DONNAFUGATA - DOMANI AL CASTELLO SI CONCLUDE IL PROGETTO " ARCHIVI DELLA MODA TRA CULTURA E SOCIETA' " TRA L' IIS " VICO- UMBERTO I- GAGLIARDI " E MUDECO

26-05-2022 20:13 -

"LA BELLEZZA SALVERA' IL MONDO"... IL SISTEMA MODA DEL "G.B.VICO-UMBEROI-R.GAGLIARDI" DI RAGUSA AL "Mu.De.Co" DI DONNAFUGATA

Si avvia al termine il progetto “Archivi della moda tra cultura e società”, rivolto alle studentesse dell’Indirizzo Sistema Moda dell’I.I.S. “G. B. Vico - Umberto I – R. Gagliardi” e patrocinato dal Comune di Ragusa, nel quadro delle attività di alternanza scuola/lavoro (PCTO) promosse dall’Istituto e dal Dirigente scolastico Prof.ssa Nunziata Barone.
Il Castello di Donnafugata, presso il quale si sono tenuti i quattro incontri formativi, a cui le studentesse hanno partecipato nei mesi scorsi, sarà la cornice dell’evento conclusivo, il prossimo 27 maggio alle ore 17.30.
Il progetto, articolato in varie fasi, ha previsto un primo momento di studio e formazione “sul campo”: visitando il Castello e il Mu.De.Co., sotto la guida dell’architetto Nuccio Iacono, responsabile della struttura museale e raffinato conoscitore di storia del costume - in particolare quello fiorentino e francese tra ‘700 e ’800 – le studentesse hanno avuto la possibilità di riflettere sul concetto di moda e di approfondire il legame tra costume, storia e società, con interessanti riferimenti anche alla realtà locale. La loro attenzione si è focalizzata innanzitutto sugli abiti più prestigiosi della collezione, per analizzarne i tessuti, la fattura, la sfarzosità: dal famoso abito indossato da Angelica ne "Il Gattopardo" di Luchino Visconti, alla redingote di Vincenzo Bellini o agli abiti del musicista Pietro Floridia o di Donna Franca Florio.
Si è poi passato in rassegna il costume ottocentesco, caratterizzato da maggiore sobrietà, con il necessario riferimento alle vicissitudini storiche di questi abiti, arrivati finalmente in questo lembo di Sicilia. Unitamente alle studentesse, i docenti delle discipline di settore, accanto a quelli di discipline storicoletterarie e informatiche, hanno potuto operare in classe per approfondire tematiche legate ai costumi della collezione del marchese Gabriele Arezzo di Trifiletti: un tesoro immenso, stipato in 408 casse, con 5mila elementi databili tra il 1200 e il 1930, acquisito dal Comune di Ragusa nel 2014 proprio grazie al forte impegno dell'architetto Iacono. A completamento del lavoro è stata condotta l'analisi chimica dei tessuti, con il coinvolgimento del docente della disciplina, è stato approfondito lo studio di trame e orditi, ed è stato infine realizzato un video sulle attività svolte.
Gli incontri a Donnafugata sono stati fonte di ispirazione per la fase più importante del progetto: le studentesse, nel quadro delle attività curriculari svolte a scuola, hanno infatti ideato e creato un abito che sarà presentato nel corso dell’evento conclusivo e che ben rappresenta il periodo storico e culturale oggetto di studio. Si tratta di un'opera corale, dalla forte valenza formativa ed inclusiva, che ha visto coinvolte 16 studentesse della III A e 6 studentesse della IV A dell’indirizzo Sistema Moda: un lavoro unico ed originale, che ha costituito una scommessa di alto valore didattico ed umano, oltre che un’occasione per riassaporare il piacere di rimettersi in gioco – insieme – dopo le difficoltà legate alla pandemia. É stata anche l’opportunità per riflettere su come la bellezza rappresenti un valore capace di salvare il mondo e rendere l’umanità migliore, e sulla responsabilità che le giovani generazioni devono assumersi nel cercare di preservarla e trasmetterla.

prof/ssa Sofia Portuese
Responsabile di progetto