RAGUSA - PER LA FESTA DI SANTA CECILIA " CANTATE DOMINUM " DI GIOVANNI GIAQUINTA IN CATTEDRALE

22-11-2021 12:21 -

Festa di Santa Cecilia patrona dei musicisti
Stasera in cattedrale la Messa Cantate Dominum
opera prima del maestro Giovanni Giaquinta


In occasione della festività di Santa Cecilia, patrona dei musicisti, oggi, 22 novembre 2021 alle 20 nella cattedrale San Giovanni Battista di Ragusa saranno eseguiti in concerto i brani della Messa per coro e assemblea liturgica Cantate Dominum, scritta e musicata dal maestro Giovanni Giaquinta.

Cantate Dominum, opera prima del maestro Giovanni Giaquinta, nasce per accompagnare, attraverso il canto, la preghiera dell’assemblea, in particolare nella Messa nuziale e nelle celebrazioni Eucaristiche del tempo di festa. I testi proposti ripercorrono i temi liturgici avendo come orizzonte i diversi momenti della Messa e sottolineando la bellezza dell’incontro nella fede del credente con il mistero di Dio Trinità, che ha il suo culmine nell’Eucaristia.

L’incipit, È festa, è festa, è un invito all’assemblea a partecipare festosa alle “nozze” preparate dal Padre per il Figlio sposo e per la sua sposa. Le strofe del canto d’ingresso, tratte dai Salmi 32 e 99, richiamano il tema della lode a Dio dell’assemblea in festa. Il tema della lode è dominante e reso ancora più evidente dalla solennità con la quale la musica accompagna i testi tratti dalla liturgia. Il canto di comunione, Tu sei, propone una meditazione che, partendo dall’incontro con Cristo che dona la sua carne e il suo sangue, percorre i temi salienti del mistero dell’Incarnazione, che penetrano nel cuore del credente e generano contemplazione e preghiera. È il canto di chi scopre la grandezza di Gesù, Dio fatto uomo, contemplandolo nel dono dell’Eucaristia, e gli affida le ragioni della propria esistenza.

Cantate Dominum, brano che dà il titolo all’intera raccolta, è un invito a lodare Dio e rendergli gloria per la grandezza delle opere del creato. I riferimenti sapienziali veterotestamentari del Salmo 95, dal quale è tratta la strofa del canto, richiamano l’idea dell’unicità della Rivelazione di Dio: la lode e l’esultanza dell’assemblea si uniscono agli inni di preghiera che le assemblee di tutti i tempi hanno innalzato al Dio della vita e dell’eternità.

Il vescovo di Ragusa monsignor Giuseppe La Placa ha autorizzato l’esecuzione liturgica dei canti . I brani saranno eseguiti dall’orchestra e coro “Cantus Novo” e dal coro della Cattedrale, con la partecipazione dell’Ensemble Orchestra, diretti dal maestro Giovanni Giaquinta. L’evento è organizzato dalla Cattedrale San Giovanni Batista e dall’Ufficio Liturgico della Diocesi.

Il concerto di stasera conclude la tappa del Sicily Tour Festival promosso dall’International Choral Federation (Federazione regionale che raggruppa i cori più rappresentativi dell’Isola). Il progetto, che a Ragusa è stato sposato dall’associazione culturale “Cantus Novo”, ha coinvolto diversi direttori e cori della provincia di Ragusa. Gli incontri hanno avuto lo scopo di accrescere la conoscenza del giusto utilizzo della voce nel contesto corale e di consentire lo scambio delle esperienze musicali, favorendo e rafforzando gli aspetti relazionali.




Ragusa, 22 novembre 2021