VITTORIA - " RESET " DENUNCIA IL DEGRADO IN CUI VERSA LA SCUOLA DEL SANTISSIMO ROSARIO

17-01-2020 12:21 -

LA SCUOLA DEL SANTISSIMO ROSARIO A VITTORIA CONTINUA AD ESSERE ABBANDONATA A SE STESSA, L’ASSOCIAZIONE RESET: “A NULLA SONO VALSE LE SOLLECITAZIONI A PALAZZO IACONO DALLO SCORSO MESE DI SETTEMBRE. E IL DEGRADO CONTINUA AD AVANZARE”





“Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”. Così il segretario dell’associazione politica Reset, Alessandro Mugnas, rivolgendosi al Comune di Vittoria a proposito dello stato di degrado in cui versano gli spazi tutto attorno alla scuola del Santissimo Rosario tra via Cristoforo Colombo e via Neghelli. La parte che si trova nella zona posteriore dell’istituto, e che funge da accesso per la scolaresca, è abbandonata a se stessa. Non solo nessuno si è occupato di tagliare l’erba, di sistemare il cancello arrugginito e di attivare altre piccole azioni di manutenzione ordinaria, ma addirittura il sito è diventato ricettacolo di sacchetti di plastica che contengono escrementi di cane. “La gente in transito, dalla parte di via Neghelli – spiega Mugnas – non trova infatti niente di meglio da fare se non rimuovere gli escrementi dei propri cani da terra, avvolgerli nei sacchetti e lanciarli poi all’interno dell’area recintata di pertinenza della scuola. Una situazione persistente di degrado rispetto a cui, nei mesi scorsi, prima dell’avvio della stagione scolastica, avevamo sollecitato l’adozione di specifici provvedimenti da parte della commissione straordinaria che, però, da quest’orecchio, nonostante la pesantezza della situazione visto che, tra l’altro, ci stiamo rivolgendo a una realtà frequentata da bambini, sembra non volerci sentire”. Reset, dunque, torna a sollecitare un rapido intervento della commissione straordinaria “per cercare di ovviare a questa problematica che, ogni giorno che passa, diventa sempre più consistente. E al Santissimo Rosario, poi, all’entrata, lungo la zona di via Colombo, è stata fatta rilevare l’assenza di strisce pedonali oltre che quella di un vigile urbano che, all’ingresso ma soprattutto all’uscita degli allievi, dovrebbe cercare di regolamentare la viabilità ed evitare che gli automobilisti e i motociclisti scorrazzino a velocità esagerate per il centro abitato”.





Associazione Reset Vittoria

Alessandro Mugnas

17 gennaio 2020