RAGUSA - IL M5S SUI BUONI SPESA DA PAGARE CON IL BILANCIO

28-05-2020 17:10 -

BUONI SPESA PER LE FAMIGLIE RAGUSANE CHE NE HANNO BISOGNO, IL GRUPPO CONSILIARE M5S: “SI RISCHIA UNO SCARTO DI TEMPO ECCESSIVO TRA QUELLI EROGATI CON I FONDI NAZIONALI E GLI ALTRI GESTITI CON RISORSE REGIONALI. CHIEDIAMO DI METTERE MANO AI CAPITOLI DEL BILANCIO COMUNALE”







“I buoni spesa messi a disposizione dal governo nazionale sono già stati spesi. Adesso, però, c’è chi comincia a telefonare per capire quando arriveranno i ristori relativi alle risorse economiche stanziate dalla Giunta regionale guidata da Musumeci”.



E’ l’interrogativo che si pongono i componenti del gruppo consiliare M5s Ragusa dopo avere ricevuto una serie di sollecitazioni in proposito. Interrogativo che i consiglieri pentastellati girano all’amministrazione comunale. “Sulla scorta di informazioni apprese dal settore Servizi sociali – affermano i consiglieri Sergio Firrincieli, Zaara Federico, Giovanni Gurrieri, Antonio Tringali e Alessandro Antoci – sappiamo che le istanze in questione possano essere presentate sino al 31 maggio. Quindi, saranno formate le nuove graduatorie. Quella degli ammissibili si ritiene che possa essere pronta entro il 10 giugno, sempre ammesso e non concesso che ci sia la possibilità di presentare ricorso da parte degli esclusi. E’ probabile che i requisiti per l’ammissibilità, rispetto alle precedenti istanze, dovranno essere rivalutati visto che, magari, alcune persone hanno ricominciato a lavorare e quindi possono contare su altri redditi. A ogni modo, sembra pacifico che l’importo dei buoni spesa con i fondi regionali sarà inferiore a quello dei buoni spesa con i fondi nazionali. Se una famiglia di quattro persone, ad esempio, ha percepito con i fondi del governo nazionale 800 euro circa di buoni spesa, adesso lo stesso subirà una riduzione del 25%-30%”.



“Ci chiediamo, dunque – affermano ancora i consiglieri pentastellati – come intende procedere la Giunta Cassì in considerazione del fatto che i buoni, in casa delle famiglie che ne ravvisano il bisogno, sono già andati esauriti la scorsa settimana e, in alcuni casi, anche prima. Stiamo parlando di attendere sino a giorno 10, forse 12, addirittura 15 giugno, un lasso di tempo pesantissimo per chi si ritrova senza alcun tipo di sostegno economico. Abbiamo certezza circa la scadenza dei termini per la presentazione delle relative istanze. Ma cosa si intende fare con le persone che hanno bisogno? Si interverrà con fondi del bilancio comunale o si lascerà che chi ha necessità si arrangi in qualche modo? Lanciamo una proposta. E cioè mettere a disposizione le somme che erano già stanziate nel capitolo dei Servizi sociali del Comune per cercare di tamponare questa complessa situazione. L’amministrazione municipale ha il dovere di impegnarsi in prima linea per fornire conforto a chi ne ha necessità”.









Gruppo consiliare

M5S Ragusa

28 maggio 2020