IBLA - RISPETTO DEL DECORO DEL CENTRO STORICO

21-01-2021 17:10 -

L’Amministrazione comunale al lavoro per garantire il rispetto
del decoro urbano nel centro storico di Ibla e della normativa vigente
in materia di esposizione di tabelle pubblicitarie

L’Amministrazione comunale ha disposto per le prossime settimane dei controlli mirati nel centro storico di Ibla da parte della Polizia Municipale al fine di verificare il rispetto della normativa che regolamenta l’ installazione di tabelle pubblicitarie.
Per questo motivo la stessa Amministrazione comunale invita i commercianti, gli operatori turistici e quanti hanno installato detti impianti che non rispondono correttamente alla normativa in materia, a rimuovere entro quindici giorni dette installazioni al fine di evitare di incorrere nelle sanzioni previste dal codice della strada. Si fa altresì presente che qualora gli impianti non in regola non venissero rimossi dalle parti interessate, si procederà d’ufficio alla rimozione e che le spese relative saranno trasmesse alla Prefettura di Ragusa per l’emissione della relativa Ordinanza di ingiunzione di pagamento a carico della ditta proprietaria dell’impianto e del committente.
“L’intervento previsto a Ragusa Ibla – dichiara l’assessore alla polizia municipale e centro storico Ciccio Barone - fa parte di un piano programmatico dell’Amministrazione comunale in quanto vogliamo assieme al sindaco Peppe Cassì anche garantire maggiore decoro alla città ed eliminare quegli impianti non in regola. Abbiamo due settimane di tempo ai proprietari di tale strutture per rimuoverle altrimenti agiremo noi in danno di chi le ha installate abusivamente. Abbiamo inoltre già definito il progetto di una struttura che abbiamo studiato con la collaborazione della Soprintendenza ai Beni Culturali che faremo realizzare in serie e che monteremo nei punti strategici di Ibla entro il mese di aprile, per ospitare in maniera ordinata tutte le tabelle nel pieno rispetto della normativa vigente e del decoro urbano”.
Ragusa 21/01/2021
Il Capo Ufficio Stampa
dott. Giuseppe Blundo