" COME POSSIAMO PRETENDERE CHE UN LIBERO PROFESSIONISTA POSSA RIALZARSI ?" di Nele Vernuccio

26-01-2022 09:51 -

Come possiamo pretendere che un libero professionista possa rialzarsi?

Chi ha un'attività in questi due anni ha patito più di tutti la crisi causata dal covid poiché non ha potuto lavorare a pieno regime.

Adesso, malgrado sia ancora in atto il green pass, si sta cercando di ripartire, ma quei poveri commercianti o ristoratori non possono essere lasciati in pace.

Mi riferisco in particolare agli aumenti dell'energia elettrica. Mi ha colpito leggere un post di una nota ristoratrice modicana (non faccio il nome per correttezza) che ci informa che l'ultima bolletta che ha pagato nel 2021 riferita al periodo estivo, per un consumo di kw 22.790 per un importo di € 5.336,59. In questi giorni le è arrivata la fattura relativa al mese di dicembre 2021 kw consumati 19.855 importo della fattura 10.285,05 €. Pertanto un consumo minore, ma un aggravio esorbitante.

Come potranno uscire dalla crisi, se appena stavano cercando di rialzarsi, arrivano batoste del genere?

Credo che purtroppo visto ciò che sta accadendo tra Russia e Ucraina il prezzo del petrolio aumenterà ulteriormente consequenzialmente aumenterà il costo dell'energia elettrica.

Al posto di continuare con zonne rosse arancioni e gialle, affrontate i problemi veri che affliggono e vivono giornalmente la popolazione comune, in particolare chi gestisce un'attività.

Avete creato il business dei tamponi che il più delle volte risultano fasulli, avete creato un business sulle mascherine, ma dovete IMPEDIRE che ciò accada nei servizi primari come l'energia elettrica e il gas.

La popolazione per poter vivere deve poter mangiare, mangia grazie agli introiti che ricava dai propri sacrifici. NON POTETE PRETENDERE CHE LA MAGGIORANZA DEL RICAVO LO SI USI PER POTER PAGARE UN SERVIZIO PRIMARIO E ESSENZIALE.

Per rendere migliore il concetto uso un detto del nostro caro dialetto:

Nun putiemu pirmettiri ca tuttu u pani va finisci a scacci!

MASSIMA SOLIDARIETÀ A CHI È UN LIBERO PROFESSIONISTA E DEVE SUBIRE QUEST'AGGRAVIO SU DEI SERVIZI PRIMARI, OLTRE AL DANNO CAUSATO DA DUE ANNI DI CRISI!.

P. S. L'uso della parola zonna è voluto.

Nele Vernuccio