VITTORIA - PER GIUDICE ( CONFESERCENTI ) LO STOP DEL MERCATINO DEL 15 AGOSTO DECISO SENZA SENTIRE GLI INTERESSATI

09-08-2015 10:14 -

MERCATINO DEL SABATO, IL 15 AGOSTO STOP DALL´EMAIA. CONFESERCENTI: "COME SEMPRE DECISIONI PRESE IN ASSOLUTA AUTONOMIA E SENZA ALCUN CONFRONTO CON I DIRETTI INTERESSATI. RESTITUISCANO LE SOMME CHE HANNO VOLUTO ANTICIPATAMENTE".


Stop al mercatino del sabato il prossimo 15 agosto. E´ quanto ha deciso l´Emaia solo che, ancora una volta, l´ha fatto senza confrontarsi con i diretti interessati. Ancora una volta come Confesercenti restiamo letteralmente basiti rispetto alle modalità con cui l´Emaia, e i suoi nuovi vertici, decidono di adottare scelte per nome e per conto degli esercenti, e di comunicarle con una semplice letterina di due righe. Avranno scambiato l´Emaia come il proprio impero? Crediamo che sarebbe stata molto più funzionale e utile, a tutti, una concertazione considerato che non è possibile modificare l´operato dall´oggi all´indomani. La Confesercenti, rivolgendosi ai vertici Emaia e al sindaco di Vittoria ricorda, evidentemente è necessario farlo, che il Governo nazionale ha liberalizzato le aperture ed è un dovere per l´azienda municipalizzata fornire i servizi che gli esercenti pagano profumatamente. O forse dobbiamo pensare che c´è qualcuno che preferisce farsi le ferie a mare, il 15 agosto, e dunque decide in base al giorno festivo. Ad ogni modo la Confesercenti invita il direttore dell´Emaia, se questa è la sua scelta commerciale, a rimborsare agli esercenti il costo del suolo pubblico del mercatino del sabato considerato che a loro viene chiesto anticipatamente di versare l´obolo che è di circa 8 euro ad esercente, che moltiplicato per le 300 autorizzazioni, fa ben 2400 euro. Fatto questo, potranno andare poi tutti in ferie.



08 agosto 2015

Il direttore
Giudice