COMISO - IL CONSIGLIERE DEL PD BELLASSAI PRESENTA UN'INTERROGAZIONE SUL CORONAVIRUS

24-02-2020 16:41 -

Gigi Bellassai, Presidente Commissione Welfare al Comune di Comiso e Presidente provinciale del PD ha presentato una interrogazione al Consiglio Comunale di Comiso circa le attività di prevenzione del rischio contagio da Coronavirus.

Considerata la sensibile diffusione, anche in Italia, del virus 2019-nCoV, detto anche Coronavirus che vede oltre un centinaio di casi positivi nelle regioni del Nord, Gigi Bellassai, Presidente della V commissione welfare del Comune di Comiso e presidente provinciale del PD, ha presentato una interrogazione e al Consiglio comunale di Comiso. Tenuto conto che la situazione epidemiologica appare critica e che è necessario mettere in atto tutte le azioni di prevenzione possibili al fine di scongiurare la diffusione del contagio – ha spiegato Gigi Bellassai - che in una logica prudenziale, appare necessario a porre in essere tutte le verifiche e le iniziative volte alla tutela della salute dei cittadini e in considerazione del fatto che il nostro territorio è sede di un Aeroporto internazionale che vede la presenza e il transito di migliaia di persone provenienti da ogni parte del mondo.
Considerato che i Sindaci sono le massime autorità sanitarie dei territori – ho chiesto di sapere ha aggiunto Bellassai - se il Sindaco ha convocato il vertice con i responsabili dell’ASP 7 di Ragusa, con le autorità di pubblica sicurezza, con il management SOACO, con tutti i soggetti responsabili della sanità pubblica operanti nel nostro comune e con i Dirigenti scolastici, al fine di comprendere quali misure di prevenzione stanno attuando, ognuno per le proprie competenze e quali azioni, iniziative e/o provvedimenti ha messo in atto, ad oggi, l’Amministrazione Comunale per prevenire il rischio di eventuali contagi nel territorio.
Su questi argomenti ho pertanto protocollato una interrogazione consiliare, da trattare al primo Consiglio utile, riservandomi di richiedere un Consiglio comunale aperto sul tema, al fine di rassicurare la comunità ed evitare eventuali allarmismi. La richiesta è rivolta ovviamente anche ai vertici dell’ASP, per le loro competenze, al fine di diffondere tutte le informazioni necessarie alla profilassi, le norme di comportamento e illustrare alle popolazioni iblee le iniziative già messe in atto e in fase di avvio.