede da una strada, oggi asfaltata, arrampicandosi sul parapetto e percorrendo un corridoio scavato nella roccia, con scale anch'esse scavate, che dopo un dislivello di circa 8 mt. permettono di accedere ad un piccolo sperone, da cui, facendo fronte ad est, si può ammirare un'apertura nella roccia, da cui incredibilmente appare una costruzione scavata sotto il livello del declivio, immediatamente identificabile, per un'abside posta nella parete est, per un sito adibito a culto religioso.
Il sito, che presenta una profondità media di circa mt. 4,90, ha un'apertura, partendo dalla parete est e in senso orario, di mt. 4,20x7,20x380x6,90, mentre la base mt. 5,70x6,90x5,20x7,80. Alla stessa si accede mediante una scala muraria, cioè scolpita nella parete, di 11 gradini, ognuno delle dimensioni di cm. 60x30x30. La parete est presenta il sancta sanctorum, un altare largo mt. 2,20 posto ad un'altezza di circa 70 cm dalla base, in posizione quasi mediana e un'abside, su cui in passato vi saranno stati sicuramente degli affreschi murali ed oggi solo dei graffiti (sicuramente moderni e postumi), dell'altezza pari a mt. 2,65.
Un elemento molto caratterizzante è una tipica “piscina”, usata proprio nei primi periodi del cristianesimo per il rito del battesimo; questa dalle dimensioni di cm. 120x160x50 ha una forma semicircolare e posta all'angolo fra la parete sud ed ovest della chiesa, mentre nella parete sud, quella verso la strada principale di accesso al pianoro, insiste un'apertura, a circa cm. 1,40 da terra, dalle dimensioni di cm. 120x100; questa probabilmente permetteva di avere una visuale sulla strada sottostante in caso di eventuali arrivi di “nemici”.
La chiesa probabilmente in passato doveva avere una copertura in legno o altro materiale che riparasse i fedeli sottostanti, solo così si spiegherebbe il cordolo scavato sulla parete sud per tutta la sua lunghezza e del dislivello, dalla base dell'apertura, di circa 40 cm. e della dirimpettaia scanalatura per l'appoggio della necessaria intelaiatura.
Insomma una chiesa dalle caratteristiche architettoniche prettamente protocristiame o almeno bizantine, la cui storia andrebbe rivista e approfondita, ma soprattutto rivalutata, inserendo il sito fra quelli fruibili ai cittadini, dopo ovviamente quei lavori di recupero materiale della struttura e approntamento per una funzionale accessibilità del pubblico.
Notizie Flash
RAGUSA - VACCINAZIONE ANTI COVID PER GLI OPERATORI SERVIZIO CIVILE ASP
VITTORIA - PRESIDIO NELL'ISOLA PEDONALE DI VIA CAVOUR
VITTORIA - IL 26 GENNAIO PROTESTA PER LA CARENZA IDRICA: IL PD ADERISCE.
RAGUSA - NASCE LA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI DATORIALI
RAGUSA - " PARTECIPIAMO ": ARRIVA LA SENTENZA DEL TAR SU STROKE UNIT
VITTORIA - ARRESTATO MINORENNE PER SPACCIO
RAGUSA - NORME PER IL RICHIAMO DEL VACCINO ANTICOVID
COMISO - UN 36/ENNE CONDANNATO PER FURTO
MODICA - CONFERENZA ON LINE SUGLI " EBREI IN SICILIA "
MODICA - INTERROTTA LA SOSTA A PAGAMENTO
27-01-2021 13:00 - Attualità
[]

IN RICORDO DEL PADRE, RICOVERATO NEL REPARTO DI PSICHIATRIA DELL’OSPEDALE “BUSACCA” DI SCICLI IL FIGLIO, FOTOGRAFO, DONA AL REPARTO TRE BELLISSIME FOTO

“La ricerca della libertà e della di spazialità, il senso dell’infinito in un luogo emblematico”

Ragusa, 27 gennaio 2021 - Donati al reparto di psichiatria dell’ospedale Busacca di Scicli tre bellissime e significate foto dal dr. Milo Dimartino, dell'atelier fotografico Milofotografia di Ispica.

Un dono che racchiude, in questi scatti...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
27-01-2021 11:21 - Politica
[]
Vincenzo Giambrone aderisce alla Lega insieme a molti dirigenti di partito e ad oltre 40 tra consiglieri comunali e assessori del territorio di Agrigento!
Accolgo con soddisfazione ed entusiasmo l'adesione di Vincenzo Giambrone alla Lega. Da un punto di vista politico si aggrega a noi un uomo di grandi capacità ed esperienza amministrativa e parlamentare che, assieme al suo gruppo, consente alla Lega un radicamento ancora maggiore in provincia di Agrigento. Da un punto di vista personale rinn...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-01-2021 10:30 - Attualità
[]
Continua senza sosta il lavoro dell’assessore allo Sport, Guglielmo Scimonello che, dopo l'intervento risolutivo della settimana scorsa per il blackout alla struttura del "Geodetico", quale primo atto del suo nuovo impegno amministrativo, venerdì mattina, ha effettuato un sopralluogo allo Stadio "Ciccio Scapellato", accompagnato dal presidente dell'Atletica Libertas Scicli, Francesco Ruscica, alla presenza del vicepresidente del Consiglio comunale, Lorenzo Bonincontro. Motivo della visita:...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
25-01-2021 10:12 - Attualità
[]
COMUNICAZIONE DELL' ASSESSORE DANTE DI TRAPANI: "Nei giorni scorsi abbiamo installato quattro colonnine autovelox, nelle strade di ingresso venendo da Vittoria, Santa Croce e Chiaramonte. Come ci si augurava, lungo le suddette arterie si nota già a vista d’occhio una netta inversione di tendenza dei comportamenti degli automobilisti in transito: velocità molto ( ma molto) contenute e rispetto dei limiti. A tal proposito, mi sembrano necessarie alcune elementari precisazioni: 1) Sostenere che ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
24-01-2021 11:03 - Politica
[]
Angelo Laporta movimento territorio Marina di Ragusa: via Benedetto Brin sempre di più “cimitero degli alberi”

In quasi tre anni di mandato amministrativo, piu’ volte abbiamo sollecitato l’amministrazione comunale di Ragusa affinchè intervenisse in tempi rapidi su via Benedetto Brin, ormai battezzata il cimitero degli alberi.

L’intervento richiesto è quello di piantare una trentina di alberi di tipologia non invasiva, diversa da quella precendente, in sostituzione dei monconi di albero present...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 16:52 - Politica
[]
La Lega chiede che la Sicilia sia zona arancione e non più rossa!
Zona arancione per tutta la Sicilia, controlli serrati per il rispetto delle regole, mettendo in campo ogni forza locale o nazionale disponibile; zone rosse solo quando necessarie, mirate e territorialmente individuate per affrontare le specifiche situazioni di emergenza.
Questa è la soluzione proposta dalla Lega, in un’ottica di leale collaborazione con il governo regionale e richiamando alle proprie responsabilità il governo na...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 12:41 - Politica
[]


CAVA DEI MODICANI, LA SCONFITTA E’ DEL SINDACO DI RAGUSA NON DELLA POLITICA. IL CAPOGRUPPO M5S FIRRINCIELI: “OPPORTUNE LE DIMISSIONI SE NON C’E’ L’AUTORIZZAZIONE PER L'IMPIANTO DI TMB”

“Situazione difficile e delicata, ma il sindaco di Ragusa non aiuta a fare chiarezza, come avviene da mesi: non è più tempo di annunci, di promesse, di attese, siano esse di ore o di giorni, a tutti i livelli, altrimenti è opportuno che i protagonisti della vicenda si facciano da parte”. Sono queste le conclusi...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 11:26 - Economia
[]
Maurizio Villaggio, responsabile della Lega per l'area iblea dei rapporti con l'Unione Europea, rende noto il seguente bando valido per le attività operanti nel settore della pubblica istruzione. #SICILIA: CONTRIBUTI A SCUOLE ELEMENTARI, MEDIE E SUPERIORI PER ACQUISTARE STRUMENTI INFORMATICI DA FORNIRE AGLI STUDENTI PER LA DIDATTICA DIGITALE. DOMANDE DAL 28 GENNAIO AL 19 FEBBRAIO

Contributi a fondo perduto per le scuole in Sicilia che investano in infrastrutture digitali, acquistando strument...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 15:39 - Attualità
[]
POSTE ITALIANE: IN PROVINCIA DI RAGUSA
LE PENSIONI DI FEBBRAIO IN PAGAMENTO DAL 25 GENNAIO NEL RISPETTO DELLE NORME ANTI-COVID
Per chi ha scelto l’accredito, ritiro possibile dai 34 ATM Postamat della provincia
Turnazione in ordine alfabetico per chi ritira in contanti negli uffici postali

Palermo, 22 gennaio 2021 – Poste Italiane comunica che in provincia di Ragusa le pensioni del mese di febbraio verranno accreditate a partire da lunedì 25 gennaio per i clienti che hanno scelto l’accredito su L...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 15:22 - Attualità
[]
Dopo la firma del protocollo tra il Libero Consorzio di Ragusa ( ex Provincia) e i comuni iblei, tra cui quello di Comiso, sono stati rimossi dai cigli stradali tutti i rifiuti speciali del comprensorio comunale. “ La rimozione è propedeutica al nostro programma per il 2021”. Dichiarazioni dell’assessore all’ambiente, Biagio Vittoria.

“ Innanzi tutto – esordisce l’assessore – rivolgo un ringraziamento al commissario del Libero Consorzio, il dott. Salvatore Piazza, per avere messo in campo quan...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 11:05 - Attualità
[]
SAN BIAGIO, PROGRAMMATE LE INIZIATIVE RELIGIOSE
IN ONORE DEL PATRONO DI COMISO: AL VIA DAL 31 GENNAIO

La devozione della comunità comisana vuole tornare di nuovo a manifestarsi, in maniera prorompente, nonostante la pandemia da Covid-19, nei confronti del proprio patrono. Accadrà anche il 3 febbraio in occasione della festa liturgica di San Biagio con tutta una serie di celebrazioni che si terranno, naturalmente, rispettando le prescrizioni anticontagio. Gli appuntamenti religiosi che anticiper...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]




Utenti Online
6

Visitatore Numero
1582904

totale visite
5444248

[]
24-01-2021 11:42 - Cultura & Arte
[]
Per comprendere il presente dobbiamo conoscere il nostro passato.

Con questa frase voglio introdurre l'interessantissimo documentario di Ezio Mauro "La dannazione della sinistra - cronache di una scissione" in merito ai 100 anni della nascita del PCI. La storia ci insegna che quel congresso di Livorno presso il teatro “ Goldoni “ cambiò radicalmente la storia d'Italia: in quel congresso del 21 gennaio 1921 avvenne una profonda scissione tra i riformisti del PSI, come Filippo Turati, e i comun...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
23-01-2021 11:00 - Cultura & Arte
[]
E’ appena stato pubblicato per Sicilia Punto L edizioni “Sicilia. Luoghi, fatti, persone”, ultima fatica di Pippo Gurrieri. Il libro, come si legge nella quarta, “è un viaggio nelle Sicilie disseminate in Sicilia, nel mutamento che le travolge, nelle storie e nei destini che le accomuna, nel filo grigio dell’emigrazione che dalla fine dell’Ottocento le affligge, nelle biografie di alcune figure che rappresentano, o hanno rappresentato, speranze e riscatti che meritano, prima che il nostro ...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
22-01-2021 10:46 - Cultura & Arte
[]
IL viaggio degli Aleramici in Sicilia, l’incontro con Normanni e Svevi e la nascita della Federazione Euromediterranea sulle antiche migrazioni medievali.
Si sono quasi concluse le riprese del docufilm “ Le vie Aleramiche e Normanno Sveve” e il suo ideatore e regista Fabrizio Di Salvo ha coordinato una riunione in streaming con i numerosi partners di questo ambizioso progetto culturale, che coinvolge anche le dinastie Normanna e Sveva.
Gli Aleramici portarono in Sicilia la loro cultura ass...
invia ad un amico [stampa] [facebook] [Twitter] [WhatsApp]
DELLE COSE DI SICILIA

invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Privacy Policy
Titolare del trattamento è l´azienda NOME, il sito web NOMESITO.IT è di proprietà e gestione della stessa. Il responsabile e legale rappresentante è il signor NOME e COGNOME. Recapiti e dati legali:

Via XXX,XX - 00000 CITTA PR - P. IVA 00000000000

Per qualsiasi informazione o istanza è possibile inviare una email a INFO@NOMESITO.IT oppure indirizzare una comunicazione scritta all´indirizzo della sede legale sopra citata.
torna indietro leggi Privacy Policy  obbligatorio