LA VIGNETTA a cura di Salvatore Battaglia

05-12-2021 12:07 -

Super Green Pass: le regole che cambiano da lunedì

Il certificato verde prende due forme. Per vaccinati e guariti c’è il Super Green Pass, per chi ha scelto di non vaccinarsi resta il vecchio documento che si ottiene con il tampone negativo, antigenico valido 48 ore o molecolare che ne vale 72.

Il Green Pass diventa Super. Da questo lunedì il certificato verde prende due forme. Per vaccinati e guariti c’è il Super Green Pass, per chi ha scelto di non vaccinarsi resta il Green Pass che si ottiene con il tampone negativo, antigenico valido 48 ore o molecolare che ne vale 72. Le norme sono per ora valide fino al 15 gennaio.

Il primo ha «più potere» del secondo. Con il modello base, già in zona bianca, si può andare al lavoro e diventa necessario averlo per salire sui mezzi di trasporto compresi i mezzi pubblici locali, finora esclusi, e andare in albergo. Si può andare in piscina e palestra, entrare negli spogliatoi, prendere gli impianti sciistici.

Per quasi tutto il resto serve il Super Green Pass che ha una validità di 9 mesi dall’ultima somministrazione o dal certificato di guarigione. Non serve scaricarlo nuovamente, per chi è vaccinato o guarito, il codice si aggiorna automaticamente. È l’app Verifica C19 a riconoscerne la validità. Con questo certificato rafforzato si va al ristorante al chiuso, al cinema, a teatro, allo stadio e in discoteca.

Con il cambio di zona chi ha il Super Green Pass può muoversi e fare più attività rispetto a chi non lo ha. Solo in zona rossa i divieti valgono anche per chi ha la certificazione rafforzata. Per ora tutte le regioni italiane sono in zona bianca a esclusione di Friuli-Venezia Giulia e Alto Adige.

Salvatore Battaglia

Presidente Accademia delle Prefi