VITTORIA - " ITALIA VIVA " E IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO

23-06-2022 17:04 -

𝐌𝐄𝐑𝐂𝐀𝐓𝐎 𝐎𝐑𝐓𝐎𝐅𝐑𝐔𝐓𝐓𝐈𝐂𝐎𝐋𝐎 𝐃𝐈 𝐕𝐈𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈𝐀.
𝐃𝐀𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐒𝐈𝐆𝐋𝐈𝐎 𝐂𝐎𝐌𝐔𝐍𝐀𝐋𝐄 𝐍𝐄𝐓𝐓𝐎 𝐑𝐈𝐅𝐈𝐔𝐓𝐎 𝐀𝐃 𝐔𝐍 𝐑𝐈𝐓𝐎𝐑𝐍𝐎 𝐀𝐋 𝐏𝐀𝐒𝐒𝐀𝐓𝐎. 𝐈𝐓𝐀𝐋𝐈𝐀 𝐕𝐈𝐕𝐀 𝐕𝐈𝐓𝐓𝐎𝐑𝐈𝐀 𝐂𝐎𝐌𝐌𝐄𝐍𝐓𝐀 𝐋𝐀 𝐕𝐈𝐂𝐄𝐍𝐃𝐀.

"La maggioranza ancora una volta ha dato prova delle sue difficoltà di tenuta. Anzi, si è consumata una spaccatura netta che, a queto punto, rischia di creare grande imbarazzo sul futuro della Giunta Aiello”. E’ quanto afferma la consigliera comunale di Italia Viva, Sara Siggia, dopo il teatrino fatto di scontri interni alla maggioranza sul regolamento del mercato ortofrutticolo portato in aula dalla Giunta municipale. “Ho rivolto una domanda ben precisa al dirigente competente – ha spiegato Siggia – e cioè se la Multiservizi sia utile o meno per la raccolta differenziata. Ovviamente la risposta, tra qualche imbarazzo, non poteva che essere positiva come recita il comma F dell’articolo 3 del regolamento. E’ questa, secondo noi, la vera ragione poltica per cui volevano rivoluzionare tutto, non solo il regolamento del mercato. Tra l’altro, un atto così importante ce lo portano in Consiglio comunale dopo 8 mesi quando ne avevano fatto il cavallo di battaglia della propria campagna elettorale. E anche in quel periodo il ragionamento faceva acqua da tutte le parti. Anche perché nel 2017 si era già votato il regolamento del mercato ortofrutticolo voluto da tutti i commissionari e dai produttori. Ecco perché è arrivato il mio voto contrario, quello di tutta l’opposizione e di alcuni componenti della maggioranza. Tanto è bastato per rispedire l’atto al mittente. Con buona pace del sindaco che prima non era presente, poi è arrivato in aula ma poi, dopo avere capito che aria tirava, se ne è andato a casa, immaginando, come è accaduto, che l’atto sarebbe stato bocciato. Quindi, ha pure snobbato i consiglieri comunali perché avrebbe potuto spiegare le ragioni che motivano questo regolamento. E, invece, come suo solito ha voluto fare il padre padrone e questo è il risultato. Si partiva da questo regolamento per arrivare alla gestione in house della raccolta differenziata e quindi fare rivivere municipalizzate come l’Amiu di cui nessuno sente il bisogno. Tra l’altro, stiamo parlando di argomento rispetto a cui non c’è mai stato alcun confronto in Consiglio comunale, nessun dialogo tra le forze politiche. Abbiamo assistito, dunque, a scene assolutamente inconcludenti sul piano politico che ci fanno presagire un futuro tutto in salita per la nostra città”. Interviene, in proposito, la coordinatrice di Italia Viva Vittoria, Valentina Tagliarini. “Non posso che esprimere – dice – grande soddisfazione, a nome di tutto il gruppo, per il risultato raggiunto martedì sera in Consiglio comunale. Un risultato storico oltretutto perché abbiamo assistito dal vivo ad un risveglio delle coscienze in alcuni componenti della maggioranza che hanno capito l'importanza dell'atto che si andava a votare e hanno preferito mettere avanti le ragioni di un intero comparto e non solo le proprie. Dal canto nostro, siamo contenti del risultato perché è stato frutto di un dialogo costante tenuto con gli operatori del comparto interessato, dai produttori ai concessionari. Auspico che il sindaco prenda atto di ciò che è avvenuto e capisca che i tempi sono cambiati rispetto al suo modo di gestire la cosa pubblica così come spero che possa cambiare al più presto il suo atteggiamento nei confronti della città tutta”. Il componente del comitato nazionale di Italia Viva, Salvo Liuzzo, che ha assistito ai lavori del civico consesso, chiarisce: “Non si può costringere la città di Vittoria a compiere un clamoroso passo indietro sulla questione del mercato ortofrutticolo, stiamo parlando del settore pulsante dell’economia locale e dell’intero territorio ipparino e in parte anche ibleo. A chi giova tutto ciò? Già in tempi non sospetti avevamo detto che questo passaggio sarebbe risultato un salto nel buio. E non ci siamo sbagliati perché non è stato tenuto in debita considerazione il sentire della città, come dimostra la pesante frattura interna alla maggioranza. Riteniamo che il sindaco Aiello dovrebbe valutare con la massima attenzione le prossime mosse su questo fronte. Non si può continuare, ancora una volta, a vedere Vittoria bistrattata come se nulla fosse. Occorre una reazione politica così come in parte è già accaduto”.

Coordinamento Italia Viva Vittoria
23/06/2022