COMISO - LA POLIZIA DI FRONTIERA BLOCCA UN UOMO CON UN COLTELLO DIRETTO IN BELGIO

18-08-2015 14:45 -

ANCORA UNA VOLTA LA SINERGIA TRA LA POLIZIA DI STATO E LA SECURITY AEROPORTUALE HA DATO I SUOI FRUTTI.

NELLA GIORNATA DI IERI 17 AGOSTO DURANTE I CONTROLLI DI SICUREZZA EFFETTUATI DAI PASSEGGERI DEL VOLO PER CHARLEROI PERSONALE DELLA SECURITY DELLA SOACO ALLERTAVA LA POLIZIA DI FRONTIERA PER LA POSSIBILE PRESENZA DI UN´ARMA NEL BAGAGLIO A MANO DI UN PASSEGGERO.

LA SUCCESSIVA ISPEZIONE DEL BAGAGLIO CONFERMAVA QUANTO NOTATO DALL´ADDETTO ALLA SECURITY OSSERVANDO I MONITOR DEL SISTEMA DI CONTROLLO.

DENTRO IL BAGAGLIO A MANO DI P.L. CITTADINO BELGA DEL 1965 ERA OCCULTATO UL COLTELLO A SCATTO DI GENERE VIETATO CON LA LAMA LUNGA 10 CM.

IL BELGA E´ STATO OVVIAMENTE CONDOTTO NEGLI UFFICI DELLA POLIZIA DI FRONTIERA PER VERIFICARE LA SUA POSIZIONE E CONTROLLARE LA PRESENZA DI EVENTUALI ALTRE ARMI.

SIA IL CONTROLLO SULL´UOMO CHE SUI SUOI PRECEDENTI o EVENTUALI COLLEGAMENTI CON GRUPPI DI TERRORISTI, HA DATO ESITO NEGATIVO.

PERTANTO P.L. E´ STATO RICONDOTTO AI GATES DI PARTENZA PER ESSERE IMBARCATO SUL VOLO PER IL BELGIO SENZA NON PRIMA ESSERE STATO DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA´ PER IL POSSESSO DI ARMA DI GENERE VIETATO.

AL MOMENTO DELLA PARTENZA L´UOMO SI E´ COMUNQUE DIMOSTRATO VISIBILMENTE SODDISFATTO DEL LIVELLO DEI CONTROLLI DI SICUREZZA TANTO DA FARE I COMPLIMENTI AGLI OPERATORI IN SERVIZIO.