RAGUSA - GIORNATA NAZIONALE DEL CANE GUIDA

25-10-2021 11:54 -

GIORNATA NAZIONALE DEL CANE GUIDA, LA SEZIONE DI RAGUSA DELL’UICI

AL CENTRO HELEN KELLER DI MESSINA CON CINQUE FAMIGLIE AFFIDATARIE

In occasione della XVI Giornata nazionale del cane guida, anche la sezione di Ragusa dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti è stata presente al centro Helen Keller di Messina. Il presidente dell’Uici Ragusa, Salvatore Albani, ha avuto parole di apprezzamento per le famiglie affidatarie dei cuccioli, alcune delle quali anche del territorio ibleo. “A queste famiglie – spiega Albani – possiamo solo rivolgere il nostro grande grazie per tutto quello che fanno e che faranno. A Messina, come area iblea, ci siamo presentati con cinque famiglie affidatarie, la prima in Sicilia”. Nata nel 2006, la Giornata nazionale del cane guida ha l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’importanza di un amico a quattro zampe che permette a chi ne ha bisogno di avere autonomia e indipendenza.

Una iniziativa che ha lo scopo di sensibilizzare tutti i cittadini per favorire la conoscenza, l’accoglienza e l’inclusione delle persone non vedenti e dei loro accompagnatori a quattro zampe, sensibilizzando sulle difficoltà che quotidianamente i disabili visivi devono affrontare e sull’importanza che rivestono i cani guida i quali, fra barriere architettoniche e culturali, svolgono il proprio compito da veri professionisti, diventando gli occhi del proprio conduttore. Nonostante comunemente si ritenga che la coppia conduttore-cane guida abbia un suo fascino, nella realtà quotidiana si verificano ancora episodi di discriminazione. Accade talvolta che il cane guida non sia accettato nei luoghi pubblici nonostante vi sia una legge che tutela questo diritto impedendo in questo modo l’accesso anche alla persona con disabilità visiva che si avvale di un cane guida per la sua autonomia. Esiste, a tal proposito, la legge n. 34 del 1974 modificata nel 2006 dalla legge n. 60 attraverso la quale viene sancito che il cane guida, che rappresenta insieme al bastone bianco un ausilio fondamentale per la mobilità e l’autonomia della persona con disabilità visiva, possa entrare in qualunque mezzo di trasporto ed esercizio aperto al pubblico. È infatti prevista una sanzione pecuniaria per chi non rispetta questa legge ostacolandone l’ingresso. “Ci sono tutta una serie di norme non ancora ben conosciute – continua Albani – e rispetto a cui speriamo di condurre una specifica opera di sensibilizzazione sul nostro territorio. In ogni caso, i riscontri che periodicamente riceviamo da Messina ci fanno ben sperare per l’incremento futuro dell’utilizzo dei cani guida anche sul nostro territorio”.

25/10/21

Ufficio Stampa Giorgio Liuzzo