PALERMO - PER L´ON. GIORGIO ASSENZA OCCORRE INTERVENIRE SULL´INPS A FAVORE DEGLI OPERATORI AGRICOLI

23-07-2015 16:50 -

Assenza: "Accertamenti INPS: riaprire i termini per gli operatori del settore agricolo"

"Occorre intervenire tempestivamente presso il Ministero del Lavoro e presso la Presidenza nazionale dell´Inps in merito alla grave situazione che investe gli operatori e le aziende del settore agricolo". E´ quanto chiede l´on. Giorgio Assenza intervenendo, con un´Interrogazione presentata oggi al Presidente della Regione, sulla delicata problematica venutasi a creare a seguito dell´intensa attività di verifica, da parte dell´Inps di Ragusa, sulle aziende agricole.

"Nel corso della suddetta attività di verifica - scrive Assenza - sono state contestate alle aziende agricole interessate le retribuzioni corrisposte secondo accordi di gradualità previsti dai contratti integrativi provinciali di lavoro, che non avrebbero dovuto costituire, secondo gli ispettori dell´Inps, imponibili di riferimento per i versamenti contributivi, in quanto si sarebbero invece dovuto utilizzare come riferimento le tabelle del contratto nazionale".

"In conseguenza di tale valutazione, invero non condivisibile, - continua Assenza - sono state emesse le relative cartelle esattoriali per il recupero dei benefici della fiscalizzazione fruiti dalle stesse aziende, nonostante la linearità del comportamento adottato, avvalorato dalla condivisione degli accordi da parte delle locali associazioni di categoria e delle stesse organizzazioni sindacali dei lavoratori, nonché dai mancati rilievi, all´epoca dei fatti, degli stessi organi ispettivi dell´Inps. Per evitare il default definitivo delle aziende coinvolte, è necessario intervenire urgentemente presso il Ministero del lavoro e la Presidenza nazionale dell´Inps, prospettando come possibile soluzione la riapertura dei termini al fine di consentire, alle aziende interessate, di regolarizzare la propria posizione contributiva. In caso contrario, il rischio per la tenuta dell´economia del territorio ragusano diventa enorme".

Palermo, 22 luglio, 2015