MODICA - OPPORTUNITA' PER 36 GIOVANI DISOCCUPATI SICILIANI E MALTESI CON IL PROGETTO “CROSSWORK”

10-09-2022 11:53 -

OPPORTUNITA’ PER 36 GIOVANI DISOCCUPATI SICILIANI E MALTESI, GRAZIE AL PROGETTO “CROSSWORK” POTRANNO QUALIFICARSI CON TIROCINI FORMATIVI RETRIBUITI (2000 EURO AL MESE) E STAGE IN AZIENDE LOCALI. SONO GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO “CROSSWORK” PROMOSSO DA LOGOS E PRESENTATO STAMANI IN CONFERENZA STAMPA

MODICA – 30 giovani disoccupati siciliani, con età fino a 29 anni, potranno ottenere tirocini per inserimento lavorativo retribuiti (2000 euro al mese) per stage da realizzare all’interno di aziende maltesi. Stessa opportunità viene offerta a 6 giovani dell’isola dei Cavalieri che potranno formarsi presso aziende in Sicilia. Sono questi gli obiettivi del progetto “Crosswork" per la rete transfrontaliera per la mobilità dei lavoratori, che è stato presentato stamani in conferenza stampa a Modica, con capofila la Logos e inserito all'interno dell’asse II del programma Interreg Italia - Malta. Tra i partner c’è l’Istituto scolastico Principi Grimaldi di Modica e la Malta Chamber of SME - Malta e tra i partner associati ci sono il Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali della Regione Siciliana, diretto da Letizia Di Liberti, ed ancora Sicindustria – Delegazione di Ragusa, Legacoop Sicilia, Cna Sicilia, Cgil Sicilia, Cisl Sicilia, Uil Sicilia.
L’intento è quello di favorire l’interazione transfrontaliera attraverso l’attivazione di stage di inserimento di giovani presso micro, piccole e medie imprese. Il progetto punterà a stimolare quei settori economici prioritari che riguardano il mercato del lavoro italiano e maltese ed in particolare i servizi per il turismo sostenibile, l’economia blu, la salvaguardia dell’ambiente e la salute e qualità della vita. Una grande opportunità che viene offerta ai giovani affinché possano porre le pietre fondanti del proprio futuro, come ha sottolineato Rosario Alescio, presidente di Logos: “Abbiamo pensato alla creazione del progetto "Crosswork" seguendo le richieste del mercato siciliano e maltese. Il primo, caratterizzato da un alto livello di disoccupazione, ha una notevole forza lavoro qualificata e da qualificare ma in cerca di occupazione, mentre per il mercato maltese la situazione è inversa, con un bassissimo tasso di disoccupazione e con una costante richiesta di nuovi lavoratori. Per questo, grazie al lavoro svolto in sinergia con tutti i partner progettuali, abbiamo predisposto l’erogazione di ben 36 voucher per l’attivazione di stage di inserimento lavorativo, della durata di 6 mesi, presso quelle micro, piccole e medie imprese che puntano al miglioramento della propria competitività. Si tratta di tirocini retribuiti così da sostenere i giovani in questo percorso di crescita. Inoltre il progetto permette di attivare un portale online che consente di offrire servizi mirati di scouting e matching tra l’offerta e la domanda di lavoro”.
La conferenza stampa di oggi si è svolta all’interno dell’Istituto Professionale Principi Grimaldi di Modica il cui dirigente scolastico, Bartolomeo Saitta, ha voluto porre l’attenzione sul lavoro preparatorio riguardante l’interazione transfrontaliera: “Crediamo tantissimo nelle azioni internazionali e non a caso il nostro istituto è protagonista con progetti europei e iniziative legate all’Erasmus. I giovani devono crescere formandosi anche attraverso il confronto con altre realtà. Con questo progetto si intersecano imprese e giovani disoccupati e speriamo che i tirocini formativi possano poi trasformarsi in successive occasioni concrete di lavoro”.
Verranno inoltre attivati degli helpdesk disponibili nell’area transfrontaliera che saranno utili alla realizzazione del bilancio di competenze prima del tirocinio, all’elaborazione del programma di lavoro e ai training di pre-partenza. “Una vera e propria occasione da cogliere al volo per tutti quei giovani inoccupati e disoccupati che vorranno misurare le proprie competenze con realtà diverse da quelle in cui vivono - ha sottolineato la dirigente regionale Letizia Di Liberti - Reali opportunità lavorative finanziate all’estero e finalizzate all’inserimento strutturale, cercando di creare un meccanismo virtuoso che, ponendo al centro dell’attenzione il capitale umano dell’area transfrontaliera Italia-Malta, possa contribuire alla crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Come dipartimento abbiamo aderito subito al progetto. La Logos, con il suo vulcanico presidente Alescio, è sempre una fucina di idee e progetti molto interessanti e anche questo sta già trovando grande interesse da parte di giovani ed imprese”. Le selezioni sono ancora aperte fino al 30 settembre e per maggiori informazioni è possibile navigare sul sito web www.logos-italia.it dove è possibile anche inviare dei messaggi o delle richieste. Plauso per il progetto è arrivato dai rappresentanti dei partner maltesi, collegati in streaming, e da Giovanni D’Avola della Uil, Giuseppe Cascone della Cna e Giovanni Rollo di Legacoop che sono intervenuti durante la fase di presentazione.

9 settembre 2022
ufficio stampa
Carmelo Saccone per MediaLive