MODICA - LICEO CLASSICO PRESO DI MIRA: LA POLIZIA INDIVIDUA L´AUTORE DEL FURTO

20-08-2015 09:25 -

Un altro soggetto notoriamente dedito ai furti è stato scoperto dalla Polizia di Modica che da tempo ha implementato l´attività di prevenzione volta a reprimere il fenomeno dei furti in città.
Anche questa volta le indagini, efficacemente svolte dagli uomini del Commissariato, hanno avuto l´esito sperato poiché un Tunisino di trentacinque anni H. S., senza fissa dimora ma da tempo domiciliato a Modica, già conosciuto per i suoi numerosi precedenti per reati dello stesso genere, veniva individuato quale autore del furto in una scuola.
Infatti, a soli pochi mesi dal suo arresto per furto in abitazione operato dalla Polizia, il tunisino è tornato a colpire ancora prendendo di mira questa volta il Liceo Classico di Modica, proprio nella nottata del ferragosto.
La scoperta del furto risale a lunedì mattina quando, all´apertura della scuola, un collaboratore scolastico trovava la porta effratta, il sistema d´allarme gravemente danneggiato e due distributori di bevande e merendine forzate e con i raccoglitori mancanti del denaro.
Tuttavia, nonostante danneggiato, il sistema di videosorveglianza interno alla scuola continuava a registrare regolarmente, riprendendo le immagini di un uomo in tutte le varie fasi del furto che svolgeva con disinvoltura, avvalendosi di arnesi atti allo scasso.
Le immagini messe a disposizione della Polizia, consentivano agli investigatori di riconoscere nelle sembianze del ladro il tunisino H.S, già noto per i suoi trascorsi penali.
Le indagini, quindi, proseguivano con le ricerche dell´uomo nelle zone dal medesimo solitamente frequentate, riuscendo a rintracciarlo alcune ore dopo in una abitazione, in cui, ultimamente, il tunisino si era trasferito e individuata in questo centro storico. Ad incastrare il ladro è stato, infatti, il ritrovamento, a seguito di perquisizione domiciliare della somma di euro 40,00 euro circa in monetine di vario taglio che, seppur H.S. aveva celato all´interno di un ombrellone chiuso, non sfuggiva all´occhio attento dei poliziotti.
Inoltre, venivano rinvenuti i capi di abbigliamento che lo stesso indossava al momento del furto, così come lo avevano ripreso le telecamere.
A conclusione dell´attività investigativa la Polizia di Modica ha denunciato all´Autorità Giudiziaria il tunisino H.S. il quale dovrà rispondere, non solo del reato di furto aggravato ai danni dell´istituto scolastico, ma anche del reato di danneggiamento dei distributori di bevande e merendine, denunciato dal proprietario, a cui è stata riconsegnata la refurtiva.