RAGUSA - ON. LOREFICE: " 26000 EURO PER LA DIDATTICA DIGITALE IN PROVINCIA"

30-10-2020 17:29 -



DIDATTICA DIGITALE, Lorefice (M5S): “PIU’ DI 26.000 EURO AGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA PER GARANTIRE LE CONNESSIONI A INTERNET.
PREVISTI ULTERIORI 85 MILIONI DI EURO NEL ‘DECRETO RISTORI’ PER LA DIDATTICA DIGITALE INTEGRATA ”

“Nel Decreto Ristori, approvato in Consiglio dei Ministri, sono stati stanziati ulteriori 85 milioni di euro per la didattica digitale integrata, che permetteranno a stretto giro l’acquisto di oltre 200mila nuovi dispositivi e oltre 100mila strumenti per le connessioni." Lo riferisce la presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, Marialucia Lorefice (M5S). "Questi fondi - spiega - saranno rapidamente disponibili nelle casse delle scuole e saranno dedicati alle studentesse e agli studenti meno abbienti. Risorse che si aggiungono a quelle stanziate nei mesi scorsi, per superare il digital divide, ancora marcato soprattutto in alcune Regioni del Sud Italia."
"Inoltre - prosegue la presidente - grazie ad un decreto firmato dalla Ministra Azzolina, sarà possibile concedere alle scuole secondarie di secondo grado ulteriori 3,6 milioni di euro, per garantire la connessione e, quindi, la didattica digitale integrata a studentesse e studenti che ne fossero ancora privi. In riferimento a questo decreto è’ pari a 26.493 euro la somma totale che arriverà alle scuole della Provincia di Ragusa che è stata così ripartita:


GIOSUE' CARDUCCI di COMISO 2.277,00 euro
GIOVANNI VERGA di MODICA 2.277,00 euro
GIORGIO LA PIRA di POZZALLO 1.500,00 euro
QUINTINO CATAUDELLA di SCICLI 2.277,00 euro
GALILEO FERRARIS di RAGUSA 3.000,00 euro
GIUSEPPE MAZZINI di VITTORIA 2.277,00 euro
I.I.S "GALILEI-CAMPAILLA" di MODICA 2.277,00 euro
ENRICO FERMI di VITTORIA 2.277,00 euro
G.B. VICO - UMBERTO I - R. GAGLIARDI di RAGUSA 2.277,00 euro
ARCHIMEDE di MODICA 1.500,00 euro
FERMI di RAGUSA 2.277,00 euro
PRINCIPI GRIMALDI di MODICA 2.277,00 euro

"Siamo consapevoli che le nuove misure restrittive sulla didattica a distanza potrebbero comportare difficoltà ai nostri insegnanti, studenti e alle loro famiglie, ma abbiamo adottato questi strumenti affinchè nessun alunno resti indietro con il programma scolastico." Conclude Lorefice