COMISO - E COSI' LA SMS " VERGA " FINI' IN CONSIGLIO COMUNALE: IL CONSIGLIERE GAETANO GAGLIO PRESENTA UNA MOZIONE IN APPOGGIO A 92 ASSOCIATI AL CENTRO ANZIANI " LA VITA E' BELLA ", A CUI DOPO 5 ANNI SONO STATI NEGATI I LOCALI DAL CONSIGLIO D'ISTITUTO DELLA " VERGA ". E IL VICEPRESIDE BELLASSAI CHE FA? UNA SCUOLA, DI CUI E' RESPONSABILE, NON OFFRE SERVIZI ALLA CITTADINANZA E LUI RIMANE IN CARICA?

27-04-2019 17:03 -

Spett.le Comune di Comiso

Il presidente del Consiglio Comunale

Salvatore Romano

Oggetto: Mozione consiliare per l’individuazione di una sede idonea per le attività del centro Anziani dell’Associazione “La Vita è Bella” onlus.

Vista la richiesta di aiuto alla risoluzione della problematica della sede del Centro Anziani presentata in data 19 novembre 2018 da parte del Presidente dell’Associazione “La vita è bella” onlus al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, all’Assessore al Patrimonio, al dirigente dell’area 1, al dirigente dell’Area 3 e ai gruppi consiliari del Comune di Comiso che alla presente mozione si allega;

considerato che la richiesta di cui sopra è sottoscritta anche da ben 92 dei 148 associati al Centro Anziani;

valutata di grande rilevanza l’attività ricreativa e di animazione rivolta alle persone anziane della nostra città con innegabili benefici psicologici e sociali garantita dall’associazione e dal centro da diversi anni;

preso atto che in data 4 luglio 2018 l’associazione ha regolarmente presentato la richiesta per il rinnovo dell’utilizzo dei locali dell’auditorium annesso alla scuola media “G. Verga” di Comiso, locali utilizzati dalla stessa ininterrottamente nel quinquennio 2013-2018 senza che si siano registrati problemi di alcun tipo alla struttura;

appreso che il consiglio di Istituto, nonostante il visto favorevole del Sindaco di Comiso, ha ritenuto di negare al centro anziani l’utilizzo dei locali nonostante questi siano di proprietà dell’Ente, che ne sostiene le spese di manutenzione ordinaria nonché tutti i costi relativi alle utenze idriche, elettriche e per il riscaldamento e nonostante le attività oggetto della richiesta fossero previste in orari extra curriculari, ovvero i sabati sera dopo le ore 20.00;

tenuto conto della disponibilità manifestata dall’associazione di contribuire finanziariamente sostenendo i costi relativi alla pulizia dei locali, unico onere non a carico dell’Ente comunale;

apprezzato l’impegno del Sindaco di Comiso, la quale, di concerto con gli uffici dell’Area 3 coordinati dall’ing. Saddemi, è riuscita a individuare una soluzione alternativa concedendo dei locali di pertinenza dell’Istituto “Luigi Pirandello” di Comiso in cui ad oggi il centro può espletare la propria attività;

verificato da parte del sottoscritto, a seguito di sopralluogo con i responsabili del centro, che purtroppo i locali concessi non presentano le caratteristiche ottimali per le attività di cui sopra per la ridotta capienza degli spazi, difficoltà di raggiungimento degli stessi per anziani con difficoltà di deambulazione, potenziali elementi di rischio in caso di necessità di evacuare i locali rapidamente vista l’età media e le caratteristiche dell’utenza beneficiaria e protagonista delle attività esercitate;

si propone al consiglio comunale la seguente

MOZIONE

che impegna l’Amministrazione Comunale a:

Acquisire le motivazioni per le quali il consiglio di Istituto dell’Istituto “G. Verga” di Comiso ha negato l’utilizzo dei locali a seguito della richiesta presentata per l’annualità 2018-2019 da parte dell’Associazione “La Vita è Bella” onlus, verificando quali situazioni siano mutate rispetto alle annualità precedenti, e riferire in consiglio comunale;
Esperire ogni possibile azione per concordare con i responsabili dell’Istituto condizioni sufficienti e sostenibili perché il Centro Anziani possa tornare, con soddisfazione di tutte le esigenze reciproche, ad utilizzare i locali dell’Auditorium annesso alla Scuola Media “G. Verga” come negli anni precedenti, in considerazione della funzionalità degli stessi rispetto alle attività del Centro;
Richiedere in capo all’Ente medesimo, in caso di ulteriore diniego da parte dell’Istituto, l’utilizzo dei locali negli orari extracurriculari e garantirne poi direttamente, a seguito di concessione o in regime di convenzione o altro strumento ritenuto idoneo, l’utilizzo al Centro Anziani;
Regolamentare con apposito atto approvato dal Consiglio Comunale le modalità di utilizzo degli auditorium o di altre tipologie di locali similari alla medesima stregua delle palestre scolastiche, il cui regime di concessione è oggi disciplinato da apposito regolamento;
o in subordine

Individuare locali idonei per capienza e accessibilità che possano consentire al Centro di svolgere le proprie attività in un contesto logistico ottimale.
Il consigliere comunale

Della Lista Spiga – Articolo Uno

Gaetano Gaglio