RAGUSA - CATTIVO PASSO DELL'AMMINISTRAZIONE CASSI' PER " TERRITORIO "

20-01-2021 17:13 -

Territorio Ragusa: “Esordisce male l’amministrazione in consiglio comunale”

“Un esordio infelice per l’amministrazione comunale, sommersa dalle critiche alla prima seduta del civico consesso. Ci sono problematiche importanti per la città e per i suoi abitanti, si perde tempo con iniziative unanimemente giudicate minimali, poco sufficienti”
È la sintesi delle valutazioni emerse dalla seduta del Consiglio Comunale di Ragusa, all’interno del Direttivo di Territorio Ragusa.
È il segretario cittadino, Michele Tasca, a esprimere e a compendiare queste valutazioni:
“Quanto emerso dalla seduta di consiglio comunale, ci rende il quadro di una amministrazione che, nonostante i proclami e le faraoniche iniziative, annaspa e riesce a raccogliere pesanti critiche solo per un modesto parcheggio scambio.
Ad onta della tanto vantata programmazione, ci si muove, dopo tre anni di amministrazione, ancora con esperimenti, non c’è uno straccio di studio sulle questioni della viabilità a Marina di Ragusa e a Ibla, ci si muove con il braccino corto, nonostante le buone condizioni della finanza comunale, ci si vanta di grandi iniziative ma ci si muove con le piccole cose, come ammesso anche dall’assessore in consiglio comunale.
I parcheggi scambio sono, di certo, una iniziativa buona, che era stata anche nel programma idi altri candidati sindaco, ma inutile perdersi in sperimentazioni e fare di un solo parcheggio una iniziativa memorabile.
La città aspetta di più e cose concrete, questa è la quarta estate di Cassì, e della sua squadra, e siamo alle prese, per ore, con le questioni banali di un servizio navetta per un parcheggio che si vuole sperimentare su area destinata a verde, per rovinare l’estate ai residenti del quartiere.”
“Arriveremo a giugno solo con questo – aggiunge il segretario cittadino di Territorio - lasciando nella precarietà la pista ciclabile, ereditò della passata amministrazione, godendo dei benefici apportati a Marina di Ragusa da chi ne ha fatto la perla della Sicilia in termini di località balneare d’elitè e vivendo un’altra estate con i sogni del lungomare riqualificato, della pista ciclabile a est, dell’acqua che potrebbe arrivare nelle contrade a monte di Marina.
Continua Michele Tasca nelle valutazioni: “Non vediamo nessuna strategia, né per Ibla, né per Marina di Ragusa, notiamo solo approssimazione e incapacità del sindaco a coordinare i suoi assessori che volano come farfalle, da un settore all’altro, senza conclusioni degne di nota. Il coro di valutazioni negative emerse sulle questioni attinenti i parcheggi di scambio fanno pensare a una visione distorta della realtà, come se, fermando le vetture all’esterno delle aree interessate, tutto si sistema.
Nessuna attenzione per i residenti di Marina, per i vacanzieri, non c’è una precisa strategia per le ZTL ma si corre a fare accordi per le navette.”
Dalla seduta di consiglio comunale emerge la grave mancanza del trasporto pubblico, all’interno di Marina di Ragusa, per i collegamenti necessari con le contrade e la stessa periferia della frazione marinara, per i collegamenti fra Ragusa e Ibla, l’assessore al ramo non ha concluso niente di concreto sul trasporto pubblico cittadino e sul Piano Urbano del Traffico e della Mobilità alternativa.
Solo parole, mentre ci si interessa del Castello di Donnafugata o dei parcheggi o di programmi culturali, tralasciando la delega principale dello sviluppo economico.
Così conclude il segretario cittadino di Territorio Ragusa : “A questo punto è inutile dare colpe a questo o a quell’assessore, manca l’autorevole e capace guida del capo dell’amministrazione che deve fare sintesi e portare a compimento realizzazioni che restano, al momento, solo progetti ideali.”