TEMPO DI BILANCI AZIENDALI: L'ITER DA SEGUIRE E LE TIPOLOGIE ESISTENTI.

04-02-2020 18:31 -

Tempo di bilanci aziendali: l'iter da seguire e le tipologie esistenti

Il bilancio di un'azienda è lo specchio della sua situazione patrimoniale, economica e finanziaria. In pratica si tratta di una fotografia aggiornata della lista dei beni mobili e immobili che costituiscono il suo patrimonio, degli utili guadagnati e quindi delle risorse finanziarie disponibili. Stilare un bilancio aziendale a fine esercizio non è solo obbligatorio per legge, ma è anche indispensabile per capire se sono stati fatti degli utili, se si sono compiuti degli errori di strategia e se gli investimenti del piano aziendale sono stati fruttuosi oppure bisogna cambiare rotta. Si tratta di uno strumento talmente utile che sono sempre di più le aziende che realizzano nel corso dell'anno dei bilanci provvisori per capire se si sta andando avanti bene o c'è qualcosa da correggere. Cerchiamo adesso di capire meglio quali sono i vari tipi di bilanci esistenti e quando farli.

Il bilancio d'esercizio e il bilancio consolidato

Il bilancio d'esercizio di un'impresa è il documento contabile che ogni azienda è tenuta a compilare alla fine dell'anno di lavoro. Esso si compone del Conto Economico, dello Stato Patrimoniale, della Nota Integrativa, del Rendiconto Finanziario e della Relazione sulla Gestione. I passi per arrivare all'approvazione sono fondamentali e sono quattro. Si parte dalla redazione, ovvero dalla sua compilazione da parte degli Amministratori o del Consiglio di Amministrazione dell'azienda. Una volta compilato va trasmesso al Collegio Sindacale o ai Revisori dei Conti che lo controllano. Dopo essere stato controllato il bilancio va depositato, cioè va reso disponibile alla supervisione di tutti i soci, almeno 15 giorni prima della convocazione dell'assemblea. Passati i 15 giorni si convoca l'assemblea per l'approvazione e la si trasmette agli Organi competenti, entro 120 giorni dalla fine dell'esercizio. Un po' di tempo in più invece è concesso ai Gruppi Societari che sono obbligati alla compilazione del bilancio consolidato che, come qui spiegato nel dettaglio, viene redatto nel caso di un gruppo di imprese. In questi casi le tempistiche si allungano perché, prima di comporlo, bisogna aspettare che ogni azienda del gruppo abbia approvato il suo bilancio.

Gli altri tipi di bilancio da conoscere

A prescindere dalla differenza che esiste tra il bilancio provvisorio, che serve periodicamente a fare il punto della situazione aziendale, e il bilancio definitivo, che va compilato a fine esercizio, esistono altri tipi di bilancio che bisogna conoscere. Si tratta ad esempio del bilancio imposto per legge a una società, che viene generalmente identificato come “Bilancio Civilistico”, si divide in tre forme in dipendenza della grandezza dell'azienda. Le medie e grandi imprese sono tenute alla compilazione del bilancio ordinario. Alle piccole imprese basta presentare un bilancio abbreviato, mentre le micro-imprese hanno un procedimento semplificato fatto apposta per loro. Il bilancio ordinario deve contenere tutt'e cinque le parti già citate nel caso del bilancio d'esercizio, mentre per quello abbreviato bastano solo lo Stato Patrimoniale, il Conto Economico e la Nota Integrativa. Il bilancio deve obbligatoriamente essere approvato e presentato entro 120 giorni dalla fine dell'esercizio, a meno che non si tratti di una società tenuta alla compilazione di un bilancio consolidato, che invece ha 180 giorni di tempo per arrivare all'approvazione.